Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Roma

Il Prefetto di Roma


Il Prefetto Paola BASILONE è nata a Napoli il 21 gennaio 1953.

Coniugata con una figlia, dopo aver conseguito la laurea con lode in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi "Federico II" di Napoli, ha fatto ingresso nell'Amministrazione Civile dell'Interno nel marzo 1981, con destinazione presso il Commissariato del Governo per la Regione Lombardia.

In seguito, è stata trasferita alla Prefettura di Napoli, ove ha prestato servizio per quasi vent'anni fino al 2001, assolvendo a numerosi incarichi tra i quali si segnalano quelli di Vicecapo di Gabinetto della Prefettura, dirigente delle aree antimafia, enti locali ed affari economico - sindacali. Nel novembre 1998, è stata nominata Capo di Gabinetto della Prefettura di Napoli.

Ha fatto parte dei gruppi di lavoro incaricati di predisporre l'organizzazione del vertice "G7" e della conferenza ministeriale mondiale delle Nazioni Unite sul crimine organizzato svoltisi a Napoli nel 1994, ricevendo un particolare apprezzamento per il lavoro svolto da parte del Ministro dell'Interno, del Capo della Polizia e dell'Ambasciatore di Francia.

Nel corso dell'esperienza presso la Prefettura del capoluogo partenopeo ha avuto modo di misurarsi anche con diversi incarichi presso amministrazioni locali.

E' stata Subcommissario presso il Comune di Acerra e Commissario Straordinario per la provvisoria gestione dei comuni di Striano, Pimonte, Crispano, Portici e Caivano, nonché componente delle Commissioni straordinarie insediatesi presso i comuni di Marano, Nola e Ottaviano, enti questi ultimi sciolti per infiltrazioni mafiose.

Ancora, su mandato della Corte dei Conti, ha svolto verifiche ispettive presso i comuni di Casamicciola Terme, Forio d'Ischia e Napoli, nonché presso l'Azienda Municipale "A.M.A.N.". Inoltre, ha assolto l'incarico di commissario straordinario dell'U.S.L. n. 40 e di alcune cooperative di lavori socialmente utili.

Nel 2001 è stata trasferita alla Prefettura di Roma per svolgere le funzioni di Vicario del Prefetto. In quella veste ha assunto la gestione commissariale dei comuni di Cerveteri ed Ardea e della Fondazione "Pio Sodalizio dei Piceni", nonché di presidente della Commissione Elettorale Circondariale di Roma. Nel medesimo periodo di tempo, ha presieduto la Commissione straordinaria per la gestione del Comune di Volla, sciolto per infiltrazioni mafiose, nonché la Commissione d'accesso per la verifica di infiltrazioni criminali presso l'A.S.L. di Locri.

Nominata Prefetto della Repubblica nel gennaio 2006, ha retto la Prefettura di Vibo Valentia.

Successivamente, è stata trasferita presso il Ministero dell'Interno per assumere, all'interno del Dipartimento della P.S., gli incarichi di Direttore dell'Ufficio Centrale Interforze per la sicurezza personale e di Direttore dell'Ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle Forze di polizia.

Nel novembre 2009 è stata nominata Vicedirettore Generale della Pubblica Sicurezza preposto all'attività di Coordinamento e Pianificazione assumendo, in quella veste, gli incarichi di Capo delegazione per l'Italia all'interno del Comitato permanente per la Sicurezza Interna (COSI) presso il Consiglio dell'Unione Europea, Presidente della Commissione Ministeriale per l'analisi, lo studio e la formulazione di proposte di modifica delle norme della Legge 1° aprile 1981, n. 121 e Referente del Ministro dell'Interno per i Rapporti con il Parlamento per l'avvio della cd spending review per il Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Nel novembre 2012 è stata nominata Commissario Straordinario del Governo per la gestione del fenomeno delle persone scomparse.

Dal settembre 2013 ha svolto le funzioni di Prefetto di Torino e, dal 23 maggio 2016, è il Prefetto di Roma.


Data pubblicazione il 25/05/2016
Ultima modifica il 25/05/2016 alle 08:03

 
Torna su