Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Taranto

NOTIZIE

 

 Riunione della Conferenza Provinciale Permanente

Tutela del lavoro e semplificazione della pubblica amministrazione.

Su questi due argomenti si sono incentrati i lavori della Conferenza provinciale permanente , presieduta, stamane, dal Prefetto di Taranto, Donato Cafagna, con la partecipazione delle amministrazioni pubbliche, degli enti locali, delle organizzazioni sindacali e delle categorie economiche del territorio.

Con il Capo dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro e il Direttore provinciale I.N.A.I.L. è stata illustrata la riforma che realizza l'integrazione in un'unica struttura delle attività di vigilanza del Ministero del Lavoro, dell'I.N.P.S. e dell'I.N.A.I.L. raccordandole anche con i servizi ispettivi dell'A.S.L., con un significativo risparmio di risorse ed uno snellimento dei controlli sulle aziende.

In materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, il Direttore dello Spesal ha riferito sullo stato delle attività del GIVI (Gruppo Integrato di Valutazione e di Intervento), nell'area industriale tarantina, per la formazione e l'orientamento dei datori di lavoro e dei lavoratori, in chiave di prevenzione degli infortuni, cinque quelli mortali nello scorso anno.

Il tema della semplificazione dei processi decisionali della Pubblica Amministrazione, alla luce delle importanti modifiche recentemente introdotte all'istituto della conferenza dei servizi, è stato esaminato con il supporto del Prof. Agostino Meale, del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Bari e Taranto, che ha focalizzato il ruolo delicato attribuito al Prefetto nell'individuazione del rappresentante unico abilitato ad esprimere la posizione delle amministrazioni statali periferiche.

Sempre sul versante del miglioramento della qualità dei servizi alla cittadinanza, è stata, infine, monitorata la situazione della mobilità dei disabili, con l'intervento del presidente di FIABA- Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche- con nuove iniziative programmate nell'ambito della "Cabina di regia per la Total Quality" , costituita con il Comune di Taranto.

Foto n. 1   Foto n. 2

Foto n. 3   Foto n. 4

Pubblicato il :

 Piano provinciale d'intervento sullo sviluppo agricolo e sul contrasto al caporalato.

Il tema della legalità e del rispetto delle regole assume un'importanza fondamentale soprattutto nel settore agricolo che costituisce in Puglia e nel territorio ionico un elemento essenziale di sviluppo dell'economia.

Nell'ambito del settore agricolo il principio di legalità si estrinseca attraverso peculiari esigenze di sicurezza degli operatori del settore, soprattutto nelle fasi stagionali, in cui i raccolti possono essere oggetto di atti di danneggiamento e di furto, ed impone un'azione di contrasto coordinato e mirato dello sfruttamento dei lavoratori agricoli attraverso la lotta al caporalato ed allo sfruttamento del lavoro in agricoltura, attraverso una strategia complessiva ed un impegno sinergico che coinvolga tutte le Istituzioni interessate, in modo da eliminare alla radice le condizioni che possano favorire la nascita e il consolidarsi di situazioni di illegalità e dare compiuta attuazione alle recenti disposizioni normative.

Per il perseguimento di tali finalità, il Prefetto di Taranto Donato Cafagna ha istituito una "Cabina di regia" di cui fanno parte le Organizzazioni sindacali di categoria e datoriali, l'Agenzia del Lavoro e Formazione Professionale, l'Ispettorato Territoriale del Lavoro, l'A.S.L. ed il Dipartimento di Prevenzione, i Sindaci dei Comuni maggiormente interessati.

In seno alla Cabina di regia si è condiviso un Piano provinciale d'intervento sullo sviluppo agricolo e sul contrasto al caporalato che consiste in un programma articolati su tre obiettivi: (promozione della legalità e della sicurezza nei rapporti di lavoro; diffusione di buone pratiche anche ai fini dell'inserimento in reti di qualità delle aziende agricole; prevenzione e contrasto delle attività illecite in danno del sistema produttivo agricolo) e una serie di misure concrete che impegnano tutti i soggetti protagonisti nel comparto agricolo.

Tra le iniziative si segnala l'apertura di infopoint locali per gli operatori agricoli, la valorizzazione della partecipazione delle aziende alla rete di qualità, l'istituzione della task-force per la prevenzione e il contrasto delle attività illecite.


Pubblicato il :

 BENI CONFISCATI ASSEGNATI AGLI ENTI LOCALI

Si è tenuta ieri, presso la Prefettura di Taranto, la Conferenza di Servizi, organizzata dell' Agenzia Nazionale per l'Amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata per la destinazione di 100 beni immobili siti in sette comuni della provincia, che ha visto la partecipazione del Prefetto Umberto Postiglione, Direttore dell'Agenzia, del Prefetto di Taranto Donato Cafagna, del Direttore Regionale dell'Agenzia del Demanio, dei Rappresentanti della Regione Puglia e dei Sindaci dei Comuni di Taranto, Ginosa, Lizzano, Palagiano, Sava e Statte.

In sede di Conferenza i Comuni hanno manifestato interesse all'acquisizione di n. 97 degli immobili proposti, tra cui 37 appartamenti, ubicati perlopiù nel capoluogo, che saranno utilizzati per far fronte all'emergenza abitativa di nuclei familiari che versano in particolari condizioni di disagio, e 57 terreni agricoli, siti nel territorio dei comuni di Ginosa, Lizzano, Sava e Statte, oltre a pertinenze e terreni edificabili.

Sui beni indicati si è concordato di avviare presso il Nucleo di Supporto, istituito in Prefettura, un percorso teso ad offrire agli Enti Locali strumenti idonei alla concreta e tempestiva utilizzazione degli immobili assegnati attraverso il coinvolgimento della Regione Puglia e della Direzione Regionale dell'Agenzia del Demanio.


Pubblicato il :

 Visita del Console Generale di Francia a Napoli, Jean Paul Seytre

Pubblicato il :

 RIUNIONE DEL TAVOLO ISTITUZONALE PERMANENTE DELL'AREA DI TARANTO

Si è riunito stamane in Prefettura il Tavolo Istituzionale Permanente per l'attuazione del Contratto di Sviluppo di Taranto.

Ha presieduto i lavori il Ministro della Coesione Territoriale e il Mezzogiorno Prof. Claudio De Vincenti, con l'intervento delle Istituzioni del territorio e delle Amministrazioni centrali interessate dal vasto programma di misure di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione delle aree industriali e del Mar Piccolo e di recupero e valorizzazione della Città vecchia, dell'Arsenale Militare e del Porto.

Il Prefetto di Taranto, Donato Cafagna, ha illustrato il Protocollo Generale di Legalità che contiene misure stringenti in chiave di prevenzione antimafia e anticorruzione con la costituzione di un gruppo di lavoro finalizzato a garantire la massima trasparenza e imparzialità nelle varie fasi di aggiudicazione ed esecuzione delle opere e dei servizi, che complessivamente ammontano ad oltre 950 milioni di euro.

Una Banca Dati istituita presso la Prefettura, a cura del soggetto attuatore del programma - "Invitalia S.p.a." - sarà a disposizione del Gruppo Interforze della Prefettura, delle Forze dell'ordine e, in virtù di una specifica intesa in via di definizione con il Procuratore della Repubblica di Taranto, anche dell'Autorità Giudiziaria.

Foto n. 1   Foto n. 2

Pubblicato il :

 
Torna su