Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Teramo

Comunicati Stampa

 

 Autovelox mese di luglio 2017.

Corpi di Polizia Municipale

Strade

Giorni (Luglio 2017 )

ALBA ADRIATICA (Telelaser)

 su strade ricadenti in ambito comunale

tutti i giorni d'iniziativa

ANCARANO (autovelox)

S.P. NR.57 C.DA CASETTE

05-08-13-17-21-24-27-31

VIA GIOVANNI XXIII

01-04-07-11-18-22-25- 29

VIA MASSONI

03- 12

S.P. NR. 1 BONIFICA DEL TRONTO

C.DA MADONNA DELLA CARITA'

06-10-15-19-20-26-28

14

   
BASCIANO "UNIONE COLLINE DEL MEDIO VOMANO" (autovelox)

 

S.S. NR.150 KM 25+000 -  KM.27+000

01-05-13-20-25-29

CAMPLI (autovelox)

S.P. NR. 17/A DI PAGANNONI

03- 07-

S.P. NR. 262

10- 14

S.P. NR.  17 DI FONTE A COLLINA

17-21

S.S. NR. 81

24-28- 31

CANZANO "UNIONE COLLINE DEL MEDIO VOMANO" (autovelox)

S.S. NR.150 KM. 17+000 - 19+050

03-07-11-15- 21- 24- 27-31

GIULIANOVA  (autovelox)

NESSUN SERVIZIO PREDISPOSTO PER IL MESE DI LUGLIO 2017

 
MONTORIO AL VOMANO

S.S. NR. 80 KM. 62+200

S.S. NR. 150 KM. 35+350

 

04- 08- 11- 14- 17- 21- 25-28-31

13

MRRO D'ORO

S.S. NR. 150 KM. 6+300 -7+700

04- 07- 11- 14- 18 -21- 25-28

 

 

MOSCIANO SANT'ANGELO (autovelox)

VIALE DELLA PACE

13- 27

S.S. NR. 80 SELVA PIANA

24

VIE VENETO-GIOV. XXIII- CRISPI-MILANO- ALIGHIERI

18

 

 

NOTARESCO (autovelox)

S.S. NR. 150  KM. 13+360

3-05-06-10-12-13-17-19-20-24-26-27-31

S.S. NR. 150  KM. 12+330

04-18-25

PENNA SANT'ANDREA "UNIONE COLLINE DEL MEDIO VOMANO"

S.S. NR. 150 / S.S. NR. 81

04-10-19-26

ROSETO DEGLI ABRUZZI (autovelox)

S.S. NR. 150KM. 0+920

S.P. NR.19 COLOGNA PAESE CIVICO 23

S.S. NR. 16 KM. 412+340 COLOGNA S

19

06-12-13-18-

03-14-20-25-31

VIA SANTA PETRONILLA CIVICO 37

04-26

S.S. NR. 16 KM. 421+070

27

TERAMO (autovelox)

S.S. NR. 80 TRA LE PROGRESSIVE CHILOMETRICHE 79+500 E 82+500

07-12-14-19-26

TORRICELLA SICURA (autovelox)

NESSUN SERVIZIO PREDISPOSTO PER IL MESE DI LUGLIO 2017

 

 

 

TOSSICIA (autovelox)

S.S. NR. 150 KM. 33+800 (PETRIGNANO)

05-08-11-14-19-26- 29-

POLIZIA STRADALE TERAMO (telelaser)

S.S. NR. 16 (MARTINSICURO)

01-08-18-27-29

S.S. NR. 80 RACC (TERAMO-MARE)

04-15-25

S.S. NR. 81 (TERAMO - PIANO DELLA LENTA)

06-13

S.P. NR. 28

S.P. NR. 1

d'iniziativa, su strade statali e provinciali

11-20

  22

 

 
Teramo, 30 giugno 2017  

 

                                                                               p. IL  CAPO  DI  GABINETTO

 

                                                                                                                                 Dr. A. Di Gaetano                                                                                                                                                                             



Pubblicato il :

 Incendio presso lo Stabilimento 'Richetti SpA" in Loc. Sant'Atto di Teramo -

Coinvolta dalle fiamme un'area di circa 10 mila mq su un totale di 16 mila mq di superficie coperta. Situazione sotto controllo. In un tavolo di coordinamento definite le misure precauzionali da adottarsi.  

Situazione sotto controllo, oggi, presso lo Stabilimento Richetti di Sant'Atto, operante nel settore alimentare, dopo il grave incendio che dalle 22.00 di ieri ha tenuto impegnate squadre dei VV.F, servizi di soccorso e Forze di Polizia.

Al momento continua l'azione di messa in sicurezza dell'area da parte dei Vigili del Fuoco, che si avvarranno anche di un mezzo speciale per una migliore sistemazione di strutture e lamiere crollate. Nei crolli sono state interessate anche coperture in eternit, nella quasi totalità implose all'interno dell'area distrutta per effetto della metodica utilizzata dai VV.F. nello spegnimento, che ha consentito di evitare la frantumazione delle stesse verso l'esterno. 

Sin da questa mattina sono in corso le operazioni di campionamento del terreno, a cura degli operatori dell'A.S.L., nonché dell'aria a cura dell'ARTA, che proseguiranno anche nel prossimo futuro, con le modalità convenute nel tavolo tecnico di coordinamento, presieduto dal Viceprefetto Vicario Silvana D'Agostino, che si è riunito presso un secondo stabilimento dell'Azienda, ubicato in prossimità del sito interessato dall'incendio. 

Hanno preso parte ai lavori del "tavolo tecnico", convocato per valutare gli eventuali provvedimenti urgenti da porre in essere a tutela della salute pubblica: i Sindaci dei Comuni di Teramo, Bellante, Castellalto e Mosciano Sant'Angelo, il Comandante provinciale dei VV.F. Ing. Panzone, il Direttore Generale dott. Chiavaroli ed il Direttore del Distretto di Teramo dott. Campanella dell'ARTA Abruzzo, la Responsabile f.f. del SIESP dott.ssa Danese ed il Coordinatore del SIAN dott. D'Ostilio della A.S.L. di Teramo, il Mar. Ciardo Comandante della Stazione CC. di San Nicolò a Tordino, il Direttore dello Stabilimento dott. Igor Mirisola, il responsabile del Servizio Rifiuti della Provincia dott. Guerini.

 

Queste le misure precauzionali che saranno assunte:

         Campionamenti dell'aria a cura dell'ARTALa qualità dell'aria sarà monitorata, anche avvalendosi di un campionatore di aria ad alto volume che, proveniente dal Distretto ARTA di Chieti, ubicato nell'area di pertinenza dello stabilimento ove si svolge la riunione. I campioni saranno analizzati, sin dall'odierno pomeriggio, dal Distretto di L'Aquila.
 
         Campionamento del terreno e delle colture a cura della ASLLe aree ricadenti sono quelle di Piane Sant'Atto di Teramo, Loc. Case Molino di Castellalto, Villa Rasicci e Ripattoni di Bellante.
 
I campioni saranno analizzati presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale G. Caporale di Teramo, per accertamenti chimici riguardanti le diossine, metalli pesanti e PCV; 
 
 Ai controlli già svolti sul terreno delle zone circostanti alla ditta Richetti, saranno effettuati 4 prelievi di ortaggio a foglie larghe in una zona di territorio che - tenuto conto della direzione del vento rilevata nel corso dell'incendio - corrisponde ad un cono avente apice nel luogo dell'evento, direzione Nord-Est, lunghezza km 1+00, gradi 45.
 
Le aree ricadenti sono quelle di Piane Sant'Atto di Teramo, Loc. Case Molino di Castellalto, Villa Rasicci e Ripattoni di Bellante.

I campioni saranno analizzati presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale G. Caporale di Teramo, per accertamenti chimici riguardanti le diossine, metalli pesanti e PCV; 

Provvedimenti precauzionale e temporanei da adottarsi a cura dei Sindaci, nelle more delle risultanze dei campionamenti
nelle zone incluse nel menzionato cono, sarà disposto il divieto di raccolta, vendita e consumo di tutte le colture per uso umano, incluso il foraggio per animali ed il pascolo .     
 
 
 
                                                         
Teramo 27 giugno 2017

 
                                                                                                        L'Addetto Stampa
 
                                                                                                            f.to Di Lorenzo

                                                                                         
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Pubblicato il :

 Le misure di sicurezza per le manifestazioni pubbliche.

Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica: definita la procedura per garantire che manifestazioni ed eventi pubblici di rilievo si svolgano in condizioni di sicurezza.  

Fatte salve le competenze degli organismi istituzionali e di settore previste dalla normativa vigente, sarà il Comitato Provinciale per l'Ordine a la Sicurezza Pubblica a fornire nulla osta preventivo per  lo svolgimento di eventi e manifestazioni di particolare rilievo, dopo aver:

. verificato, anche mediante sopralluogo, la valenza delle predisposizioni di sicurezza in tema di safety e di tutela dell'incolumità delle persone, previste e da attuarsi a cura dell'organizzatore (pubblico o privato) dell'evento;

. disposto le conseguenti misure di security a tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica.

 La procedura sopra sintetizzata è stata definita nella riunione odierna del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto Graziella Patrizi, avente ad oggetto le recenti direttive del Capo della Polizia, emanate a seguito dei noti accadimenti di Torino, riguardanti le misure di safety e di security da adottarsi nell'ambito della gestione delle pubbliche manifestazioni. 

L'organizzatore (pubblico o privato) dovrà produrre in Prefettura - e per conoscenza alla Questura ed al Comune interessato - almeno 30 giorni prima dell'evento, un'apposita relazione recante la programmazione della manifestazione e le misure di safety che si intendono attuare. 

La predetta relazione sarà esaminata e verificata, anche attraverso mirati sopralluoghi, da una specifica Commissione Tecnica, i cui esiti saranno posti all'attenzione del C.P.O.S.P. allargato alla partecipazione del Sindaco del Comune interessato e degli organizzatori, che esprimerà parere preventivo al rilascio della prevista autorizzazione comunale. 

Hanno preso parte alla riunione, oltre ai vertici delle FF.OO., i Sindaci dei Comuni di Teramo e di Alba Adriatica, il Coordinatore del Servizio Emergenza "118" ed i rappresentanti del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, della Polizia Provinciale, delle Polizie Locali e della Croce Rossa Italiana.

 E' opportuno ribadire che la procedura riguarda solo manifestazioni ed eventi di grande rilievo, per le quali si prevede una significativa partecipazione di pubblico. La stessa formerà oggetto di specifica circolare prefettizia diretta a tutti i Sindaci dei Comuni della provincia.

             

   Teramo 15 giugno 2017

 

                                                                                         

                                                                                         L'ADDETTO STAMPA

                                                                                                f.to    Di Lorenzo
Pubblicato il :

 C.P.O.S.P. itinerante (Giulianova) del 7 giugno 2017

Alla riunione di oggi del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata dal Prefetto Graziella Patrizi presso il Comune di Giulianova (TE), le problematiche di sicurezza del distretto turistico teramano - secondo comprensorio in ordine di importanza dell'intera costa adriatica - nell'imminenza della stagione estiva.
 

Dopo quella di Pineto del 9 marzo scorso, si è svolta oggi, 7 giugno, nella Sala consiliare del Comune di Giulianova (TE), una nuova riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal Prefetto Graziella Patrizi, allargata alla partecipazione dei Sindaci e dei Comandanti delle Polizie Locali delle sette Città del litorale teramano (Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto e Silvi).
 

All'ordine del giorno: la predisposizione e l'attuazione dei servizi di vigilanza estiva, adeguatamente potenziati e svolti sinergicamente con le Polizie Locali, per il costante controllo del territorio costiero della provincia, secondo comprensorio della costa adriatica (dopo quello romagnolo) per presenze turistiche, stimate in circa 5 milioni.
 

A delineare gli scopi dell'incontro è stato lo stesso Prefetto Patrizi: " Questa riunione è finalizzata a garantire che il periodo feriale si svolga in una cornice di massima sicurezza. In tale contesto ritengo di dover sottolineare l'importanza del Decreto Minniti, c.d. decreto sicurezza, che prevede un'intensificazione dello scambio informativo tra le Forze dell'Ordine e le Polizie Locali, per la realizzazione di una maggiore sinergia operativa. Non solo: il decreto sicurezza implementa anche i poteri dei Sindaci, che possono quindi adottare provvedimenti in materia di sicurezza urbana in stretta connessione con i Questori, rendendo quindi più efficace l'azione di contrasto dell'illegalità a tutela del decoro e della vivibilità dei territori" .
 

Un impegno sinergico al quale non si sottraggono gli Enti locali, come hanno sottolineato il Sindaco di Giulianova e le altre Autorità locali nei rispettivi interventi.

  Nel corso della riunione, in attuazione delle recenti direttive del Capo della Polizia a seguito dei noti accadimenti in ambito internazionale e nazionale, è stata altresì ribadita la necessità di implementare ed ottimizzare il flusso di comunicazioni preventive in ordine a manifestazioni civili e religiose in programma nei rispettivi territori, in modo da consentire la predisposizione di adeguati dispositivi di vigilanza e di sicurezza. Le relative modalità saranno definite dal Questore in specifici tavoli tecnici.

             

   Teramo 7 giugno 2017

 

                                                                                         

                                                                                                                                                                                                                           L'ADDETTO STAMPA

                                                                                                             Di Lorenzo

Pubblicato il :

 
Torna su