Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Indicatori dell’economia ternana, on line il rapporto semestrale dell’Osservatorio provinciale istituito in Prefettura

Luci ed ombre del secondo semestre 2014 nella sintesi statistica pubblicata con i contributi di Istat, Camera di Commercio, Provincia, I.N.P.S., DTL e Banca d’Italia. Un agile strumento informativo sull’andamento dell’economia locale, che integra i dati prodotti da amministrazioni e enti operanti sul territorio

L’andamento dell’economia ternana continua ad essere generalmente caratterizzato dalle stesse dinamiche sfavorevoli degli ultimi anni, anche se parte degli indicatori presi in esame segnalano, in alcuni comparti, un’attenuazione degli effetti negativi della crisi economica; è quanto emerge dalle pagine del nuovo rapporto, aggiornato al 31 dicembre 2014, dell’Osservatorio provinciale istituito in Prefettura ed al quale partecipano anche Istat, Camera di Commercio, Provincia di Terni, I.N.P.S. e Direzione territoriale del lavoro, con il contributo informativo della Banca d’Italia.

Come nei semestri precedenti, la realtà produttiva locale si caratterizza per la riduzione del numero di imprese attive, anche se meno accentuata rispetto al passato; manifattura e costruzioni si confermano i settori di attività maggiormente interessati dalla flessione mentre è nel comparto dei servizi alle persone che si concentra la crescita delle attività imprenditoriali. Per quanto riguarda il commercio con l’estero, nel periodo in riferimento si registra ancora una diminuzione sia delle esportazioni che delle importazioni. Nel corso del 2014, l’occupazione si è ridotta di quasi 2 mila unità, soprattutto tra le donne, mentre il numero delle persone in cerca di occupazione è aumentato di oltre 1500 unità. I rapporti di lavoro attivati nella seconda metà del 2014 sono diminuiti rispetto allo stesso semestre del 2013, con un calo più marcato per i lavoratori stranieri. Si segnala, peraltro, nell’ultimo trimestre dell’anno, una debole ripresa degli avviamenti con riferimento ai lavoratori italiani. Si riducono le ore autorizzate di cassa integrazione guadagni, sia straordinaria che in deroga, mentre aumenta la quota delle ore pagate. Per quanto riguarda il credito, il relativo mercato continua a mostrare segnali di arretramento, con una contrazione dei prestiti bancari e un peggioramento della qualità del credito; anche in questo caso, tuttavia, la dinamica più recente è caratterizzata da variazioni negative meno sostenute rispetto al passato. Diminuisce il numero dei protesti, sia come consistenza che come valore. Segnali positivi anche dal settore turistico, caratterizzato da una ripresa degli arrivi e delle presenze, soprattutto per quanto riguarda la clientela straniera.

Questi alcuni degli indicatori evidenziati dalla pubblicazione che vuole essere uno strumento di ausilio nell’interpretazione e nella comprensione della realtà economica locale, offrendo una serie di informazioni oggettive, fornite dai principali uffici locali di statistica, integrate fra loro in una presentazione sintetica e agile per descrivere efficacemente le linee di evoluzione e di tendenza della situazione ternana.

Il documento – disponibile on line sui siti di tutti gli enti e le amministrazioni che partecipano all’Osservatorio – si propone anche come l’esempio di una significativa collaborazione interistituzionale che, attraverso la “messa a sistema” delle conoscenze e l’attivazione di costanti scambi informativi all’interno di una rete più ampia di soggetti e produttori statistici, aggiunge valore alle singole statistiche di ciascun ente, inserendole in una cornice più organica e completa.

Con questa pubblicazione – spiega il Prefetto Gianfelice Bellesini – cerchiamo di integrare e coordinare i patrimoni documentali e conoscitivi  degli enti coinvolti per tentare di comprendere l’andamento e la direzione dell’economia ternana, aggiungendo rigore scientifico a percezioni magari presenti ma che così vengono corroborate da dati e documenti ufficiali, verificati e attendibili. Questo è il significato del rapporto che, ripetuto nel tempo, vuole essere uno strumento di lavoro e di consultazione per imprese, amministratori e decisori pubblici”.

Terni, 24 luglio 2015                            
                                                                     L’ADDETTO STAMPA
                                                                             (Rosiello)

Pubblicato il 24/07/2015
Ultima modifica il 24/07/2015 alle 12:55:47

 Avigliano Umbro, nominato il Commissario Prefettizio

Affidata a Paola Giusti la provvisoria gestione dell’Ente dopo la sospensione del Consiglio comunale

È il Viceprefetto Paola Giusti il Commissario nominato per la provvisoria amministrazione di Avigliano Umbro a seguito della sospensione del Consiglio comunale.

Il provvedimento – adottato dal Prefetto Gianfelice Bellesini – si è reso necessario per le dimissioni del Sindaco Giuseppe Chianella, presentate il 22 giugno scorso e divenute irrevocabili.

Laureata in Scienze politiche all’Università “La Sapienza” di Roma dove ha conseguito anche un diploma di perfezionamento in Diritto comunitario, la dott.ssa Giusti è attualmente in servizio presso l’Ufficio Affari legislativi e Relazioni parlamentari – Ufficio Relazioni Parlamentari del Ministero dell’Interno.

Nel corso della sua carriera, ha lavorato anche presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza dello stesso Ministero, con incarichi, tra l’altro, nell’Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e Sociale ed in quello Legislazione e Affari Parlamentari.

Al Commissario sono stati conferiti i poteri spettanti al Consiglio, alla Giunta ed al Sindaco.

Terni, 20 luglio 2015

                                                                               L’ADDETTO STAMPA
                                                                                     (Rosiello)

Pubblicato il :

 Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Indirizzi operativi per la campagna antincendi boschivi estate 2015 e
 prevenzione e contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione nel periodo estivo

Pianificare e coordinare per prevenire e intensificare il contrasto del fenomeno degli incendi boschivi e d'interfaccia, è stato il primo degli obiettivi posti dal Prefetto di Terni, Gianfelice Bellesini, sul tavolo della riunione del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, i rappresentanti della Regione Umbria, della Provincia, dei Comuni di Terni, Orvieto, Narni e Amelia, il Questore, i vertici di tutte le Forze dell'Ordine ed il Vice Comandante dei Vigili del Fuoco di Terni.

Nel corso della riunione sono state esaminate le attività di prevenzione del rischio incendi boschivi e d'interfaccia ed è stata messa a punto la macchina operativa di contrasto al fenomeno, già collaudata nelle scorse stagioni estive, con l’individuazione di azioni coordinate e tempestive da parte delle forze locali e regionali.

Al riguardo, la Regione Umbria nella giornata odierna ha approvato il “Documento operativo per le attività incendi boschivi per l’anno 2015” nel quale sono riepilogate le azioni a carattere preventivo e di contrasto all’innesco ed alla propagazione degli incendi boschivi e di interfaccia che ognuno deve attuare, secondo i profili di propria competenza.

Nel corso dell’incontro è stata anche sottolineata la necessità di una pronta rimozione della vegetazione erbacea lungo i percorsi stradali e ferroviari da parte dei privati e dei soggetti pubblici competenti in materia di viabilità.

Il Prefetto, nel sottolineare la fondamentale importanza della tempestività della segnalazione di focolai d'incendio da parte degli operatori, ha, altresì auspicato "u na necessaria e sempre maggiore sensibilizzazione della popolazione affinchè contatti celermente il Corpo Forestale dello Stato, attraverso il numero telefonico 1515, o i Vigili del Fuoco, al numero 115. È, altresì, importante che le Forze di Polizia e le Polizie locali garantiscano il massimo controllo del territorio per mantenere sempre più alto il livello della prevenzione alla quale, già dagli anni scorsi, è stato dato notevole impulso con risultati soddisfacenti" .

Il Comitato – integrato con i rappresentati della Camera di Commercio e delle Associazioni di categoria dei commercianti - ha preso, poi, in esame le problematiche concernenti la prevenzione ed il contrasto alla contraffazione ed all'abusivismo commerciale nel periodo estivo, che – come è stato evidenziato dal Prefetto Bellesini – “sono fenomeni molto gravi che inquinano l'economia legale, arrecano gravi danni alle imprese, agli operatori commerciali e all’economia nazionale e che, pertanto, vanno contrastati con determinazione”.

In proposito, è emerso che nella provincia di Terni i fenomeni dell'abusivismo commerciale e della contraffazione, pur non risultando particolarmente preoccupanti - anche per la rilevata assenza di specifiche manifatture in loco - si evidenziano, in particolare, in occasione dei grandi eventi, di fiere e di mercati rionali e in taluni specifici contesti ove vi è maggior afflusso di turisti.

E' stato, pertanto, deciso di intensificare i controlli, potenziando l'attività di vigilanza, repressione e contrasto di tali fenomeni nei luoghi e nelle situazioni a maggior rischio.

La Camera di Commercio, in particolare, ha riferito di aver promosso una campagna informativa per sensibilizzare l'utenza a scegliere merce non contraffatta e della quale si conosca la provenienza e la sicurezza.

Nel corso della riunione è stata infine evidenziata la grande attenzione che gli Organi competenti, anche attraverso controlli mirati, effettuano nei confronti delle contraffazioni alimentari - che in caso di prodotti di bassa qualità o di provenienza non bene individuata, possono costituire pericolo per la salute dei cittadini-consumatori – nonché nei confronti della contraffazione dei prodotti a marchio CE, privi dei necessari requisiti tecnici di sicurezza.

A conclusione dell’incontro, il prefetto Bellesini, a seguito di una nota del Dipartimento della Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno, ha chiesto l’intensificazione delle misure di controllo a tutela della circolazione stradale atte a garantire il massimo livello di sicurezza per le persone in viaggio sulle strade, stante l’aumento del traffico veicolare dovuto alla stagione estiva. Tali misure saranno attentamente esaminate nel corso di una apposita riunione del Comitato Operativo Viabilità (C.O.V.). 

Terni, 17 luglio 2015
                                                                IL VICEPREFETTO
                                                           (Lucia Raffaela Palma)  
La foto del Comitato   

Pubblicato il :

 
Torna su