Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Taranto

NOTIZIE

 

 Sottoscrizione del PATTO PER LA SICUREZZA DELLA CITTA’ DI TARANTO alla presenza del Vice Ministro Sen. Bubbico.

Sottoscritto questa mattina in Prefettura dal Prefetto di Taranto, Umberto Guidato, e dal Sindaco del Capoluogo, Ippazio Stefano, alla presenza del Vice Ministro dell’Interno, Sen. Filippo Bubbico, il “Patto per la Sicurezza” della Città di Taranto che rinnova un’intesa attuata negli anni 2012-2013.

Il nuovo progetto - ha sottolineato il Prefetto nel suo discorso introduttivo della cerimonia - è stato sviluppato attraverso approfondite analisi delle caratteristiche del contesto locale, effettuate in apposite riunioni del Comitato provinciale  per l’ordine e la sicurezza pubblica con il Sindaco di Taranto e le Forze dell’Ordine.

Il documento, frutto di una efficace cooperazione istituzionale tesa alla ricerca di ogni possibile strumento per rafforzare il complessivo sistema di sicurezza, prevede il coinvolgimento della municipalità nella sicurezza della comunità. Il Patto si pone dunque l’obiettivo di dare risposte operative sempre più efficaci ai problemi che affliggono questo territorio, caratterizzato da una fase di incisiva trasformazione determinata da complesse dinamiche socio-economiche e rafforzare in tal modo la percezione di sicurezza nei cittadini.

Il Prefetto ha, ancora, evidenziato come il Protocollo in questione costituisca uno strumento di lavoro efficace e non una somma di auspici e di buone intenzioni; è uno strumento operativo, costruito sulla base di attenta analisi e puntuale monitoraggio di criticità e carenze rilevate sul campo, che inizia a funzionare da subito.

A tutti i soggetti coinvolti, ha proseguito il Prefetto, è richiesto pertanto un immediato, forte e convinto impegno comune, affinché i valori di coesione e collaborazione istituzionali che ne hanno reso possibile la stesura divengano moltiplicatori di risultati reali e concreti a tutto vantaggio della comunità tarantina.

Il Vice Ministro, nel confermare la particolare attenzione rivolta dal Governo a Taranto, ha apprezzato il lavoro svolto dal Prefetto Guidato per aver saputo stimolare una cooperazione attiva e proficua tra le Istituzioni del territorio.

Riconoscimento ha anche espresso alla Magistratura ed alle Forze dell’Ordine per l’impegno ed il contributo che quotidianamente offrono al percorso di  ripresa del territorio.

Il clima di cooperazione istituzionale consente infatti – ha concluso il Vice Ministro -  di perseguire risultati e favorisce altresì il percorso avviato dal Governo  con l’istituzione del “Tavolo istituzionale permanente dell’area di Taranto” (art. 5 c. 2 D.L. n. 1/2015 convertito nella legge n. 20/2015) che si insedierà proprio in questa Prefettura il prossimo 20 luglio con la finalità di avviare il lavoro di preparazione del Contratto istituzionale di sviluppo per l’area di Taranto.

Presenti alla cerimonia di sottoscrizione Autorità Regionali, Provinciali, esponenti della Magistratura e delle Forze dell’Ordine.


 

Pubblicato il :

 Sottoscrizione del Protocollo “Patto per la Sicurezza”

Presso il Salone di Rappresentanza di questa Prefettura, il prossimo 17 luglio , alle ore 10.30 , il Viceministro dell’Interno Sen. Filippo Bubbico presenzierà alla sottoscrizione del Protocollo “ Patto per la Sicurezza” della città di Taranto tra il Prefetto e il Sindaco di Taranto.

Il documento rappresenta un modello operativo in grado di favorire la messa in atto di tutte quelle iniziative di sicurezza e prevenzione sociale atte al miglioramento della vivibilità ed alla qualificazione dei luoghi di vita ed al contrasto dei fenomeni di disagio sociale e di degrado urbano.

Alla sottoscrizione hanno assicurato la partecipazione Autorità Regionali e Provinciali.

I rappresentanti degli organi di informazione sono invitati alla cerimonia.

Pubblicato il :

 IN ARRIVO A TARANTO 611 MIGRANTI A BORDO DELLA POSEIDON

Questa volta è la nave militare “Poseidon”, battente bandiera svedese, a giungere al molo Sant’Eligio del porto di Taranto con a bordo 611 migranti, di diverse etnie, di cui 529 uomini, 24 donne e 58 minori, 7 dei quali non accompagnati.

Dopo le operazioni di sbarco, conclusesi regolarmente, e di screening sanitario, che non ha fatto emergere casi particolari, tutti i migranti sono stati trasferiti secondo il piano di riparto predisposto dal Ministero dell’Interno, mentre i minori non accompagnati sono stati accolti presso idonee strutture di questo Capoluogo.

Quello odierno è il decimo sbarco dall’inizio dell’anno  a Taranto che ha accolto circa 4.354 migranti e le cui operazioni, anche di prima accoglienza, sono state tutte coordinate dalla Prefettura.

Pubblicato il :

 Cerimonia con gli insigniti che hanno ricevuto la “Stella al Merito del Lavoro”

Sono sette i lavoratori di questa provincia che hanno ricevuto la Stella al Merito del Lavoro, così come previsto dalla Legge 5 febbraio 1992, n.143 e che il Prefetto di Taranto Umberto Guidato ha incontrato questa mattina in Prefettura.

L’onorificenza viene conferita tradizionalmente il primo maggio dal Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro per il lavoro e delle politiche sociali, a quei dipendenti di imprese pubbliche o private che si sono distinti nella propria esperienza lavorativa per particolari meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale in almeno venticinque anni di attività.

Tale onorificenza, ha sottolineato il Prefetto, ci porta a riflettere sul valore etico del lavoro, strumento indispensabile per la crescita, non solo professionale, della persona e per la promozione della stessa dignità umana, finalità che sono estremamente difficili da realizzare in questo periodo storico caratterizzato da una seria e preoccupante crisi economica e finanziaria che già da diversi anni ha investito, in diversa misura, tutti i settori della nostra società e che è particolarmente avvertita in questo territorio provinciale caratterizzato da un tessuto socio economico di per sé già fragile per le endemiche difficoltà dei vari settori produttivi che si ripercuotono negativamente sul fronte occupazionale, determinando, tra l’altro, sempre più la necessità di ricorrere allo strumento degli ammortizzatori sociali.

Il Prefetto, nel rendere quindi merito ai decorati, ha inoltre evidenziato che per superare questo periodo di grande difficoltà che stiamo vivendo c’è bisogno di segnali positivi e di incoraggiamento ed ha auspicato che questa iniziativa, alla presenza dei neo Maestri del Lavoro, i quali si dedicano al lavoro con encomiabile dedizione e spirito di servizio, possa fungere proprio da stimolo e fornire un messaggio civico di grande rilevanza soprattutto per le giovani generazioni.

Nella circostanza, consegnate le tessere della Federazione Maestri del Lavoro d’Italia agli insigniti. Si tratta di Angelo Conte, Nicola Erbi, Giovanni Masala, Pietro Nitti, Cosimo Semeraro, Stefano Zaccaria e Giuseppe Marinelli.
 
Intervenuti alla cerimonia il Console Regionale della Federazione Maestri del Lavoro d’Italia della Puglia, Dott. Francesco Germano e quello della Sezione provinciale di Taranto, i Sindaci di Taranto e di Monteiasi, i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, nonché il Direttore dell’Ufficio Territoriale del Lavoro.

 

 

Pubblicato il :

 
Torna su