Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Rimini

NOTIZIE

 

 EmergeRimini 2017: Istituzioni e mondo del volontariato unite in una grande manifestazione/esercitazione di protezione civile.

Oltre 400 volontari, più di 30 associazioni, 50 esercitazioni effettuate a terra, in mare e in cielo : sono questi solo alcuni significativi numeri che hanno caratterizzato l'edizione 2017 della manifestazione/evento "EmergeRimini".

In una soleggiata giornata e con un suggestivo scenario tra Adriatico e darsena portuale, ci sono stati davvero tutti alla manifestazione in programma a Rimini nel primo week-end di primavera riminese : Enti e Uffici rappresentativi delle realtà istituzionali territoriali come il Comune di Rimini, l'Agenzia Regionale Prevenzione Ambiente Energia e l'Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile; Uffici e Comandi di diretta emanazione dello Stato come l'Esercito Italiano, l'Aeronautica Militare, la Polizia di Stato, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e la Capitaneria di Porto; associazioni di profilo internazionale come la Croce Rossa Italiana, nazionale come il Soccorso Alpino e Speleologico o impegnate in promozione sociale in ambiti territoriali come "Io non tremo".

Con la spinta propulsiva delle associazioni di volontariato di Protezione Civile del riminese e il coordinamento della Prefettura , Istituzioni e mondo del volontariato hanno messo in campo uomini e mezzi per testimoniare come le calamità naturali o comunque gli eventi catastrofici, possano e debbano essere affrontati nella massima collaborazione possibile tra tutte le risorse umane e le organizzazioni che hanno tra gli scopi istituzionali o associativi il soccorso alle persone e al patrimonio naturale e artistico.

Grazie poi alla collaborazione con l'ufficio Scolastico Provinciale sono stati circa un centinaio i bambini di 4^ e 5^ elementare che hanno potuto partecipare non solo al percorso guidato previsto per i ragazzi (comprendente anche esercitazioni di soccorso alpino, subacquea e attività con le unità cinofile), ma anche di poter provare l'esperienza di un trasporto sui gommoni dei volontari della protezione civile.

E tanti altri bambini e ragazzi in età scolare sono stati i principali destinatari della due giorni che si è snodata attraverso un intenso programma di iniziative: dimostrazioni, attività didattiche, incontri-dibattito, attrezzature-gioco, stands, mostre ed esposizioni per far conoscere come ci si possa muovere per gli eventi di protezione civile, ma anche come si possa esercitare un'azione di prevenzione alla quale tutti siamo chiamati.

Naturalmente non sono mancati importanti elementi di interesse e di partecipazione anche per gli adulti, destinati ad essere contemporaneamente "sensibilizzati e sensibilizzatori" quali cittadini sempre più informati in un ambito che deve essere quanto più possibile patrimonio cognitivo di tutti.

Lo scenario di riferimento è stato il piazzale del Porto Canale di Rimini e le aree attigue, ivi compresa la spiaggia libera ampiamente coinvolta dalle operazioni, con un programma particolarmente denso di attività finalizzate all'apprendimento delle modalità comportamentali da osservare in caso di emergenza.

In un Paese in cui sperimentiamo che fenomeni naturali o causati dall'uomo possono stravolgere la vita di ciascuno di noi nel breve volgere anche di pochi attimi, è stata particolarmente apprezzata la possibilità di acquisire utili elementi cognitivi sia attraverso immagini e testimonianze su come le componenti istituzionali della Protezione Civile Italiana, assieme ai Volontari, si sono organizzate - nei diversi ambiti di competenza e tra loro in sinergia - per fronteggiare i danni derivanti da calamità, sia mediante l'osservazione di alcune simulazioni ed esercitazioni finalizzate anche a far comprendere come venga resa pratica attuazione delle tante forme di collaborazione tra Istituzioni e mondo del volontariato.

Oltre alle esposizioni e alle mostre permanenti curate dalle componenti del Sistema Protezione Civile che concorrono all'evento, dal Coordinamento riminese delle associazioni di volontariato per la protezione civile e dall'associazione "Io non tremo", non è mancato anche un momento di approfondimento su temi di estrema attualità trattati nella conferenza pubblica inerente l'esperienza del terremoto in centro Italia, alla quale hanno preso parte, rappresentanti dell'Agenzia Territoriale e della Protezione Civile e il Sindaco di Caldarola (MC), Comune colpito dal terremoto e dalle avversità atmosferiche del gennaio scorso, ove sono confluiti il personale della sede di Rimini della struttura regionale di protezione civile e gli uomini del coordinamento riminese delle associazioni.
 
 

Pubblicato il :

 Insediamento Prefetto di Rimini

Mercoledì 1 marzo 2017, si è insediato il nuovo Prefetto di Rimini, la d.ssa Gabriella Tramonti.
In allegato la lettera di saluto del Prefetto.
Pubblicato il 03/03/2017 ultima modifica il 03/03/2017 alle 10:04:24

 
Torna su