Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

NOTIZIE

 

 Soccorsa al largo di Gioia Tauro un' imbarcazione con a bordo 37 migranti

 
Nel pomeriggio di ieri, la Guardia costiera ha soccorso al largo di Gioia Tauro un' imbarcazione con a bordo 37 migranti, di cui 6 donne, 5 bambini e 26 uomini di nazionalità irachena e iraniana.

Dal natante, trainato fino al predetto Porto, sono sbarcati i migranti che sono stati assistiti dalle Forze di Polizia, dalla Capitaneria di Porto, dall'USMAF, dal SUEM 118 dalla Croce Rossa italiana, coordinati dalla Prefettura di Reggio Calabria. Al momento dello sbarco tutti i migranti sono stati sottoposti alle cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto.

I migranti, fra i quali vi sono anche 4 nuclei familiari, dopo il foto segnalamento da parte delle Forze di Polizia, sono stati collocati in strutture di questa provincia.
Pubblicato il :

 San Luca: costante attenzione dello Stato e della Prefettura sul piccolo Centro aspromontano in termini di riaffermazione della legalità.

 
Resta alta l'attenzione e la vicinanza dello Stato e della Prefettura su San Luca in particolare e sul territorio della Locride in generale. Dopo l'inaugurazione dello Campo di calcio, il 21 aprile scorso, alla presenza della Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega per le Pari Opportunità, On.le Maria Elena Boschi, del Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, On.le Giovanni Legnini e delle altre Autorità civili, militari e religiose, il prossimo 8 maggio, presso la medesima struttura sportiva, la Scuola Calcio Segato Viola di Reggio Calabria in collaborazione con la Società Real di San Luca terrà, con inizio alle ore 15, uno stage tecnico valutativo, per conto della Società Juventus F.C., di cui saranno protagonisti giovanissimi calciatori, nati nel 2003 e nel 2004, provenienti da tutta la regione.

Il messaggio è chiaro: le Istituzioni in sinergia con la società civile e i corpi sociali puntano alla pratica sportiva come strumento per il recupero sociale dei giovani in aree ad alto tasso di disagio e per la riaffermazione della legalità. " Sport e legalità sono un unico valore" è quanto più volte ribadito dal Prefetto Michele di Bari nelle tante manifestazioni che si sono svolte in questa provincia dal suo insediamento e, da ultimo, proprio a San Luca, il 21 aprile. "Lo sport - afferma convinto il Prefetto - è un modo per radicare nelle coscienze dei giovani la legalità e i suoi valori quali la lealtà, la solidarietà, il rispetto delle regole e degli altri. E' la pratica sportiva, intesa come di stile di vita sano anche dal punto di vista interiore, che favorisce la maturazione equilibrata della personalità e l'educazione all'impegno sociale e civile e alla partecipazione , vero e proprio strumento di aggregazione contro ogni forma di discriminazione"

Su questo solco e in tale prospettiva, di Bari, si è fatto promotore di un Torneo di calcio Interforze, in programma per il prossimo autunno, che verrà disputato proprio a San Luca.

Pubblicato il :

 Al Prefetto Michele di Bari l'edizione annuale del premio 'San Giorgio d'oro della Città di Reggio Calabria"

Si è svolta, nel pomeriggio del 24 aprile, presso il locale Teatro "Francesco Cilea", in occasione della ricorrenza del Santo Patrono della Città, la tradizionale cerimonia della consegna del premio "San Giorgio d'oro della Città di Reggio Calabria", conferito dal Comune di Reggio Calabria a personalità, associazioni e istituzioni che si sono distinte per le loro opere e che abbiano dato un forte contributo allo sviluppo sociale, civile ed economico della Città, esaltandone la storia e le tradizioni e accrescendone il lustro.

Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato, tra gli altri, al Prefetto Michele di Bari per l'attenzione costante e l'impegno profuso nell'affrontare le numerose e complesse problematiche sociali, economiche e del mondo del lavoro della Città e della provincia nonché per la sensibilità dimostrata nei rapporti con il territorio e nella salvaguardia della sicurezza e per la riaffermazione della legalità.

L'evento, alla presenza delle Autorità civili, religiose e militari, è stato allietato dalle esibizioni del Coro Polifonico dell'Università Mediterranea, diretto dal Maestro Carmen Cantarella, del Coro Polifonico del Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci", diretto dal Maestro Lisa fiore, del soprano Anna Maria Casile e il Mezzosoprano Gabriella Grassi, accompagnate al pianoforte dal Maestro Alessandro Praticò.

Il Prefetto, nel ringraziare, ha ribadito di essere tornato, nell'esercizio della funzione affidatagli dal Governo, con grande entusiasmo in questa terra, " per respirare e sostenere le speranze di una Popolazione coraggiosa che sa sempre rialzarsi e reagire con forza costruttiva alle prove che la Storia gli riserva e per rispondere e farmi carico della diuturna richiesta di sicurezza che in questa Città metropolitana è fortemente sentita al pari della tutela dei diritti."
 
Pubblicato il :

 'In Campo per il futuro": una testimonianza della presenza e dell'attenzione dello Stato ai cittadini di San Luca

Si è svolta ieri a San Luca, alla presenza della Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Pari Opportunità, On.le Maria Elena Boschi, la manifestazione "In campo per il futuro", promossa dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con la Prefettura di Reggio Calabria, il Consiglio Superiore della Magistratura e il Provveditorato Interregionale delle Opere Pubbliche Sicilia e Calabria.

Numerose sono state le Autorità civili, militari e religiose che hanno partecipato all'evento,  per testimoniare l' attenzione e la vicinanza dello Stato a quel paese ricco di storia e di tradizioni,  afflitto da tante debolezze strutturali che ne compromettono la crescita sociale e civile e  finora agli onori della cronaca solo per fatti di ndrangheta.

La manifestazione ha avuto come momento centrale l'inaugurazione del Campo Sportivo del piccolo Centro aspromontano con l'incontro di calcio tra la Nazionale Magistrati e la Nazionale Cantanti commentata dal conduttore televisivo Fabrizio Frizzi.

La struttura sportiva, che più volte aveva subito danneggiamenti, è stata ristrutturata, con fondi del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con l'intervento tecnico del Provveditorato Interregionale  alle Opere Pubbliche Sicilia e Calabria, del CONI e della FIGC, con  il supporto di Azienda regionale Calabria Verde, della Città metropolitana  e di Anas.

Restituire lo stadio di San Luca ai ragazzi è il lascito di questa manifestazione, che ha avuto come linea guida il riscatto di San Luca e, soprattutto, dei giovani di quel paese.

In apertura della giornata, presso la sede dell'Istituto comprensivo "San Luca-Bovalino", si è svolto un incontro con gli studenti, i docenti e le Istituzioni scolastiche, coordinato dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, nel corso del quale sono intervenuti illustri relatori: il Sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Maria Ferri,  il Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Giovanni Legnini, il Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, Nunzio Galantino, il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Franco Roberti, il Presidente della Corte di Appello di Reggio Calabria, Luciano Gerardis, il Procuratore Distrettuale Antimafia  di Reggio Calabria, Federico Cafiero de Raho, il Procuratore Distrettuale Antimafia di Catanzaro, Nicola Gratteri, il Consigliere del Consiglio Superiore della Magistratura, Luca Palamara, il Presidente del Tribunale per i minorenni, Roberto Di Bella, il Presidente del Tribunale di Locri, Rodolfo Palermo, il Sindaco della Città metropolitana, Giuseppe Falcomatà, il Direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Diego Bouchè, l'Assessore regionale al Lavoro, Federica Roccisano, il Capitano della Nazionale Cantanti Neri Marcorè, il Capo dipartimento Advocacy e politicy di Save the Children, Fosca Nomis e il Presidente della Consulta provinciale degli studenti di Reggio Calabria.

I relatori hanno tutti sottolineato, portando la loro esperienza,  il valore della legalità come fattore imprescindibile di crescita e di sviluppo per una società civile, armonica, inclusiva e democratica, rivolgendosi, in particolare,  ai giovani affinchè comprendano che  vivere rettamente non solo è giusto ma è anche utile.

Il Prefetto di Bari nel ricordare le parole di Corrado Alvaro " La disperazione più grave che possa impadronirsi di una Società è il dubbio che vivere rettamente sia inutile"  ha spronato i giovani ad impadronirsi del loro futuro, ad avere la  speranza di un domani migliore ed ha inoltre sottolineato che "c'è un grande impegno dello Stato perché la sfida alla criminalità possa essere vinta, però c'è bisogno di una cultura capace di diventare coscienza collettiva per una nuova Calabria".

A conclusione dei lavori è stato sottoscritto, alla presenza della Sottosegretaria,  del Prefetto e del Presidente del Tribunale di Locri, un Accordo di collaborazione  tra il Dipartimento per le Pari Opportunità e la Casa Circondariale di Locri per lo svolgimento da parte dei detenuti, ristretti presso la Casa Circondariale di Locri, di attività di lavoro volontario e gratuito in favore della collettività. L'Accordo vuole essere un'applicazione concreta del principio, sancito dalla Costituzione, che il lavoro è un mezzo fondamentale per la riabilitazione e il reinserimento sociale del detenuto,  una strada da percorrere in alternativa al crimine.

L'incontro, molto partecipato e sentito dagli studenti e dalla cittadinanza di San Luca, si è concluso con l'intervento dell'On.le Boschi che ha ribadito l'impegno del Governo  a vantaggio di territori difficili e complessi come la Calabria ed ha ribadito che lo Stato non abbandona alla 'ndrangheta nessun territorio. La Sottosegretario  ha invitato i giovani  a combattere ogni forma di violenza e di prevaricazione per rafforzare, soprattutto,  l'etica della cittadinanza attiva e responsabile, intesa come partecipazione costruttiva alla vita sociale, quale strumento necessario per l'affermazione del diritto e dei principi democratici e, con un paragone con il gioco del calcio,  ha  affermato "dobbiamo affrontare la ndrangheta così come si affrontano i contrasti nel calcio, in maniera dura e decisa e lo Stato è duro e deciso a combattere la ndrangheta".
 
 
 
Pubblicato il :

 Esami presso la Commissione tecnica territoriale per le sostanze esplodenti, per l'accertamento della capacità tecnica di fabbricazione o accensione di fuochi di artificio, di fochino e di maneggio de

Oggetto: Esami presso la Commissione tecnica territoriale per le sostanze esplodenti, per l'accertamento della capacità tecnica di fabbricazione o accensione di fuochi di artificio (art. 101 Regolamento del T.U.L.P.S.), di fochino (art. 27 D.P.R. 302/1956) e di maneggio delle armi (art. 8, co. 4, L. 110/1975). Chiarimenti.

 

A seguito di chiarimenti forniti dal Ministero dell'Interno, si fa presente che sia le istanze avanzate per l'effettuazione degli esami in oggetto indicati sia le relative attestazioni di idoneità tecnica, eventualmente conseguite, sono assoggettate all'imposta di bollo vigente, ai sensi dell'art. 4 della tariffa allegata al D.P.R. 642/1972.

Pubblicato il :

 MANIFESTAZIONE DEGLI OPERATORI DELLA PICCOLA PESCA

 
Gli operatori della piccola pesca, nella mattinata odierna, per protestare contro l'inasprimento dei vincoli  legislativi dettati dalla normativa europea, hanno bloccato gli imbarcaderi del Porto di Villa San Giovanni, creando disservizi e disagi nei collegamenti marittimi da e per la Sicilia, che sono stati dirottati sullo scalo  portuale di Reggio Calabria.

Nella stessa mattinata, una delegazione di pescatori, accompagnata da Rappresentanti della CGIL,dell'Associazione ALPAA e dal Consigliere Metropolitano per le politiche della pesca, sono stati ricevuti in Prefettura dove hanno espresso preoccupazione per il loro futuro lavorativo alla luce delle vigenti restrizioni del settore per la piccola marineria chiedendo, contestualmente, l'attivazione di un tavolo romano.

I manifestanti, nel pomeriggio, hanno interrotto l'azione rivendicativa solo dopo aver appreso la notizia che il Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali, cui il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari si era rivolto, ha accolto la richiesta di convocazione di un tavolo tecnico per l'esame delle problematiche connesse alla protesta.

Pubblicato il :

 CONVEGNO 'IN CAMPO PER IL FUTURO"... ISTITUTO COMPENSIVO DI SAN LUCA ... 21 APRILE 2017

 
Il prossimo 21 aprile, alle ore 8.30, nell'Aula Magna dell'Istituto Comprensivo "San Luca -Bovalino" a San Luca, si svolgerà il convegno "In Campo per il futuro" promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con la Prefettura, il Consiglio Superiore della Magistratura e il Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Sicilia e Calabria.

Al convegno, che si svolgerà secondo il programma indicato nella brochure allegata, è prevista la partecipazione dell'On.le Maria Elena Boschi, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega alle Pari Opportunità.

Seguirà, alle ore 11, l'inaugurazione del campo sportivo di San Luca con una partita di calcio fra la Nazionale Magistrati e la Nazionale Cantanti.

I giornalisti e i foto-cineoperatori che intendono partecipare all'evento, potranno ritirare i pass nel pomeriggio di domani, 19 aprile, dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e giovedì 20 aprile dalle 9.00 alle ore 13.00, presso questa Prefettura, oppure presso il Comune di San Luca, nel pomeriggio di giovedì 20 aprile, dalle ore 16 alle ore 20.00.

Per il ritiro, i giornalisti dovranno presentare copia della tessera di iscrizione all'albo, mentre i foto-cineoperatori, copia del documento di riconoscimento.

Maggiori informazioni potranno essere richieste all'Ufficio Stampa della Prefettura ai numeri 0965 411455, 0965 411454.

Si ringrazia per la consueta collaborazione.

Pubblicato il 18/04/2017 ultima modifica il 19/04/2017 alle 08:42:33

 Minniti a Reggio Calabria: sconfiggere la 'ndrangheta priorità nazionale

Il Ministro ha presieduto in Prefettura la Conferenza delle autorità di pubblica sicurezza, insieme al capo della Polizia, ai comandanti generali dell'Arma e della Guardia di Finanza e al capo di Gabinetto, Mario Morcone. Consegnati 92 beni confiscati alla criminalità.
 
«Il nostro obiettivo non è contenere la 'ndrangheta, ma sconfiggerla. Prima era solo un principio, oggi è un obiettivo strategico. Non molleremo la presa: è una assoluta priorità nazionale». Ha commentato così il ministro dell'Interno Marco Minniti al termine della Conferenza delle autorità di pubblica sicurezza che si è tenuta oggi alla prefettura di Reggio Calabria.

«Stamattina - ha detto il ministro - insieme al capo della polizia Franco Gabrielli, ai comandanti generali dell'Arma e della Guardia di Finanza Tullio Del Sette e Giorgio Toschi, e con i procuratori ed i prefetti della regione, abbiamo convenuto di lavorare ulteriormente, e non come mera enunciazione di principio, per tagliare le radici alla criminalità organizzata calabrese. Un'operazione strategica su cui ci impegneremo e non lasceremo nulla di intentato. In Calabria - ha proseguito il ministro - si gioca una partita nazionale, che va anche oltre i confini del nostro Paese. La 'ndrangheta è un player sia a livello nazionale, sia internazionale, combatterla dove ha le radici costituisce un elemento cruciale e un punto di forza straordinario.

Abbiamo preso atto - ha detto Minniti - del lavoro straordinario di questi anni, soprattutto in Calabria dove è stata svolta un'attività di prevenzione e repressione senza precedenti. I numeri parlano chiaro. Abbiamo percio' deciso di continuare su questa strada, sviluppando il massimo di collaborazione, già eccellente, tra le diverse istituzioni e confermando - ha concluso - l'impegno e il sostegno con uomini, mezzi e risorse».

In mattinata, erano stati consegnati ventidue immobili all'Agenzia del Demanio, tre alla Regione Calabria e 67 unità immobiliari al Comune di Reggio Calabria, per un totale di 92 beni confiscati, per finalità sociali e per esigenze abitative delle classi sociali svantaggiate o di alloggio per le Forze dell'Ordine.

«Il tema del sequestro e della confisca di beni alla criminalità organizzata - ha sottolineato il ministro dell'Interno - è un elemento cruciale della lotta contro la criminalità organizzata. La 'ndrangheta si è impossessata con la violenza di risorse pubbliche per scopi privati, lo Stato le riprende e i beni tornano alla collettività. E dentro le case della 'ndrangheta, ha concluso, andranno le famiglie di poliziotti, carabinieri e finanzieri».













 
Pubblicato il :

 Riunione al Palazzo del Governo del Comitato di solidarietà per le vittime dell'estorsione e dell'usura

 
Il Commissario Straordinario del Governo per il Coordinamento delle Iniziative antiracket e antiusura, Prefetto Domenico Cuttaia, e il Prefetto Michele di Bari hanno tenuto nella mattinata di ieri, 13 aprile, presso il Palazzo del Governo, una riunione finalizzata ad individuare nuove modalità operative per imprimere un'accelerazione all'iter istruttorio delle istanze di accesso al Fondo di Solidarietà delle vittime dell'estorsione e dell'usura.

Alla riunione hanno partecipato il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, titolare della Direzione Distrettuale Antimafia, il Questore e i Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

L'iniziativa ha voluto essere un ulteriore tangibile segnale dell'attenzione e dell'impegno dello Stato in favore di quei cittadini che, vittime degli odiosi reati dell'usura e dell'estorsione, si oppongono, con la loro denuncia, alla prevaricazione e all'intimidazione della criminalità organizzata.

Pubblicato il :

 Scongiurato in Prefettura lo sciopero dei lavoratori del comparto pulizia all'Ospedale di Polistena

 
Scongiurato lo sciopero proclamato dall'Organizzazione Sindacale SUL per il personale del comparto in ordine all'appalto del servizio di pulizia presso l'Ospedale di Polistena.

Si è concluso positivamente, infatti, il Tavolo prefettizio convocato nella mattinata odierna - presso questo Palazzo del Governo - dal Prefetto Michele di Bari su richiesta della predetta Organizzazione.

All'incontro erano presenti anche rappresentanti delle Società SGS e della Helios, titolari dell'appalto, nonché dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria.

Dopo ampia e articolata discussione, in cui il sindacato ha rappresentato le difficoltà dei lavoratori a seguito della già operata riduzione dell'orario di lavoro e della paventata ulteriore riduzione, si è preso atto che l'Azienda Sanitaria, d'intesa con l'ATI, sta svolgendo un'intensa attività di studio, estesa all'intero appalto, finalizzata alla puntuale verifica delle effettive esigenze operative in grado di garantire la piena efficienza del servizio in un'ottica di rimodulazione complessiva.

In tale direzione si evidenzia che la rimodulazione dell'intero capitolato d'appalto consentirà di scongiurare l'ipotesi della preannunciata riduzione lavorativa dell'orario di lavoro dei dipendenti interessati e che procederà ad adeguare le ore lavorative alla diversa articolazione delle aree di rischio dell'Ospedale di Polistena.

Il RTI si è impegnato, altresì, a rispettare i termini contrattualmente previsti per legge nell'erogazione delle partite stipendiali.

Entrambe le parti si sono dette soddisfatte per il produttivo incontro.
Pubblicato il :

 Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza

Il prossimo 18 aprile alle ore 11,00 presso questo Palazzo del Governo si terrà la Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza presieduta dal Ministro dell’Interno, Sen. Marco Minniti, a cui parteciperanno i Prefetti, i Vertici della Magistratura e delle Forze dell’Ordine.

A seguire avrà luogo la consegna alle Istituzioni di questo territorio di alcuni beni confiscati alla criminalità organizzata e la conferenza stampa del Ministro.  

I giornalisti e i foto-cineoperatori che intendono partecipare all’evento, dovranno ritirare i pass nella giornata odierna 13 aprile dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,30 e nella giornata di domani venerdì 14 aprile dalle 9,00 alle ore 13,00 presentando copia della tessera di iscrizione all’albo e, per i foto-cineoperatori, copia del documento di riconoscimento.

Maggiori informazioni potranno essere richieste all’Ufficio Stampa della Prefettura ai numeri 0965 411455, 0965 411454.

Si ringrazia per la consueta collaborazione.

Pubblicato il :

 Anniversario della fondazione della Polizia - Lettera aperta del Prefetto di Reggio Calabria Dr. Michele di Bari.

La celebrazione del 165° anniversario della fondazione della Polizia di Stato mi offre l’occasione per esprimere sentimenti di apprezzamento e di incondizionata riconoscenza per l’impegno profuso, quotidianamente e senza alcuna riserva, dalle donne e dagli uomini che in essa operano per assicurare il mantenimento della pacifica e democratica convivenza sociale, nello spirito di servizio alla Comunità.

Tale impegno è ancor più esaltato dalla circostanza di svolgere la propria attività in un territorio difficile e complesso, caratterizzato dalla pervasiva presenza della ‘ndrangheta, considerata, ormai, come la più temibile delle organizzazioni criminali, che in ogni modo tenta di inquinare il tessuto economico e produttivo e di infiltrarsi subdolamente nella quotidianità della vita dei cittadini.

I risultati raggiunti con l’efficace ed incisiva azione di contrasto e di prevenzione del crimine sono di straordinaria importanza, basti pensare alle brillati operazioni che hanno portato alla cattura di pericolosissimi latitanti, al sequestro di ingenti patrimoni conseguiti con il malaffare e con la forza della prevaricazione e dell’intimidazione, alla repressione dei deprecabili reati predatori e di criminalità comune che incidono negativamente sulla qualità della vita nelle Città.

Non può non evidenziarsi, d’altro canto, il valore delle azioni di vicinanza e soccorso alla gente - ispirate ai principi della “Polizia di prossimità- silenziose ma non per questo meno importanti, perché, elevando la percezione della sicurezza, contribuiscono a rinsaldare i sentimenti di appartenenza e il senso dello Stato.

La sicurezza e la legalità sono, infatti, i temi che stanno più a cuore dei tanti cittadini onesti che vivono e operano nel rispetto delle regole e dei valori che sono il fondamento di ogni società civile.

A tutto ciò si aggiunge l’azione di assistenza e di accoglienza dei migranti in occasione dei ripetuti sbarchi, in sinergia con le altre Forze di Polizia e le Istituzioni preposte.

Plaudo, pertanto, alla competenza, all’umanità e alla capacità di ascolto e di dialogo degli uomini e delle donne della Polizia di Stato, esaltandone la professionalità, lo spirito di abnegazione e di attaccamento al dovere.
 
 

                                                             Michele di Bari
 
Pubblicato il :

 Approvazione del bilancio di previsione 2017. Il Prefetto di Reggio Calabria ha diffidato 71 Consigli comunali e nominato due commissari ad acta.

 
Il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari ha nominato due Commissari ad acta con l'incarico di provvedere all'adozione dello schema di bilancio di previsione relativo all'esercizio finanziario del 2017, da sottoporre alla successiva approvazione dei Consigli di quegli Enti.

I predetti Comuni, infatti, non hanno provveduto ad ottemperare agli obblighi previsti per l'approvazione del bilancio di previsione 2017, il cui termine è scaduto lo scorso 31 marzo, come previsto dal decreto-legge n. 244/2016 convertito dalla legge 19/2017.

Contestualmente, sono stati diffidati 71 Consigli comunali i quali, pur avendo approvato in Giunta il relativo schema, non hanno provveduto a deliberare il bilancio di previsione relativo all'esercizio finanziario in corso entro il predetto termine previsto.

Gli Organi consiliari, pertanto, sono stati invitati ad adottare la deliberazione riguardante il bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2017 nel termine di venti giorni dalla data di ricevimento della nota prefettizia.

In caso di inadempienza si procederà alla nomina di apposito Commissario per l'approvazione del documento contabile e all'avvio della procedura di scioglimento del Consiglio comunale.

Pubblicato il :

 Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza - Prefettura 12 aprile 2017

 
Il prossimo 12 aprile alle ore 15,00 presso questo Palazzo del Governo si terrà la Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza presieduta dal Ministro dell'Interno, Sen. Marco Minniti, a cui parteciperanno i Prefetti, i Vertici della Magistratura e delle Forze dell'Ordine.

A seguire avrà luogo la consegna alle Istituzioni di questo territorio di alcuni beni confiscati alla criminalità organizzata e la conferenza stampa del Ministro.  

I giornalisti e i foto-cineoperatori che intendono partecipare all'evento, dovranno ritirare i pass giorno 11 aprile dalle ore 14,30 alle ore 17,00 e giorno 12 aprile dalle 9,00 alle ore 12,00 presentando copia della tessera di iscrizione all'albo e, per i foto-cineoperatori, copia del documento di riconoscimento.

Maggiori informazioni potranno essere richieste all'Ufficio Stampa della Prefettura ai numeri 0965 411455, 0965 411454.

Si ringrazia per la consueta collaborazione.

Pubblicato il :

 Sottoscritto al Palazzo del Governo il Protocollo di Legalità tra Prefettura di Reggio Calabria e Comune di Reggio Calabria

È stato sottoscritto nella mattinata odierna, presso questo Palazzo del Governo, il Protocollo di Legalità redatto in attuazione del Protocollo di Azione e Vigilanza Collaborativa stipulato in data 8 novembre 2016 tra l'Autorità Nazionale Anticorruzione, la Prefettura, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria e il Comune di Reggio Calabria.

Conclusa l'istruttoria di rito, il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, ha, quindi, invitato il Sindaco di Reggio Calabria a formalizzare l'Intesa, che avrà, come accennato, quale prioritaria mission istituzionale quella di dar luogo a mirati strumenti di verifica e controllo antimafia.

Il Protocollo, infatti, estende a tutta la filiera dei contraenti e subcontraenti le misure di salvaguardia previste dalla normativa di settore, il D. Lgs. n. 159/2011, ma prevede anche attività di vigilanza al cantiere da parte delle Forze di Polizia a carattere continuativo, stringenti meccanismi di tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi della Legge n. 136/2010, nonché ulteriori controlli nell'ambito delle procedure di reclutamento ed assunzione del personale.

A tal ultimo proposito è espressamente prevista una attività di monitoraggio, normata all'art. 11 del Protocollo di Legalità che, per tale specifico aspetto, è stato sottoscritto anche dal rappresentante della locale Ispettorato Territoriale del Lavoro, e dai Segretari di Categoria Fillea CGIL, Filca CISL e Feneal UIL, presenti nell'occasione.

Il documento di legalità si inquadra all'interno delle più ampie attività di prevenzione e contrasto alla ' ndrangheta ed ai fenomeni di corruzione promosse dalla Prefettura di Reggio Calabria e rientra fra le specifiche iniziative rivolte al settore degli appalti pubblici, anche alla luce dei segnali concernenti un forte interesse della organizzazione criminale calabrese in direzione dei finanziamenti che saranno erogati per la realizzazione di importanti opere pubbliche nella Città di Reggio Calabria e nella provincia in genere.
 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 E' l'ora della coesione

 
Il suicidio della compianta dr.ssa Maria Rita Lo Giudice ha innescato una pluralità di interpretazioni sul tragico evento per cercare di comprendere la realtà di questa splendida Città Metropolitana e delle sue ataviche difficoltà e, soprattutto, di prefigurare da un lato un futuro di definitivo e completo affrancamento dalla 'ndrangheta e dall'altro, " medio tempore", di affinare strategie capaci di contrastarla.

Su questo secondo aspetto, intendo soffermarmi.

Innanzitutto non soltanto l'umana solidarietà alla giovane, ma anche la mia cristiana vicinanza ad una vicenda che nell'immediatezza, in attesa delle conclusioni delle indagini, merita rispetto per una vita tolta alla famiglia e alla Comunità che l'ha amata e considerata.

Oggi, la stragrande maggioranza di questa Comunità interpella la propria coscienza su ciò che è tristemente accaduto e su ciò che eventualmente si sarebbe dovuto e potuto fare e non si è fatto.

E ognuno, sebbene animato da lodevole passione civica, cerca di indicare un percorso che spesso non coincide con le altre visioni prospettate.

Quasi tutti dimenticano, però, gli straordinari risultati conseguiti dallo Stato, dalla Squadra Stato, che accompagnano le costruttive

fatiche di un vivere quotidiano capace davvero di essere un'autentica sfida per superare paure e rassegnazione e rappresentare una ulteriore leva di contrasto alla 'ndrangheta.

E' questo un imprescindibile punto di partenza sul quale non devono assolutamente registrarsi divisioni interpretative poiché non sono né ammissibili, né comprensibili.

E' indubbio che lo Stato ha creato e crea l'humus affinché i tanti uomini e le tante donne di buona volontà possano esercitare i propri diritti, sia come singoli che nell'alveo della collettività in cui vivono, diventando patrimonio di tutti e, in particolare, dei cittadini che vivono in condizioni di disagio, di precarietà, di debolezza strutturale dei servizi e delle molteplici povertà emergenti.

Anzi, la mirata azione preventiva e l' efficace attività repressiva di annientamento del malaffare e di neutralizzazione dell'illegalità consolida lo spirito di coloro che si rispecchiano nelle antiche e nobili tradizioni culturali di questa terra dalla quale non intendono allontanarsi.

Una prova impegnativa che interpella la coscienza di tutti.

Ma non basta!

E' necessario che la coscienza di ognuno diventi coscienza collettiva al servizio di una speranza che già è presente nelle scuole, nelle università, nelle parrocchie, nelle associazioni di volontariato, nella società civile e nei corpi sociali.

C'è bisogno di un sentire comune per vivere una rinnovata stagione con l'obiettivo profetico di provocare, sfidare, affiancare ed affermare i valori della legalità.

C'è bisogno di sostenere i giovani, soprattutto coloro che non sempre, sin dall'infanzia, respirano i valori e l'etica del rispetto della persona e della dignità altrui.

Si tratta di un cammino duro e impervio che esige forza d'animo e convinzione per fornire adeguate risposte alle tante difficoltà dei territori.

Non dobbiamo chiederci se riusciremo nell'intento, di cui auspichiamo la rapida realizzazione, ma dobbiamo piuttosto operare con determinazione per essere cittadini responsabili e solidali.

Sant'Agostino diceva: "In necessitas unitas, in dubiis libertas, in omnibus charitas" - "Unità nelle cose fondamentali, libertà dove c'è dubbio, carità in tutto".

E' l'ora dell'unità e della concordia per sconfiggere il nostro comune nemico che ha un nome che noi conosciamo: Ndrangheta.

 

Reggio Calabria, 6 aprile 2017

                                                                    Michele di Bari

Pubblicato il :

 Riunione in Prefettura per le problematiche occupazionali del Porto di Gioia Tauro: clima disteso di dialogo e confronto tra le parti

 
Il Prefetto Michele di Bari ha presieduto, nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, la riunione per l'esame delle problematiche occupazionali del Porto di Gioia Tauro.

All'incontro hanno partecipato il Questore, il Direttore dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro, il Segretario Generale f.f. dell'Autorità Portuale di Gioia Tauro, il Direttore Generale della Medcenter Container Terminal, le Organizzazioni Sindacali FILT CGIL, FIT CISL, UIL Trasporti, UGL Mare e SUL C.T.

La riunione ha registrato un clima di distensione tra le parti che, raccogliendo l'invito rivolto dal Prefetto, hanno mostrato apertura confronto per la definizione delle problematiche concernenti il numero dei lavoratori MCT in esubero da ricollocare nell'ambito dell'Agenzia di lavoro Portuale.

A tale ultimo riguardo l'Autorità Portuale di Gioia Tauro, a seguito di specifica richiesta delle Organizzazioni Sindacali, ha convocato per la mattinata del 6 aprile prossimo, la parte datoriale e le citate OO.SS. per l'avvio delle procedure di raffreddamento e di conciliazione in ordine alla preannunciata astensione dall'attività lavorativa le cui modalità sono state già calendarizzate, per ogni tipologia di lavoro, dal 13 al 24 aprile p.v..

Pubblicato il :

 Le Istituzioni compatte per dare una 'nuova cittadinanza" ai minori e ai giovani appartenenti a famiglie di 'ndrangheta che scelgono la via della legalità

 
Si è tenuta stamane, presso il Palazzo del Governo, la riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica convocata dal Prefetto Michele di Bari per attivare un focus sul disagio sociale e psicologico che vivono alcuni giovani appartenenti a famiglie di ' ndrangheta .

All'incontro hanno partecipato il Questore, il Comandante Provinciale dell'Arma dei Carabinieri, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, il Presidente della Corte d'Appello di Reggio Calabria, il Procuratore Distrettuale Antimafia, il Presidente del Tribunale per i Minorenni e il Procuratore del Tribunale per i Minorenni, il Sindaco del Comune Capoluogo, il Garante Regionale per l'Infanzia e l'Adolescenza, il Rettore dell'Università Mediterranea, il Dirigente Scolastico Provinciale, rappresentanti dell'Università per gli Stranieri e dell'ASP.

Le Istituzioni si sono interrogate su come prefigurare percorsi di accompagnamento per quanti aspirano ad una " nuova cittadinanza ": un ulteriore tassello da aggiungere alla strategia complessiva di contrasto alla ' ndrangheta , che grazie all'efficace azione di repressione da parte dell'Autorità Giudiziaria e delle Forze dell'Ordine sta subendo duri colpi.

L'incontro ha avuto lo scopo di promuovere un'azione sinergica delle Istituzioni interessate, ognuno per la propria specificità, orientata a quei giovani che, vivendo in un contesto sociale a rischio di devianza, hanno la voglia di riscattarsi da un modello di vita spesso segnato.

In quest'ottica, è stato richiamato il Protocollo d'Intesa sottoscritto in Prefettura lo scorso 8 febbraio 2017 per assicurare la piena attuazione delle funzioni di tutela dei minori destinatari di provvedimenti giudiziari civili e penali grazie al quale vengono messe in atto azioni sinergiche per favorire modalità operative integrate di assistenza e sostegno psicologico/neuropsichiatrico a minori e giovani adulti entrati nel circuito penale.

" Non si parte dall'anno "zero" - ha sottolineato il Prefetto Michele di Bari - perché bisogna dare atto alla società civile reggina che è diventata anch'essa protagonista attiva nella lotta alla ' ndrangheta: il cambiamento culturale cui si auspica - evitare la doppia marginalizzazione di chi sceglie di cambiare strada - parte da una sensibilizzazione di cui le stesse Istituzioni stanno scegliendo oggi, responsabilmente, di farsi carico.

Nel corso del Comitato sono state tracciate le linee di " un'azione di sistema " che mira alla tutela e al sostegno di minori e giovani per un'effettiva integrazione nella società civile: le scuole di ogni ordine e grado e le Università reggine sono state sensibilizzate a formare il personale docente; l'ASP e gli Enti competenti ad assicurare figure professionali e servizi adeguati; sono stati individuati "filtri culturali" per promuovere e coinvolgere il cambiamento e riconquistare il territorio appartenente alla ' ndrangheta e in quest'ottica è fondamentale il coinvolgimento della società civile attiva, delle Associazioni di volontariato e delle aggregazioni sociali.

Conoscere il fenomeno ed affrontarlo collegialmente è lo strumento concreto per promuovere il cambiamento culturale per una più incisiva s trategia di contrasto alla ' ndrangheta .

Pubblicato il :

 Convocati per domenica 11 giugno 2017 i comizi per l'elezione diretta dei Sindaci e per il rinnovo dei Consigli comunali

 
Il Prefetto Michele di Bari, con decreto in data 5 aprile 2017, ha convocato per domenica 11 giugno 2017 i comizi per l'elezione diretta dei Sindaci e per il rinnovo dei Consigli dei seguenti Comuni: Antonimina, Bagnara Calabra, Bivongi, Bovalino, Bova Marina, Calanna, Campo Calabro, Caraffa del Bianco, Caulonia, Ciminà, Ferruzzano, Gioia Tauro, Grotteria, Laganadi, Laureana di Borrello, Motta San Giovanni, Palmi, Placanica, Portigliola, San Luca, Sant'Eufemia d'Aspromonte, Staiti, Terranova Sappo Minulio, Varapodio e Villa San Giovanni.

L'eventuale turno di ballottaggio per l'elezione diretta dei Sindaci è fissato per domenica 25 giugno 2017.

Le operazioni di voto si svolgeranno nella sola giornata di domenica dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

Pubblicato il :

 Sottoscritto al Palazzo del Governo il Protocollo di Legalità tra Prefettura di Reggio Calabria e Comune di Reggio Calabria

 
È stato sottoscritto nella mattinata odierna, presso questo Palazzo del Governo, il Protocollo di Legalità redatto in attuazione del Protocollo di Azione e Vigilanza Collaborativa stipulato in data 8 novembre 2016 tra l'Autorità Nazionale Anticorruzione, la Prefettura, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria e il Comune di Reggio Calabria.

Conclusa l'istruttoria di rito, il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, ha, quindi, invitato il Sindaco di Reggio Calabria a formalizzare l'Intesa, che avrà, come accennato, quale prioritaria mission istituzionale quella di dar luogo a mirati strumenti di verifica e controllo antimafia.

Il Protocollo, infatti, estende a tutta la filiera dei contraenti e subcontraenti le misure di salvaguardia previste dalla normativa di settore, il D. Lgs. n. 159/2011, ma prevede anche attività di vigilanza al cantiere da parte delle Forze di Polizia a carattere continuativo, stringenti meccanismi di tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi della Legge n. 136/2010, nonché ulteriori controlli nell'ambito delle procedure di reclutamento ed assunzione del personale.

A tal ultimo proposito è espressamente prevista una attività di monitoraggio, normata all'art. 11 del Protocollo di Legalità che, per tale specifico aspetto, è stato sottoscritto anche dal rappresentante della locale Ispettorato Territoriale del Lavoro, e dai Segretari di Categoria Fillea CGIL, Filca CISL e Feneal UIL, presenti nell'occasione.

Il documento di legalità si inquadra all'interno delle più ampie attività di prevenzione e contrasto alla ' ndrangheta ed ai fenomeni di corruzione promosse dalla Prefettura di Reggio Calabria e rientra fra le specifiche iniziative rivolte al settore degli appalti pubblici, anche alla luce dei segnali concernenti un forte interesse della organizzazione criminale calabrese in direzione dei finanziamenti che saranno erogati per la realizzazione di importanti opere pubbliche nella Città di Reggio Calabria e nella provincia in genere.
 
Pubblicato il :

 Convocato per la giornata di domani un Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

 
Il Prefetto di Bari ha convocato per la giornata di domani un Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica finalizzato ad attivare un focus sul disagio sociale che vivono alcuni giovani appartenenti a famiglie di 'ndrangheta.

All'incontro parteciperanno il Questore, il Comandante Provinciale dell'Arma dei Carabinieri, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, il Procuratore Distrettuale Antimafia, il Presidente del Tribunale di Reggio Calabria, il Presidente del Tribunale per i Minorenni e il Procuratore del Tribunale per i Minorenni, il Sindaco del Comune Capoluogo, l'Assessore Regionale per il Welfare, il Garante Regionale per l'Infanzia e l'Adolescenza, il Rettore dell'Università Mediterranea, il Rettore dell'Università per gli Stranieri e il Dirigente Scolastico Provinciale.

Lo scopo dell'incontro è quello di promuovere un'azione sinergica delle Istituzioni coinvolte orientata a quei giovani che, vivendo in un contesto sociale particolare, hanno la voglia di riscattarsi da un modello di vita già segnato.

In quest'ottica sarà incentrata l'attività intesa a favorire modalità operative coordinate a tutela e a sostegno di minori e giovani adulti che, desiderosi di un " cambiamento ", vivono situazioni di disagio e difficoltà per un'effettiva integrazione nella società civile.
Pubblicato il :

 Il prossimo 6 aprile, al Palazzo del Governo, la sottoscrizione del Protocollo di Legalità tra la Prefettura di Reggio Calabria ed il Comune di Reggio Calabria

 
Sarà sottoscritto il prossimo 6 aprile, alle ore 11.00, presso questo Palazzo del Governo il  Protocollo di Legalità  redatto in attuazione del  Protocollo di Azione e Vigilanza Collaborativa  stipulato in data 8 novembre 2016 tra l'Autorità Nazionale Anticorruzione, la Prefettura, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria e il Comune di Reggio Calabria.

Completato  l'iter  istruttorio per addivenire alla stipula dell'atto con la delibera n. 45 della Giunta Comunale dello scorso 27 marzo 2017, il Prefetto Michele di Bari ed il Sindaco del Comune di Reggio Calabria firmeranno  l'Atto pattizio  finalizzato a garantire una rapida e corretta esecuzione e gestione delle 25 opere pubbliche previste dall'art. 3 del citato Protocollo di  Vigilanza collaborativa .

Il  Protocollo  prevede l'introduzione, nell'ambito dei bandi pubblici, di stringenti verifiche antimafia e di clausole anticorruzione con previsione di azioni risolutorie del contratto in caso di positivo riscontro di illeciti: in tale ottica, la Prefettura di Reggio Calabria ha già costituito il "gruppo di lavoro" che effettuerà l'attività di verifica, anche attraverso i "Gruppi interforze", del flusso informativo trasmesso dal Comune di Reggio Calabria.

Il documento di legalità si inquadra all'interno delle più ampie attività di prevenzione e contrasto alla ' ndrangheta ed ai fenomeni di corruzione promosse dalla Prefettura di Reggio Calabria e rientra fra le specifiche iniziative rivolte al settore degli appalti pubblici, anche alla luce dei segnali concernenti un forte interesse della organizzazione criminale calabrese in direzione dei finanziamenti che saranno erogati per la realizzazione di importanti opere pubbliche nella Città di Reggio Calabria e nella provincia in genere.

La presentazione sarà effettuata alla stampa nel corso della cerimonia di sottoscrizione.

Pubblicato il :

 
Torna su