Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Rimozione e brillamento dell'ordigno bellico rinvenuto in località Fori di Baschi

Conclusa con successo l’operazione di rimozione e brillamento
dell’ordigno bellico rinvenuto in località Fori di Baschi nel Comune di Orvieto

Si informa che in data odierna gli artificieri dell’Esercito provenienti dal 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma hanno rimosso e fatto brillare la bomba di aereo risalente alla seconda guerra mondiale, del peso di 500 libbre, ritrovata nei giorni scorsi in località Fori di Baschi nel comune di Orvieto, a circa 250 metri dall’Autostrada A1.

Le operazioni di rimozione e brillamento sono iniziate alle ore 5 ed hanno comportato l’evacuazione di circa 60 persone, la chiusura dell’Autostrada A1 e della SS 205 “Amerina”, oltre al blocco della circolazione ferroviaria sulla linea lenta della direttrice Roma-Firenze. L’ordigno è stato trasportato e fatto brillare alle ore 10,20 in una cava situata a 15 km dal luogo di ritrovamento.

Le attività si sono concluse con circa un’ora di anticipo rispetto al previsto, grazie alla perfetta sinergia tra i militari dell’Esercito, le Forze di polizia e gli altri Enti coinvolti, coordinati dalla Prefettura, garantendo così la massima sicurezza dei residenti e degli automobilisti con i minori disagi possibili.

Il coordinamento in loco si è svolto attraverso il Centro Operativo Misto riunito presso la Sala di Protezione Civile del Comune di Orvieto e presieduto dal Viceprefetto Vicario, dott. Andrea Gambassi con la partecipazione di rappresentanti di enti e uffici pubblici e privati.

Alle attività hanno partecipato, oltre agli artificieri del 6° Reggimento Pionieri di Roma, la Regione, la Provincia di Terni, i Comuni di Orvieto e di Baschi, le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, l’Ausl Umbria 2, la Croce Rossa Italiana, le Ferrovie dello Stato, la Società Autostrade, l’Anas, Enel distribuzione Terni-Orvieto e circa 60 volontari della Protezione Civile.

Il Prefetto di Terni, dott. Gianfelice Bellesini, ha espresso il proprio compiacimento per il lavoro sinergico e collaborativo svolto da tutti gli enti coinvolti,  per la professionalità dimostrata, in particolare dai militari dell’Esercito che costantemente operano sul territorio nazionale per la bonifica da ordigni inesplosi.

Ha, inoltre, espresso uno specifico ringraziamento al Sindaco del Comune di Orvieto, Giuseppe Germani, ed alla Protezione Civile di Orvieto per l’organizzazione approntata, oltre che ai numerosi volontari che hanno contribuito al buon esito delle operazioni.

Terni, 12 agosto 2015

                                                                  IL VICEPREFETTO VICARIO
                                                                             (Gambassi)

  
 
 
Pubblicato il :

 Operazioni di disinnesco e brillamento di un ordigno bellico

Si segnala nuovamente che le operazioni di brillamento della bomba d’aereo ritrovata in località Fori di Baschi nel comune di Orvieto, saranno effettuate nella giornata di mercoledì 12 agosto prossimo a partire dalle ore 6.00, previa evacuazione dei residenti entro un raggio di 1.800 metri.

Durante le operazioni l’Autostrada A1 sarà chiusa al traffico dalle ore 6.00 alle ore 8.20, e comunque fino a cessate esigenze, in entrambi i sensi di marcia, tra i caselli di Orvieto (direzione Sud) ed Orte (direzione Nord).
Il traffico in direzione sud , dovrà uscire ad Orvieto, seguire le indicazioni per Orvieto,  prendere la SS71 e poi la SS2 direzione Montefiascone e Viterbo; da qui seguire la SS 675 direzione Orte, da dove sarà possibile rientrare in A1.
Il traffico in direzione nord dovrà uscire ad Orte, seguire le indicazioni per Viterbo e poi per SS2 Montefiascone; prendere la SS 71 direzione Orvieto, da dove sarà possibile rientrare in A1.
Per le lunghe percorrenze , si consigliano le uscite di Valdichiana per i veicoli che procedono verso sud, con prosecuzione sul raccordo Bettolle – Siena in direzione Perugia; poi seguire sulla E45 in direzione Terni e poi Orte, da dove si può rientrare in A1.
Per i veicoli in transito verso nord, l’uscita consigliata è il casello di Orte , seguire poi le indicazioni per Terni, immettersi sulla E45 in direzione Perugia; quindi seguire il raccordo Bettolle – Siena e rientrare in A1 alla stazione di Valdichiana.

Nel corso delle operazioni, sarà chiusa anche la S.S. 205 “Amerina” dal km 45+800 (innesto con S.S. 448) al km 52+100 (corrispondenza casello A1 di Orvieto) dalle ore 6.00 alle ore 8.40.
 
È, altresì, previsto il blocco della circolazione ferroviaria sulla linea lenta della direttrice Roma-Firenze dalle ore 6.20 alle ore 8.20. I treni in transito tra Orte e Orvieto, nelle due direzioni, per il periodo interessato alle operazioni, verranno deviati sulla linea direttissima Firenze-Roma. In particolare, per i treni regionali 3377 ( Terontola - Roma Termini) e 2304 ( Roma Termini - Firenze S.M.N.) saranno soppresse le fermate di Alviano e Attigliano ed attivati servizi sostitutivi.

Terni, 10 agosto 2015

                                                                   IL VICEPREFETTO VICARIO
                                                                             (Gambassi)

Pubblicato il :

 Rinvenimento di un ordigno bellico. Pianificazione delle attività di disinnesco e brillamento

A seguito del ritrovamento di una bomba d’aereo risalente alla seconda guerra mondiale, del peso di 500 libbre (250 kg) in località Fori di Baschi nel comune di Orvieto, a circa 250 metri dalla sede dell’Autostrada A1, si è svolta una riunione di coordinamento, presieduta dal Viceprefetto Vicario, Dott. Andrea Gambassi, per la pianificazione delle operazioni relative al disinnesco ed al brillamento dell’ordigno.

Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti delle varie Forze dell’ordine, degli Uffici ed Enti coinvolti nelle operazioni di bonifica, nonché i rappresentanti del VI° Reggimento Pionieri di Roma, dei Vigili del Fuoco, della Regione, degli Enti Locali, delle strutture sanitarie, delle Ferrovie dello Stato, della Società Autostrade e dell’Anas.

Nel corso dell'incontro, si è convenuto di effettuare le operazioni di brillamento dell’ordigno nella giornata di mercoledì 12 agosto prossimo a partire dalle ore 6.00, previa evacuazione dei residenti entro un raggio di 1.800 metri.

Durante le operazioni l’Autostrada A1 sarà chiusa al traffico dalle ore 6.00 alle ore 8.20, in entrambi i sensi di marcia, tra i caselli di Orvieto (direzione Sud) ed Orte (direzione Nord). Il traffico sarà deviato sulla SS71, poi SS2 e SS 675 e viceversa. Per le lunghe percorrenze, si consigliano le uscite di Orte e Valdichiana con percorso alternativo sulla E 45 e sulla extraurbana principale Perugia-Bettolle.

Nel corso delle operazioni, sarà chiusa anche la S.S. 205”Amerina” dal km 45+800 (innesto con S.S. 448) al km 52+100 (corrispondenza casello A1 di Orvieto) dalle ore 6.00 alle ore 8.40.

È, altresì, previsto il blocco della circolazione ferroviaria sulla linea lenta della direttrice Roma-Firenze dalle ore 6.20 alle ore 8.20. I treni in transito tra Orte e Orvieto, nelle due direzioni, per il periodo interessato alle operazioni,  verranno deviati sulla linea direttissima Firenze-Roma. In particolare, per i treni regionali 3377 ( Terontola - Roma Termini) e 2304 ( Roma Termini - Firenze S.M.N.) saranno soppresse le fermate di Alviano e Attigliano ed attivati servizi sostitutivi.
 
Sarà, inoltre, in vigore il divieto di sorvolo della zona interessata per tutta la durata dell’intervento.

L’area interessata è stata messa in sicurezza e delimitata; è costantemente vigilata ad opera delle Forze di Polizia territoriali.

Terni, 7 agosto 2015
                                                                   IL VICEPREFETTO VICARIO
                                                                               (Gambassi)

Pubblicato il :

 Cambio di appalto Cesar Group S.r.l./Securitalia S.p.A.

Raggiunto l’accordo in Prefettura per il cambio di appalto
 Cesar Group S.r.l./Securitalia S.p.A.

Nel pomeriggio di ieri, si è tenuto in Prefettura un incontro presieduto dal Prefetto Gianfelice Bellesini, al quale hanno partecipato i rappresentanti della Direzione territoriale del lavoro di Terni, della Società Cesar Group S.r.l., della Società Sicuritalia S.p.A. e dei sindacati di categoria.

Dopo una lunga e difficile trattativa, le parti sono giunte ad una soluzione condivisa che questa mattina è stata formalizzata presso la Direzione Territoriale del Lavoro di Terni, secondo la procedura prevista dal CCNL.

In particolare, la Sicuritalia S.p.A. procederà al cambio di appalto assorbendo a tempo indeterminato 12 guardie dell’Istituto uscente per svolgere le attività di vigilanza previste dal nuovo capitolato, mentre i servizi che sono rimasti esclusi dalla nuova gara e che riguardano la vigilanza in altre postazioni verranno assicurati con personale della Sicuritalia a tempo determinato, per un periodo di tre mesi, in attesa che l’AST riorganizzi la propria vigilanza. Qualora questo periodo dovesse prolungarsi, la Sicuritalia si è impegnata ad assumere il personale con qualifica di guardia giurata particolare ex Cesar Group.

La soluzione raggiunta è un’ulteriore prova dell’attenzione e dell’impegno delle istituzioni ai problemi occupazionali del territorio – ha evidenziato il Prefetto Bellesini al termine dell’incontro -. Anche in questa occasione, la collaborazione e la buona volontà dimostrata da tutte le parti interessate, ha permesso di raggiungere un importante risultato che si confida possa aprire prospettive positive per i lavoratori”.    

Terni, 5 agosto 2015                            
                                                            IL VICEPREFETTO AGGIUNTO
                                                                      (Mignozzetti)

 
Pubblicato il :

 
Torna su