Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Sondrio

Comunicati Stampa

 

 Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica del 24 novembre 2021

Si rende noto che in data di ieri si è svolta una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto di Sondrio dr. Pasquariello, a cui hanno preso parte, fra gli altri, il Sindaco del capoluogo, Ing. Scaramellini, il Questore dr. Re, il Ten. Col. Taurasi per il Comando provinciale dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Col. Cavallaro, il Comandante della Sezione Polizia stradale di Sondrio, dr. Curcuruto, il delegato del Dirigente del Settore della Polizia di Frontiera di Tirano, Sostituto Commissario Piani, il Dirigente dell'Ufficio delle dogane di Tirano, dr. Alfano, il Comandante della Polizia Locale di Sondrio, dr. Bradanini, il segretario di Confartigianato imprese Sondrio, dr. Pasina.

Fra i principali argomenti in disamina all'ordine del giorno, il primo ha riguardato le risultanze del sopralluogo svolto nel corso della mattinata del 23 novembre scorso dal Prefetto e dai referenti di ANAS - responsabile del Compartimento di Milano, Ing. Gualandi, e della sezione di Sondrio, geom. Micheli - dal Comandante della sezione della Polizia stradale di Sondrio, dr. Curcuruto, nonché dal Comandante della polizia municipale di Morbegno, Commissario capo Tarabini.

Il sopralluogo è stato disposto nella seduta del Comitato dell'11 novembre scorso al fine di verificare l'efficacia degli interventi attuati ovvero di individuare quali ulteriori misure possano essere adottate in relazione alla problematica della sicurezza stradale riguardante il tratto della S.S 38, svincolo in territorio del comune di Cosio Valtellino. Oltre alle determinazioni già assunte ed agli interventi effettuati, è stato deciso di installare, al termine del periodo invernale e con condizioni meteo favorevoli, lungo il tratto a doppia striscia di recente realizzazione prima dello svincolo in questione, una segnaletica orizzontale a profilo variabile, con effetto di allertamento acustico e vibratorio al passaggio della ruota nonché, sulla base di prossime verifiche progettuali, di valutare, da parte di ANAS, la possibilità tecnica di traslare in una posizione più prossima al medesimo svincolo l'attuale portale della segnaletica verticale, ovvero di installare analogo manufatto in posizione più avanzata, con conseguente spostamento di quello esistente a maggiore distanza dall'uscita.

Successivamente, il Comitato si è occupato della tematica riguardante le problematiche di potenziale riverbero sul flusso commerciale privato e turistico derivante dalla chiusura della S.S. 340 "Regina" in provincia di Como, laddove gli imminenti lavori per la costruzione della c.d. variante della Tremezzina e di Colonno, programmati dal 29 novembre p.v. al 22 aprile 2022, potrebbero determinare un considerevole aumento di traffico sul tratto della medesima strada statale fra i comuni di Porlezza, in territorio italiano, e quello elvetico di Lugano, nell'attraversamento del confine di Stato presso la Dogana di Oria Valsolda.

Al riguardo, è stata quindi considerata l'apposita raccomandazione pervenuta dai preposti Uffici doganali provinciali di Como e la conseguente diffusione agli associati ed utenti, consistente nel privilegiare, ai fini dell'attraversamento del confine con la Svizzera, le direttrici di traffico che evitino il passaggio dal citato valico di Oria Valsolda, per tutta la durata della interruzione stradale di cui sopra detto.

Tale raccomandazione è suscettibile di modifiche in dipendenza di eventuali, future comunicazioni da parte dei predetti Uffici competenti in ragione dell'andamento delle condizioni operative del presidio delle dogane di Oria Valsolda e di cui potrà nuovamente occuparsi il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, in un'ottica di stretta sinergia istituzionale, nell' interesse primario della comunità.

Sondrio, 25 novembre 2021

F.to L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 Esequie di Don Alessandro Zubiani

Si rende noto che in data odierna si è svolta una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduta dal prefetto di Sondrio dr. Salvatore Pasquariello, alla quale hanno preso parte, fra altri, il Sindaco di Delebio, Avv. Erica Alberti, l'Ing. Bernardo Galli, per la Provincia di Sondrio, il Questore, dr. Angelo Giuseppe Re, il Ten. Col. Rocco Taurasi per il Comando provinciale dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Col. Giuseppe Cavallaro, il Geom. Stefano Marveggio per l'ANAS S.p.A. 

La riunione è stata convocata per discutere delle misure organizzative da adottare per l'ordine e la sicurezza della circolazione stradale in occasione della celebrazione, da parte del Vescovo di Como Mons. Oscar Cantoni, della messa esequiale di Don Alessandro Zubiani, in programma domani 21 novembre 2021 a Delebio.

Dopo ampio confronto, si è preso atto della determinazione del Sindaco di Delebio, acquisito in sede di Comitato il parere favorevole della Provincia, non essendo necessaria da parte di quest'ultima l'adozione di un provvedimento formale trattandosi di chiusura di strada che insiste in ambito comunale per un periodo inferiore alle 48 (quarantotto) ore, di interdire temporaneamente il traffico sulla S.P. 30 dalle ore 13.00 alle ore 16.30 del giorno 21 novembre 2021.

Sarà garantito il presidio delle Forze dell'Ordine, in corrispondenza dei luoghi indicati, da parte della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri, come da successiva ordinanza del Questore.

L'ANAS S.p.A. provvederà a diramare apposite indicazioni agli automobilisti sui pannelli a messaggio variabile collocati sulla Strada Statale 38 dello Stelvio in corrispondenza del trivio di Fuentes, dello svincolo per Cosio Valtellino e della rotatoria per Talamona.

 

Sondrio, 20 novembre 2021

 

F.to L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 Ricerca persone scomparse

Si rende noto che in data odierna, presso la sala consiliare del Palazzo della Provincia di Sondrio, il Prefetto Salvatore Pasquariello ha presieduto una riunione a cui hanno partecipato il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Sondrio, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Sondrio, i referenti della Questura di Sondrio, dei Comandi Provinciali dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Sondrio, dell'Agenzia di Tutela della Salute della Montagna di Sondrio, dell'Articolazione Territoriale 118-AREU di Sondrio, il Coordinatore Provinciale del Volontariato di Protezione Civile, il referente della Croce Rossa Italiana ed i referenti delle Comunità Montane della provincia e dei cinque Sindaci dei mandamenti, per discutere la tematica inerente le persone scomparse.

Nello specifico, in primo luogo sono stati resi noti i dati inerenti le scomparse di persone nell'anno 2020 (26 casi di scomparsa, per 3 dei quali si è purtroppo registrato il decesso dello scomparso) e nel corrente anno fino al 13 novembre scorso (22 casi di scomparsa, per 5 dei quali si è purtroppo registrato il decesso dello scomparso e in un caso non è stato ancora possibile rintracciare la persona).

Secondariamente, si è provveduto, in un'ottica costruttiva e di de-briefing , ad individuare le criticità emerse finora, anche alla luce dell'adozione del nuovo piano provinciale, avvenuta il 1° giugno scorso. A prescindere da alcuni aspetti tecnici di pronta risoluzione, ci si è concentrati, in particolare, sui rapporti da tenere con gli organi di informazione. Tale compito è affidato in via istituzionale al Prefetto, il quale, prima di autorizzare la diramazione di un comunicato stampa, ove ne ricorrano i presupposti, si confronta con l'Autorità Giudiziaria. Negli ultimi periodi, soggetti non deputati a tale incombenza di fatto hanno rilasciato o fornito informazioni senza averne titolo. Inoltre, si è discusso circa l'implementazione delle ricerche con gli ultimi ritrovati tecnologici, quali l'utilizzo delle apparecchiature satellitari e le sofisticatissime apparecchiature in uso alle Forze dell'Ordine.

Infine, si è proceduto a costituire un gruppo ristretto di lavoro composto dai rappresentati della Prefettura, della Questura, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della protezione Civile e della Croce Rossa Italiana per predisporre il "documento d'impatto" propedeutico all'organizzazione dell'esercitazione che si terrà il prossimo 11 dicembre 2021 - alla quale è stato invitato anche il Commissario Straordinario del Governo per le Persone Scomparse - durante la quale si simulerà la scomparsa di una persona nella zona di Morbegno/bassa Valtellina e le conseguenti procedure operative per il suo pronto rintraccio.

Sondrio, 17 novembre 2021                                  

F.to L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 C.P.S.O.P - svolgimento manifestazioni di protesta contro Green Pass

Si rende noto che in data odierna si è svolta una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto di Sondrio dott. Salvatore Pasquariello, a cui hanno preso parte, tra gli altri, il Sindaco del Comune di Sondrio ing. Marco Scaramellini, il Questore dr. Angelo Giuseppe Re, il Ten. Col. Rocco Taurasi per il Comando provinciale dei Carabinieri, il Ten. Col. Arturo Tacconi per il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante della Polizia Municipale di Sondrio, Comm. Mauro Bradanini. 

Il principale argomento in disamina sull' ordine del giorno ha riguardato la Direttiva del Ministro dell'Interno del 10 novembre scorso, riportante le indicazioni sullo svolgimento di manifestazioni di protesta contro le misure sanitarie in atto.

A seguito delle valutazioni effettuate collegialmente dal Comitato, in attuazione della citata direttiva, il Prefetto ha individuato specifiche aree urbane/vie del capoluogo, di particolare interesse per l'ordinato svolgimento della vita della comunità, oggetto di temporanea interdizione allo svolgimento di manifestazioni pubbliche per la durata dello stato di emergenza, in ragione dell'attuale situazione pandemica, di seguito riportate:

  • P.zza Garibaldi; Via Vittorio Veneto; Via Giuseppe Mazzini; Via Torelli;
  • Via Bonfadini; Via Trieste; Via Trento; Via Aldo Moro; Via Nazario Sauro.
Contestualmente il Prefetto ha diramato a tutti i Sindaci della provincia apposita nota con cui si invitano gli stessi ad indicare eventuali aree di rispettiva pertinenza che si contraddistinguono per analoghe caratteristiche di interesse, ai fini dell'assunzione, da parte del medesimo e previe valutazioni del Comitato, di ulteriori direttive in materia.

In relazione a quanto sopra, il Questore, sulla base delle determinazioni assunte, provvederà quindi ad adottare, laddove necessario, i divieti e le prescrizioni riguardanti lo svolgimento delle manifestazioni preavvisate.

Le misure previste, nel rispetto del principio di proporzionalità, preservano comunque il diritto costituzionalmente garantito di riunirsi e manifestare liberamente in luogo pubblico espressione fondamentale di vita democratica.

Sondrio, 12 novembre 2021

F.to L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 C.P.O.S.P. - Problematiche sulla viabilità

Si rende noto che in data odierna si è svolta una riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto di Sondrio dott. Salvatore Pasquariello, a cui hanno preso parte, fra gli altri, il Questore dr. Re, il Ten. Col. Taurasi per il Comando provinciale dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Col. Cavallaro, il Dirigente del Compartimento della Polizia di Frontiera per la Lombardia di Milano Dr. Grassi, i Comandanti della Polizia Locale di Sondrio, dr. Bradanini, e di Morbegno, Commissario capo Tarabini, il Comandante della Sezione Polizia stradale di Sondrio, dr. Curcuruto, un dirigente dell'ANAS Sede di Milano ing. Gualandi e il referente dell'ANAS sezione di Sondrio, geom. Micheli.

Fra i principali argomenti in disamina all'ordine del giorno, il primo ha riguardato l'Accordo sulla cooperazione di polizia e doganale tra il Governo della Repubblica italiana ed il Consiglio Federale svizzero la cui attuazione, sulla base dell'opera congiunta di uomini e pattuglie delle rispettive Forze di Polizia di specialità nazionali, si è rivelata particolarmente proficua nel contrasto ai fenomeni di illegalità nelle zone di valico e retro valico, attraverso l'attività di prevenzione e repressione nonché di verifica del rispetto della normativa europea e nazionale sull'autotrasporto di persone e merci, dei tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali, del trasporto delle merci pericolose, del controllo dei sistemi di ritenuta ed efficienza dei veicoli, delle condizioni psico-fisiche dei conducenti e del rispetto dei limiti di velocità.

E' stato quindi assunto l'impegno, in fase di prosieguo nell'attuazione del Protocollo, unanimemente condiviso da parte dei soggetti attuatori, di individuare nuove modalità operative, ponendo in essere mirati interventi tecnici, nel quadro del consolidamento della cooperazione delle forze di Polizia, volti ad innalzare l'efficacia dell'attività posta in essere che comunque sinora ha garantito il raggiungimento di soddisfacenti risultati.   

   Successivamente, in relazione alla problematica della sicurezza stradale riguardante i tratti della S.S 38 in territori dei comuni di Cosio Valtellino e Colico, connessa  alle note vicende di gravi incidenti stradali, anche mortali, verificatisi per guida in contromano o pericolosa, sono state valutate le risultanze del sopralluogo effettuato dai referenti di ANAS, della Polizia stradale di Sondrio, nonché dal Comandante della polizia municipale di Morbegno, su invito del Prefetto formulato nella seduta di Comitato del 28 ottobre scorso, al fine di individuare quali interventi sulla segnaletica possano essere effettuati allo scopo di ridurre i pericoli per la circolazione stradale.

 Si è quindi assunta, in primo luogo, la determinazione di potenziare, presso lo svincolo di Cosio Valtellino, la segnaletica orizzontale, raddoppiando la linea continua di mezzeria ed apponendo in carreggiata frecce direzionali nell' idoneo senso di marcia al fine di porre in maggiore evidenza la pertinente uscita; secondariamente, per quanto riguarda l'intersezione della S.S. 38 con la S.S. 36 nel territorio del comune di Colico, oltre al potenziamento della segnaletica  orizzontale, è stata prevista un'implementazione di quella   verticale unitamente all'installazione di paletti flessibili denominati " flexgo ", a delimitare il tracciato stradale percorribile. Le opere verranno effettuate già a partire dalla settimana entrante, in considerazione dell'urgenza ravvisata.

Si è programmata in ogni caso la possibilità, a seguito di nuovo sopralluogo previsto per il 23 novembre prossimo al quale parteciperà anche il Prefetto e un Dirigente dell'ANAS di Milano e di monitoraggio in merito all'efficacia degli interventi attuati, di concordare misure di sicurezza aggiuntive.

Infine, per la successiva attuazione, il Comitato  ha preso in esame la Direttiva del Ministro dell'Interno recante indicazioni sullo svolgimento di manifestazioni di protesta contro le misure sanitarie in atto, emanata il 10 novembre scorso, in relazione alla cui rilevanza sono stati svolti gli approfondimenti  normativi e tecnico-operativi del caso.  

Sondrio, 11 novembre  2021                                                                    

F.to  L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 Servizio sgombero neve e spargimento sale antigelo su strade ghiacciate

La prossima stagione invernale e la conseguente probabilità di precipitazioni a carattere nevoso, anche a basse quote, rendono necessaria la massima attenzione degli enti proprietari delle strade e degli organi preposti alla vigilanza stradale al fine della predisposizione di quanto necessario ad evitare problemi lungo le vie di comunicazione stradale di questa provincia.

Pertanto, la Prefettura ha recentemente inviato una circolare ad Anas, Provincia e Comuni, e per conoscenza alle Forze dell'ordine, raccomandando la massima sensibilizzazione delle imprese appaltatrici del servizio di manutenzione stradale, sgombero della neve e spargimento di sale e sabbia, affinché tengano costantemente a disposizione, anche fuori dagli orari di normale servizio, personale reperibile, specie durante i fine settimana e le festività natalizie e di fine anno, per gli interventi urgenti che dovessero rendersi necessari in casi di intense nevicate e/o di incidenti stradali.

E' stato inoltre chiesto al Comando della Sezione di Polizia Stradale di effettuare analoga sensibilizzazione nei confronti delle imprese abilitate al soccorso stradale.

E' stata evidenziata, infine, l'opportunità che venga curata con immediatezza la predisposizione o l'aggiornamento, d'intesa con le imprese preposte ai servizi, di piani di intervento specifici, per evitare che il formarsi di ghiaccio sulle strade possa essere causa di grave pericolo per la circolazione stradale.

 

Sondrio, 8 novembre 2021                          

f.to L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 Celebrazioni per il Giorno dell'Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate

Si rende noto che domani 4 novembre 2021 si svolgerà a Sondrio la celebrazione  del " Giorno dell'Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate" con l'obiettivo di coltivare, nella memoria della collettività e dei giovani, il significato profondo dei valori legati alla Patria e rendere omaggio a tutti coloro che, anche a costo della vita, hanno contribuito a renderla libera e unita.

La cerimonia, che si svolgerà in forma ristretta a causa delle vigenti limitazioni in materia anti-covid con la sola partecipazione del Prefetto, del Presidente della Provincia, del Sindaco, dei vertici delle Forze di Polizia e dei rappresentanti delle Associazioni combattentistiche ed Arma,  avrà luogo a partire dalle ore 10.00 presso il Parco della Rimembranza e il Sacrario Militare con la deposizione di una corona d'alloro e  l'Alzabandiera.

 

Sondrio, 3 novembre 2021

 

 

F.to L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 
Torna su