Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Taranto

NOTIZIE

 

 Protocollo operativo in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro dell’area industriale di Taranto. Programma formativo per i lavoratori

Massima priorità al tema della sicurezza nei luoghi di lavoro e  necessità di proseguire nella massima sintonia istituzionale il percorso attuativo del “Protocollo operativo sugli interventi in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro dell’area industriale di Taranto”, sottoscritto in questa Sede in data 11 novembre 2013 alla presenza dei Ministri dell’Ambiente e del Lavoro.

E’ quanto emerso nella riunione di questa mattina in Prefettura, convocata e presieduta dal Prefetto di Taranto Umberto Guidato nel contesto delle iniziative della Conferenza provinciale permanente, per un’analisi approfondita  dei risultati del programma formativo di prevenzione avviato il 17 giugno scorso dall’I.N.A.I.L. di Taranto, in osservanza dell’art. 9 del  detto Protocollo.

All’incontro, che fa seguito a quanto condiviso nel corso di due precedenti riunioni presiedute dal Prefetto, hanno preso  parte anche il Direttore vicario regionale  Puglia e quello provinciale dell’I.N.A.I.L. di questo Capoluogo, i quali, nell’evidenziare l’impegno profuso dall’Istituto a favore del tema  della sicurezza nei luoghi di lavoro quale valore etico e sociale, hanno sottolineato l’importanza  dell’attività  che si sta svolgendo su questo territorio in tale direzione,  del rapporto sinergico e della collaborazione fra gli attori istituzionali competenti in materia e dell’importante ruolo di raccordo svolto da questa Prefettura.

I corsi svolti fino al 30 dicembre 2014 hanno riguardato oltre 1000 lavoratori dell’ILVA di Taranto e del relativo appalto.

La formazione, a contenuto tecnico e sanitario, sarà completata, nel prossimo mese di marzo, nei riguardi di altri lavoratori  dell’ILVA che non hanno potuto partecipare alle lezioni, mentre, in autunno, l’attività di formazione sarà rivolta  anche alle maestranze della locale ENI.

Il Prefetto, che ha presieduto l’incontro, in adesione a quanto auspicato dai partecipanti sul proseguimento del ruolo propulsivo e di coordinamento finora svolto dalla Prefettura, ha rimarcato il valore aggiunto che la sinergia istituzionale può assicurare nel raggiungimento dell’obiettivo comune di rafforzare e potenziare la qualità della prevenzione, quale condizione indispensabile per evitare o almeno contenere gli infortuni sul lavoro.
 
Pubblicato il :

 Porto di Taranto. Problematiche occupazionali

Approfondite in una riunione  presieduta,  questa mattina, dal Prefetto di Taranto Umberto  Guidato ,  le  problematiche riguardanti il Porto di Taranto.

Nel corso dell’incontro, cui hanno partecipato l’Autorità Portuale, i Segretari territoriali di CGIL, CIS e UIL con i referenti delle rispettive categorie dei trasporti, nonchè il rappresentante della locale Direzione Territoriale del Lavoro, è stata effettuata una puntuale disamina sul futuro  occupazionale dei lavoratori della Taranto Cointainer terminal, che da anni opera nel Porto di Taranto per il transhipment di containers.

I sindacati hanno sottolineato la necessità che, avviata la fase degli investimenti da parte dell’Autorità portuale, si faccia chiarezza sulla possibilità di un rinnovo  della Cassa Integrazione straordinaria dei 550 lavoratori di TCT in scadenza il prossimo 28 maggio, oltrechè sulla volontà della Società di impegnarsi a mantenere un minimo di traffici commerciali nel porto jonico, ciò al fine di salvaguardare anche il comparto dell’indotto, in considerazione dell’incontro che si terrà il prossimo 11 marzo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri alla presenza degli azionisti per verificare i futuri sviluppi degli investimenti nel porto, condizione necessaria anche per il rinnovo della CIGS.

La Prefettura di Taranto rappresenterà quanto emerso nell’incontro predetto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Direzione Territoriale del Lavoro approfondirà le questioni giuridiche concernenti la possibilità di attivare gli ammortizzatori sociali che possano garantire i livelli occupazionali attuali.
Pubblicato il :

 Protocollo operativo sugli interventi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro dell'area industriale di Taranto: attività formativa

Giovedì 26 febbraio 2015, alle ore 10.30 si svolgerà in questa Prefettura un incontro per illustrare l’attività formativa in favore delle aziende, programmata dall’I.N.A.I.L. di Taranto in osservanza dell’art. 9 del Protocollo operativo sugli interventi in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro dell’area industriale di Taranto, sottoscritto in questa Sede in data 11 novembre 2013 alla presenza dei Ministri dell’Ambiente e del Lavoro.

L’iniziativa in questione s’inquadra nell’ambito degli interventi di attuazione della citata Intesa che si pone il fondamentale  obiettivo di attivare canali permanenti di collaborazione, prima degli eventi incidentali, tra le Aziende sottoscrittrici (ILVA ed ENI) e gli stessi Enti di vigilanza, per contribuire ad un deciso incremento di azioni e di interventi finalizzati a più efficaci livelli di prevenzione nelle attività.

Gli esponenti delle emittenti televisive e delle testate giornalistiche sono invitati a partecipare.
Pubblicato il :

 Giorno del Ricordo - Cerimonia commemorativa delle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata

 
 
 
 
 
Cerimonia commemorativa in memoria “delle vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale” nella mattinata odierna presso il Salone di Rappresentanza della Prefettura di Taranto, alla presenza delle massime Autorità civili, militari e religiose e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma della provincia jonica.
Nel corso della manifestazione celebrativa, il Prefetto di Taranto, Umberto Guidato ha espresso il cordoglio e la solidarietà delle Istituzioni nei confronti delle famiglie colpite da così gravi tragedie per coltivare la memoria e non cancellare le sofferenze subite dal proprio popolo.
Ricordare e farne memoria è doveroso, sottolinea il Prefetto, per non rendere vani i sacrifici delle generazioni che ci hanno preceduti e guardare con spirito nuovo alle prospettive di pacifica convivenza tra i popoli, valorizzando tutto quello che unisce e non ciò che divide. La nostra adesione convinta ai valori della libertà, della democrazia, del rispetto delle persone e della sua dignità deve servire da stimolo e da esempio per le giovani generazioni che sono chiamate a valorizzare, con la loro vita, i frutti preziosi di grandi sacrifici.
Il Prefetto ha, quindi, consegnato i Diplomi e le Medaglie commemorative concessi con Decreto del Signor Presidente della Repubblica, ai familiari dei Signori Italo Libero Guardone, Cosimo Pichierri e Cosimo Damiano Summa in segno di riconoscimento del sacrificio da questi offerto alla Patria.  
L’evento si è arricchito dall’intervento del Prof. Mino Ianne che ha tenuto una relazione dal titolo “Foibe: memoria storica e coscienza culturale”.
Alla manifestazione, come voluto dal Prefetto, sono intervenuti gli studenti del Liceo Scientifico “Tito Livio” di Martina Franca, del Liceo Scientifico “Battaglini” di Taranto e del Liceo Artistico “Calò” di Grottaglie, unitamente con la sezione distaccata di questo Capoluogo, che, coordinati dal locale Ufficio Scolastico Provinciale, hanno partecipato come parte attiva alla cerimonia, con  delle riflessioni dopo la lettura di un brano tratto dal libro “Il dolore e l’elisio” di Guido Crainz e commentato la proiezione di un breve filmato realizzato dagli stessi studenti del Liceo Scientifico “Battaglini”.
Sono stati eseguiti brani musicali attinenti al tema dagli allievi e dal coro del Liceo Statale “Archita” di Taranto.
 
 
Pubblicato il :

 10 Febbraio – “Giorno del Ricordo”Cerimonia di commemorazione in Prefettura

Martedì 10 febbraio 2015 alle ore 10.30, in occasione del “Giorno della Ricordo”, si terrà presso il Salone di Rappresentanza della Prefettura di Taranto la cerimonia di consegna dei Diplomi e delle Medaglie commemorative concessi dal Sig. Presidente della Repubblica, in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale.

Alla presenza delle massime Autorità civili, militari e religiose e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma della provincia jonica, il Prefetto di Taranto, Umberto Guidato, consegnerà le distinzioni onorifiche ai familiari dei Signori Italo Libero Guardone, Cosimo Pichierri e Cosimo Damiano Summa in segno di riconoscimento del sacrificio da questi offerto alla Patria.

La cerimonia sarà arricchita dall’intervento del Prof. Mino Ianne che terrà una relazione dal titolo “Foibe: memoria storica e coscienza culturale”. Grazie alla collaborazione del Dirigente dell’Ufficio Territoriale Scolastico, alla manifestazione parteciperà anche una delegazione degli studenti del Liceo Tito Livio di Martina Franca, del Liceo Scientifico Battaglini di Taranto e del Liceo Artistico Calò di Grottaglie.

Alcuni studenti effettueranno delle riflessioni dopo la lettura di un brano tratto dal libro “Il dolore e l’elisio” di Guido Crainz e la proiezione di un breve filmato realizzato dagli stessi studenti del Liceo Scientifico Battaglini.

Il tutto sarà intervallato dall’esecuzione di brani musicali attinenti al tema eseguiti dagli allievi e dal coro del Liceo Statale “Archita” diretto dalla Prof.ssa Maria Antonietta Carola.
Pubblicato il :

 Identificazione presunto autore dell'omicidio commesso a Martina Franca.Compiacimento del Prefetto

Il Prefetto di Taranto Umberto Guidato ha rivolto un messaggio di compiacimento al Questore di Taranto Dr. Enzo Mangini e al personale del Commissariato della Polizia di Sato di Martina Franca per le tempestive efficaci indagini che hanno  portato, in poche ore,  all’identificazione del presunto autore dell’omicidio commesso sabato sera in agro di Martina Franca.

La rapida conclusione delle fasi investigative, avviate congiuntamente dal Commissariato di Martina Franca e dalla Squadra Mobile, magistralmente dirette dalla Procura della Repubblica di Taranto, nel consentire di fare piena luce sul grave episodio, ha evidenziato, ancora una volta, la particolare dedizione degli uomini e delle donne della Polizia di Stato che hanno svolto una accurata attività d’indagine che ha consentito di ricostruire la dinamica dell’omicidio e di risalire, quindi, all’autore del medesimo.

Il  Prefetto, nel sottolineare che la pronta reazione e la sicura capacità di contrasto dimostrata contribuiscono a rasserenare la cittadinanza ed a rafforzare la fiducia della comunità locale nella Polizia di Stato, nelle Forze dell’Ordine, nell’A.G. e nelle Istituzioni, ha quindi esteso al Questore, ai funzionari e agli  uomini e alle donne che con lui collaborano, i sensi del suo sincero convinto apprezzamento.
Pubblicato il :

 Revocato il divieto di circolazione dei mezzi pesanti

Il Prefetto di Taranto, Umberto Guidato, considerato che, dalle informazioni fornite dai Comandi di Polizia Locale dei Comuni di Martina Franca, Mottola, Castellaneta, Laterza, Ginosa e Crispiano, non risultano in atto criticità nella circolazione stradale e che l’accumulo nevoso al suolo è generalmente scarso, nonché sentito il parere favorevole del Comitato Operativo per la Viabilità di questa provincia, ha revocato, in data odierna, l’ordinanza n. 5083 in data 8 febbraio 2015, con la quale si disponeva l’interdizione della circolazione su tutte le strade extraurbane nei territori dei predetti Comuni, nonché su tutte le strade extraurbane in direzione delle province di Bari e Brindisi dei veicoli per il trasporto di cose di massa complessiva autorizzata superiore a 7,5 tonnellate
Pubblicato il :

 Interdetta la circolazione al traffico pesante sulle strade extraurbane della provincia di Bari

Con provvedimento in data 6 febbraio scorso, il Prefetto della provincia di Bari ha interdetto il traffico su tutte le strade extraurbane di quel territorio provinciale dei veicoli per il trasporto di cose di massa complessiva autorizzata superiore a 7,5 ton., a decorrere dalle ore 24.00 di oggi e fino alle ore 12.00 di martedì 10 febbraio e, comunque, fino a cessate esigenze.

I detti veicoli, diretti in provincia di Bari, pertanto, potranno stazionare nelle aree di sosta per i mezzi pesanti, individuate dalla vigente pianificazione per la gestione delle criticità nella circolazione stradale in caso di neve, di seguito indicate:

- Area parcheggio ILVA S.S. 7 Appia Km. 649

- Area di parcheggio “Sala Azzurra” S.S. 100 intersezione S.P. 23.
Pubblicato il :

 Disposta l'interdizione della circolazione per i mezzi pesanti anche nella provincia di Taranto

Con provvedimento adottato in serata, il Prefetto di Taranto ha disposto l’interdizione del traffico su tutte le strade extraurbane nei territori dei Comuni di Martina Franca, Mottola, Castellaneta, Laterza, Ginosa e Crispiano, nonché su tutte le strade extraurbane in direzione delle province di Bari e Brindisi, dei veicoli per il trasporto di cose di massa complessiva autorizzata superiore a 7,5 tonnellate a decorrere dalle ore 24.00 di oggi, 8 febbraio 2015, e fino a cessate esigenze, ad eccezione dei mezzi utilizzati per interventi urgenti e di emergenza, per esigenze di soccorso, protezione civile, manutenzione stradale e nettezza urbana.
Pubblicato il 08/02/2015
Ultima modifica il 08/02/2015 alle 21:43:00

 Approvato il Piano di Emergenza Esterna della galleria ferroviaria “Santa Croce”

Il Prefetto di Taranto Umberto Guidato ha approvato lo scorso 29 gennaio il Piano di Emergenza Esterna della galleria ferroviaria “Santa Croce” presente sulla linea Taranto – Bari.

Il PEE risponde alla necessità di prevenire e fronteggiare eventuali rischi connessi al verificarsi di eventi incidentali all’interno della galleria che, realizzandosi, potrebbero causare pericoli per le persone, l’ambiente ed i beni presenti sul territorio interessato.

Il Piano redatto si configura, pertanto, quale strumento strutturalmente e funzionalmente agile, al fine di assicurare, in caso di emergenza, una risposta tempestiva ed idonea ad evitare, quanto più possibile, gli effetti dannosi di un incidente.

Il documento approvato è il risultato di una complessa attività di analisi delle condizioni di rischio e delle problematiche di intervento e soccorso effettuate dai soggetti istituzionalmente preposti con l’azione di raccordo della Prefettura, tesa a realizzare la massima sinergia ed integrazione degli interventi.

Pubblicato il :

 
Torna su