Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Roma

Esche e bocconi avvelenati

Vice Capo di Gabinetto

COMUNICATO STAMPA

Al fine di contrastare il dilagante fenomeno della preparazione, utilizzo e diffusione di esche e bocconi avvelenati, è stato attivato dalla Prefettura di Roma il tavolo di coordinamento previsto dall’Ordinanza del Ministero della Salute del 10 febbraio 2012, al quale hanno partecipato soggetti ed Enti coinvolti a vario titolo (referente Ministero della Salute, Regione Lazio, Roma Capitale, Istituto zooprofilattico, Ordine dei veterinari, Provincia di Roma, Corpo Forestale dello Stato e Guardie zoofile).

Il tavolo di coordinamento è volto alla congiunta programmazione e gestione degli interventi da effettuare, tenendo anche conto degli esiti del monitoraggio del fenomeno, nonché dei rischi rappresentati dalla presenza di veleni o sostanze tossiche, sia per la salute umana che per le possibili contaminazioni ambientali, oltre che per gli eventuali danni al patrimonio faunistico.

Il dibattito che ne è seguito, estremamente ampio e costruttivo, ha permesso di esaminare congiuntamente la problematica sul territorio di interesse, facendo emergere la necessità di definire meglio compiti e responsabilità nella gestione e controllo degli eventi da parte di tutte le Autorità competenti e, soprattutto, l’opportunità di migliorare le modalità di comunicazione.

Inoltre, la Prefettura ha assunto l’impegno di effettuare un mirato monitoraggio del fenomeno presso tutti i Comuni della Provincia di Roma allo scopo di ottenere un puntuale report aggiornato sui casi di avvelenamento per le conseguenti valutazioni.

Roma, 21 ottobre 2013
Data pubblicazione il 30/10/2013
Ultima modifica il 31/10/2013 alle 09:16:52


 
Torna su