Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio nell'Emilia

NOTIZIE

 

 Comunicato Stampa - Progetto FAMI 'Strategie interculturali per costruire coesione sociale"

Prevenire la marginalità sociale dei giovani immigrati, favorire la partecipazione istituzionale delle comunità migranti e delle comunità religiose del territorio e rafforzare l'azione di mediazione sociale delle istituzioni: sono questi i principali obiettivi del nuovo progetto FAMI "Strategie interculturali per costruire coesione sociale", presentato al Presidente della Provincia e ai Sindaci nel pomeriggio odierno in Prefettura.

Il progetto, guidato dalla Prefettura, coinvolge, come partner, l'Università di Modena e Reggio Emilia, il Centro interculturale Mondinsieme e la Fondazione E35, e nasce dall'esigenza di affrontare la tanto complessa quanto fondamentale sfida dell'integrazione dei migranti, specie quelli di seconda generazione, che un territorio vivace e dinamico come quello reggiano pone all'attenzione delle istituzioni in generale e della Prefettura in particolare.

In effetti, il Prefetto, oggi molto più di ieri, deve saper "leggere" nel profondo della realtà territoriale e cogliere tempestivamente le tendenze, i fermenti, i conflitti che la attraversano, affinché possa essere per il centro la lente correttiva di un'altrimenti comoda omologazione delle realtà territoriali, in quanto interfaccia istituzionale che non può ignorare il peso delle disparità, delle conflittualità, del disagio sociale.

Ma per decidere bisogna conoscere e quindi solo da una comprensione approfondita del territorio è possibile far pervenire al centro le informazioni utili per adottare decisioni avvedute e mirate alle esigenze.

In un contesto sociale caratterizzato da elevata multiculturalità come quello della Provincia di Reggio Emilia, recenti episodi di violenza che hanno coinvolto giovani di origine straniera nel capoluogo reggiano impongono alla Prefettura una riflessione sugli adolescenti. Ragazzi che sentono l'esigenza di aggregarsi in gruppi per cercare protezione o un'alternativa all'ambiente familiare di riferimento e per i quali il bisogno di sfogare le frustrazioni e la rabbia repressa, attraverso atti violenti e aggressivi verso cose o persone, si trasforma in una spinta a delinquere. Il fenomeno si è acuito, poi, negli ultimi mesi in concomitanza con l'emergenza pandemica; la chiusura di scuole, palestre, associazioni culturali e religiose ha fatto venire meno ogni punto di riferimento e ha spinto questi giovani, per noia o mossi dal desiderio di farsi notare attraverso atti vandalici, ad uscire allo scoperto.

Il territorio di Reggio Emilia è contraddistinto da una pluralità di iniziative che vedono la collaborazione e il coinvolgimento di attori pubblici e della società civile per la promozione del dialogo interculturale. Si è ravvisata, tuttavia, la necessità di una comprensione più profonda dei fattori di criticità che l'attuale crisi fa emergere con maggiore evidenza, di una verifica della efficacia e di una messa a sistema delle iniziative in essere e di una più attiva partecipazione di tutti gli attori, incluse le comunità migranti, alla definizione di una più incisiva strategia per prevenire il conflitto sociale e promuovere la convivenza pacifica.

Per favorire questo disegno, la Prefettura di Reggio Emilia reputa necessario promuovere un approccio integrato nella governance del fenomeno migratorio sul territorio, rafforzando le reti esistenti e assicurando il coinvolgimento di tutti gli attori rilevanti, nel rispetto dei ruoli e delle competenze di ciascuno, sia nell'analisi dei fabbisogni territoriali emergenti che nella pianificazione e realizzazione di interventi rispondenti ai bisogni rilevati.

Nel corso della riunione, il Presidente della Provincia e i Sindaci, accogliendo con entusiasmo la progettualità illustrata, ne hanno condiviso lo spirito e gli intenti, e hanno assicurato massima disponibilità nel collaborare attivamente ai lavori.

In chiusura, il Prefetto, nel constatare ancora una volta le positive sinergie che caratterizzano i rapporti istituzionali nel territorio reggiano, ha evidenziato che le prime attività del progetto saranno rivolte all'analisi dei fattori di rischio e degli indicatori di disagio relativi a tutti i giovani residenti sul territorio della provincia di Reggio Emilia e alla mappatura delle iniziative già in essere.
Pubblicato il
:

 Comunicato Stampa - Riunione sulla sicurezza presso la Stazione Centrale di Reggio Emilia e Piazzale Europa

Potenziato il piano di controllo attraverso un'azione forte e coordinata tra polizia di stato, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale.

Lo ha deciso il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito oggiper affrontare il tema della sicurezza presso la Stazione Centrale, individuare ulteriori misure finalizzate a garantire gli utenti che frequentano quotidianamente Piazzale Europa e le aree limitrofe e per rispondere ai cittadini che, in questi mesi, hanno più volte denunciato alle autorità reati di vario tipo.

Una riunione che ha visto allo stesso tavolo in presenza e in videoconferenza oltre al prefetto, l'Assessore Marchi, il delegato del Presidente della Provincia e i rappresentanti delle Forze di Polizia, della AUSL e di Trenitalia, Rfi e Tper.

Il prefetto ha chiesto alle Forze diPolizia l'analisi degli eventi delittuosi e le risultanze degli interventi effettuati. Dai dati è emerso l'alto livello di attenzione già in atto.

É stata ribadita l'importanza di mantenere alta la soglia di attenzione e di vigilanza, proseguendo nelle attività quotidianamente svolte sulla base della pianificazione degli interventi coordinati tra tutte le forze dell'ordine e della polizia locale, alle quali si aggiungeranno servizi mirati e intensificati in determinate fasce orarie,secondo un potenziamento dei servizi definito dal Tavolo tecnico istituito in Questura.

Nel corso del Comitato, il prefetto ha invitato i presenti a condividere soluzioni strutturali e strutturate. In questa direzione, è stato deciso lo studio un ulteriore rafforzamento dell'illuminazione pubblica e l'installazione, già avviata nelle scorse settimane, di tre telecamere per la sorveglianza del territorio.Le telecamere, infatti, rappresentano un efficace strumento di deterrenza e sono utilissime ai fini investigativi.

L'Assessore Marchi, poi, ha annunciato un importante investimento del Comune per la riqualificazione del quartiere con un progetto volto a generare sicurezza effettiva.

Ai rappresentanti di Rfi, Tper e Trenitalia è stato rivolto un ringraziamento per la disponibilità dimostrata con l'attivazione di un servizio svolto con l'impiego di guardie giurate ed è stato chiesto un potenziamento della prestazione.

"A fronte degli episodi occorsi,la nostra risposta è stata immediata. Il questore ha disposto un piano di controllo straordinario, svolto con l'ausilio dei cinofili -ha sottolineato il prefetto - e oggi è stato deciso di mettere a sistema un intervento ancora più coordinato, sinergico e calibrato, per garantire la massima sicurezza. Si tratta di un piano che coinvolge forze di polizia statuali e locali per un'attività sempre più decisa, soprattutto in quell'area della città. Considerata la stringente attività in corso, auspico che in tempi rapidi alla fase preventiva segua la fase repressiva".

Pubblicato il
:

 Comunicato Stampa - Sorteggio Revisore dei Conti

Si rende noto che il giorno 8 luglio 2021, si procederà alle ore 10.00, all'estrazione a sorte, tramite procedura informatica, dei nominativi designati a ricoprire l'incarico di componenti del Collegio di revisione economico-finanziaria del Comune di Scandiano.

Si rende noto che il giorno 8 luglio 2021, si procederà alle ore 10.30, all'estrazione a sorte, tramite procedura informatica, del nominativo designato a ricoprire l'incarico di organo di revisione economico-finanziaria del Comune di Rubiera.

Si rende noto che il giorno 8 luglio 2021, si procederà alle ore 11.00, all'estrazione a sorte, tramite procedura informatica, del nominativo designato a ricoprire l'incarico di organo di revisione economico-finanziaria del Comune di Brescello.

Si rende noto che il giorno 8 luglio 2021, si procederà alle ore 11.30, all'estrazione a sorte, tramite procedura informatica, del nominativo designato a ricoprire l'incarico di organo di revisione economico-finanziaria del Comune di Albinea.

Si rende noto che il giorno 8 luglio 2021, si procederà alle ore 12.00, all'estrazione a sorte, tramite procedura informatica, dei nominativi designati a ricoprire l'incarico di componenti del Collegio di revisione economico-finanziaria della Provincia di Reggio Emilia.

Si rende noto che il giorno 8 luglio 2021, si procederà alle ore 12.30, all'estrazione a sorte, tramite procedura informatica, dei nominativi designati a ricoprire l'incarico di componenti del Collegio di revisione economico-finanziaria del Comune di Casalgrande.

Si rende noto che il giorno 8 luglio 2021, si procederà alle ore 13.00, all'estrazione a sorte, tramite procedura informatica, del nominativo designato a ricoprire l'incarico di organo di revisione economico-finanziaria del Comune di Cavriago.

L'esito del sorteggio sarà visualizzabile, in tempo reale, nell'apposita sezione del sito internet della Direzione Centrale della Finanza Locale al link https://finanzalocale.interno.gov.it/revisori.php/get_estraz/search .

La presente pubblicazione ha effetto di pubblicità legale ai sensi dell'art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69.

Pubblicato il
:

 
Torna su