Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Salerno

NOTIZIE

 

 riunito in Prefettura il "tavolo di coordinamento scuole-trasporti"

Riprendono i lavori del "tavolo di coordinamento scuole/trasporti", convocato dal Prefetto di Salerno Francesco Russo nel pomeriggio di oggi in modalità "videoconferenza" per fare il punto sulla situazione in prospettiva della prossima ripresa delle attività didattiche, prevista per la Regione Campania il 15 settembre.
L'incontro di oggi - al quale hanno preso parte il Presidente della IV Commissione Regionale Trasporti, il Presidente della Provincia, il Sindaco di Baronissi in rappresentanza di ANCI Campania, il Vice Sindaco della città di Salerno, l'Ufficio Scolastico Provinciale, i Sindaci dei comuni a più alta densità demografica e le aziende di trasporto - fa seguito ad una serie di riunioni che il Prefetto Russo ha tenuto nei giorni scorsi, separatamente, con le Organizzazioni sindacali di categoria e le aziende allo scopo di acquisire contributi i e suggerimenti utili da sottoporre al "tavolo" odierno.
In particolare, nel corso della riunione, è stata valutata l'opportunità di confermare o meno, anche per l'anno scolastico 2021/2022, i contenuti del "documento operativo" redatto dallo stesso "tavolo" lo scorso anno, che prevedeva una differenziazione negli orari di ingresso/uscita dalle scuole per le zone "Salerno e Valle dell'Irno" e "Agro Nocerino-Sarnese" e un orario unico di ingresso/uscita nelle restanti zone della provincia.
Tale valutazione deve tener conto, quest'anno, di due importanti elementi di novità rispetto all'anno scolastico 2020/21 connessi, da un lato, al ritorno della didattica "in presenza" al 100% e, dall'altro lato, all'aumento del coefficiente di riempimento sui mezzi pubblici all'80%.
Al riguardo, pur confermando sostanzialmente l'impianto dello scorso anno, i presenti hanno condiviso l'esigenza di allargare il confronto ai Dirigenti scolastici valutando in appositi "tavoli locali", che saranno convocati dai Sindaci nei prossimi giorni, eventuali modifiche/integrazioni da apportare al "documento operativo", anche allo scopo di uniformare il più possibile gli orari di uscita dagli Istituti scolastici, come rappresentato in particolar modo dalle aziende di trasporto.
Al termine dell'incontro si è, dunque, deciso di riconvocare il "tavolo" in Prefettura la prossima settimana per esaminare congiuntamente gli esiti del confronto con gli Istituti Scolastici sul territorio, in particolare nelle zone "Salerno e Valle dell'Irno" e "Agro Nocerino-Sarnese".
" L'obiettivo di quest'anno - ha concluso il Prefetto Russo - deve essere quello di assicurare con ogni sforzo possibile il  valore della scuola e tutelare la sfera sociale ed affettiva dei nostri ragazzi: per ottenerlo dobbiamo garantire il ritorno degli studenti prioritariamente in presenza, in linea con le ultime indicazioni del Governo. Il tavolo di coordinamento scuole/trasporti istituito in Prefettura lavorerà con questa priorità."

 

Pubblicato il
:

 Focus sul rischio incendi in Prefettura

Focus sul rischio incendi stamane presso la Prefettura di Salerno, ove si è svolto un incontro, presieduto dal Viceprefetto Vicario Silvana D'Agostino, per "fare il punto" sul raccordo tra Prefettura, Struttura Regionale di Protezione Civile, Comando provinciale dei Vigili del Fuoco e Forze di Polizia, fondamentale per la gestione delle situazioni emergenziali che dovessero verificarsi in caso di eventi incendiari.
L'argomento è stato oggetto di una recente Direttiva del Capo Dipartimento della Protezione Civile, ripresa anche dal Ministero dell'Interno, volta a richiamare l'attenzione sul fenomeno degli incendi, specialmente quelli "di interfaccia", che stanno interessando il Centro e il Sud Italia, con il rischio di una ulteriore intensificazione in questi giorni, a causa delle eccezionali condizioni meteoclimatiche favorevoli all'innesco e alla propagazione degli incendi per via delle elevate temperature.
In tale contesto, massima è l'attenzione in provincia di Salerno, in cui il fenomeno risulta particolarmente avvertito essendo la stessa, tra le province della Campania, quella con il più esteso patrimonio boschivo e il più alto numero di eventi incendiari sulla base dei dati statistici forniti dalla Regione Campania.
"Prevenzione", "vigilanza e presidio del territorio", "informazione alla popolazione" sono stati i "temi chiave" della riunione, alla quale hanno preso parte la Dirigente della Protezione Civile Regionale Staff Emergenza e Post-Emergenza Claudia Campobasso, collegata "da remoto", e i rappresenti di Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri, Gruppo Carabinieri Forestale, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e Genio Civile-SOPI di Salerno.
Sul primo punto, è stata sottolineata l'esigenza che i Sindaci, quali autorità locali di protezione civile, nell'ambito della pianificazione comunale di competenza, adottino specifiche previsioni per la gestione del rischio incendi, al fine di consentire una risposta efficace e tempestiva al verificarsi degli eventi, che nei casi più gravi comportano anche l'evacuazione della popolazione.
All'esito dell'incontro, la Prefettura indirizzerà un'apposita circolare agli amministratori locali - già destinatari di una direttiva del Prefetto in relazione agli indirizzi operativi per la campagna antincendi boschivi 2021 - per sensibilizzarli su tale aspetto e richiamare ancora una volta l'attenzione sulle attività di competenza finalizzate alla prevenzione e al contrasto degli incendi, in particolare l'adozione di specifiche ordinanze contenenti il divieto accensione dei fuochi e di bruciatura dei vegetali nei periodi di massimo rischio per gli incendi. Ciò soprattutto nei comuni nei cui territori sono ricompresi insediamenti, infrastrutture e impianti turistici posti all'interno o adiacenti alle aree boscate.
Quanto alla "vigilanza e presidio del territorio", anche per la campagna AIB 2021 è stata stipulata la Convenzione tra Regione Campania e Vigili del Fuoco che, oltre alla presenza di servizi aggiuntivi nei periodi di massima pericolosità per gli incendi - servizio DOS e squadre AIB con mezzi antincendio presso i Distaccamenti dei Vigili del Fuoco di Agropoli, Maiori, Eboli e Vallo della Lucania - prevede quest'anno la presenza di un funzionario tecnico del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, con una postazione dedicata, all'interno della Sala Operativa Provinciale Integrata-SOPI di Salerno, allo scopo di migliorare il raccordo tra tutti i soggetti coinvolti nella gestione delle situazioni di criticità.
A tale Convezione si aggiunge quella siglata dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco con l'Ente "Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni", con l'attivazione, nel periodo dal 9 al 23 agosto, di un presidio aggiuntivo dei Vigili del Fuoco presso il distaccamento di Vallo della Lucania per le esigenze del territorio del Parco, prezioso patrimonio boschivo di rilievo nazionale.
Il Parco del Cilento sarà presidiato inoltre dal Gruppo Carabinieri Forestale, con un hot-spot di stanza a Camerota, mentre nella parte più a nord della provincia sarà attivo l' hot-spot di Sarno.
Ad integrazione di tale dispositivo, tenuto conto della eccezionale situazione meteoclimatica della settimana in corso, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Ministero dell'Interno ha disposto anche l'invio di una ulteriore squadra aggiuntiva presso il Comando Provinciale di Salerno.
Sempre per prevenire e fronteggiare possibili situazioni emergenziali connesse al fenomeno degli incendi saranno in campo, nella sola provincia di Salerno, 30 squadre di volontari, coordinati dalla Struttura Regionale di Protezione Civile, addetti all'osservazione e al pattugliamento del territorio, con il compito di segnalare ogni situazione di criticità agli organi istituzionalmente competenti.
Accanto al pattugliamento "da terra" sarà effettuato anche un pattugliamento "da mare" attraverso gli uomini della Capitaneria di Porto che, nell'ambito dell'iniziativa "Mare Sicuro", assicureranno la vigilanza delle coste a tutela dell'incolumità dei bagnanti e dell'ambiente marino e, nel contempo, l'osservazione delle aree interne dalla particolare prospettiva via mare allo scopo di avvistare eventuali incendi.
Ultimo tema affrontato è stato quello dell' "informazione alla popolazione", in considerazione del fatto che la maggior parte degli eventi incendiari è riconducibile a condotte imprudenti e negligenti poste in essere dall'uomo: da qui, l'importanza di evitare tutti quei comportamenti che possono mettere a serio rischio la pubblica e privata incolumità.
L'incontro di oggi ha costituito non solo un momento "di sintesi" delle iniziative messe in campo in provincia di Salerno per fronteggiare possibili situazioni emergenziali connesse al fenomeno degli incendi, ma anche "di riflessione", da parte delle componenti del "sistema di protezione civile" provinciale, sull'esigenza di intensificare lo scambio di informazioni reciproco e le occasioni di incontro in un'ottica di sinergica cooperazione e nella consapevolezza che il "lavoro di squadra" rappresenta l'unica arma vincente per offrire le più efficaci risposte in tema di prevenzione e contrasto del rischio incendi.

 

Pubblicato il
:

 Elezioni amministrative 3 e 4 ottobre 2021: parità di accesso ai mezzi di informazione durante la campagna elettorale. Divieto per le PP.AA. di svolgere attività di comunicazione.

Con decreto del Ministero dell'Interno del 3 agosto 2021 sono state fissate le date di svolgimento del turno elettorale per i giorni di domenica 3 ottobre dalle ore 7 alle ore 23 e lunedì 4 ottobre dalle ore 7 alle 15.
Per la provincia di Salerno andranno al voto i comuni di Altavilla Silentina, Battipaglia, Cannalonga, Castellabate, Castel San Lorenzo, Ceraso, Cetara, Conca dei Marini, Controne, Contursi Terme, Corbara, Corleto Monforte, Eboli, Fisciano, Giffoni Valle Piana, Moio della Civitella, Monteforte Cilento, Monte San Giacomo, Montesano sulla Marcellana, Ogliastro Cilento, Orria, Padula, Perdifumo, Pollica, Praiano, Ravello, Roccadaspide, Salerno, San Mauro la Bruca, Santa Marina, Sant'Egidio del Monte Albino, Serramezzana, Sessa Cilento, Siano, Teggiano, Tortorella, Trentinara, Vallo della Lucania, Valva, Vibonati.
Sul sito istituzionale della Prefettura di Salerno, http://www.prefettura.it/salerno , nella sezione "Elezioni amministrative 2021 - Documenti e circolari", è stata pubblicata la circolare n. 110587 dell'11 agosto 2021 avente ad oggetto "Accertamento esistenza e buono stato di urne, cabine e altro materiale per arredamento seggi. Pubblicazione e affissione dei manifesti di convocazione dei comizi elettorali. Spedizione cartolina-avviso agli elettori residenti all'estero. Parità di accesso ai mezzi di informazione durante la campagna elettorale. Divieto per le PP.AA. di svolgere attività di comunicazione".
Per quanto concerne la parità di accesso ai mezzi di informazione e di comunicazione politica durante la campagna elettorale, dalla data di convocazione dei comizi e per tutto l'arco della campagna elettorale si applicano le disposizioni della legge 22 febbraio 2000, n. 28.
In particolare, si informa che tanto la Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, con provvedimento del 4 agosto 2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 187 del 6 agosto, quanto l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, con delibera n. 265/21/CONS del 5 agosto 2021, pubblicata sul sito dell'Autorità stessa, hanno adottato le rispettive disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021.
Si rammenta, altresì, che, ai sensi dell'art. 9, comma 1, della legge 22 febbraio 2000, n. 28, dalla data di convocazione dei comizi elettorali e fino alla chiusura delle operazioni di voto, "è fatto divieto a tutte le amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione, ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l'efficace assolvimento delle proprie funzioni".
Trova altresì applicazione, per le elezioni comunali, l'art. 29, comma 6, della legge 25 marzo 1993, n. 81, ai sensi del quale "è fatto divieto a tutte le pubbliche amministrazioni di svolgere attività di propaganda di qualsiasi genere, ancorché inerente alla loro attività istituzionale, nei trenta giorni antecedenti l'inizio della campagna elettorale e per tutta la durata della stessa".
Pubblicato il
:

 Tutte le energie in campo per il 'Ferragosto" in sicurezza

Si è svolta stamane, presso la Prefettura di Salerno, una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal Viceprefetto Vicario Silvana D'Agostino, convocata in attuazione della direttiva del Capo della Polizia volta ad intensificare i servizi di vigilanza e controllo del territorio nell'approssimarsi della ricorrenza del "Ferragosto".
In apertura dell'incontro - al quale hanno partecipato il Presidente della Provincia di Salerno, il Vice Sindaco del comune di Salerno collegato "da remoto", il Vicario del Questore, i Vice Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Comandante della Capitaneria di Porto nonché i rappresentanti delle Specialità della Polizia Stradale, di Frontiera e Ferroviaria -  è stata evidenziata la necessità di proseguire nelle attività già messe in campo dalle Forze di Polizia, a seguito delle indicazioni impartite in precedenti riunioni del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, finalizzate a prevenire situazioni di assembramento connesse al fenomeno della "movida", che interessa soprattutto alcuni punti della città di Salerno e dei maggiori centri urbani della provincia.
In vista delle prossime festività, che richiameranno consistenti flussi di visitatori specialmente nelle località a maggiore vocazione turistica della Costiera Amalfitana e Cilentana, occorre " mettere in campo tutte le energie per il Ferragosto in sicurezza ", coniugando l'auspicabile ripresa del settore turistico e dell'economia in generale con la necessità di tutelare la sicurezza delle persone e la salute pubblica.
Al riguardo il Vice Prefetto Vicario, nel sintetizzare le "linee di intervento" indicate nella circolare del Capo della Polizia, ha richiamato, innanzitutto, l'esigenza di incrementare le attività di prevenzione e controllo del territorio a carattere generale, implementando l'attività informativa e info-investigativa nei confronti dei soggetti che potrebbero essere vicini a formazioni terroristiche nonché a protezione degli obiettivi sensibili individuati nel piano coordinato di controllo del territorio.
Nel contempo, saranno attuati mirati servizi di vigilanza nelle località balneari e in quelle ove solitamente si registra la maggior presenza di persone, soprattutto tra i più giovani, orientati anche alla verifica del rispetto delle disposizioni anti-Covid in materia di distanziamento sociale e divieto di assembramento.
In tale contesto, particolare attenzione sarà dedicata alle verifiche di tipo amministrativo presso gli esercizi pubblici e i luoghi in cui si svolgono attività di intrattenimento e di pubblico spettacolo nonché al rispetto delle disposizioni regionali in tema di vendita e consumo di bevande alcoliche, in relazione alle quali i Sindaci potranno valutare l'adozione di provvedimenti sindacali ulteriormente restrittivi.
Le attività di vigilanza e i controlli delle Forze dell'Ordine saranno intensificati, inoltre, lungo le principali arterie stradali e i punti di snodo interessati da un aumento del traffico veicolare per l'esodo estivo.
In conclusione dell'incontro, il Viceprefetto Vicario, nel ringraziare i presenti per i contributi offerti e per la consueta collaborazione, ha espresso il proprio apprezzamento agli uomini e alle donne delle Forze di Polizia, Statali e Municipali, che nei prossimi giorni saranno in campo al massimo della disponibilità di organico, con grande impegno e spirito di sacrificio, per presidiare il territorio e garantire a tutti la possibilità di trascorrere questo periodo tanto atteso dell'anno in un clima di serenità e tranquillità.

 

Pubblicato il
:

 
Torna su