Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio nell'Emilia

NOTIZIE

 

 COMUNICATO STAMPA

Stamane alle ore 08.00 si è nuovamente riunito in Prefettura il Centro Coordinamento Soccorsi insediato dal Prefetto al fine di fronteggiare l'emergenza idraulica determinatasi a Lentigione di Brescello a causa del sormonto e successivo cedimento dell'arginatura del torrente Enza nelle prime ore del mattino di Martedì 12 dicembre u.s.

 Hanno partecipato alla riunione anche il Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia Romagna Andrea Rossi, l'Assessore Regionale alla Protezione Civile, Paola Gazzolo ed il Presidente dell'Amministrazione Provinciale, Gianmaria Manghi.

Acquisiti i dati e le informazioni dai responsabili degli Enti Tecnici presenti in riunione, è risultato quanto segue:

  • - per effetto del minore apporto d'acqua dovuto alla cessazione delle precipitazioni atmosferiche, ma soprattutto grazie al taglio programmato dell'argine del Canalazzo di Brescello in località Ponte Alto di Lentigione (Canale del Consorzio di Bonifica dell'Emilia Centrale), disposto nella serata di ieri in apposito CCS tenutosi presso il Centro Operativo Comunale di Brescello, ed operativo sin dalle 20.00 della stessa giornata, le acque già presenti nel sito allagato si sono sensibilmente ritirate. Ciò ha facilitato le operazioni di soccorso e di recupero degli abitanti di Lentigione, che sono proseguite per tutta la notte, tranne una interruzione per nebbia alle 02.00 dell'attività degli elicotteri, ed il ricovero della gran parte di essi nelle strutture di accoglienza allestite a Poviglio;
  • - sulla base delle verifiche effettuate dal COC di Brescello, allo stato dei 1157 residenti a Lentigione, restano in zona allagata solo 78 persone, delle quali alcune non intendono abbandonare le proprie abitazioni, ma sono comunque individuati e posti in sicurezza e facilmente raggiungibili dai soccorritori, la cui attività prosegue;
  • - acquisita l'assicurazione che è scongiurato lo scenario di possibile allagamento della frazione di Santa Croce di Boretto, ipotizzata nelle scorse ore e che aveva determinato la decisione di evacuarne gli abitanti in via precauzionale già dal primo pomeriggio di ieri, grazie agli effetti positivi portati dalla operazione di taglio del Canalazzo di Brescello Ponte Alto, viene deciso di revocare l'ordine di evacuazione ed il rientro nelle proprie abitazioni degli abitanti di Santa Croce. Il Sindaco di Boretto emetterà sin d'ora apposita ordinanza di revoca;
  • - analogamente viene deciso di revocare l'ordine di evacuazione della Casa di Riposo di Brescello, sempre disposta in via precauzionale. La Commissione Straordinaria del Comune di Brescello adotterà sin d'ora apposita ordinanza di revoca;
  • - sulla base di quanto riferito in CCS dal Responsabile dell'Area Affluenti del Po dell'Agenzia Regionale della Protezione Civile, in stretto contatto con l'AIPO, è già attivo il cantiere AIPO per il ripristino dell'arginatura sul Torrente Enza, che sarà completato con soluzioni adeguate entro 3 giorni, fatte salve eventuali criticità, che al momento risultano assenti;
  • - Sentiti tutti gli Organi Tecnici competenti, viene dato l'obiettivo di consentire il progressivo rientro nelle proprie abitazioni degli abitanti di Lentigione al più tardi tra una settimana, compatibilmente con gli esiti delle verifiche dell'abitabilità e l'impiantistica degli immobili;
  • - la ripresa delle attività produttive verrà valutata sin d'ora caso per caso, in funzione dei tempi di verifica dei danni provocati dalle acque sugli impianti, al fine di un immediato recupero di operatività;
  • - Il CCS si riunirà ancora per aggiornamento alle ore 13.00  
Reggio Emilia 13 dicembre 2017
 

Pubblicato il :

 
Torna su