Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Viabilità e sicurezza stradale, riunione in Prefettura per la programmazione di specifici servizi durante le festività

Un piano di azioni e di servizi a tutela della mobilità per garantire sicurezza negli spostamenti e immediati interventi di assistenza o soccorso in caso di emergenze o criticità. Previsti anche controlli sul rispetto delle norme di comportamento alla guida da parte degli automobilisti
 
Garantire la serenità degli spostamenti su strada durante le festività e rafforzare l’attività di polizia stradale a tutela della sicurezza delle persone e del rispetto delle regole: sono stati gli obiettivi dell’odierna seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica dedicata al coordinamento dei dispositivi di vigilanza e controllo sulla viabilità.

All’incontro, presieduto dal Viceprefetto vicario Andrea Gambassi, hanno preso parte, insieme ai vertici delle forze di polizia locali e della polizia stradale, la Vicesindaco di Terni, Francesca Malafoglia, rappresentanti dei Vigili del Fuoco, del Servizio 118 Emergenza sanitaria, e degli enti proprietari delle strade, i Comandanti delle polizie municipali di Terni, Orvieto, Narni ed Amelia.

Nel corso della riunione, sono state concordate le linee di azione alle quali improntare la programmazione dei servizi delle forze di polizia statale e locale sulle strade di rispettiva competenza, tenuto conto dei prevedibili “picchi” di esodo e delle possibili criticità che potrebbero riguardare la viabilità della provincia in relazione all’incremento del traffico veicolare o alle condizioni climatiche.

In particolare, sono stati definiti gli ambiti territoriali e le direttrici stradali nei quali opererà prevalentemente ciascuna forza, prevedendo anche opportuni accorgimenti per compensare il maggior impegno della polizia stradale sulla viabilità autostradale e primaria garantendo al contempo un’adeguata presenza del personale di vigilanza sulla viabilità secondaria.

Per prevenire e scoraggiare le condotte pericolose di guida, causa di incidenti e disagi alla circolazione, è stata altresì concordata un’opportuna campagna di controlli sul rispetto delle regole di comportamento per gli automobilisti, in particolare per quanto riguarda limiti di velocità, tassi alcolemici, uso delle gomme invernali.

D’intesa con gli enti proprietari delle strade e gli organi di soccorso tecnico urgente, il Comitato ha, inoltre, messo a punto i dispositivi di intervento e pronta assistenza da assicurare in caso di eventuali criticità o emergenza, nell’ottica di garantire tutti i viaggiatori su gomma durante le festività.

Notizie aggiornate sul traffico e la percorribilità delle strade saranno tempestivamente diffuse all’utenza tramite gli organi di informazione locali.

Terni, 23 dicembre 2015 
                                                                              L’ADDETTO STAMPA
                                                                                      (Rosiello)

 
Pubblicato il :

 Ordigno bellico a Giove, concluse con successo le operazioni di disinnesco

Revocato il divieto di sorvolo sull’area interessata dall’intervento, riaperta al traffico l’autostrada A1 e ripresa la circolazione sulle linee ferroviarie alta velocità Roma-Firenze e su quella lenta Roma-Chiusi
 
Si è concluso con successo alle ore 13.30 l’operazione di disinnesco dell’ordigno bellico del peso di 1.000 libbre (500 kg), risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuto nei giorni scorsi a Giove.

L’intervento realizzato dagli artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma, è stato coordinato dall’Unità di crisi costituita in Prefettura con il coinvolgimento di tutti gli enti ed i soggetti competenti: Regione, Provincia, Enti locali, Forze dell’ordine, Vigili del Fuoco, strutture sanitarie e della protezione civile, aziende di servizio a vario titolo coinvolte. L’organismo sta lavorando in stretto raccordo con il Centro operativo comunale di Giove e la Prefettura di Viterbo.

Cessate le esigenze di sicurezza della popolazione, è stato revocato il divieto di sorvolo sull’area interessata, è stata riaperta al traffico l’autostrada A1 ed è ripresa la circolazione sulle linee ferroviarie “alta velocità” Roma-Firenze e su quella lenta Roma-Chiusi.

L’ordigno, reso inerte, sarà ora trasportato e fatto brillare in una cava di Narni.

L’intera procedura dovrebbe concludersi entro le 17.30.

Terni, 2 dicembre 2015

                                                                       L’ADDETTO STAMPA
                                                                                (Rosiello)

Pubblicato il :

 Ordigno bellico a Giove, conclusa anche la fase di brillamento

Intervento coordinato dall’Unità di crisi attivata in Prefettura. Plauso agli artificieri dell’Esercito per la grande professionalità dimostrata

È terminata alle ore 16.00, in anticipo rispetto a quando ipotizzato, l’operazione di brillamento dell’ordigno bellico del peso di 1.000 libbre (500 kg), risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuto nei giorni scorsi a Giove.

L’ordigno, reso inerte nel luogo del ritrovamento mediante il despolettamento, è stato trasportato e fatto brillare in una cava di Narni dagli artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma.

Anche questa fase dell’intervento è stata coordinata dall’Unità di crisi costituita in Prefettura ed alla quale hanno partecipato tutti gli enti e le strutture interessate, in stretto raccordo con il Centro operativo comunale di Giove e la Prefettura di Viterbo.

Grazie alla perfetta sinergia tra i militari dell’Esercito, le Forze di polizia e gli altri soggetti coinvolti, tutti i passaggi della procedura si sono svolti regolarmente e senza problemi per la sicurezza, cercando di contenere gli inevitabili disagi alla collettività.

“Ringrazio la Regione, la Provincia, i Sindaci, i volontari della protezione civile e tutti gli enti e le strutture competenti per il grande lavoro svolto in questi giorni al fine del buon esito delle operazioni. Ringrazio, inoltre, per la disponibilità offerta, i proprietari della cava San Pellegrino di Narni, dove si è proceduto alle operazioni di brillamento.” - ha detto il Viceprefetto Vicario, Andrea Gambassi, al termine dei lavori - “Un apprezzamento particolare va ai militari dell’Esercito, costantemente impegnati sul territorio nazionale per la bonifica da ordigni inesplosi, i quali anche in questa occasione hanno dato prova di una grande professionalità tecnica e operativa” .

Terni, 2 dicembre 2015
                                                                              L’ADDETTO STAMPA
                                                                                       (Rosiello)

 
 
 
 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Disinnesco e brillamento di un ordigno bellico a Giove

Le operazioni, programmate per mercoledì 2 dicembre, saranno coordinate dall’Unità di crisi costituita in Prefettura

Mercoledì 2 dicembre gli artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma procederanno al disinnesco ed al brillamento dell’ordigno bellico risalente al secondo conflitto mondiale rinvenuto nei giorni scorsi a Giove.

Le operazioni inizieranno alle ore 8.30 e dovrebbero concludersi entro le successive 17.30 .

Per assicurare l’incolumità pubblica durante tutte le fasi dell’intervento è stata disposta, oltre allo sgombero della popolazione residente nell’area interessata, la chiusura al traffico dalle ore 10.45 alle ore 13.30 e, comunque, fino a cessate esigenze:

- dell’autostrada A1, tra i caselli di Orte (direzione nord) e Orvieto (direzione sud);
- della SP 31 di Giove e della SP 86 Porchiano del Monte per Attigliano.

Il traffico in direzione sud dovrà uscire ad Orvieto, seguire su: Via Angelo Costanzi; Strada Bagnorese; Strada comunale Corta Stazione; SS71 direzione Montefiascone - Viterbo; SS 675 direzione Orte, da dove sarà possibile rientrare in A1.

Il traffico in direzione nord dovrà uscire ad Orte, proseguire sulla SS 675 per Viterbo e poi sulla SS2 Cassia verso Montefiascone; prendere la SS 71 direzione Orvieto, da dove sarà possibile rientrare in A1.

Per le lunghe percorrenze , si consigliano le uscite di Valdichiana per i veicoli che procedono verso sud, con prosecuzione sul raccordo Bettolle – Siena in direzione Perugia; poi seguire sulla E45 in direzione Terni e poi Orte, da dove si può rientrare in A1. Per i veicoli in transito verso nord, l’uscita consigliata è il casello di Orte , seguire poi le indicazioni per Terni, immettersi sulla E45 in direzione Perugia, quindi seguire il raccordo Bettolle – Siena e rientrare in A1 alla stazione di Valdichiana.

Sono stati, inoltre, disposti:

- il blocco della circolazione ferroviaria dalle 11.30 alle 13.30 sulla linea Firenze-Roma, fra Orte e Orvieto (linea direttissima) e fra Attigliano e Orte (linea convenzionale). Previste anche modifiche al programma di circolazione dei treni alta velocità, media-lunga percorrenza e regionali. Informazioni più dettagliate sono disponibili nelle stazioni e sui siti web delle imprese ferroviarie. L’orario di termine attività potrà essere anticipato o posticipato in base all’effettivo completamento delle operazioni;
- il divieto di sorvolo dell’area interessata per tutta la durata dell’intervento.

Le operazioni saranno coordinate dall’Unità di crisi attivata in Prefettura che lavorerà in stretto raccordo con il Centro operativo comunale di Giove.

 

Terni, 1 dicembre 2015                                                      
                                                                            L’ADDETTO STAMPA
                                                                                    (Rosiello)

Pubblicato il :

 
Torna su