Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Rimini

Biografia

Prefetto dottoressa Alessandra Camporota
 
  Il Prefetto di Rimini dottoressa Alessandra Camporota  
 
Il prefetto dottoressa Alessandra Camporota è nata il 26 luglio 1959 a Campobasso, è coniugata ed ha due figlie. 
Si è laureata in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" con la votazione di 110/110 e lode. 
Ha conseguito il titolo di specializzazione in "Scienze delle autonomie costituzionali" presso l'Università degli Studi di Bari nel 1992 ed ha conseguito il Master in Cittadinanza europea presso l'Università Roma Tre nel 2004. 
E' stata docente presso la SSAI - Scuola Superiore del Ministero dell'Interno - nelle materie dell'immigrazione e dell'asilo dal 2005 in poi, nonché docente al Master in Scienze delle migrazioni - Università degli studi europei, negli anni accademici 2005/2006 e 2006/2007.
Ha lavorato presso la Prefettura di Bari nel periodo 1990-2002 svolgendo diverse funzioni sia presso il Commissariato del Governo nella Regione Puglia, in qualità di Capo di gabinetto del Commissario del Governo, sia presso la Prefettura, in particolare all'Ufficio di gabinetto, dove si è occupata anche di ordine pubblico e sicurezza.
In quel periodo ha curato, tra l'altro, l'attività del Consiglio territoriale per l'immigrazione, e ha collaborato con il Presidente della Regione Puglia in qualità di Commissario straordinario per l'emergenza rifiuti.
Dal marzo 2002 si è trasferita a Roma, al Ministero dell'Interno, dove ha prestato servizio presso il Dipartimento affari interni e territoriali - Direzione centrale risorse umane, e, successivamente alla promozione alla qualifica di viceprefetto, al Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione (DLCI) dal 2004 al 2017.
In questi anni ha lavorato alla Commissione nazionale per il diritto di asilo, ha diretto l'Unità Dublino presso la Direzione centrale dei servizi civili per l'immigrazione e l'asilo, è stata responsabile dell'Ufficio VI - sistema informatico del Dipartimento, ufficio di diretta collaborazione con il Capo Dipartimento.
Dal gennaio 2012 al mese di luglio 2017 ha ricoperto l'incarico di Capo di gabinetto del Capo Dipartimento per le libertà civili e per l'immigrazione.
La responsabilità di uffici diversi ma tutti strategici all'interno del DLCI le ha consentito di approfondire tutte le tematiche di maggior rilievo nel settore dell'immigrazione e dell'asilo, con riferimento sia agli aspetti giuridici, sia a quelli internazionali, nonchè agli aspetti operativi della gestione dell'accoglienza e le ha dato la possibilità di maturare, in particolare, una significativa esperienza in ambito europeo che ha avuto il suo culmine durante il semestre di Presidenza italiano (luglio-dicembre 2014).
Con deliberazione del Consiglio dei Ministri del 28 luglio 2017 è stata nominata prefetto della Repubblica, con decorrenza 21 agosto 2017.
Con d.m. 8 agosto 2017 è stata nominata Responsabile della transizione alla modalità operativa digitale, ai sensi dell'art. 17, comma 1 e 1ter, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e successive modifiche ed integrazioni (CAD).
Ha svolto le funzioni di Presidente della Commissione esaminatrice del concorso pubblico, per titoli ed esami, a 250 posti per l'assunzione, a tempo indeterminato, di personale altamente qualificato, appartenente al profilo professionale di funzionario amministrativo del ruolo del personale dell'amministrazione civile dell'Interno, da destinare esclusivamente alle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale ed alla Commissione nazionale per il diritto di asilo.
Con D.P.R. 27 aprile 2018, reg. alla Corte dei Conti il 3 maggio 2018, è stata nominata presidente della Commissione straordinaria per la provvisoria gestione del Comune di Limbadi (VV).
Dal 23 luglio del 2018, a seguito della deliberazione del Consiglio dei Ministri del 6 luglio 2018, è prefetto di Rimini.
 

Data pubblicazione il 01/01/2001
Ultima modifica il 26/07/2018 alle 11:10

 
Torna su