Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Salerno

Droga

Dirigente Dell'Area:Dato non disponibile

N.O.T. - Nucleo Operativo Tossicodipendenze

Ricevimento: Per appuntamento
Email dell'ufficio:
Telefono:

Responsabili del procedimento:
Assistenti sociali coordinatori
 
Il N.O.T. svolge le attività previste dall'art.75 del D.P.R.309/90, così come modificato dalla L. 49/2006, che comporta l'attivazione di un procedimento amministrativo, nei casi di detenzione, per uso personale, di sostanze stupefacenti.
Gli elementi necessari ed indispensabili per l'attivazione del procedimento sono:
  1. il verbale di contestazione dell'illecito amministrativo redatto a carico della persona segnalata da parte degli organi di polizia (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili Urbani);
  2. l'esito delle analisi effettuate sulle sostanze stupefacenti sequestrate.
L'interessato, residente nella Provincia di Salerno, viene quindi invitato a sostenere un colloquio con un'assistente sociale della Prefettura competente.
Nel caso di particolare tenuità della violazione, se ricorrono elementi tali da far presumere che la persona si asterrà, per il futuro, dal commettere nuove infrazioni, e limitatamente alla prima volta, si può definire il procedimento con il formale invito a non fare più uso di sostanze stupefacenti.
 
Negli altri casi, la persona segnalata viene convocata per valutare, a seguito di colloquio, le sanzioni amministrative da irrogarle e la loro durata, nonché, per formularle l'invito a seguire un programma terapeutico e socio-riabilitativo predisposto dal Servizio Pubblico per le Tossicodipendenze competente o da una struttura privata autorizzata.
 
La sanzione amministrativa comporta la sospensione della patente di guida e/o del porto d'armi e/o del passaporto e/o del permesso di soggiorno per motivi di turismo se cittadino extracomunitario, ovvero il divieto a conseguire tali documenti, per un periodo da un mese a un anno.Copia del decreto di sanzione è inviata al Questore per l'applicazione dei provvedimenti a tutela della sicurezza pubblica previsti dall'art. 75 bis.
 
Se risulta che l'interessato abbia concluso, con esito positivo, il programma terapeutico, il Prefetto revoca il restante periodo sanzionatorio.
 
L'Ufficio è inoltre competente per la restituzione delle patenti di guida ritirate per trenta giorni, dagli organi di polizia al momento dell'accertamento, nei casi di diretta e immediata disponibilità di veicoli a motore.
 
Inoltre, ai sensi dell'art.121 del citato D.P.R., il Prefetto, qualora venga a conoscenza di persone che fanno uso di sostanze stupefacenti, deve farne segnalazione al Servizio Pubblico per le Tossicodipendenze competente per territorio. Tale servizio ha l'obbligo di chiamare la persona segnalata per la definizione di un programma terapeutico e socio-riabilitativo



Riferimenti normativi
  • D.P.R. 9 ottobre 1990 n.309
  • Legge 21/2/2006 n.49
 

Data pubblicazione il 26/09/2006
Ultima modifica il 17/02/2020 alle 09:24

 
Torna su