Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Rimini

NOTIZIE

 

 Action day furti di rame

Il 21 e 22 maggio 2014 si è svolto l' action day , promosso da Europol per prevenire e contrastare il fenomeno dei furti di rame. Grazie all'attività congiunta dei Prefetti, delle Forze di Polizia e dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, l'Italia ha conseguito risultati di consistente spessore operativo che la collocano tra i paesi dell'Unione Europea che con maggiore impegno ed efficacia hanno contrastato il fenomeno suddetto.
Nella giornata odierna, 17 giugno 2014, in occasione del meeting internazionale organizzato da Europol, verranno commentati i dati e le analisi del precitato evento.
Si allega una scheda notizie contenente i dati consunitivi dell' action day.
Pubblicato il 17/06/2014
Ultima modifica il 16/06/2014 alle 17:17:35

 Un ulteriore strumento per la Sicurezza dei Cittadini: sottoscritto in Prefettura il Protocollo d’intesa “Mille occhi sulla città”

Si chiama “Mille occhi sulle città” ed ha come genitore un Protocollo d’intesa sottoscritto dal Ministero dell’Interno, dall’Anci e dalle Associazioni rappresentative degli Istituti di Vigilanza Privata.
L’importante iniziativa nazionale ha trovato compimento anche in sede locale, attraverso una sottoscrizione formalizzatasi nel corso del pomeriggio odierno in Prefettura, dopo una fase di preparazione in cui sono state definite modalità e caratteristiche del Protocollo in argomento.
A contrarre l’impegno, oltre alla Prefettura di Rimini, sono stati i Comuni di Rimini, Bellaria Igea Marina, Cattolica, Misano Adriatico e Riccione e gli Istituti di Vigilanza “Civis Augustus”, “Coopservice”, “Vigilrimini”, “Vigilanza Malatestiana” e “M.V.S. Metropolitan”.
“Mille occhi sulle città”, come ha riferito il Prefetto nell’illustrare brevemente il progetto e nel ringraziare gli Istituti di Vigilanza aderenti, si pone come ulteriore tassello verso quella sicurezza integrata che inquadri, nell’ambito dei rispettivi ruoli, le iniziative pubbliche e private all’interno di una cornice ispirata ai principi di coordinamento, sussidiarietà e partecipazione.
In particolare, il Protocollo prevede forme di collaborazione tra Autorità di Pubblica Sicurezza, Polizia Locale e Istituti di Vigilanza privata ai quali è demandato lo svolgimento dei servizi di “sicurezza complementare”, nei limiti fissati dalla legge, al fine di svolgere compiti di osservazione e raccolta di elementi di informazione di particolare utilità per le Forze di Polizia e per le Polizie Locali dei Comuni sottoscrittori.
Le Guardie Giurate avranno a disposizione – sul fronte della prevenzione e della repressione dei reati - un numero dedicato per le loro segnalazioni e, per quanto attiene invece il degrado urbano ed il disagio sociale, gli Istituti firmatari potranno inoltrare direttamente gli elementi acquisiti alle centrali operative delle Polizie Locali interessate.
Al Protocollo d’Intesa sono unite le linee guida e il capitolato tecnico curati dal Questore di Rimini.
In merito, inoltre, verrà svolta un’attività di formazione destinata alle Guardie Giurate, a cura delle stesse Forze di Polizia e – per la parte di competenza – delle Polizie Locali.
La convenzione ha durata biennale ed entro un anno dalla data odierna è prevista una verifica sull’efficienza ed efficacia delle attività svolte.
Pubblicato il :

 68° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana

E’ stata all’insegna dei giovani la Celebrazione riminese del 68° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana.
Sono stati infatti otto componenti della Consulta Provinciale degli Studenti a portare la Bandiera italiana sul luogo della cerimonia ed è stata la banda giovanile del Comune di Rimini ad eseguire l’Inno europeo che ha accompagnato l’ingresso della Bandiera, simbolo dell’unità nazionale.
Gli stessi giovani sono stati protagonisti anche per l’intervento affidato al Presidente della Consulta Provinciale degli studenti.
E soprattutto ai giovani è stata indirizzata l’allocuzione del Prefetto tenuta al termine della lettura del tradizionale Messaggio del Presidente della Repubblica.
Oltre ai momenti indicati, la celebrazione – che ha avuto luogo nella centrale Piazza Cavour – è stata densa di momenti significativi, a partire dall’Alzabandiera e dall’esecuzione dell’Inno Italiano, cantato da un’allieva dell’Istituto Musicale “Lettimi” di Rimini.
Come di consueto, non è mancato il tradizionale e sentito momento - in particolare per i diretti interessati e per i familiari - della consegna delle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” , delle “Vittime del terrorismo” e delle “Medaglie d’Onore”.
Nell’ambito delle iniziative per le celebrazioni della Festa della Repubblica, ha assunto carattere di partecipazione popolare anche il concerto serale, programmato nella stessa Piazza Cavour ed eseguito dalla Banda della Città di Rimini sotto la direzione del Maestro Jader Abbondanza.
Sia la cerimonia istituzionale del mattino che il concerto serale, aperti a tutti i cittadini accorsi numerosi, sono stati nel segno di una speciale condivisione e partecipazione alla giornata dedicata al compleanno della nostra Repubblica.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  La bandiera della Repubblica
Pubblicato il 03/06/2014
Ultima modifica il 04/06/2014 alle 19:07:12

 
Torna su