Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

NOTIZIE

 

 Registro della cittadinanza attiva ... una firma contro la ndrangheta

 
Lo scorso 9 agosto, alla presenza del Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, hanno sottoscritto il " Registro della cittadinanza attiva - una firma contro la ndrangheta " il Presidente della Corte d'Appello di Salerno, dr.ssa Iside Russo, e l'Assistente Capo della Polizia di Stato a riposo Giovanni Colosimo, Presidente dell'ASD Polizia di Stato Tennis, con finalità anche sociali, il quale ha espresso l'intendimento di far proseguire l'iniziativa per gli Italiani residenti nella città di Budapest.

Gli ospiti hanno manifestato al Prefetto Michele di Bari vivo compiacimento per l'iniziativa e per la risposta positiva dei cittadini che numerosi continuano ad affluire presso il Palazzo del Governo per sottoscrivere il Registro e manifestare il loro impegno contro la prepotenza mafiosa: segno evidente di responsabilità sociale e di una rinnovata coscienza civica.

Nella circostanza, il Prefetto ha espresso gratitudine al Magistrato ed al già Assistente Capo della Polizia di Stato a riposo, per aver voluto aderire alla predetta iniziativa, sostenuta dalla Prefettura e dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria.
Pubblicato il :

 Sbarco nel comune di Bianco 72 migranti, di nazionalità curda, afghana e irachena e siriana

 
Nelle mattinata odierna,  sono sbarcati spontaneamente nel comune di Bianco 72 migranti, di nazionalità curda, afghana e irachena e siriana, giunti su una barca a vela che successivamente è stata  intercettata dalla guardia costiera che ha trasbordato i restanti  39  migranti sbarcati al porto di Roccella Jonica.

Le operazioni di soccorso, come di consueto, sono state coordinate dalla Prefettura con l'ausilio del personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Protezione Civile del Comune di Bianco e Roccella Jonica, della Capitaneria di Porto, del SUEM 118, della Croce Rossa Italiana, dell'USMAF e delle Associazioni di volontariato.

I migranti sono stati sottoposti ai primi controlli sanitari da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni di volontariato.

Completate, infine, le operazioni di fotosegnalamento a cura della Polizia di Stato tutti gli immigrati  saranno trasferiti in centri di accoglienza in ambito regionale secondo il piano di riparto predisposto dal Ministero dell'Interno.

Pubblicato il :

 Consegna di decorazioni 'Stella al Merito del Lavoro"

 
 
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha comunicato che il 1° maggio 2019 saranno consegnate le decorazioni della "Stella al Merito del Lavoro" ai soggetti insigniti, così come previsto dalla legge 5 febbraio1992, n. 143.
 
L'istruttoria delle proposte di conferimento delle decorazioni è curata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
 
Tali proposte devono essere inoltrate dalle Aziende, dalle Organizzazioni Sindacali ed Assistenziali e direttamente dai lavoratori interessati agli Ispettorati Interregionali del Lavoro e agli Ispettorati Territoriali del Lavoro aventi sede nei capoluoghi di Regione diversi da quelli su cui insistono gli IIL, nonché all'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Reggio Calabria, anche per il tramite dei relativi Ispettorati Territoriali entro e non oltre il 31 ottobre 2018 corredate dei seguenti documenti in carta semplice:
  1. autocertificazione relativa alla nascita;
  2. autocertificazione relativa alla  cittadinanza italiana;
  3. attestato di servizio e dei servizi prestati presso una o più aziende fino alla data della proposta o del pensionamento indicando l'attuale o l'ultima sede di lavoro;
  4. attestato relativo alla professionalità, perizia, laboriosità e condotta morale in azienda;
  5. curriculum vitae;
  6. autorizzazione da parte dell'interessato al trattamento dei dati personali (D.L.gs. 196/2003);
  7. residenza, recapito telefonico ed e-mail ove disponibile.
Inoltre si rende noto che potranno essere interessati anche i lavoratori italiani all'estero - di cui all'art. 5 comma 1 della legge 5.2.1992 n. 143 - "La decorazione è concessa, anche senza l'osservanza dei limiti di anzianità di cui all'articolo 4, ai lavoratori    italiani all'estero   che abbiano dato prove esemplari di patriottismo, di laboriosità e di probità..." con la precisazione che le eventuali candidature dovranno essere presentate alla Rappresentanza diplomatica o all'Ufficio consolare di riferimento.
Le attestazioni di cui ai punti 3 e 4 ed eventualmente il "curriculum vitae" di cui al punto 5 possono essere anche contenute in un documento unico rilasciato dalla Ditta  presso  cui il lavoratore presta servizio.
Per ogni eventuale informazione, il candidato potrà rivolgersi direttamente alle strutture competenti - Ispettorati Interregionali del Lavoro e Ispettorati  Territoriali del Lavoro. - L'Ispettorato Territoriale del Lavoro di Reggio Calabria  è  sito in Via Pio XI - trav. De Blasio, 11/13 - 89133. Tel. 096563151 - Fax 0965631572
 
Pubblicato il :

 Vertenza società MCT e Coopmar operanti nel porto di Gioia Tauro

 
Si è tenuto stamane in Prefettura un incontro di approfondimento di alcune problematiche insorte tra la MCT, Società terminalista del Porto di Gioia Tauro, e la Coopmar, una Società Cooperativa di servizi, nell'ambito delle attività di rizzaggio del carico di navi all'interno dell'importante infrastruttura.

Alla riunione, convocata e presieduta dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, hanno partecipato il Dirigente dell'Area amministrativa dell'Autorità Portuale, Pasquale Faraone, il Responsabile dell'Ufficio finanziario della MCT, Antonio Orfanò, il Presidente della Coopmar, Giovanni Chillemi, nonché i rappresentanti della FILT CGIL, Salvatore Larocca e Domenico Laganà.

L'attività di mediazione della Prefettura è valsa, nella circostanza, a restituire serenità a quei lavoratori, che hanno dismesso il sit-in di protesta, attesa la disponibilità della MCT a valutare una ripresa dell'affidamento alla detta Società Cooperativa dei servizi di rizzaggio previa adozione dei necessari adempimenti contabili.
Pubblicato il :

 Disposto accesso ispettivo presso il Comune di Stilo

 
Il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, su delega del Signor Ministro dell'Interno, richiesta ai sensi dell'ex art. 143, comma 2, D. Lgs. 267/2000, ha disposto un accesso ispettivo antimafia presso il Comune di Stilo al fine di compiere accertamenti ed approfondimenti per verificare l'eventuale sussistenza di forme di infiltrazione o di condizionamento di tipo mafioso.

L'attività ispettiva della Commissione d'indagine, insediatasi in data odierna, sarà supportata nell'espletamento dell'incarico da personale delle Forze di Polizia e dovrà essere perfezionata entro tre mesi dall'insediamento, periodo prorogabile di ulteriori tre qualora necessario.

Pubblicato il :

 
Torna su