Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Sondrio

Comunicati Stampa

 

 Ricerche della Signora Paolina Gadola - SEGUITO

Si rende noto che, come da precedente comunicazione del 13 gennaio scorso, è stata attivata la cosiddetta FASE 2 delle ricerche finalizzate al rintraccio della Signora Paolina GADOLA a Chiavenna. Infatti, dopo le massicce battute dei primi giorni l'attenzione dei soccorritori si è concentrata su alcuni punti ritenuti di particolare interesse. Più precisamente, nella giornata di ieri una squadra del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Madesimo guidata dal Maresciallo Capo Alessia Guanella ha scandagliato una zona boschiva particolarmente impervia, mentre in data odierna personale dell'Arma dei Carabinieri diretto dal Capitano Daniele Gandon, oltre a proseguire con una minuziosa e capillare attività informativa, è attivo con specialisti cinofili, nello specifico un cane molecolare e un cane "da traccia".

Nel prossimo fine settimana è stata programmata un'altra giornata di ricerche, sempre in punti mirati, che vedrà dispiegate maggiori unità grazie alla preziosa disponibilità del personale del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico della Stazione di Chiavenna guidato dal Capostazione Giuseppe Cerfoglia e del Coordinamento Provinciale della Protezione Civile guidato dall'Architetto Luciano Speziale.

Con l'occasione il Prefetto ringrazia l'Amministrazione Comunale di Chiavenna, l'Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco, il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e tutti i numerosi volontari della Protezione Civile per l'intenso lavoro svolto finora, spesso in condizioni metereologiche avverse e con un clima particolarmente rigido.

 

 

                                                                                   F.TO L'ADDETTO STAMPA

15 gennaio 2021

Pubblicato il
:

 Intitolata al Grande Ufficiale Pietro Nera l'aula magna del Convitto 'Piazzi" e dell'Istituto Tecnico Agrario di Sondrio

L'11 gennaio 2021, su iniziativa dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio, è stata intitolata al Grande Ufficiale Pietro Nera l'aula magna del Convitto "Piazzi" e dell'Istituto Tecnico Agrario di Sondrio.

Il Prefetto dott. Salvatore Rosario Pasquariello nel suo intervento, dopo aver ringraziato il dirigente dott. Fabio Molinari del predetto Ufficio Scolastico Territoriale e il rettore del Convitto prof. Gianfranco Bonomi Boseggia, ha sottolineato la straordinaria figura del Grande Ufficiale ed ha evidenziato che lo stesso è stato non solo un affermato viticoltore e un illustre interprete di un pezzo di storia dell'imprenditoria valtellinese, ma anche e soprattutto una persona stimata che ha fatto del duro e costante lavoro la bussola della sua vita.

Nel fare particolare riferimento al "servizio" politico-amministrativo da lui svolto (Sindaco del Comune di Chiuro dal 1970 al 1975 e dal 1975 al 1980 e Consigliere della Provincia di Sondrio), ha poi fatto presente che "a meno di un anno da quel terribile 17 di marzo del 2020 questa cerimonia particolarmente suggestiva testimonia come il ricordo del Signor Pietro sia più vivo che mai in tutti noi. Di certo, lo è nei figli che proseguono, nel solco tracciato dal padre e con la stessa immutata passione, quanto costruito con dedizione ed impegno dal medesimo, da suo padre Guido e da suo nonno Bernardo".

Infine ha auspicato che "l'intitolazione di questa aula magna non deve limitarsi a cristallizzare un ricordo destinato ad affievolirsi con lo scorrere del tempo. Deve invece costituire uno stimolo per i giovani, affinché, uomini come Pietro Nera vengano presi a modello, instillando nelle nuove generazioni quei valori che hanno ispirato la sua vita".

 

Sondrio, 13 gennaio 2021          

 

L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il
:

 Ricerche della Signora Paolina Gadola

Si rende noto che si è conclusa la FASE 1 delle ricerche della Signora Paolina GADOLA, scomparsa da Chiavenna nella notte tra giovedì 7 e venerdì 8 gennaio 2021. Durante le prime 120 ore, come previsto dal Piano Provinciale di Ricerca delle Persone Scomparse, sono state attivate le cosiddette "Ricerche Massive", ossia operazioni su larga scala che hanno visto il coinvolgimento nel complesso di oltre 250 persone, nonché l'impiego di sommozzatori, di cinofili, di conduttori di droni e di elicotteri. Malgrado l'imponente dispiegamento non si è riusciti a rintracciare la donna scomparsa. Ciò ha reso necessaria l'attivazione della FASE 2 , ovvero la cessazione delle ricerche massive e la pianificazione e realizzazione di interventi mirati in taluni punti ritenuti di particolare interesse. Nello specifico, grazie alla mole di lavoro dei primi giorni, si è quindi escluso dal novero dei luoghi presso cui cercare il 90% del territorio, ritenuto, dagli specialisti, non di interesse e si è deciso di concentrare così l'attenzione dei soccorritori su aree che necessitano maggiori approfondimenti.

Il Prefetto di Sondrio, con l'occasione, ripropone l'appello alla popolazione lanciato dal Sindaco di Chiavenna Luca DELLA BITTA. Più precisamente, si invitano tutti i residenti, proprietari di immobili, terreni, stabili etc.. della zona "Bette" e dell'area limitrofa alla residenza della GADOLA a verificare le proprie pertinenze, quali in particolare stalle, garage, legnaie, tettoie e in generale ogni possibile giaciglio di fortuna presso cui avrebbe potuto trovare ricovero occasionale la donna.

Seguiranno aggiornamenti.

 

                                                                                  F.TO L'ADDETTO STAMPA

13 gennaio 2021

Pubblicato il
:

 
Torna su