Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

NOTIZIE

 

 Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza

 
Il Prefetto Michele di Bari ha convocato per giovedì 15 novembre, alle ore 11,30, presso il Palazzo del Governo, la Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza .

Alla riunione, presieduta dal Prefetto Michele di Bari, parteciperanno i Prefetti della Calabria, i Questori, i Comandanti regionali e provinciali dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Direttore Marittimo della Calabria e della Basilicata tirrenica, il Capo Centro D.I.A. di Reggio Calabria, i Presidenti delle Corti d'Appello di Reggio Calabria e Catanzaro, i Procuratori Generali presso le Corti d'Appello di Reggio Calabria e Catanzaro, i Procuratori della Repubblica titolari della Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria e Catanzaro, nonché il Direttore Nazionale della Direzione Investigativa Antimafia.

Gli Organi di Stampa sono invitati per le consuete riprese e per la conferenza stampa finale.

Pubblicato il :

 Sciopero nazionale dei Vigili del Fuoco di 4 ore per la giornata del 10 novembre 2018

 
La Prefettura di Reggio Calabria informa che l' Organizzazione Sindacale CONEPO, Sindacato Autonomo dei Vigili del Fuoco, ha proclamato lo sciopero nazionale di 4 ore, dalle ore 9,30 alle ore 13,30, della categoria dei Vigili del Fuoco, per il prossimo 10 novembre.

Il predetto sciopero interessando servizi pubblici essenziali, individuati dall'art. 1 della legge 12 giugno 1990 n. 146, pertanto, è sottoposto alle limitazioni previste da specifiche norme pattizie di salvaguardia.

 

Pubblicato il :

 Criticità delle fiumare del territorio metropolitano: riunione in Prefettura

 
Convocata dal Prefetto Michele di Bari, si è tenuta nella mattinata odierna, presso il Salone degli Stemmi di questo Palazzo del Governo, una riunione per l'esame delle problematiche connesse al dissesto idrogeologico e alle  criticità dei corsi d'acqua del territorio metropolitano.

All'incontro hanno partecipato, tra gli altri, il Commissario Straordinario per la mitigazione del rischio idrogeologico, il Dirigente della Protezione Civile Regionale, il Dirigente del Dipartimento LL.PP. della Regione Calabria, il Sindaco di San Roberto in qualità di Presidente dell'associazione dei Sindaci "Area dello Stretto", il Sindaco di Bagaladi in qualità di Presidente dell'Associazione dei Sindaci "Area Grecanica", il Sindaco di Melicuccà in qualità di rappresentante dell'Associazione dei Sindaci "Città degli Ulivi", un Consigliere delegato per la Città Metropolitana,  il Dirigente  dei lavori Pubblici della Città metropolitana, i Rappresentanti della Autorità di Bacino, dell'Azienda Calabria Verde  e del Consorzio di Bonifica Basso Ionio Reggino.

E' stata esaminata, in maniera approfondita, la condizione delle aste fluviali che necessitano di interventi di manutenzione ordinaria  e straordinaria  in considerazione della situazione di criticità in cui versano, aggravatasi a seguito degli ultimi eventi metereologici di particolare intensità. Interventi di cui è necessario garantire la tempestività onde scongiurare ogni rischio per la pubblica e privata incolumità.

A tal fine, si è convenuto che  i Sindaci dei Comuni del territorio Metropolitano proporranno una modifica alla normativa regionale vigente per consentire lo snellimento delle procedure in merito all'autorizzazione dell'estrazione di inerti fluviali finalizzate al ripristino dell'officiosità dei corsi d'acqua conseguenti a calamità naturali o dirette a prevenire situazioni di pericolo.

Pubblicato il :

 Lavori di manutenzione straordinaria sul Raccordo autostradale. Il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, convoca una nuova riunione del COV in Prefettura

 
Importanti lavori di manutenzione straordinaria sono in corso da parte dell'ANAS sul raccordo autostradale che collega l'Autostrada SA-RC alla SS106, tagliando a monte la Città di Reggio Calabria.

Si tratta di una importante arteria di mobilità urbana che registra forte  intensità di traffico tanto in entrata quanto in uscita dalla Città.

E' per evitare disagi agli automobilisti e garantire piena funzionalità ai servizi essenziali che su disposizione del Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, è stato convocato già lo scorso 10 ottobre il Comitato Operativo per la Viabilità (COV) al fine di gestire l'inevitabile situazione di emergenza e individuare le più idonee misure di prevenzione e vigilanza.

In particolare, in quella sede, ,è stato concordato di ridurre i tempi di realizzazione dell'intervento  disponendo che i lavori nei cantieri fissi, collocati in modo da garantire i flussi di traffico in entrambi i sensi, siano eseguiti  H24, prevedendo altresì l'operatività del cantiere mobile solo a partire dalle ore 9,00, ovvero dopo l'orario di maggiore flusso.

L'avvio dei lavori, tuttavia, ha fatto registrare consistenti code lungo la detta arteria in specie nelle ore di punta con gravi disagi per gli utenti.

Per  individuare ulteriori soluzioni  questa Prefettura ha indetto nel pomeriggio odierno  una nuova riunione del COV-  presenti i Rappresentanti  dell'ANAS,  delle Forze di Polizia, della Polizia Stradale, della Polizia metropolitana, del Comune di Reggio Calabria, del SUEM 118,  della Protezione Civile regionale,-  durante la quale  sono state esaminate delle iniziative per garantire maggior fluidità alla circolazione.

Dagli approfondimenti svolti è emersa la necessità di intensificare i servizi di vigilanza sulla detta arteria e, pertanto, pattuglie della Polizia municipale e metropolitana presidieranno, negli orari di maggior criticità, i principali svincoli e in particolare quelli di Ravagnese, Cardinale Portanova e Modena.

L'obiettivo è quello di agevolare lo scorrimento del traffico e prevenire ogni condotta illecita tale da aggravare la situazione della circolazione stradale.

 Va segnalato che per i mezzi di emergenza è stato previsto l'utilizzo delle corsie di cantiere.

Pubblicato il :

 Proseguono le operazioni di contrasto al caporalato e al lavoro nero. Significativi i risultati anche nell'ultimo bimestre 2018

 
Continuano senza sosta le operazioni di prevenzione e di contrasto all'intermediazione illecita ed allo sfruttamento del lavoro e, in genere, del caporalato e del lavoro nero, disposte dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, d'intesa con il Questore di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, ed i Comandanti Provinciali dei Carabinieri, Giuseppe Battaglia, e della Guardia di Finanza, Flavio Urbani.

In linea con le direttive impartite in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, le attività di controllo, lo scorso 2 novembre,  si sono concentrate nel territorio della Locride ed hanno riguardato aziende agricole e zootecniche tra Bianco e Bruzzano Zeffirio.

Una di esse è stata sanzionata per inadempimento dei sistemi di autocontrollo ed il titolare di altra azienda denunciato per violazione della disciplina concernente le procedure di identificazione e annotazione dei registri degli animali allevati con il conseguente sequestro di circa 20 suini.

Nel penultimo bimestre del corrente anno, ovvero tra settembre e ottobre 2018,  sono state effettuate complessivamente 10 operazioni interforze e sono state 42 complessivamente le aziende controllate, tutte operanti nel comparto agricolo, di cui 38 nella Piana di Gioia Tauro (nei territori dei Comuni di Taurianova, Cittanova, Rizziconi, San Ferdinando, Polistena, Rosarno, Melicucco, Gioia Tauro, Palmi e Santa Cristina in Aspromonte) e 4 site in Sant'Ilario dello Jonio, un Comune della Locride.

Sono state elevate sanzioni per oltre 290.000,00 euro e sporte due denunce nei confronti di titolari di imprese agricole per aver sottoposto lavoratori extracomunitari a condizioni di sfruttamento, alcuni risultati privi di permesso di soggiorno.

A partire dall'anno 2015 al  2 novembre del corrente anno i dispositivi di intervento, ulteriormente potenziati e intensificati, sono sfociate in sanzioni amministrative per un importo complessivo di € 3.023.290 euro e nel controllo di 782 aziende, operanti nei settori agricoli ed agroalimentari, zootecnici, e dell'edilizia, nel deferimento all'A.G. di 61 persone per violazione delle normative sul lavoro, sulla igiene e salute pubblica e sulla tutela dell'ambiente, e in oltre 2.255 perquisizioni di natura personale.

Le iniziative di controllo proseguiranno al fine di porre in essere concreti interventi preventivi e di chiara deterrenza per coloro che sfruttano la manodopera, anche straniera

Il riacquisto alla legalità dei settori economici e produttivi , in un contesto caratterizzato da endemici fenomeni di illegalità ed abusivismo, è, infatti, condizione ineludibile di sviluppo in uno con la coscienza da parte delle imprese che la loro azione non è avulsa da forme di responsabilità sociali e da impegni di sostenibilità ambientale.

Pubblicato il :

 Revoca Sciopero nazionale di 24 ore per la giornata del 9 novembre 2018

 
La Prefettura di Reggio Calabria, informa che le Organizzazioni Sindacali ANAAO ASSOMED-CIMO - FP CGIL MEDICI E DIRIGENTI SSN - FVM - FASSID(AIPAC-AUPI-SIMET-SINAFO-SNR) - CISL MEDICI - FESMED -ANPO - ASCOTI - FIALS MEDICI - COORDINAMENTO NAZIONALE DELLE AREE CONTRATTUALI MEDICA VETERINARIA SANITARIA UIL FPL hanno revocato lo sciopero nazionale di 24 ore del personale della dirigenza medica, veterinaria, sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa del Servizio Sanitario Nazionale, degli Istituti di Ricovero e Cura a carattere scientifico (IRCCS), degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali (IZS), delle Agenzie Regionali per la Protezione Ambientale (ARPA) e delle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Nazionale, compresi quelli delle strutture anche di carattere privato e/o religioso che intrattengono un rapporto di convenzione e/o accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale tutti i settori pubblici e privati, compreso il Comparto Scuola e il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, previsto per il prossimo 9 novembre.

Pubblicato il :

 Riunione relativa all'esondazione del torrente Tuccio

 
Nella mattinata odierna, convocata dal Prefetto Michele di Bari, si è tenuta una riunione al fine di fare il punto della situazione determinatasi a seguito delle intense precipitazioni verificatesi nella giornata di ieri.

All'incontro hanno partecipato i Sindaci di Bagaladi, di Melito Porto Salvo, di Montebello Jonico, di Roghudi e San Lorenzo, nonché  dei Comuni di Reggio Calabria, Motta San Giovanni, della Città Metropolitana, della Protezione Civile Regionale, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, del Consorzio di bonifica del Basso Jonio Reggino, della Sorical e di Azienda Calabria Verde.

Nel corso della riunione è stata evidenziata la delicata situazione del torrente Tuccio, con particolare riferimento ai diversi crolli degli argini che stanno destando preoccupazioni per i centri abitati adiacenti.

La nuova esondazione del Tuccio, avvenuta nella giornata di ieri,  ha divelto un'ulteriore porzione della condotta SORICAL con la conseguente interruzione della fornitura idrica nei menzionati Comuni e nella zona sud della Città di Reggio Calabria.

Al fine di definire i tempi di ripristino della rete è stato disposto un immediato sopralluogo congiunto, con gli Enti intervenuti, al termine dell'incontro.

Sono state, inoltre, segnalate numerose frane, in particolare nel territorio comunale di Motta San Giovanni, che hanno provocato disagi agli abitanti di alcune frazioni.

 Analoghi disagi sono stati segnalati per la strada di accesso in una frazione del Comune di San Lorenzo, dove si è registrato anche il danneggiamento della condotta del depuratore consortile.

Un approfondimento sulla situazione generale delle fiumare del territorio provinciale e sulle iniziative da porre in essere per la messa in sicurezza delle stesse sarà poi oggetto, il prossimo 8 novembre, di una apposita riunione con gli Enti competenti presso questo Palazzo del Governo.

Pubblicato il :

 
Torna su