Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

Protezione Civile

 

 COMUNICATO STAMPA n. 7 del 26 gennaio 2017

 
Si è conclusa oggi, alle 12,30,  l'attività dell'Unità di crisi costituita, presso il Palazzo del Governo, dallo scorso 22 gennaio, dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, a seguito dell'allerta meteo.

L' Unità di crisi, avvalendosi, nei 4 giorni di  intensa operatività,  di circa 3.400 uomini appartenenti alle varie Componenti  provinciali del Sistema di Protezione Civile ha trattato ben 121 segnalazioni di criticità   per le quali sono stati effettuati tempestivi interventi.

In atto non sussistono situazioni di emergenza e alcuni lavori, concernenti soprattutto la sistemazione delle strade e il rifacimento dei muri d'argine  di taluni corsi d'acqua, saranno effettuati dai competenti Enti territoriali (Regione, Provincia e Comuni).

Anche quest'occasione ha posto in evidenza la spiccata professionalità e l'alto senso di abnegazione dei Dirigenti e del personale della Prefettura, delle Forze dell'Ordine,  dei Vigili del Fuoco,  della Protezione civile regionale e provinciale,  della Provincia - Settori Viabilità e Difesa del Suolo,   del SUEM118,   dell' ANAS Viabilità,  dell' ENEL e RFI  nonché delle Associazioni di volontariato che hanno garantito, senza soluzione di continuità, le attività di soccorso.

Il Prefetto, Michele di Bari, esprime, pertanto, vivo apprezzamento nei confronti di tutti coloro che, in tale contingenza, hanno profuso il massimo impegno   a salvaguardia della pubblica e privata incolumità.

Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA n. 6 del 25 gennaio 2017

 
Prosegue ininterrottamente l'attività dell'Unità di crisi costituita presso il Palazzo del Governo dallo scorso 22 gennaio dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito dell'allerta meteo.

Sino ad ora l'Unità di crisi, avvalendosi delle varie Componenti  provinciali del Sistema di Protezione Civile - Forze dell'Ordine, Vigili del Fuoco, Protezione civile regionale e provinciale,  SUEM118,  ANAS Viabilità, ENEL, RFI e Associazioni di volontariato - ha trattato ben 110 segnalazioni di criticità  di cui 106 definite e 4 tuttora in corso.

In particolare,  si è provveduto, attraverso la Regione Calabria, a scopo preventivo, a garantire  la presenza di un  servizio autobotte per  l'approvvigionamento idrico nei Comuni di Motta san Giovanni, San Lorenzo, Melito Porto Salvo, Roghudi, Montebello e Reggio Calabria- zona Sud nei quali si  potrebbe verificare l'esigenza di intervento in conseguenza  dell'eventuale interruzione del relativo servizio a causa di un guasto, in corso di riparazione,  alla condotta di adduzione della So.Ri.Cal.

Alcuni tratti di strade provinciali, interessati da frane, in particolare  in prossimità dei Comuni di Gerace, Bovalino, Motta San Giovanni, Caulonia, San Lorenzo, Grotteria e Platì sono stati resi percorribili mediante l'intervento di personale e mezzi del Settore Viabilità della Provincia su attivazione della Sala operativa. 

Sono stati, altresì, disposti, sopralluoghi congiunti  tra i tecnici comunali e i geologi della Regione Calabria per la verifica di possibili evoluzioni di fenomeni franosi nei Comuni di Marina di Gioiosa Jonica e Siderno.

E' in atto monitorata, da parte del personale del Settore 13 della Provincia unitamente a quello dell'Ufficio tecnico comunale, l'esondazione del fiume  Bonamico nelle campagne del  territorio del Comune di San Luca.

La viabilità lungo l'arteria autostradale viene costantemente monitorata unitamente alle strade statali, di competenza ANAS, che risultano attualmente percorribili, anche il ponte sull'Allaro della Statale 106 jonica in Caulonia, la cui campata è stata danneggiata, è transitabile  con senso unico alternato attivato con dispositivo semaforico.  

In atto i collegamenti sullo Stretto di Messina sono regolari;  sono stati riattivati anche quelli tra Reggio Calabria e il porto di Tremestieri, dove è stato riaperto al traffico pesante uno dei due moli in modalità alternata.

La sala operativa della Prefettura, che continuerà ad operare H 24 sino a cessate esigenze, manterrà costanti contatti con Comuni per eseguire con  tempestività i necessari interventi di soccorso.
Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA n.5 del 24 gennaio 2017

 
Prosegue ininterrottamente l'attività' dell'Unità di crisi costituita in Prefettura dallo scorso 22 gennaio dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito dell'allerta meteo.

La viabilità lungo l'arteria autostradale è assicurata regolarmente.

In atto i collegamenti sullo Stretto di Messina sono regolari, salvo quelli tra Reggio Calabria e il porto di Tremestieri che risultano sospesi per chiusura dello stesso porto messinese.

Permangono sulla linea ferroviaria  Jonica rallentamenti in prossimità dei tratti tra Palizzi e Bova Marina e tra  Roccella Jonica e Caulonia dove il limite di velocità è stato determinato in 40 km orari.

Il personale ed i mezzi dell'Amministrazione provinciale stanno operando senza sosta su vari tratti di strade per eliminare detriti e smottamenti.

Risulta ripristinato il transito disposto a senso unico alternato sulla SS 106 Jonica  precedentemente interrotto per il cedimento di due campate del ponte sull'Allaro nella carreggiata già inibita al traffico nei pressi di Caulonia.

L'Enel sta lavorando per eliminare le criticità presenti nei Comuni di Caulonia, Reggio Calabria e Stignano.

Nella notte in località Pellaro a causa di uno smottamento di terreno una squadra dei Vigili del Fuoco è intervenuta per soccorrere alcune persone rimaste coinvolte, una delle quali è stata recuperata con barella.

In località Laureana di Borrello sulla SP 58 una pattuglia di Carabinieri  ha tratto in salvo una persona rimasta bloccata nell'auto a causa dello straripamento di un torrente.

Presso il Comune di Placanica è stata ripristinata la viabilità verso il Santuario S. Domenica precedentemente isolato per frana.

E' in atto monitorata da parte del personale della Provincia, l'esondazione del fiume Mesima su strada provinciale, già chiusa precedentemente al traffico, in territorio del Comune di Laureana di Borrello.

Molti Comuni della provincia visto il perdurare del maltempo hanno emesso anche per la giornata odierna ordinanza di chiusura delle scuole.

La sala operativa della Prefettura  mantiene costanti contatti con Comuni per eseguire con  tempestività i necessari interventi di soccorso.

L'Unità di crisi continuerà ad operare ininterrottamente fino a cessate esigenze.
Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA n. 2 del 23 gennaio 2017 Allerta meteo

 
Prosegue l'operatività dell'Unità di crisi attivata dalle ore 21.00 di ieri dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito dell'allerta meteo che ha previsto una evoluzione dell'andamento delle piogge con possibili rischi di frane e/o esondazioni, in particolare nelle aree classificate a rischio idrogeologico ed idraulico dal PAI.

Durante tutta la notte e ancora oggi l'Unità di crisi sta operando per la risoluzione delle situazioni di criticità determinate dal maltempo.

In particolare, a causa delle avverse condizioni metereologiche, nella mattinata di oggi, l'Aeroporto di Reggio Calabria è stato temporaneamente chiuso  ed il traffico aereo è stato dirottato a Lamezia Terme.

Sono stati attivati i Vigili del Fuoco e i Vigili Urbani per l'allagamento del sottopasso svincolo SS 106 - San Leo, che è stato interdetto alla circolazione sia in direzione sud che in direzione nord.

Per quanto concerne le Strade Provinciali, vi sono stati interventi sulla SP che collega la frazione di S. Elia di Montebello e la frazione di Fossato Jonico, interessata da un evento franoso e sulla SP 66 per una frana che ha interessato la carreggiata in prossimità del Comune di Staiti.

Vi è stata, inoltre, necessità di intervento da parte del settore Demanio idrico e fluviale della Provincia nel tratto stradale SP 68 per rischio esondazione della fiumara "Bruzzano".

A scopo precauzionale, a Melito Porto Salvo sono state evacuate 2 famiglie abitanti in zone vicine alla fiumara Tuccio.

E' stato prontamente ripristinato dalle squadre dell'Enel il guasto elettrico segnalato nell'ambito del comune di Cardeto, ove nella mattinata odierna, a causa dei violenti temporali, gran parte della popolazione risultava priva di energia elettrica.

Sono, altresì, in corso attività di ripristino della rete viaria di collegamento fra Condofuri e la contrada Muccari, ove sono anche intervenuti i Carabinieri in soccorso di una signora bisognosa di cure mediche.

L'Unità di crisi continuerà ad operare anche durante la notte e fino a cessate esigenze ed è in costante contatto con la Sala operativa della Protezione Civile  Regionale  e la Sala situazione Italia del Dipartimento  della Protezione Civile nazionale.
Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA n.4 del 23 gennaio 2017 Allerta Meteo

 
Il Prefetto Michele di Bari si è recato nel primo pomeriggio di oggi nel territorio del Comune di Melito Porto Salvo per constatare personalmente il perdurare delle criticità venutesi a determinare a causa delle avverse condizioni metereologiche e, in particolare, ha visitato una struttura per disabili in contrada Prunella, nei pressi della quale sono stati eseguiti accertamenti da parte della Guardia di Finanza, della Polizia Provinciale, del Gruppo Carabinieri Forestale e dei Vigili del Fuoco per verificare la staticità di un muro di cinta posto a monte della struttura stessa.

Numerose e diffuse sono le attività coordinate dall'Unità di crisi costituita in Prefettura, in particolare i Vigili del Fuoco sono attualmente impegnati unitamente ai Carabinieri nel Comune di Bagaladi per prestare soccorso a 2 persone rimaste isolate in conseguenza dell'esondazione dei torrenti . La sala operativa dell' unità di crisi di protezione civile mantiene costanti contatti con Comuni per eseguire con tempestività i necessari interventi di soccorso.

La viabilità dell' autostrada è regolare, mentre la SS 106 jonica risulta interrotta per il cedimento di due campate del ponte sull'Allaro nella carreggiata già inibita al traffico nei pressi di Caulonia.

Sulle strade provinciali 85 Agnana-Canolo, SP 120 San Giorgio Morgeto, SP 81 Portigliola, SP 8 Grotteria, SP 66 Staiti e SP 4 Maropati sono in corso interventi finalizzati all'eliminazione di frane e smottamenti ; in atto i collegamenti sullo Stretto sono regolari, salvo i collegamenti tra Reggio Calabria e Tremestieri che risultano sospesi. Le ferrovie segnalano sulla linea Jonica rallentamenti in prossimità dei tratti tra Palizzi e Bova Marina, e tra Roccella Jonica e Caulonia dove il limite di velocità è stato determinato in 40 km orari.

L'Enel sta intervenendo su tutte le interruzioni di erogazione dell'energia con gruppi elettrogeni in modo da garantire il ripristino del servizio nel più breve tempo possibile che si sono verificate in alcune zone dei Comuni di Caulonia, Reggio Calabria e Stignano

Complessivamente sono mobilitati sul territorio più di trecentocinquanta operatori tra Vigili del Fuoco e Forze di Polizia e volontari di Protezione Civile.

Il raccordo con la Sala operativa della Protezione Civile Regionale è continuo.

L'Unità di crisi continuerà ad operare ininterrottamente fino a cessate esigenze.
Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA n. 3 del 23 gennaio 2017 Allerta meteo

 
Procede senza sosta l'operatività dell'Unità di crisi attivata dalle ore 21.00 di ieri 22 gennaio dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito dell'allerta meteo.

Presso la sala operativa di Protezione Civile della Prefettura sono presenti rappresentanti della Polizia di Stato, Carabinieri, Gruppo Carabinieri Forestale, Guardia di Finanza, la Polstrada, Polizia Provinciale e Polizia Municipale di Reggio Calabria, della Direzione marittima di Reggio Calabria, nonché i Vigili del Fuoco e il SUEM 118, i rappresentanti della Protezione Civile della Regione Calabria e della Provincia, oltre i rappresentanti di Anas- viabilità, Provincia settori Viabilità e Difesa del suolo, dell'Enel e di RFI.

Nel corso della giornata sono state affrontate diverse situazioni di criticità, presenti soprattutto nella fascia ionica della provincia.

In particolare, sono stati rimossi i detriti della frana che si era abbattuta sull'arteria principale del Comune di Placanica e si è risolto il rallentamento dei treni nella tratta tra Bova e Palizzi, causato da forti mareggiate.

Per quanto riguarda la situazione dei torrenti, vengono costantemente monitorati dal settore Demanio idrico e fluviale della Provincia, l'ingrossamento del torrente Santa Venere del Comune di San Luca, nonché il sottopasso della SP 72. Risulta, altresì, all'attenzione dei Vigili del Fuoco, intervenuti sul posto, il torrente Sideroni del Comune di Bova marina.

E' stato attivato il settore Viabilità della Provincia per la caduta massi sulla SP 32 tra S. Cristina ed Oppido Mamertina.

E' tuttora mantenuto costante il raccordo con la Sala operativa della Protezione Civile Regionale e la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile nazionale.
Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA n. 1 del 22 gennaio 2017 Allerta meteo - Attivazione unità di crisi

 
Il Prefetto Michele di Bari, alle ore 21 di questa sera, ha attivato l'Unità di crisi presso la Prefettura alla luce dell'allerta meteo pervenuta in queste ore che prevede una evoluzione dell'andamento delle piogge con possibili rischi di frane e/o esondazioni, in particolare nelle aree classificate a rischio idrogeologico ed idraulico dal PAI.

L'allerta riguarda tutto il territorio provinciale e molti Comuni hanno adottato ordinanze di chiusura degli Istituti scolastici per la giornata di domani fra cui anche il Capoluogo.

La Prefettura, già dalla giornata di ieri, dopo aver tenuto una riunione con la Provincia e gli Amministratori dei Comuni sede COM del territorio e con i vari componenti del sistema di Protezione Civile (Forze dell'Ordine, Vigili del Fuoco, ANAS, RFI)  ha diramato una circolare a tutti i Sindaci della provincia per sensibilizzare tali Enti sulla necessità di effettuare le necessarie verifiche delle opere idrauliche di pertinenza, relative sia alla regimentazione dei torrenti e dei fiumi sia al convogliamento delle acque meteoriche urbane nonchè di attuare il costante monitoraggio, anche con presidi territoriali, delle situazioni a rischio idrogeologico, ponendo in essere ogni misura utile a salvaguardia della pubblica e privata incolumità adottando idonei interventi atti a prevenire eventuali situazioni di pericolo.
Pubblicato il :

 Precipitazioni nevose. Cessata l'attività dell'unità di crisi istituita presso la Prefettura.

 
Si è conclusa nella serata odierna l'attività dell'unità di crisi operativa dallo scorso 6 gennaio presso questa Prefettura e istituita dal Prefetto per fronteggiare le varie situazioni di emergenza determinatesi a seguito delle abbondanti nevicate che hanno colpito questa provincia  e, particolarmente, le aree pedemontane e montane dell'Aspromonte.

Restano comunque pienamente operative le attività  di protezione civile per  interventi urgenti o comunque necessari sia di soccorso alla popolazione e sia assicurare la piena fruibilità della  viabilità  autostradale, statale, provinciale e comunale.

Nell'occasione, il Prefetto di Bari rivolge a tutte le componenti del Sistema operativo di Protezione Civile  un sincero, convinto apprezzamento per la professionalità, il generoso impegno e spirito di collaborazione interistituzionale profusi in questi giorni di intenso lavoro.

Ancora una volta - osserva il Prefetto -  la sinergia, la dedizione e l'impegno intelligente e senza sosta dispiegati in questi giorni, uniti alla preziosa collaborazione, hanno  consentito di poter svolgere gli interventi necessari per ridurre i disagi alle persone colpite dal maltempo e di  prestare soccorso a cittadini ed automobilisti in difficoltà.

Inoltre, numerosi  sono stati, anche, gli interventi di soccorso rivolti nei confronti di nuclei familiari rimasti isolati in frazioni  o in zone difficilmente raggiungibili.

In particolare il Prefetto esprime il più sentito ringraziamento ai Dirigenti e al personale della Prefettura, delle Forze di Polizia,  dei Vigili del Fuoco, della Provincia e del Comune Capoluogo nonché delle società Anas Autostrade e Anas Viabilità,  per l'attività svolta sia in sede di "Unità di crisi" sia direttamente sul territorio provinciale al fine di  garantire la piena fruibilità della viabilità, malgrado le avverse condizioni meteorologiche.

Esprime, altresì,  vivo apprezzamento alla Protezione Civile Regionale, Provinciale  e Locale, che mediante i propri operatori e i volontari delle Associazioni,  sin dalle prime ore dello scorso 6 gennaio, hanno lavorato, senza tregua e con grande abnegazione, per favorire il più possibile il transito sulle strade provinciali e comunali o per prestare assistenza ai  cittadini, nell'ambito dell'azione di coordinamento svolta in sede di "Unità di crisi".

Un plauso, infine, il Prefetto rivolge ai Comuni e ai cittadini che, con grande sensibilità e partecipazione, hanno offerto accoglienza, cibo e vestiario a persone senza tetto o in situazioni di vulnerabilità.

Ne prossimi giorni sarà convocato un debriefing con tutti i soggetti istituzionali che fanno capo al Sistema di Protezione Civile per un approfondimento su alcune problematiche che sono emerse nelle attività di soccorso al fine di  ulteriormente perfezionare il dispositivo attuato durante l'emergenza.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 10 - Precipitazioni nevose. Continua l'attività dell'Unità di crisi

 
Prosegue anche oggi l'attività dell'Unità di crisi costituita in Prefettura dallo scorso 6 gennaio.

Permangono criticità connesse alla presenza di ghiaccio su alcuni tratti di strade provinciali e comunali. I mezzi della Provincia e dei vari Comuni interessati stanno, pertanto, operando senza sosta per rendere percorribili le arterie interessate con i mezzi spargisale.

In particolare sono in corso di esecuzione le operazioni di spargimento sale e ripristino viabilità nella zona dello Zomaro e nei Comuni di Canolo, Motta San Giovanni così come, sul lato tirrenico, nei Comuni di Cardeto, Santa Cristina d'Aspromonte, San Pietro di Caridà e Laureana di Borrello, dove comunque si sta procedendo a ripristinare la transitabilità di alcune strade allo stato non percorribili a causa della presenza di ghiaccio.

Anche in alcune frazioni del Comune di Reggio Calabria sono in corso di esecuzione le operazioni di spargimento sale, in particolar modo presso la località di S. Venere.

Il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha inviato nella serata di ieri 10 bancali di sale per sopperire alla esigenze segnalate dai vari Sindaci della provincia.

Le Forze dell'Ordine e i Vigili del Fuoco continuano a operare, su attivazione della Sala operativa, per interventi di soccorso.

Rimangono comunque costantemente attenzionate le strade provinciali di accesso ai Comuni montani e pedemontani.

Una situazione difficile ma in via di risoluzione riguarda alcune famiglie che risiedono in frazioni del territorio di Cardeto, rimaste prive di energia elettrica. Il guasto è in corso di riparazione da parte di una squadra dell'Enel e probabilmente la fornitura di energia elettrica sarà ripristinata nel pomeriggio della giornata odierna.

E' tuttora mantenuto costante il raccordo con Viabilità Italia e con la sala operativa della Protezione Civile Regionale.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 11 - Precipitazioni nevose. Continua l'attività dell'Unità di crisi

 
L'Unità di crisi, costituita presso il Palazzo del Governo dallo scorso 6 gennaio, ha continuato ad operare ininterrottamente anche nella giornata odierna.

Le criticità maggiori sono state riscontrate solo su alcuni tratti di strade provinciali e comunali per la presenza di ghiaccio.

E' stata effettuata la distribuzione del sale messo a disposizione dall'U.O.A. di Protezione Civile della Regione Calabria ai numerosi Comuni che ne hanno fatto richiesta.

La Provincia e i vari Enti Locali interessati  hanno operato senza sosta per rendere percorribili le arterie interessate con i mezzi spargisale.

I Vigili del Fuoco hanno attuato anche un intervento sulla SP 66 al fine di soccorrere l'autista di un pullman di linea rimasto bloccato per la presenza di ghiaccio.

In considerazione dell'avviso di condizioni metereologiche avverse diramato dal Dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri  - con il quale è stato comunicato il persistere dalla sera di oggi e per le successive 24/36 ore, di nevicate sulla Calabria sopra i 200/400 metri - il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari ha disposto il prosieguo H24 dell'attività dell'Unità di crisi.

Le Forze dell'Ordine e i Vigili del Fuoco continuano a operare, su attivazione della Sala operativa, per interventi di soccorso.

Rimangono comunque costantemente attenzionate le strade provinciali di accesso ai Comuni montani e pedemontani.

E' costante il raccordo con Viabilità Italia e con la sala operativa della Protezione Civile Regionale.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 7 - Precipitazioni nevose.

 
L'attività dell'Unità di crisi costituita in Prefettura dalla giornata del 6 gennaio continua anche nella nottata.

La criticità maggiore nelle ore serali e notturne è il formarsi del ghiaccio sulle strade e a tale riguardo si raccomanda, ancora una volta, ai cittadini di non mettersi in viaggio se non per necessità e, comunque, con autoveicoli dotati di catene su tutte e quattro le ruote.

Le Forze dell'Ordine e i Vigili del Fuoco intervengono, su attivazione della sala operativa, per soccorrere gli automobilisti in difficoltà.

Uno degli ultimi interventi ha riguardato la dottoressa della guardia medica di Bovalino, rimasta bloccata sulla strada Bovalino - Natile.

Un altro intervento si sta effettuando presso la Diga del Menta per raggiungere il guardiano della diga rimasto bloccato.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 8 - Precipitazioni nevose.

 
È proseguita per l'intera mattinata odierna l'attività dell'Unità di crisi costituita in Prefettura dalla giornata del 6 gennaio.
 
Il transito lungo l'arteria autostradale e le strade statali è assicurato regolarmente.
 
Le criticità maggiori si sono riscontraste sulle strade provinciali e comunali per la presenza di ghiaccio.
 
I mezzi della Provincia e dei vari Comuni interessati stanno operando senza sosta per rendere percorribile le strade con i mezzi spargisale.
 
Le operazioni presentano qualche difficoltà dovute alle numerose richieste che provengono soprattutto dalle zone dell'entroterra.
 
Le Forze dell'Ordine e i Vigili del Fuoco intervengono, su attivazione della sala operativa, per soccorrere gli automobilisti in difficoltà.
 
In particolare, i Vigili del Fuoco, coordinati dalla sala operativa, hanno recuperato un gruppo di ragazzi scouts che erano rimasti isolati a Mannoli presso la struttura che li ospitava; altro intervento messo in atto sempre dai Vigili del Fuoco unitamente a una squadra della Sorical ha riguardato il soccorso al dipendente addetto alla guardiania della Diga del Menta rimasto lì isolato per ben due giorni.
 
Rimangono costantemente attenzionate le strade provinciali di accesso ai Comuni montani e pedemontani.
 
Una situazione difficile ma in via di risoluzione riguarda alcune famiglie abitanti in frazioni del territorio di Cardeto, rimaste prive di energia elettrica. Una squadra dell'Enel chiamata per l'intervento era tuttavia rimasta bloccata lungo la strada a causa del ghiaccio che impediva il transito dei mezzi con a bordo i generatori necessari per la riparazione del guasto. tale criticità è tuttavia in fase di risoluzione.
 
La Prefettura è intervenuta anche per alleviare i disagi derivanti dal freddo intenso per i migranti che alloggiano nel campo tende di San Ferdinando; già nei giorni scorsi erano stati forniti 300 sacchi a pelo alla parrocchia di don Roberto Meduri e oggi altri 300 sacchi a pelo saranno consegnati a don Pino De Masi per la stessa finalità.
 
Sono attivi i presidi delle Forze dell'Ordine e delle Polizie Locali nelle strade d'accesso a Gambarie, per impedire la circolazione dei veicoli senza catene montate.
 
Le postazioni di filtro istituite nei giorni scorsi rimangono attive nelle località di Mulini di Calanna, Sant'Angelo - Bivio Podargoni e Cucullaro nonché nelle località Bivio Melia, Bivio Bagaladi e Terreti - Mosorrofa- Cataforio e Cardeto.
 
La Polizia Locale del Capoluogo provvede a presidiare le località Sala di Mosorrofa, il bivio Vinco Pavigliana, Croce Valanidi, Trumbaca, Terreni Limbone.
 
Il raccordo con Viabilità Italia e con la sala operativa della Protezione Civile Regionale è continuo.
 
Si raccomanda, ancora una volta, ai residenti nei Comuni interessati in maniera maggiormente significativa dalle precipitazioni nevose di non mettersi in viaggio se non per effettiva necessità e, comunque, con l'attrezzatura idonea per il transito in presenza di neve o ghiaccio.
 
Il maggiore pericolo, nelle prossime ore, continuerà, infatti, ad essere rappresentato dal ghiaccio formatosi sulle arterie stradali in ragione dell'abbassamento delle temperature.
                                                 
 
Pubblicato il :

 Comunicato n. 9 - Precipitazioni nevose. Continua l'attività dell'Unità di crisi

 
È proseguita anche per l'intera giornata odierna l'attività dell'Unità di crisi costituita in Prefettura dal 6 gennaio u.s..

Le criticità maggiori  sono ancora riscontrate sulle strade provinciali e comunali per la presenza di ghiaccio. I mezzi della Provincia e dei vari Comuni interessati stanno, pertanto, operando senza sosta per rendere percorribili le arterie interessate con i mezzi spargisale. In particolare sono in corso di esecuzione le operazioni di spargimento sale, spalamento neve e ripristino viabilità nei comuni di Canolo, Gerace, Locri, Platì, Cittanova e Bagnara - fraz. Solano.

Anche in alcune frazioni del Comune di Reggio Calabria sono in corso di esecuzione le operazioni di spargimento sale e spalamento neve, in particolar modo presso le località di S. Venere, Trunca, Cerasi, Terreti, Straorino e Mosorrofa.

Le operazioni presentano qualche difficoltà dovute alle numerose richieste che provengono soprattutto dalle zone dell'entroterra.

I dipartimento regionale della Protezione Civile ha  inviato nella serata 10 bancali di sale per sopperire alla esigenze segnalate dai vari Sindaci della provincia.

Le Forze dell'Ordine e i Vigili del Fuoco  sono intervenuti e continuano a operare, su attivazione della sala operativa, per soccorrere  automobilisti in difficoltà.

Rimangono costantemente attenzionate le strade provinciali di accesso ai Comuni montani e pedemontani.

Una situazione difficile ma in via di risoluzione riguarda alcune famiglie abitanti in frazioni del territorio di Cardeto, rimaste prive di energia elettrica. L'intervento di ripristino risulta complesso atteso che la zona dove è stato localizzato il guasto è particolarmente impervia e scoscesa. Una squadra dell'Enel si trova tuttora sul posto onde tentare la soluzione della criticità, nonostante le difficoltà di raggiungere del sito identificato.

E' tuttora mantenuto costante il raccordo con Viabilità Italia e con la sala operativa della Protezione Civile Regionale.

Alcuni Sindaci, tra cui quello del Capoluogo, hanno adottato o sono in procinto di adottare ordinanze di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per la giornata di domani 9 gennaio e, in qualche caso, anche per quella del 10 gennaio a tutela della pubblica e privata incolumità  nonché al fine di effettuare una verifica sul corretto funzionamento degli impianti di riscaldamento degli Istituti scolastici.

Si raccomanda, ancora una volta, ai residenti nei Comuni interessati in maniera maggiormente significativa dalle precipitazioni nevose  di  non mettersi in viaggio se non con attrezzatura idonea per il transito in presenza di ghiaccio.

Infatti, in questa attuale fase il maggiore pericolo continua  ad essere rappresentato  dal ghiaccio formatosi sulle arterie stradali in ragione dell'abbassamento delle temperature.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 4 - Condizioni meteorologiche avverse.

 
Procede senza sosta l'operatività dell'Unità di crisi attivata dalle prime ore pomeridiane di ieri 6 gennaio dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito delle situazioni di criticità venutesi a determinare, a causa delle avverse condizioni metereologiche, sulla viabilità del territorio provinciale.

Al momento, non risultano situazioni di rilievo relativamente alla rete viaria statale e autostradale.

Viceversa, significative criticità si stanno registrando sulla viabilità provinciale e su quella dei diversi Comuni montani e pedemontani interessati dalle nevicate.

Sono, pertanto, continuamente in funzione i mezzi spargisale e spalaneve messi a disposizione dalla Provincia.

Vari sono stati, peraltro, gli interventi dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale per garantire ad alcuni cittadini, necessitanti di cure ospedaliere, di potersi recare presso i presidi sanitari.

Si raccomanda, tuttavia, ai residenti nei Comuni interessati in maniera maggiormente significativa dalle precipitazioni nevose di non mettersi in viaggio se non per effettiva necessità e, comunque, senza l'attrezzatura idonea per il transito in presenza di neve o ghiaccio.

In relazione a tale ultimo punto è stata disposta l'istituzione di più presidi da parte delle Forze dell'Ordine e delle Polizie Locali nelle strade d'accesso a Gambarie onde impedire la circolazione dei veicoli senza catene montate.

In particolare, sono state attivate, sin da ieri, alcune postazioni di filtro nelle località di Mulini di Calanna, Sant'Angelo - Bivio Podargoni e Cucullaro nonché nelle località Bivio Melia, Bivio Bagaladi e Terreti - Mosorrofa- Cataforio e Cardeto.

L'Unità di crisi continuerà ad operare ininterrottamente anche durante la giornata odierna e fino a cessate esigenze ed è in costante contatto con la Sala operativa della Protezione Civile Regionale che ha attivato nei Comuni le Associazioni di volontariato per prestare collaborazione ai Sindaci e alle Forze del'Ordine per eventuali situazioni di soccorso alla popolazione.

Costante è, altresì, il contatto con Viabilità Italia anche per seguire la situazione dell'Autostrada Mediterranea, peraltro attentamente monitorata.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 5. - Aggiornamento sulle avverse condizioni meteorologiche

 
Continua l'attività di coordinamento dell'Unità di crisi costituita in Prefettura per garantire la regolare viabilità e i soccorsi stradali.
 
Continua l'attività di coordinamento dell'Unità di crisi costituita in Prefettura, attivata dalle prime ore pomeridiane di ieri 6 gennaio dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito delle situazioni di criticità venutesi a determinare, a causa delle avverse condizioni metereologiche, sulla viabilità del territorio provinciale.
 
Numerosi e diffusi sono gli interventi, in particolare lungo le strade comunali delle zone collinari del Capoluogo così come nelle strade provinciali di accesso ai Comuni montani e pedemontani, soprattutto quelli del versante ionico, che hanno registrato le maggiori criticità.
 
Costantemente monitorata, la rete viaria statale e autostradale è stata sempre transitabile e lo è anche al momento, grazie agli interventi senza sosta del personale e dei mezzi dell'ANAS.
 
Continui sono altresì i contatti con i Comuni e a tale riguardo la cabina di regia istituita al Palazzo del Governo con le Forze dell'Ordine, i Vigili del Fuoco, gli Enti della viabilità statale, autostradale e ordinaria, nonchè provinciale assicura un tempestivo coordinamento dei soccorsi, supportando con i mezzi spargisale e spalaneve messi a disposizione dalla Provincia e dall'ANAS le esigenze rappresentante anche al di là delle strette competenze istituzionali fra Enti.
 
Il raccordo con la sala operativa della Protezione Civile Regionale è continuo. A tale riguardo la Regione ha comunicato che gli Enti che necessitino di altro sale, già fornito dalla Provincia, potranno procedere all'acquisto dello stesso.
 
Si raccomanda, ancora una volta, ai residenti nei Comuni interessati in maniera maggiormente significativa dalle precipitazioni nevose di non mettersi in viaggio se non per effettiva necessità e, comunque, senza l'attrezzatura idonea per il transito in presenza di neve o ghiaccio.
 
Il maggiore pericolo, nelle prossime ore, sarà rappresentato infatti dal ghiaccio che potrà formarsi sulle arterie stradali in ragione dell'abbassamento delle temperature in vista della sera.
 
Proseguiranno comunque nella loro attività i presidi delle Forze dell'Ordine e delle Polizie Locali nelle strade d'accesso a Gambarie, dove si sono registrate fin da ieri le maggiori criticità onde impedire la circolazione dei veicoli senza catene montate.
 
Le postazioni di filtro sono state istituite nelle località di Mulini di Calanna, Sant'Angelo - Bivio Podargoni e Cucullaro nonché nelle località Bivio Melia, Bivio Bagaladi e Terreti - Mosorrofa- Cataforio e Cardeto.
 
L'Unità di crisi continuerà ad operare ininterrottamente anche durante la giornata odierna e fino a cessate esigenze.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 6 - Emergenza neve

 
Precipitazioni nevose.  Continua l'attività dell'Unità di crisi
 
È proseguita per l'intero pomeriggio odierno l'attività dell'Unità di crisi costituita in Prefettura dalla giornata di ieri 6 gennaio.
 
Nonostante le abbondanti nevicate abbattutesi sul territorio provinciale nelle giornate di ieri e oggi, nel corso della giornata il regolare transito lungo le arterie stradali, statali e provinciali, è stato assicurato dal costante monitoraggio e dall'attività effettuata, senza sosta, dal personale competente e dai mezzi messi a disposizione dalla Provincia e dall'ANAS, che - si ribadisce - con spirito di collaborazione hanno operato anche a supporto dei territori comunali pedemontani e aspromontani nonché nelle zone collinari del Capoluogo.
 
In particolare, sono state costantemente attenzionate le strade provinciali di accesso ai Comuni montani e pedemontani, soprattutto quelli del versante ionico, che hanno registrato le maggiori criticità.
 
Il traffico aeroportuale, dopo il primo volo partito in ritardo, si è mantenuto regolare tutto la giornata.
 
Su impulso della Prefettura, l'Amministrazione comunale si è adoperata a favore dei "senza tetto" mettendo a disposizione la Casa Municipale per la loro ospitalità. Anche con l'ausilio dei Vigili del Fuoco, sono state inoltre ricercate soluzioni per il riscaldamento della palestra Scatolone dove, come noto, sono ospitati un centinaio circa di minori stranieri non accompagnati.
 
Proseguiranno comunque nella loro attività, anche nella giornata di domani, i presidi delle Forze dell'Ordine e delle Polizie Locali nelle strade d'accesso a Gambarie, per impedire la circolazione dei veicoli senza catene montate.
 
Nel tardo pomeriggio personale dei Vigili del Fuoco, della Polizia provinciale e dell'Anas ha effettuato un intervento presso S. Elia di Palmi per permettere il transito di circa 30 autoveicoli, sprovvisti di mezzi antisdrucciolevoli, rimasti bloccati per la neve.
 
Le postazioni di filtro sono state istituite nelle località di Mulini di Calanna, Sant'Angelo - Bivio Podargoni e Cucullaro nonché nelle località Bivio Melia, Bivio Bagaladi e Terreti - Mosorrofa- Cataforio e Cardeto.
 
La Polizia Locale del Capoluogo provvede a presidiare le località Sala di Mosorrofa, il bivio Vinco Pavigliana, Croce Valanidi, Trumbaca, Terreni Limbone.
 
Il raccordo con Viabilità Italia e con la sala operativa della Protezione Civile Regionale è continuo.
 
Si raccomanda, ancora una volta, ai residenti nei Comuni interessati in maniera maggiormente significativa dalle precipitazioni nevose di non mettersi in viaggio se non per effettiva necessità e, comunque, con l'attrezzatura idonea per il transito in presenza di neve o ghiaccio.
 
Il maggiore pericolo, nelle prossime ore, sarà rappresentato infatti dal ghiaccio che potrà formarsi sulle arterie stradali in ragione dell'abbassamento delle temperature nella serata.
 
L'Unità di crisi continuerà ad operare ininterrottamente anche durante la notte e fino a cessate esigenze.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 1 - Precipitazioni nevose su Gambarie d'Aspromonte. Costituzione Unità di crisi

 
Il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, in considerazione  delle attuali, avverse condizioni metereologiche con  precipitazioni nevose abbondanti su Gambarie di Santo Stefano d'Aspromonte ha disposto l'attivazione dal primo pomeriggio di oggi, presso il Palazzo del Governo, dell'Unità di crisi per risolvere  i problemi venutisi a determinare alla viabilità mediante l'adozione dei provvedimenti operativi di volta in volta  richiesti dalla situazione, peraltro in continua evoluzione.

All'Unità di crisi, tuttora in corso, sono stati chiamati a partecipare  Referenti della Questura, del Comando Provinciale dei  Carabinieri,   del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, della Polizia Stradale e Provinciale, nonché dell'ANAS Viabilità e della Provincia - Settore Viabilità.

I primi interventi disposti sono stati miranti a garantire, nell'immediato, la transitabilità dell'arteria Gambarie - Cucullaro attesa la presenza  di automobilisti bloccati su tale  strada sia a causa della  neve e del  ghiaccio alla stessa sottostante, sia a motivo della circostanza che taluni automezzi erano privi di strumenti antisdrucciolevoli.  

In relazione a tale ultimo punto è stata disposta l'istituzione di più presidi da parte delle Forze dell'Ordine e delle Polizie Locali   nelle strade  d'accesso a Gambarie onde impedire la circolazione dei veicoli senza catene montate.

In particolare, sono stati attivati nell'immediatezza alcuni  posti di filtro nelle località di Mulini di Calanna, Sant'Angelo - Bivio Podargoni e Cucullaro e altri ne saranno attivati nelle località Bivio Melia, Bivio Bagaladi  e Terreti - Mosorrofa- Cataforio e Cardeto.

Tanto al fine principale di  garantire la sicurezza della circolazione stradale a salvaguardia della pubblica e privata incolumità.

L'Unità di crisi opererà anche durante la notte e fino a cessate esigenze ed è in costante contatto con la Sala operativa della Protezione Civile  Regionale  e con Viabilità Italia anche per seguire la situazione dell'Autostrada SA-RC che è attentamente monitorata.
Pubblicato il :

 Comunicato n. 2 - Aggiornamenti su situazione meteorologiche.

 
Prosegue l'operatività dell'Unità di crisi attivata dalle prime ore pomeridiane dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito delle situazioni di criticità venutesi a determinare, a causa delle avverse condizioni metereologiche, sulla viabilità del territorio provinciale.
 
Già con l'allegata circolare prefettizia dello scorso 4 gennaio - emanata a seguito di apposita riunione del Comitato Operativo per la Viabilità - indirizzata al Presidente della Provincia nonché ai Sindaci e Commissari Straordinari e Prefettizi della provincia e, per conoscenza, alle Forze dell'Ordine e a tutti gli Enti e Organismi interessati, era stata richiamata l'attenzione dei predetti sul quadro di previsioni metereologiche relative ad abbondanti nevicate, anche a bassa quota, sino al prossimo 8 gennaio.
 
In particolare, era stato richiesto, a salvaguardia della pubblica e privata incolumità, il monitoraggio da parte degli Enti Locali della rete viaria presente nei rispettivi territori, attraverso l'attivazione di "presidi territoriali" con compiti di vigilanza e intervento tecnico, particolarmente al verificarsi delle fasi emergenziali.
 
Ed invero, le abbondanti nevicate si sono puntualmente verificate.
 
Le precipitazioni nevose hanno interessato anche la zona dello Zomaro dove i conducenti e i passeggeri di dieci automobili, rimaste bloccate in quanto prive di strumenti antisdrucciolevoli, sono stati soccorsi dalle Forze di Polizia nonché da personale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile provinciale che, con i propri mezzi, hanno portato in sicurezza i predetti e stanno continuando ad operare nel tratto stradale in questione.
 
Altri interventi sono stati effettuati per garantire nell'immediatezza, la percorribilità dell'arteria Gambarie - Cucullaro attesa, anche qui, la presenza di automobilisti bloccati in quanto i propri automezzi erano privi dell'attrezzatura idonea per il transito in presenza di neve o ghiaccio.
 
In relazione a tale ultimo punto è stata disposta l'istituzione di più presidi da parte delle Forze dell'Ordine e delle Polizie Locali nelle strade d'accesso a Gambarie onde impedire la circolazione dei veicoli senza catene montate.
 
In particolare, si ribadisce che sono stati attivati nell'immediatezza alcune postazione di filtro nelle località di Mulini di Calanna, Sant'Angelo - Bivio Podargoni e Cucullaro e altri saranno attivati nelle località Bivio Melia, Bivio Bagaladi e Terreti - Mosorrofa- Cataforio e Cardeto.
 
L'Unità di crisi continuerà ad operare anche durante la notte e fino a cessate esigenze ed è in costante contatto con la Sala operativa della Protezione Civile Regionale e con Viabilità Italia anche per seguire la situazione dell'Autostrada Mediterranea, peraltro attentamente monitorata.
 
Pubblicato il :

 Comunicato n. 3 - Condizioni meteo avverse.

 
Prosegue ulteriormente l'operatività dell'Unità di crisi attivata dalle prime ore pomeridiane dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a seguito delle situazioni di criticità venutesi a determinare, a causa delle avverse condizioni metereologiche, sulla viabilità del territorio provinciale.
 
Le attività e le iniziative poste in essere hanno consentito di ripristinare la circolazione in molte arterie stradali della provincia interessate da copiose precipitazioni nevose, consentendo la prosecuzione del viaggio a numerosi automobilisti rimasti bloccati dalla neve.
 
Per le prime ore della giornata di domani è prevista la riattivazione dei mezzi di soccorso spargisale e spazzaneve che dovrebbero permettere di poter circolare lungo le arterie del territorio provinciale. E' evidente, peraltro, che la particolare ondata di freddo comporterà il presumibile e considerevole accumulo di materiale nevoso. Viene, pertanto, nuovamente raccomandato di mettersi in viaggio solo per ragioni di necessità ovvero con automezzi muniti dei sistemi meccanici e strutturali (gomme da neve, catene ecc.) che permettano una più facile guida in condizioni di criticità.
 
Si ricorda, infine, che è stata disposta l'istituzione di più presidi da parte delle Forze dell'Ordine e delle Polizie Locali nelle strade d'accesso a Gambarie d'Aspromonte onde impedire la circolazione dei veicoli senza catene montate.
 
L'Unità di crisi continuerà ad operare anche durante la notte e fino a cessate esigenze ed è in costante contatto con la Sala operativa della Protezione Civile Regionale e con Viabilità Italia anche per seguire la situazione dell'Autostrada Mediterranea, peraltro attentamente monitorata.
Pubblicato il :

 
Torna su