Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Taranto

NOTIZIE

 

 Omicidio Guardia Giurata Francesco Malcore. Cerimonia di consegna encomi ai Militari dell'Arma dei Carabinieri.

Stamani 30 settembre 2014, in Prefettura, la Signora Gabriella Fedele, vedova Malcore, ha manifestato la propria riconoscenza nei confronti delle Istituzioni per l’ impegno, profuso in sinergia, che ha consentito di individuare e trarre in arresto in tempi brevi i presunti responsabili dell’omicidio del marito Francesco Malcore, guardia particolare giurata, deceduto il 19 dicembre 2011 nel corso di una rapina nei pressi di un Istituto bancario della locale via Galeso, nell’adempimento del proprio dovere.

Un crimine che aveva destato grande allarme sociale tra la popolazione del Capoluogo ed alimentato preoccupazioni tra gli stessi operatori della sicurezza privata.

La delicata ed impegnativa attività d’investigazione svolta con lodevole abnegazione ed ammirevole spirito di coesione dal personale dell’Arma, sotto l’autorevole direzione della locale Procura della Repubblica, costituì il presupposto fondamentale per giungere alla brillante soluzione della vicenda assicurando alla giustizia i presunti colpevoli.

Nel corso della cerimonia, la Signora Gabriella Fedele ha manifestato gratitudine nei confronti delle Istituzioni tutte attraverso un segno tangibile di riconoscenza, in memoria del marito, agli orfani delle Vittime del Dovere appartenenti alle Forze dell’Ordine.

Nel suo intervento, rivolgendosi agli ospiti intervenuti, il Prefetto di Taranto Umberto Guidato, nel sottolineare i valori etici che legano Società civile e Istituzioni, ha evidenziato come momenti come quello odierno forniscono un’occasione ulteriore per esplicitare lo stato di avanzamento delle strategie di “sistema” in materia di sicurezza, fondate sulla sinergia di tutte le Istituzioni per la promozione a tutto campo della legalità e della coesione sociale.

Il Prefetto, nell’esprimere, altresì, la sua particolare vicinanza alla vedova ed ai familiari della vittima, ha messo in risalto l’eccellente senso di unità e la sinergia esistente tra le Forze dell’Ordine nella provincia ionica.

Alla cerimonia hanno presenziato il Comandante della Legione Carabinieri Puglia, Gen. di Brig. Claudio Vincelli ed il Procuratore della Repubblica di Taranto, dott. Francesco Sebastio, che hanno svolto un intervento, nonché le massime Autorità civili, militari e religiose della provincia.

Nella circostanza, sono stati consegnati encomi ai militari che si sono distinti per la tempestività, l’efficienza e la professionalità nel condurre le indagini che hanno consentito il perseguimento del risultato.

Pubblicato il :

 PORTO DI TARANTO - VERTENZA SOCIETÀ TCT, “TARANTO CONTAINER TERMINAL” S.P.A.

Schiarita nella vertenza dei 500 dipendenti della T.C.T. s.p.a.

Al tavolo, convocato con immediatezza dal Prefetto, su richiesta delle Organizzazioni Sindacali, hanno partecipato il Sindaco di Taranto, il sub Commissario della Provincia, il Presidente ed il Segretario Generale dell’Autorità Portuale ed i vertici locali dell’azienda T.C.T.

Dopo una lunga ed approfondita disamina delle problematiche emerse sia in relazione al mantenimento dei livelli occupazionali che della corresponsione della cassa integrazione, che scadrà il 28 maggio p.v., sia in relazione alle problematiche tecniche legate ai lavori del porto, la Direzione della T.C.T.  si è impegnata a ripristinare il traffico locale.

Pubblicato il :

 Soccorsa in strada da due agenti di polizia: da’ alla luce un bimbo

 
Il Prefetto di Taranto Umberto Guidato ha ricevuto questa mattina il Questore di Taranto Enzo Mangini, accompagnato dal Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Squadra Volante Carla Durante e dagli Assistenti Capo della Polizia di Stato Gianluca Cavallo e Dante Caforio.

Nella circostanza, il Prefetto ha espresso il proprio compiacimento ai due agenti di polizia per l’efficace intervento di soccorso prestato nella notte del 14 settembre scorso ad una donna colta da travaglio di parto in auto.

I predetti resisi conto della difficoltà di raggiungere in tempo il nosocomio cittadino essendo il parto già in atto, dopo aver sollecitato l’urgente intervento di un’ambulanza, hanno prestato conforto ed assistenza sul posto alla coppia, mentre la signora dava alla luce il piccolo Giuseppe.

 
Pubblicato il :

 Taranto, giunti in porto 1722 migranti

Continuano gli sbarchi di migranti nel porto mercantile di Taranto provenienti dai paesi dell’Africa.

Questa mattina è attraccata nella prima mattinata al molo “San Cataldo” la nave anfibia “San Giusto“ della Marina Militare con a bordo 1.722 profughi, (di cui 1192 uomini, 274 donne, di queste, alcune in stato di gravidanza e 256 minori, venti dei quali non accompagnati); le attività di accoglienza sono state gestite dall’unità di crisi coordinata dalla Prefettura.

Gli stranieri provengono nella maggior parte dalla Siria, Palestina, Pakistan, Sudan, Tunisia, Marocco, Libia, Bangladesh e Nigeria.

Si tratta del più rilevante sbarco, per numero di profughi, registrato in questo capoluogo negli ultimi quattro mesi.

Le operazioni di accoglienza e di assistenza si sono svolte senza difficoltà, secondo i dispositivi operativi programmati nella pianificazione concordata con tutti gli enti competenti e si è provveduto a fornire ai cittadini stranieri, da subito, capi di vestiario, generi di prima necessità e viveri.

Sul fronte dell’ospitalità, solo una parte degli immigrati (circa 400)  in arrivo stamane troverà temporanea sistemazione nelle strutture allestite a cura del Comune di Taranto, nonché in immobili di associazioni del privato sociale ed in alcuni complessi alberghieri, mentre è in programma il trasferimento degli altri cittadini in altre regioni secondo il piano di riparto predisposto dal Ministero dell’Interno.

A partire dall’11 maggio scorso il porto di Taranto, con frequenza quasi settimanale, ha accolto oltre 12 mila migranti; quello di oggi è il 14° sbarco nell’ambito delle attività connesse all’operazione militare ed umanitaria “Mare Nostrum”.

Nella prospettiva di rendere più efficiente il sistema di accoglienza e la provvisoria assistenza ai cittadini extracomunitari che, di volta in volta, sbarcano nell’area portuale, il Prefetto di Taranto Umberto Guidato ha costituito, sin dal mese di maggio, l’ “Unità di crisi”, con la partecipazione ed il coinvolgimento dei vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, del Sindaco e del Commissario della Provincia, nonché dei referenti del Comando Sud Marina, della Capitaneria di Porto, dei Vigili del Fuoco, dell’Autorità Portuale, della A.S.L., del Sistema 118, della Croce Rossa, della Caritas e di Associazioni di Volontariato.

Sotto il profilo sanitario è stato predisposto, d’intesa con la locale A.S.L., un apposito protocollo operativo per la tutela sanitaria collettiva ed individuale che accompagna l’assistenza e l’accoglienza fornita ai rifugiati.

 

 
Pubblicato il :

 Cerimonia di consegna di una Medaglia d'onore

Consegnata dal Prefetto di Taranto Umberto Guidato la medaglia d’onore alla memoria del Signor Donato Tagliente, nato a Martina Franca il 12 agosto 1913 e deceduto a Crispiano il 12 settembre 1996, cittadina dove ha vissuto con sua moglie ed suoi sette figli.

Il predetto per rimanere fedele all’onore militare e di uomo, scelse eroicamente la deportazione in un lager nazista durante la seconda Guerra mondiale e la conseguente sofferenza fisica e morale.

I meriti per i servizi alla Nazione gli valsero l’onorificenza di Commendatore al Merito della Repubblica Italiana.

La cerimonia di consegna, organizzata dall’Amministrazione Comunale di Crispiano, che, peraltro, ha deciso di rendere onore al militare intitolandogli una strada cittadina, si è svolta il 9 settembre scorso (coincidente con la data di deportazione) durante una riunione straordinaria del Consiglio Comunale in seduta aperta ed è stata inaugurata dalle parole del Sindaco di Crispiano, Vito Egidio Ippolito.

Momento emozionante è stata la consegna della medaglia d’onore concessa dall’apposito Comitato, previsto dalla Legge 27 dicembre 2006 n.296 ed istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; a ricevere il riconoscimento è stato il figlio, Dott. Francesco Tagliente, Prefetto a riposo.
Pubblicato il :

 Incontro di calcio “TARANTO F.C. 1927– CAVESE CALCIO 1919”

Si rende noto che, in conformità alle determinazioni assunte dal Comitato di Analisi per la Sicurezza sulle Manifestazioni Sportive, con proprio provvedimento in data odierna, il Prefetto di Taranto ha disposto per la partita di calcio “TARANTO F.C. 1927 – CAVESE CALCIO 1919”, in programma per il giorno 14 settembre 2014 presso lo stadio comunale “E. Jacovone” di Taranto, valido per il campionato nazionale dilettanti Serie D girone H, la prescrizione del divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella provincia di Salerno.

La cessione dei tagliandi è comunque subordinata all’esibizione di un documento di identità da cui si possa evincere la residenza dell’acquirente.

Pubblicato il :

 Il Vice Prefetto Michele Lastella è il nuovo Capo di Gabinetto

E’ il dott.Michele Lastella, di anni 48, il nuovo Capo di Gabinetto della Prefettura di Taranto.

Il Viceprefetto Lastella proviene dalla Prefettura di BAT(Barletta, Andria e Trani) ove, per due anni, ha ricoperto, tra gli altri, l’incarico di Capo di Gabinetto.

Entrato nella carriera prefettizia nel 1996, è stato assegnato alla Prefettura di Biella; trasferito nel 2000 alla Prefettura di  Brindisi ha svolto le funzioni di Vice Capo di Gabinetto.

Il medesimo ha, altresì, ricoperto diversi incarichi commissariali. E’ tutt’ora Commissario Straordinario dell’Istituto Autonomo Case Popolari di Brindisi, Componente della Commissione Straordinaria del Comune di Cellino San Marco e Commissario Straordinario dell’Unione di Comuni Tavoliere Meridionale.

Nel 2013 è stato insignito del titolo onorifico di Ufficiale all’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e nel 2010 è stato decorato con la medaglia di bronzo al Merito Civile.
Pubblicato il :

 
Torna su