Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

NOTIZIE

 

 Cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore

Foto della cerimonia di consegna Ha avuto luogo oggi, nel salone di rappresentanza della Prefettura, la cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore, doveroso riconoscimento ai cittadini italiani, prigionieri della II guerra mondiale.
Il Prefetto Claudio Sammartino nel consegnare le Medaglie si è soffermato sull’alto valore della cerimonia, ricordando il sacrificio dei militari italiani in quegli anni ed esaltando il senso del dovere e di abnegazione dei nostri concittadini deportati o internati. “Lo Stato non dimentica – ha continuato il Prefetto – non si dimentica di chi ha compiuto sacrifici”.

Sono stati insigniti della Medaglia d’Onore i signori: Antonio Policriti, deportato dal settembre 1943 al 1° maggio 1945 presso lo STAMMLAGER III C, Antonio Siclari deportato dal 6 maggio 1944 al 1945 e alla memoria dei signori Francesco Domenico Bova, deportato nel Lager di Bergen-Belswen di Tieringen dall’8 settembre 1943 al 1945 e Antonino Chilà, deportato in un campo di concentramento nel settembre 1943.

Alla sobria cerimonia hanno preso parte i rappresentati delle Istituzioni locali (Commissione Straordinaria di Reggio Calabria, Presidente della Provincia), delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma della Provincia ed i Responsabili delle Forze dell’Ordine.
Pubblicato il :

 Esaminati i profili di sicurezza sulla vertenza Multiservizi

 
Nel corso dell’odierno pomeriggio, il Prefetto di Reggio Calabria dr Claudio Sammartino ha presieduto una riunione per l’esame dei profili di ordine pubblico connessi alla manifestazione di protesta degli ex lavoratori della società Multiservizi, parte dei quali risultano inseriti in un percorso di formazione nell’ambito di un progetto regionale. Erano presenti il Presidente della Giunta Regionale dr Giuseppe Scopelliti, i componenti della Commissione Straordinaria del Comune di Reggio Calabria dr. Gaetano Chiusolo e dr. Giuseppe Castaldo, il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri ed un rappresentante del Comando Provinciale della Guardia di Finanza.
Al termine dei lavori il Presidente della Giunta Regionale e i componenti della Commissione Straordinaria, questi ultimi anche in riferimento alla prossima riunione con le Organizzazioni Sindacali già fissata per il prossimo 28 gennaio, hanno ribadito l’impegno, nell’ambito delle rispettive competenze, di verificare ogni possibile percorso giuridico e amministrativo per giungere alla soluzione delle problematiche occupazionali.
Pubblicato il :

 Cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore

Il prossimo 27 gennaio, alle ore 11,00, presso la Prefettura si terrà la cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore concesse ai cittadini che nell’ultimo conflitto mondiale sono stati deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.
Nella circostanza le distinzioni saranno consegnate ai Sigg. Antonio Policriti e Antonio Siclari e ai familiari dei sigg. Francesco Domenico Bova e Antonino Chilà, internati in Germania in diversi lager, tra i quali lo Stammlager III C e il lager Bergen-Belswen
Le medaglie d’onore, istituite con la Legge 27 dicembre 2006, n. 296, sono coniate dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e recano, al dritto, lo stemma della Repubblica e al rovescio il nome dell’internato in un cerchio di filo spinato che ricorda il lager.
Alla sobria cerimonia prenderanno parte i Presidenti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma della Provincia, i Responsabili delle Forze dell’Ordine e il Comandante della Direzione Marittima di Reggio Calabria.
Pubblicato il :

 Indirizzo di saluto del Prefetto all'atto dell'insediamento

Con sincero spirito di servizio e consapevole della responsabilità affidatami dal Ministro dell’Interno e dal Governo, mi accingo a svolgere le funzioni di prefetto in questa provincia, affascinante e travagliato territorio, ricco di un prezioso e secolare patrimonio storico, culturale, naturalistico, di valori e tradizioni.
Vengo da Taranto, anch’essa terra di “Magna Graecia”, in cui ho vissuto due anni, un periodo avvincente e, talora, drammatico, denso di eventi e impegni straordinari, segnato da problematiche di cruciale rilievo anche per l’intero Paese.
Nell’accostarmi con rispetto e convinta dedizione alla provincia reggina, reputo ineludibile che venga privilegiata la leale collaborazione tra le Istituzioni protesa al tenace perseguimento del bene comune – cui ciascuno deve saper indirizzare la propria attività –, alla salvaguardia della sicurezza e dei diritti dei cittadini e delle attività e alla piena affermazione della legalità nei processi decisionali, amministrativi ed economici.
In questi primi momenti desidero ricordare con apprezzamento e salutare le donne e gli uomini che adempiono al proprio dovere nella loro attività, pubblica o privata, coloro che, senza risparmio di energie e con coraggio e professionalità, vegliano sulla sicurezza e sull’incolumità della popolazione, quelli che intervengono nelle emergenze e laddove si profilano rischi e pericoli per le persone.
Nell’assumere l’incarico di prefetto in questa provincia, mi preme rivolgere un cordiale saluto alla popolazione tutta, ai Parlamentari, alle Autorità civili, religiose e militari, ai Responsabili degli Uffici giudiziari ed ai Magistrati, ai Responsabili delle Forze dell’Ordine, ai Rappresentanti della Regione, della Provincia, dei Comuni e di partiti e movimenti politici, agli Esponenti delle categorie economiche, imprenditoriali, produttive e delle Organizzazioni sindacali, ai Responsabili degli Organismi delle Associazioni culturali, sociali e di volontariato.
Un particolare saluto agli Operatori degli organi di informazione che svolgono un prezioso ed insostituibile lavoro, utile ad aprire spazi interessanti di riflessione e di valutazione.
 
Claudio Sammartino
Prefetto         
Pubblicato il :

 
Torna su