Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Siena

Speciale Censimento Permanente della popolazione e delle abitazioni 2019

PREFETTURE AL LAVORO CON ISTAT PER IL CENSIMENTO PERMANENTE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI-2019

Dal mese di ottobre è partita la seconda edizione del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni anno 2019 che permetterà di fotografare le principali caratteristiche socio-economiche della popolazione dimorante abitualmente in Italia.
Il Censimento permanente non coinvolge tutti i cittadini, ma di volta in volta solo una parte di essi, ovvero campioni rappresentativi, i cui risultati, secondo le metodologie statistiche adottate dall’Istat, saranno riferibili all’intero campo di osservazione; ciò sarà possibile grazie all'integrazione delle rilevazioni campionarie (rilevazione areale e da lista) con i dati desumibili da fonti amministrative. L'obiettivo è aumentare quantità e qualità dell'offerta informativa sulle caratteristiche della popolazione e sulla tipologia delle abitazioni a livello nazionale, provinciale e locale, e determinare la popolazione legale di ogni comune.
I principali vantaggi introdotti dal nuovo disegno censuario sono un forte contenimento dei costi della rilevazione e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie.
Infatti dal 2018 e fino al 2021 il campione di famiglie chiamate a partecipare è costituito da circa un milione e quattrocentomila residenti in 2.800 Comuni. Entro il 2021 tutti i Comuni avranno partecipato al Censimento permanente: alcuni parteciperanno tutti e quattro gli anni, gli altri solo un anno.
Nel 2019 in Toscana sono coinvolti 120 Comuni e, di questi, 69 partecipano alla rilevazione tutti gli anni.
Nella Provincia di Siena i Comuni di Castellina in Chianti, Colle Val d’Elsa, Monteroni d’Arbia, Poggibonsi, San Gimignano, Siena, Sinalunga, Sovicille e Torrita di Siena sono coinvolti nel Censimento per l’intero periodo 2018 – 2021, mentre i Comuni di Abbadia San Salvatore, Buonconvento, Castiglione d’Orcia, Chiusi, Sarteano e Trequanda solo per l’anno 2019.
Tutte le Prefetture italiane, oltre ad aver collaborato con l’Istat nella fase della formazione dei responsabili e dei coordinatori delle attività di rilevazione, cooperano con i responsabili territoriali dell'Istat nel coordinamento delle attività censuarie e nella vigilanza sul corretto svolgimento delle operazioni, fornendo anche supporto ai Comuni interessati.
Le operazioni censuarie sono dovute per legge e sono imprescindibili per fornire informazioni sulla popolazione e sulle abitazioni per tutto il Paese, fino ad un elevato dettaglio territoriale.

Riferimenti normativi: Legge n.221/2012 - Conversione in legge del decreto-legge n.179/2012 (Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese).
Data pubblicazione il 11/10/2018
Ultima modifica il 09/10/2019 alle 07:53:39


 
Torna su