Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Savona

Comunicati Stampa

 

 C. P. O. S. P. del 30 agosto 2018

Prefettura di Savona

Ufficio territoriale del Governo

COMUNICATO STAMPA
Presieduta dal Prefetto, nella mattinata odierna si è tenuta una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, a cui hanno preso parte, oltreché il Questore e i Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, anche il Sindaco di Albenga.

L'incontro è stato dedicato alla disamina della situazione della sicurezza pubblica nel Comune di Albenga, anche alla luce degli esposti di alcuni gruppi e associazioni di cittadini, riferiti alla frazione di San Fedele e ad altre zone della cittadina ingauna.

Il Prefetto ha inteso chiarire, innanzitutto, come, pur non mancando problemi legati alla microcriminalità e al degrado urbano, i dati statistici restituiscano una realtà più rassicurante di quella percepita dalla cittadinanza . Il confronto tra gli indici dei primi otto mesi del 2018 e quelli dell'analogo periodo del 2017, mostra una consistente flessione della delittuosità generale (- 25%).

Una flessione ancora più marcata (- 33%) si registra per i fenomeni di microcriminalità diffusa (furti, rapine e danneggiamenti), con picchi al ribasso per i furti in abitazione (- 48%), negli esercizi commerciali (- 42%) e nei veicoli in sosta (- 47%).

Alla base di questo trend confortante i servizi di prevenzione e contrasto effettuati dalle Forze di polizia. Anche in questo caso, le cifre complessive, relative al 2018 (fino al 28 agosto), sono eloquenti:

  • - 827 servizi ordinari con l'impiego di 4.011 unità di personale;
  • - 44 servizi straordinari con l'impiego di 263 unità di personale;
  • - 529 persone identificate;
  • - 84 persone arrestate (tra esse, 2 persone arrestate lo scorso 1° marzo e 3 persone arrestate la settimana scorsa con numerosa refurtiva, in quanto ritenute responsabili di numerosi furti e tentati furti anche nella frazione di San Fedele);
  • - 259 persone denunciate in stato di libertà, con consistente incremento dei deferimenti all'Autorità giudiziaria per spaccio di sostanze stupefacenti;
  • - 16 persone segnalate alla Prefettura per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale;
  • - 979 veicoli controllati, 12 veicoli sequestrati, 41 patenti ritirate;
  • - 469 esercizi pubblici controllati.
Il Prefetto ha dato atto dello straordinario sforzo profuso dalle Forze di polizia ad Albenga e ha assicurato al Sindaco del capoluogo ingauno che i servizi investigativi e di controllo del territorio volti al contrasto e prevenzione della criminalità diffusa proseguiranno nei mesi a venire con rinnovato impegno e intensità. In particolare, continueranno a essere assicurati, in aggiunta ai quotidiani servizi ordinari, servizi straordinari di controllo del territorio, anche con l'ausilio di contingenti di personale di rinforzo agli operatori di polizia in servizio nelle strutture territoriali.

* * * * * * * * *

Il Comitato e il Sindaco di Albenga hanno concordato sull'opportunità che, per il conseguimento di standard di sicurezza più elevati, il Comune, perseverando nella strada intrapresa, sviluppi la rete di videosorveglianza nelle zone maggiormente esposte ai fenomeni di microcriminalità .

Inoltre, si è convenuto sull'utilità di raccogliere e convogliare nei canali istituzionali la disponibilità manifestata da settori della cittadinanza a collaborare attivamente con gli organi di polizia nel contrasto dei fenomeni in questione.

In tal senso, è stato sottoposto al vaglio del Sindaco Cangiano uno schema di Protocollo di intesa volto ad istituire in via sperimentale gruppi di controllo di vicinato ad Albenga e a disciplinarne il rapporto con le Forze di polizia e la Polizia locale.

Qualora l'Amministrazione comunale reputi praticabile il progetto, il Prefetto si è detto pronto a sottoscrivere il Protocollo con il Sindaco. Questo tipo di iniziativa ha già dei precedenti in altre province, ma sarebbe il primo ad essere perfezionato in ambito savonese.

Infine, l'Amministrazione comunale continuerà a monitorare assiduamente i luoghi e gli immobili pubblici e privati, connotati da particolari situazioni di degrado o in stato di abbandono, al fine di adottare mirate misure di riqualificazione urbana e, ove necessario, ordinanze nei confronti dei soggetti proprietari volte a mettere in sicurezza e a rendere inaccessibili i siti medesimi.

Savona, 30 agosto 2018

L'Addetto stampa

(Maria Stefania Ariodante)

Pubblicato il :

 Incontro in Prefettura sulla presenza degli ungulati

COMUNICATO STAMPA

Incontro in Prefettura sulla presenza degli ungulati

Presieduta dal Prefetto, nella mattinata di oggi si è tenuta una riunione dedicata ai problemi derivanti dalla presenza incontrollata di fauna selvatica - cinghiali, caprioli e, in particolare, daini - negli insediamenti urbani e agricoli dell'entroterra e anche dei comuni rivieraschi.

Alla riunione hanno preso parte l'Assessore regionale all'Agricoltura Stefano Mai, numerosi Sindaci dei Comuni dell'entroterra e della riviera savonese nonché i rappresentanti delle associazioni di categoria del settore agricolo.

I Sindaci hanno segnalato, in particolare, che la proliferazione della fauna selvatica sta determinando rischi sempre più seri per l'incolumità delle persone e degli utenti della strada, oltre a problematiche di natura igienico-sanitaria e al danneggiamento di beni e colture. Hanno evidenziato, altresì, come l'ulteriore aggravamento di questi problemi possa condurre a un progressivo spopolamento dell'entroterra.

Gli esponenti delle Associazioni di categoria (CIA, Confagricoltura e Coldiretti), nel sottolineare la rilevanza del comparto agricolo nell'ambito del tessuto economico savonese, hanno rappresentato l'urgenza di interventi anche radicali per prevenire la diffusione dei danni e tutelare le aziende del settore, già alle prese con una serie di fragilità legate all'orografia del territorio.

Al riguardo, l'Assessore Mai ha assicurato che la Regione segue da tempo con attenzione le problematiche sollevate ed ha illustrato le iniziative fino ad ora intraprese dai competenti Organi regionali per fronteggiare le analoghe criticità emerse in altri territori della Liguria.

Per quanto attiene al controllo selettivo della fauna selvatica, in particolare, l'Assessore ha riferito che è stato avviato da tempo un confronto con i competenti uffici dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), al fine di individuare le misure più efficaci di contenimento della popolazione faunistica, sulla base della normativa di settore vigente. Inoltre è in corso un'attività di formazione per i coadiutori che debbono partecipare alle attività di selezione della fauna selvatica.

D'altra parte, l'Assessore Mai ha invitato i Sindaci a sensibilizzare i cittadini che hanno subito danni da parte di animali selvatici a denunciare l'accaduto, in modo da avere dati ufficiali sulla diffusione del fenomeno e procedere, sulla base delle evidenze empiriche, alla predisposizione di adeguati strumenti normativi ed organizzativi a tutela degli insediamenti urbani e agricoli.

Questa Prefettura ha assicurato che provvederà a rappresentare ai competenti Organi ministeriali le criticità emerse nell'odierna riunione, vista la loro rilevanza per tenuta del tessuto economico-sociale del Savonese.

Nel corso della riunione, diversi Sindaci hanno rappresentato l'esigenza di gestire il problema del controllo della fauna selvatica nei centri urbani attraverso l'emanazione di apposite ordinanze.

Sul punto si è convenuto che i Comuni interessati, con il coordinamento della Regione e chiedendo il sostegno dell'ANCI, individueranno le forme e i contenuti più adeguati e omogenei da dare ai provvedimenti sindacali di controllo della fauna.

Savona, 28 agosto 2018

L'ADDETTO STAMPA

(Ariodante)

Pubblicato il :

 
Torna su