Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Salerno

Richiesta di riesame dei provvedimenti di divieto della detenzione armi

Dirigente in Posizione di Staff:Dott.ssa Clelia ARDONE
Email Dirigente in Posizione di Staff: clelia.ardone(at)interno.it
Responsabile del procedimento: Dott. Sergio Tortora
Ricevimento: Per appuntamento
Ubicazione dell'Ufficio: Sede centrale, piazza Giovanni Amendola - Piano secondo, stanza n.15
Email dell'ufficio:
Telefono:
 
Chi può presentarla e cosa fare.
 
I destinatari dell'ordine prefettizio di divieto della detenzione armi, munizioni e materiale esplodente, che intendono presentare istanza di riesame del medesimo provvedimento ablativo devono dimostrare la contestuale insussistenza dei motivi che a suo tempo lo determinarono e, quindi, la loro affidabilità in funzione del possesso delle armi.
Tale richiesta mira a sollecitare l'esercizio di una facoltà dell'Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, un'azione in autotutela della P.A., l'esercizio di un potere e, dunque, non un obbligo a provvedere che potrà trovare definizione solo nel caso non sia più evidenziata, dagli organi di polizia accertatori l'incidenza negativa del possesso di armi in capo al soggetto interessato.
Il Prefetto, in sostanza potrà favorevolmente definire l'istanza di revoca del divieto della detenzione armi se dall'esito dell'istruttoria informativa non risultino più sussistenti quegli elementi di giudizio negativo sulla condizione personale dell'istante, sui suoi rapporti sociali e familiari e/o su comportamenti ritenuti censurabili sotto il profilo civile e/o giudiziario.
L'interessato, nell'istanza dovrà esporre e documentare adeguatamente le ragioni della chiesta revocazione.
La domanda, regolarizzata con l'imposta di bollo prescritta, dovrà essere trasmessa con posta elettronica certificata al seguente indirizzo polammistrativa.prefsa(at)pec.interno.it oppure consegnata direttamente presso la Prefettura - secondo piano stanza n.15 - che rilascia ricevuta dell'avvenuta presentazione, in alternativa inviata mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, avendo cura di indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata dove s'intende  ricevere le corrispondenti comunicazioni.
L'istanza indirizzata al Prefetto della Provincia di Salerno potrà anche essere consegnata all'organo di Polizia competente per territorio che provvederà poi a trasmetterla con P.E.C. istituzionale.

Data pubblicazione il 31/12/2017
Ultima modifica il 07/12/2017 alle 15:43

 
Torna su