Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Roma

Comunicati Stampa

 

 Fondi previsti in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche

                                                

Oggetto: Fondi previsti dagli articoli 9 e 15 della legge 15 dicembre 1999 n.482 recante norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche. Linee guida per la predisposizione delle richieste di finanziamento.

Sono disponibili nel sito del Dipartimento per gli Affari Regionali, Autonomie e Sport  della Presidenza del Consiglio dei Ministri le circolari contenenti le linee guida e le schede per le Amministrazioni dello Stato e per gli Enti territoriali e locali che intendono richiedere il finanziamento di progetti per la tutela delle minoranze linguistiche storiche con i fondi previsti dagli articoli 9 e 15 della legge n. 482 del 15 dicembre 1999.

Sono dodici le minoranze linguistiche storiche riconosciute e tutelate sul territorio italiano:albanese,catalana, germanica, greca, slovena e croata e quelle che parlano il francese, il franco-provenzale, il friuliano, il ladino, l’occitano e il sardo.

I criteri per la ripartizione dei fondi, relativi al triennio 2014-2016, sono contenuti nel D.P.C.M. del 25 ottobre 2013, recante approvazione del bilancio di previsione della P.C.M. per l’anno 2015, pubblicato nella G.U. n.29 del 5 febbraio 2014, che ha previsto la possibilità per le Pubbliche Amministrazioni di presentare progetti per l’istituzione di sportelli linguistici dedicati ai rapporti con il pubblico che intende esprimersi in lingua minoritaria nonché la realizzazione di corsi di formazione volti alla conoscenza delle lingue ammesse a tutela , in favore del personale in servizio.

Le istanze di finanziamento corredate dalla  scheda tecnica, devono essere trasmesse al suddetto Dipartimento utilizzando il solo formato elettronico all’indirizzo di posta elettronica certificata: affariregionali(at)pec.governo.it; oltre che, per conoscenza, all’indirizzo di posta elettronica minlidar(at)palazzochigi.it;

Il termine di presentazione dei progetti è fissato al 30 aprile a pena di esclusione.

Lo stanziamento complessivo per il 2015 ammonta a 1.741.891,00 euro. Di questi, euro 52.257,00 – ossia il 3% - sono destinati alle Amministrazioni statali.

 

Pubblicato il :

 
Torna su