Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

NOTIZIE

 

 Cerimonia del 2 giugno 2017 71° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana Concerto alla Città

 
Il 2 giugno prossimo, alle ore 10.00, avranno inizio le manifestazioni per la celebrazione del 71° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana presso il Monumento ai Caduti sul Corso Vittorio Emanuele II. Dopo l'Alzabandiera e la deposizione della corona d'alloro, il Prefetto Michele di Bari darà lettura del messaggio del Presidente della Repubblica.

Le cerimonie proseguiranno nel pomeriggio nella Piazza Vittorio Emanuele per consentire la più ampia partecipazione della cittadinanza e celebrare il 71° anniversario della fondazione della  Repubblica e dei valori di libertà, unità, democrazia e solidarietà di cui è espressione e garanzia la nostra Costituzione, in un'atmosfera di rinnovata fiducia nelle potenzialità del Paese.

La manifestazione, che culminerà con un Concerto alla Città ,  avrà inizio alle ore 19.30 con l'esecuzione dell'Inno Nazionale da parte del Coro Polifonico dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, con la partecipazione dei Minori stranieri non accompagnati dell'associazione Brotherhood, accompagnato dall'Orchestra di Fiati del Conservatorio di Musica "Francesco Cilea" di Reggio Calabria.

Dopo i saluti del Prefetto Michele di Bari, saranno consegnate tre Medaglie d'Onore alla Memoria a concittadini deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra, una Medaglia d'Oro al Valore Civile alla Memoria, una Onorificenza di "Vittima del terrorismo", una Medaglia della Liberazione nonché dodici Onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana concesse dal Presidente della Repubblica a cittadini che si sono distinti per benemerenze acquistate verso la Nazione nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell'economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte ai fini sociali, filantropici ed umanitari, e per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

A seguire avrà luogo il Concerto alla Città , organizzato dalla Prefettura, dal Comune Capoluogo, dalla Città Metropolitana, dall'Università degli Studi Mediterranea e dal Conservatorio di Musica "Francesco Cilea", durante il quale il Coro Polifonico dell'Università Mediterranea, diretto dal Maestro Carmen Cantarella, accompagnato dall'Orchestra del Conservatorio di Musica "Francesco Cilea", diretto dal Maestro Daniele Balleello, eseguirà brani tratti da opere liriche e di musica moderna e contemporanea.

E' il compleanno di tutti gli Italiani e il Prefetto di Bari invita tutti i cittadini a partecipare alle celebrazioni  in segno di adesione ai valori fondanti della Repubblica.
Pubblicato il 31/05/2017 ultima modifica il 01/06/2017 alle 07:54:26

 Partiti i lavori di bonifica ambientale presso l'area dell'ex Polveriera di Ciccarello

 
Come preannunciato, a seguito del sopralluogo congiunto effettuato lo scorso 26 maggio presso il sito dell'ex Polveriera di Ciccarello dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, dal Sindaco del Capoluogo, dai vertici provinciali delle Forze di Polizia e dal Referente dell'11° Reparto Infrastrutture di Palermo, la ditta incaricata dall''Esercito ha iniziato in data odierna le attività propedeutiche alla esecuzione degli interventi di bonifica ambientale del sito.

Nello stesso pomeriggio, nell'ambito delle attività di coordinamento svolte da questa Prefettura, ha avuto luogo un sopralluogo congiunto con il Vicesindaco del Capoluogo, altri Rappresentanti dell'Ente, Referenti dell'Esercito, nonché il titolare della ditta incaricata dei lavori.

La medesima impresa ha già provveduto alla installazione di stazioni di monitoraggio dell'aria per la rilevazione della presenza di eventuali polveri sottili, alla delimitazione dell'area oggetto di intervento, nonché alle operazioni propedeutiche alla caratterizzazione dei rifiuti per il successivo conferimento alle discariche autorizzate in ragione della rispettiva tipologia.

Si tratta della prima fase del percorso individuato in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica e monitorato con riunioni di Protezione Civile tenutesi presso questo Palazzo del Governo per la soluzione dell'annosa e complessa problematica di ordine igienico-sanitario ed ambientale insistente in quell'area.

Il presidio al varco di accesso carraio al sito è assicurato h24 dalla Polizia municipale.

Pubblicato il :

 Sacerdote aggredito: visita del Ministro Minniti e del Prefetto di Reggio Calabria in ospedale.

 
Nel pomeriggio di oggi, il Ministro dell'Interno Sen. Marco Minniti, accompagnato dal Prefetto Michele di Bari, dai vertici provinciali delle Forze di Polizia e dal Direttore Generale del nosocomio, si è recato presso l'ospedale di Reggio Calabria Bianchi- Melacrino - Morelli per una visita al sacerdote Mons. Giorgio Costantino,  parroco della Chiesa "Santa Maria del Divin Soccorso" nel rione Gebbione di questo Capoluogo, vittima lo scorso 24 maggio di una vile aggressione, che ne aveva determinato l'urgente ricovero per la gravità delle lesioni riportate.

Durante l'incontro il Signor Ministro si è cordialmente intrattenuto con il sacerdote e gli ha rivolto vivissimi auguri di pronta guarigione, formulando l'auspicio di un immediato ritorno alla cura pastorale della sua parrocchia.

Il Signor Ministro ha, altresì, espresso apprezzamento al Direttore Generale del nosocomio e  alla Direzione sanitaria ospedaliera che dal giorno del ricovero hanno seguito con la massima cura e sollecitudine il decorso ospedaliero del sacerdote presso il reparto di rianimazione.

Nell'occasione, il Signor Ministro ha indirizzato alla Magistratura e alle Forze di Polizia espressioni di particolare plauso per l'ottima attività info - investigativa  svolta

Pubblicato il :

 E' arrivata la nave Sirio con a bordo 481 migranti

 
E' arrivata alle 8.30 nel Porto di Reggio Calabria la nave "SIRIO" con a bordo 481 migranti di prevalente provenienza centrafricana.

Le operazioni di primo soccorso e assistenza, coordinate dalla Prefettura, sono prestate dal personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Comune Capoluogo, della Polizia Provinciale, della Capitaneria di Porto, dell'USMAF, del SUEM 118 e dell'Azienda Ospedaliera, della Croce Rossa Italiana,  del Coordinamento ecclesiale Migranti della Caritas e  da varie altre  Associazioni di volontariato.

Al momento dello sbarco i migranti vengono sottoposti alle prime cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni presenti.

Nell'occasione è stata allestita, a cura della Regione Calabria, la tenda per il trattamento igienico - sanitario dei migranti con patologie cutanee.

I migranti saranno trasferiti secondo  il Piano di riparto predisposto dal Ministero dell'Interno.

Pubblicato il :

 Riunione di Coordimento per rafforzare l'attività di prevenzione, monitoraggio e repressione

 
I recenti accadimenti criminosi collocano in un contesto generale di fortissimo impegno profuso dalle Forze di Polizia, impegnate in una imponente attività di prevenzione, monitoraggio e repressione della criminalità organizzata e della illegalità diffusa nella città e nella provincia.

In sede di riunioni tecniche di coordinamento tra le forze di polizia, sono costantemente ribadite l'esigenza e la necessità di incrementare e potenziare i dispositivi di prevenzione e controllo in modo che questi risultino più dinamici ed elastici e siano attuati con modalità operative particolarmente incisive.

Non a caso un accadimento che ha destato molta attenzione anche a livello nazionale, come l'aggressione del parroco Mons. Giorgio Costantino dei giorni scorsi, è stato brillantemente e tempestivamente risolto in pochissime ore con il fermo del giovane responsabile.

Anche nelle vicende estorsive, che hanno interessato alcuni gestori di rinomati locali cittadini, la risposta delle Forze di Polizia, d'intesa con la competente Autorità Giudiziaria, ha portato all'arresto dei cinque responsabili ed al ritrovamento di un vero e proprio arsenale.

Ciò ha determinato, in generale, un abbassamento degli indici per quasi tutte le fenomenologie criminose e un forte calo in particolare dei reati predatori su strada e dei fatti di sangue.

Lo Stato è presente e non arretra di un millimetro nell'azione di contrasto al crimine. Gli sforzi sono raddoppiati attraverso la realizzazione di un dispositivo a forte pressione sul territorio, le cui linee strategiche sono definite in sede di Comitato.

Reggio Calabria continua e continuerà ad essere una città nella quale lo Stato realizzerà uno spazio di legalità ed un sistema di sicurezza integrata.

Il Prefetto, anche  a motivo dei recenti episodi delittuosi che hanno interessato al Città Capoluogo, ha urgentemente convocato una riunione tecnica di coordinamento, esprimendo particolare apprezzamento per la proficua attività svolta dalla Magistratura, dalle Forze di Polizia e dagli uomini e dalle donne in divisa.

Pubblicato il :

 In arrivo nel Porto di Reggio Calabria la nave 'LIBRA" con a bordo 472 migranti

 
E' previsto per le ore 14.00 odierne l'arrivo nel Porto di Reggio Calabria della nave "LIBRA" con a bordo 472 migranti di cui 456 uomini, 10 donne e 6 minori, provenienti da Pakistan, Somalia, Eritrea, Nigeria, Sudan, Libia, Bangladesh, Ciad, Guinea, Algeria, Egitto, Zambia, Mali, Costa D'Avorio, Liberia.

Le operazioni di primo soccorso e assistenza, coordinate dalla Prefettura, saranno prestate dal personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Comune Capoluogo, della Polizia Provinciale, della Capitaneria di Porto, dell'USMAF, del SUEM 118 e dell'Azienda Ospedaliera, della Croce Rossa Italiana, del Coordinamento ecclesiale Migranti della Caritas e da varie altre Associazioni di volontariato.

Al momento dello sbarco i migranti verranno sottoposti alle prime cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni presenti.

Nell'occasione sarà allestita, a cura della Regione Calabria, la tenda per il trattamento igienico - sanitario dei migranti con patologie cutanee.

I migranti saranno trasferiti secondo il Piano di riparto predisposto dal Ministero dell'Interno.

Pubblicato il :

 Affrontate in Prefettura le problematiche relative all'area dell'ex Polveriera in località Ciccarello

 
Le problematiche dell'Area dell'ex Polveriera in località Ciccarello di questo Capoluogo sono state oggetto di approfondimento in più occasioni in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica e di apposite riunioni tenute presso il Palazzo del Governo, durante le quali il Prefetto, unitamente con i Rappresentanti del Comune di Reggio Calabria, ha espresso l'esigenza di effettuare tempestivamente interventi preordinati alla bonifica del sito a salvaguardia dell'igiene, della salute e dell'incolumità pubblica e privata.

In un successivo incontro del 18 maggio, i Rappresentanti del Comune Capoluogo hanno rappresentato l'intento dell'Amministrazione di recuperare e riqualificare l'area, manifestando la disponibilità alla chiusura dei varchi di accesso.

Dopo un sopralluogo di carattere tecnico teso a definire compiutamente le strategie d'intervento, al fine di attuare tempestivamente i provvedimenti necessari, la questione è stata nuovamente affrontata nel corso del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica dello scorso 24 maggio, alla presenza, tra gli altri,  del Procuratore della  Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, del Vice Sindaco e dell'Assessore all'Ambiente del Comune Capoluogo.

Nel corso del citato Comitato, il Prefetto ha ribadito la necessità della  tempestiva bonifica dell'area in argomento e il Comune si è impegnato ad assicurare la  sorveglianza dell'area H24 al fine di prevenire ulteriori conferimenti abusivi di rifiuti e l'incendio degli stessi.

Nella tarda mattinata di oggi si è svolto un sopralluogo congiunto sul sito con la presenza del Prefetto, dei Sindaco, dei Vertici provinciali delle Forze di Polizia e del Referente dell'11° Reparto Infrastrutture di Palermo, all'esito del quale è stato disposto l'avvio delle operazioni di bonifica a partire dalla giornata di domani.

Pubblicato il :

 Insediata in data odierna la Commissione Straordinaria per la gestione del Comune di Gioia Tauro.

 
Si è insediata oggi, presso il Comune di Gioia Tauro, la Commissione Straordinaria per la gestione dell'Ente composta dalla d.ssa Franca Tancredi, Viceprefetto, dal dr. Vito Turco, Viceprefetto Aggiunto e dal dr. Berardino Nuovo, Funzionario economico finanziario.

Come noto, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'Interno, a seguito della relazione predisposta dal Prefetto di Reggio Calabria, ha deliberato, nella seduta del 11 maggio scorso, lo scioglimento del Consiglio Comunale di Gioia Tauro, nel quale sono state accertate forme di condizionamento della vita amministrativa da parte della criminalità organizzata.

All'insediamento dell'Organo commissariale ha presenziato il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari il quale, insieme al Capo Compartimento della Protezione Civile Regionale dr. Tanzi e ai Rappresentanti locali delle Forze dell'Ordine, ha accompagnato i Commissari presso il Quartiere Ciambra, le cui problematiche di degrado sociale e ambientale sono state oggetto di recenti incontri istituzionali tesi ad individuare percorsi incisivi di  risoluzione delle stesse.

Pubblicato il :

 Designate le commissioni straordinarie per la gestione dei Comuni di Gioia Tauro, Bova Marina e Laureana di Borrello

 
Nella seduta del Consiglio dei Ministri dello scorso 11 maggio, su proposta del Ministro dell'Interno Sen. Marco Minniti ed a seguito della relazione predisposta dal Prefetto di Reggio Calabria, è stato deliberato lo scioglimento dei Consigli Comunali di Gioia Tauro, Bova Marina e Laureana di Borrello per accertati condizionamenti dell'attività amministrativa da parte di infiltrazioni criminali.

Con successivi decreti del 15 maggio, il Presidente della Repubblica ha individuato i componenti delle Commissioni straordinarie incaricate di guidare i predetti Enti.

La gestione del comune di Gioia Tauro, per la durata di diciotto mesi, è stata affidata alla d.ssa Franca Tancredi, Viceprefetto, al dr. Vito Turco, Viceprefetto Aggiunto e al dr. Berardino Nuovo, Funzionario economico finanziario.

Per il medesimo periodo, il Capo dello Stato ha nominato la Commissione straordinaria alla guida del Comune di Bova Marina che è composta dal dr. Salvatore Caccamo, Viceprefetto, dal dr. Alberto Grassia, Viceprefetto Aggiunto e dal dr. Vito Laino, Funzionario economico finanziario.

Il Comune di Laureana di Borrello, infine, sarà amministrato, parimenti per diciotto mesi, dalla d.ssa Maria Luzza, Viceprefetto, dalla d.ssa Adele Mirra, Viceprefetto Aggiunto e dal dr. Matteo De Marinis, Funzionario economico finanziario.
Pubblicato il :

 Coordinamento della Prefettura per la risoluzione di talune problematiche di carattere igienico-sanitario nel comune di Gioia Tauro

 
Il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari ha convocato nella mattinata odierna, presso questo Palazzo del Governo, una riunione allo scopo di individuare iniziative urgenti volte alla risoluzione di talune   problematiche di carattere igienico sanitario nel territorio comunale di Gioia Tauro.

All'incontro hanno partecipato il Dirigente della Protezione Civile Regionale, Prof. Carlo Tansi unitamente ad un funzionario del medesimo Settore, il sub Commissario Straordinario dell'Ente, dr. Alfio Pulvirenti, la Segretaria generale, dr.ssa Caterina Romanò e il Responsabile del Servizio, geom. Domenico Monea.

La riunione si è resa necessaria a seguito della segnalazione, da parte dello stesso Ente, della difficoltà a far fronte ad alcuni servizi essenziali attese le note problematiche di carattere economico-finanziario e l'attuale mancanza di liquidità in cui attualmente versa il Comune.

Proficui gli esiti dell'incontro nel corso del quale il Dirigente della Protezione Civile Regionale ha assunto l'impegno, al fine di scongiurare problemi per l'igiene e la salute pubblica, di intervenire eccezionalmente, con mezzi del proprio Settore, per concorrere alla raccolta dei rifiuti accumulatisi.

Per quanto riguarda il quartiere Ciambra e, in particolare, gli edifici di edilizia popolare, per i quali sono stati anche rappresentati problemi di collettamento alla rete fognaria comunale, la Protezione Civile regionale ha manifestato la disponibilità a supportare il Comune e l'Aterp nell' individuare tutte le possibili soluzioni atte a rimuovere, o quantomeno alleviare, le condizioni di grave disagio della popolazione residente.

Il Prefetto di Bari continua a seguire con attenzione le problematiche che affliggono quel Comune.

Pubblicato il :

 Vertenza Lirosi Autoservizi - Riunione presso il Palazzo del Governo

 
Nel pomeriggio di ieri, giovedì 18 maggio, si è tenuta, presso il Palazzo del Governo, una riunione richiesta dai Rappresentanti sindacali della FIT CISL, FILT CGIL, UIL TRASPORTI, SUL e FAISA CISAL per l'esame delle problematiche concernenti i lavoratori della Lirosi Autoservizi.

Alla riunione erano presenti, oltre alla predette OO.SS., il Dirigente del Settore Trasporto Pubblico Locale della Regione Calabria, il Presidente del Consorzio SCARL, l'Amministratore della Lirosi Autoservizi e il Direttore Generale dell'Azienda.

La mediazione è valsa a ricomporre i rapporti tra le parti e riannodare il dialogo tra Sindacati e Azienda per individuare un percorso proficuo e condiviso volto al superamento delle problematiche a vantaggio dei lavoratori e dell'utenza di un servizio di particolare rilievo quale il trasporto pubblico.
Pubblicato il :

 Comune di San Luca - Il Prefetto Michele di Bari conferma Commissario il dott. Salvatore Gullì e sub Commissario il dott. Giuseppe Putortì

 
Come noto, nessuna lista è stata presentata al Comune di San Luca per la prossima tornata elettorale e, conseguentemente, si rende necessario provvedere alla nomina del Commissario prefettizio.

In proposito, il Prefetto Michele di Bari ha confermato il dott. Salvatore Gullì, Commissario prefettizio per consolidare l'azione per la riaffermazione della legalità intrapresa dal predetto Commissario.

L'attenzione dello Stato nei confronti di quella Comunità è sempre alta e, per tale motivo, il Prefetto ha riconfermato alla guida di quella cittadina il dott. Gullì che, con costante impegno e passione, è riuscito a coinvolgere la popolazione in un progetto comune per ridare speranza ai giovani di un futuro migliore.

Il Prefetto di Bari ha voluto, con questa scelta, confermare la vicinanza dello Stato che in quel territorio intende, con tutte le sue componenti, affiancare e sostenere l'azione del Commissario per l'affermazione del valore della legalità come fattore imprescindibile di crescita e di sviluppo di quella Comunità.

Contestualmente, il Prefetto ha confermato, quale sub Commissario, il dott. Giuseppe Putortì, Funzionario di questa Prefettura, che con professionalità e dedizione ha coadiuvato il Commissario.

Pubblicato il :

 Protezione civile. 'Esercitazione Villa 2017"

Su disposizione del Prefetto, Michele di Bari, si è svolta in data odierna, presso il Palazzo del Governo, un'esercitazione di Protezione Civile, per posti di comando, denominata " Esercitazione Villa 2017 ", organizzata da questa Prefettura  in collaborazione con il Gruppo delle Ferrovie dello Stato, che ha interessato i territori dei Comuni di Reggio Calabria e Villa San Giovanni.

Obiettivo dell'esercitazione è stato quello di testare l'efficacia del Sistema di Protezione Civile in caso di emergenze che coinvolgono le  infrastrutture ferroviarie.

E' stata ipotizzata, come scenario di rischio, una scossa  tellurica che, nell'ambito della "Stazione di Villa San Giovanni - Fascio Bolano", ha causato lo svio di una ferro cisterna in movimento, contenente una sostanza infiammabile (Etilbenzene), con conseguente fuoriuscita della stessa, determinando un'emergenza di tipo chimico,  per la  propagazione di vapori tossici e/o infiammabili.

Al verificarsi dell'evento è stato istituito il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS) nonché la Sala Operativa di Protezione Civile di questa Prefettura con i Rappresentanti degli Enti e dei Comandi interessati nella gestione dell'emergenza con le funzioni di supporto necessarie.

Si è immaginato che il Personale in servizio presente nell'area, dopo l'incidente, abbia lamentato sintomi di intossicazione e stati di ansia  con  necessità  di immediata assistenza.

Pertanto, è stato  attivato il sistema  di Protezione Civile a tutti i livelli, regionale, provinciale e comunale,  per l'attivazione di interventi di tipo tecnico mediante l'azione di squadre operative RFI, dei Vigili del Fuoco, del Servizio Urgenza Emergenza Medica "118" e  delle Forze dell'Ordine, nonché di tipo logistico-assistenziale  per le attività svolte  a cura degli Enti locali interessati.

Il  Centro Coordinamento Soccorsi  è stata la sede in cui sono confluiti tutti i flussi informativi delle operazioni.

 Inoltre, è stata prevista l' istituzione di un  Posto di Comando Avanzato (PCA) presso il Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Villa San Giovanni, con l'impiego del  Nucleo NBCR (Nucleare Biologico Chimico e Radiologico) e di un Posto Medico avanzato (PMA)  nei pressi del luogo dell'evento a cura del Servizio Urgenza Emergenza Medica 118 (SUEM).

Questa Prefettura, in ragione delle proprie competenze, ha svolto attività di coordinamento della gestione dell'emergenza  prevedendo,  altresì,  il collegamento immediato  con gli Organi Centrali (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile; Ministero dell'Interno - Gabinetto, Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, Dipartimento della Pubblica Sicurezza).

Nel  corso dell'esercitazione, sono state ipotizzate,  "a sorpresa", ulteriori situazioni di criticità, non originariamente previste dal relativo  documento d'impianto, al fine di sperimentare  la capacità  organizzativa e di risposta  del  Sistema Protezione Civile che  si è rivelato all'altezza della situazione.

Nelle operazioni di esercitazione sono state coinvolte le Componenti e Strutture Operative   della Regione Calabria ( U.O.A. Protezione Civile), della Città Metropolitana di Reggio Calabria ( Polizia Metropolitana e  Protezione Civile), del Comune di Reggio Calabria (  Polizia Locale e Protezione Civile), del Comune di  Villa San Giovanni (  Polizia Locale e Protezione Civile), della Questura, della Direzione Marittima, del Comando Provinciale dell'Arma dei Carabinieri, del Comando Provinciale Guardia di Finanza, del Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Calabria, del Compartimento della Polizia Stradale - Sezione di Reggio Calabria, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, dell'ARPACAL, dell'ASP   - Servizio Urgenza Emergenza Medica "118"  (SUEM) e dell'ANAS e  del Gruppo Ferrovie dello Stato,  che ha partecipato anche con  reparti di altre province.

Pubblicato il :

 Cerimonia di sottoscrizione del Protocollo d'Intesa per la realizzazione di Caserme dei Carabinieri in Comuni aspromontani.

Si è svolta, nel pomeriggio odierno, presso il Palazzo Comunale di Bruzzano Zeffirio,la cerimonia di sottoscrizione del Protocollo d'Intesa per la realizzazione di 13 Caserme dei Carabinieri nei Comuni di Seminara, Oppido Mamertina, Bruzzano Zeffirio, Cosoleto, Palizzi Marina, Saline di Montebello Jonico, Gerace, Sant'Eufemia D'Aspromonte, Molochio, Santa Cristina D'Aspromonte, Samo, Rosario Valanidi e Melicucco.

Hanno sottoscritto l'Atto pattizio, alla presenza del Sig.  Ministro dell'Interno, Sen. Marco Minniti, e del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Gen. C.A. Tullio Del Sette, il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Giancarlo Scafuri, il Provveditore Interregionale alle Opere Pubbliche Sicilia-Calabria, Ing. Donato Carlea e il Direttore Regionale dell'Agenzia del Demanio.

Si tratta di una importante iniziativa volta a consolidare il complessivo quadro del controllo del territorio in ambito provinciale attraverso una più incisiva presenza dei presidi dell'Arma dei Carabinieri nel territorio aspromontano, in grado di offrire alle popolazioni e alle istituzioni efficienti punti di riferimento  anche in situazioni emergenziali.

I 13 presidi dell'Arma saranno realizzati con fondi messi a disposizione dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture per un importo complessivo di 15 milioni di Euro secondo un programma triennale predisposto dal Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche Sicilia - Calabria.

In particolare le nuove caserme di: Seminara, Santa Cristina D'Aspromonte, Bruzzano Zeffirio, Cosoleto e Palizzi Marina saranno realizzate entro il 2017, quelle di: Saline di Montebello Jonico, Gerace e Sant'Eufemia D'Aspromonte entro il 2018, mentre  quelle di Molochio, Oppido Mamertina e Samo entro l'anno 2019.

Il Protocollo prevede, inoltre, che le economie di spesa saranno impiegate per il completamento delle opere di riqualificazione ed adeguamento sismico delle caserme di Melicucco e di Rosario Valanidi nel Comune Capoluogo, già finanziate nell'ambito del P.S.G.C. (Piano Straordinario per la Giustizia in Calabria) e per il completamento della Stazione dei Carabinieri di Sinopoli.

La cerimonia ha avuto inizio con il saluto del Sindaco di Bruzzano Zeffirio che ha ringraziato il Ministro dell'Interno, il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri ed il Prefetto per l'attenzione riservata alla sua comunità nell'ospitare la cerimonia della sottoscrizione del Protocollo.

Nel suo intervento di apertura, il Prefetto ha illustrato il percorso che ha portato all'Atto pattizio che è frutto di azioni condivise e sinergie istituzionali messe in campo da tutti i sottoscrittori per dare una risposta concreta alle esigenze di sicurezza della collettività, grazie anche alla disponibilità dimostrata dai Sindaci dell'Aspromonte che hanno concesso in comodato gratuito gli edifici da ristrutturare o donato le aree su cui costruire gli immobili.

Il Gen. Del Sette ha evidenziato che l'idea di rafforzare i presidi dell'Arma dei Carabinieri nasce da una sua precedente visita in Aspromonte in occasione della cattura di un latitante.

In quella circostanza, ha avuto modo di constatare che alcune caserme necessitavano di interventi strutturali la cui mancata realizzazione avrebbe comportato il rischio di possibili ripiegamenti e l'allontanamento dal quel territorio.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Sig.  Ministro dell'Interno che, a conclusione della cerimonia, ha dichiarato che il Protocollo è una ulteriore testimonianza non solo dell'attenzione dello Stato verso la Calabria e i suoi cittadini ma anche della ferma volontà delle sue Istituzioni di contrastare ad ogni livello la criminalità organizzata.

" L'Arma dei Carabinieri - ha continuato il Sig. Ministro - rappresenta un baluardo per la sicurezza, il cuore pulsante della legalità e dello Stato. La presenza dei presidi dell'Arma nei paesi, e soprattutto in quelli aspromontani, oltre che essere un pilastro per la lotta alla 'ndrangheta, costituisce un sicuro punto di riferimento in ogni circostanza, anche in caso di eventi calamitosi. Lo Stato vuole entrare nei cuori dei cittadini, e dei calabresi in specie, perché il Paese ha necessità, per il suo sviluppo globale, del Mezzogiorno e della Calabria: di questo dobbiamo essere convinti come calabresi e come italiani."

Il Sig. Ministro ha, inoltre, ringraziato per la presenza e la vicinanza i Vertici della Magistratura e delle Forze di Polizia che con il loro quotidiano impegno contribuiscono a combattere la 'ndrangheta e a liberare questa terra dal malaffare.

Alla cerimonia, che è stata particolarmente sentita e partecipata dalla popolazione di quell'area, erano presenti, il Capo di Gabinetto del Ministro dell'Interno, il Presidente della Regione, il Presidente del Consiglio regionale, il Sindaco della Città Metropolitana, i Sindaci dei Comuni interessati e altri Sindaci della provincia, i Vertici della Magistratura e delle Forze di Polizia, il Vescovo della Diocesi di Locri-Gerace e il Rettore dell'Università Mediterranea.
Pubblicato il :

 Deliberato lo scioglimento dei Consigli Comunali di Bova Marina, di Gioia Tauro e di Laureana di Borrello

 
Nella seduta odierna del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'Interno Sen. Marco Minniti ed a seguito delle relazioni predisposte dal Prefetto di Reggio Calabria, è stato deliberato lo scioglimento dei Consigli Comunali di Bova Marina, di Gioia Tauro e di Laureana di Borrello per accertati condizionamenti dell'attività amministrativa da parte di infiltrazioni criminali.

In conformità a quanto previsto dall'art. 143, comma 12 del decreto legislativo 18 agosto 267, il Prefetto Michele di Bari, nelle more del perfezionamento della procedura, con proprio provvedimento, affiderà a Commissioni Straordinarie per la gestione provvisoria dei predetti Comuni, già sciolti ai sensi dell'art. 141 t.u.o.e.l. per motivi amministrativi, al fine di prevenire situazioni che potrebbero ulteriormente compromettere la libertà di determinazione ed il buon andamento o l'imparzialità dell'amministrazione.

Pubblicato il :

 Sottoscrizione del Protocollo per la Realizzazione di 13 Caserme dei Carabinieri

 
Si comunica che il prossimo 12 maggio alle ore 16.30, presso il Palazzo Comunale di Bruzzano Zeffirio, si terrà la sottoscrizione di un Protocollo d'Intesa tra questa Prefettura, l'Arma dei Carabinieri, il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche per la Sicilia e la Calabria e l'Agenzia del Demanio, concernente la realizzazione di 13 Caserme dei Carabinieri nei Comuni di Seminara, Oppido Mamertina, Bruzzano Zeffirio, Cosoleto, Palizzi Marina, Saline di Montebello Jonico, Gerace, Sant'Eufemia D'Aspromonte, Molochio, Santa Cristina D'Aspromonte, Samo, Rosario Valanidi e Melicucco.

Si tratta di una importante iniziativa che consolida il complessivo quadro del controllo del territorio in ambito provinciale attraverso una più incisa presenza dei presidi dell'Arma dei Carabinieri nel territorio aspromontano, in grado di offrire alle popolazioni e alle istituzioni efficienti punti di riferimento anche in situazioni emergenziali.

Alla cerimonia è prevista la presenza del Signor Ministro dell'Interno, Sen. Marco Minniti, e del Generale C.A. Tullio Del Sette, Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri.

Pubblicato il :

 Insediata in data odierna la Commissione Straordinaria per la gestione del Comune di Canolo

 
Si è insediata oggi, presso il Comune di Canolo, la Commissione Straordinaria per la gestione dell'Ente composta dal dott. Umberto Pio Antonio Campini, Viceprefetto, dal dott. Valerio De Joannon, Viceprefetto Aggiunto e dal dott. Cosimo Facchiano, Funzionario economico finanziario.

Come noto, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'Interno, a seguito della relazione predisposta dal Prefetto di Reggio Calabria, ha deliberato, nella seduta del 5 maggio scorso, lo scioglimento del Consiglio Comunale di Canolo, nel quale sono state accertate forme di condizionamento della vita amministrativa da parte della criminalità organizzata.

Pubblicato il :

 Deliberato lo scioglimento del Consiglio Comunale di Canolo

 
Su proposta del Ministro dell'Interno, a seguito della relazione predisposta dal Prefetto di Reggio Calabria, il Consiglio dei Ministri nella seduta di ieri 5 maggio, ha deliberato lo scioglimento del Consiglio Comunale di Canolo (RC), nel quale sono state accertate forme di condizionamento della vita amministrativa da parte di infiltrazioni criminali.

Per la gestione provvisoria dell'Ente, nelle more del perfezionamento della procedura di scioglimento, il Prefetto Michele di Bari, con proprio provvedimento in data odierna, ha sospeso il predetto Consesso, ai sensi dell'art. 143, comma 12 del decreto legislativo 18 agosto 267, per prevenire situazioni che potrebbero ulteriormente compromettere la libertà di determinazione ed il buon andamento o l'imparzialità dell'amministrazione ed ha incaricato la Commissione Straordinaria composta dal dott. Umberto Pio Antonio  Campini, Viceprefetto,  dal dott. Valerio De Joannon, Viceprefetto Aggiunto e dal dott. Cosimo Facchiano Funzionario economico finanziario.

Presso quel Comune, era stata inviata una Commissione d'indagine in data 10 ottobre 2016 , nominata dal Prefetto della Provincia di Reggio Calabria, su delega dello stesso Ministro dell'Interno, al fine di compiere accertamenti per verificare l'eventuale sussistenza di forme di infiltrazione o di condizionamento di tipo mafioso o similare.   

Detta Commissione, aveva presentato la propria relazione che era stata esaminata in una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, con la partecipazione del Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, titolare della Direzione Distrettuale Antimafia.

La decisione da parte del Consiglio dei Ministri, di scioglimento del Consiglio Comunale comporta la cessazione della carica di Consigliere, di Sindaco, di componente della Giunta e di ogni altro incarico comunque connesso alle cariche ricoperte. 
Pubblicato il :

 Continuano gli arrivi di migranti a Reggio Calabria.

 
Dopo lo sbarco di ieri pomeriggio, sulla spiaggia del Comune di Caulonia  di 70 migranti, di cui 50 uomini, 13 donne e 7 minori accompagnati, di nazionalità iraniana, siriana, irachena e bengalese, giunti a bordo di uno yacht di dodici metri privo di denominazione e di bandiera, è stato preannunciato l'arrivo della motonave Acquarius, domani mattina alle 10.00 presso il Porto di questo Capoluogo, con a bordo 731 migranti, di diverse nazionalità.

Le operazioni di primo soccorso e assistenza, coordinate dalla Prefettura, saranno prestate dal personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Comune Capoluogo, della Polizia Provinciale, della Capitaneria di Porto, dell'USMAF, del SUEM 118 e dell'Azienda Ospedaliera, della Croce Rossa Italiana,  del Coordinamento ecclesiale Migranti della Caritas e  da varie altre  Associazioni di volontariato.

Al momento dello sbarco i migranti verranno sottoposti alle prime cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni presenti.

Nell'occasione sarà allestita, a cura della Regione Calabria, la tenda per il trattamento igienico - sanitario dei migranti con patologie cutanee.

I migranti saranno trasferiti secondo  il Piano di riparto predisposto dal Ministero dell'Interno.

Pubblicato il :

 Approvazione del rendiconto della gestione 2016. Il Prefetto di Reggio Calabria ha diffidato 61 Consigli comunali e nominato due commissari ad acta.

 
Il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari ha diffidato 61 Consigli Comunali i quali non hanno approvato, nei termini di legge, 30 aprile, il rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2016, intimando agli stessi di provvedere entro venti giorni dalla data di ricevimento della diffida.

Sono stati altresì nominati due Commissari ad acta con l'incarico di procedere all'approvazione dello schema di rendiconto della gestione per l'esercizio finanziario del 2016, da sottoporre alla successiva approvazione da parte dei rispettivi consigli comunali.

In caso di eventuale e ulteriore inadempienza da parte dei citati organi comunali, si riterrà perfezionata la fattispecie di cui all'art. 141, comma 2, del D. Lgs. 267/2000 che prevede l'avvio della procedura di scioglimento del Consiglio comunale.

Pubblicato il :

 Focus 'ndrangheta - Attività di controllo nel territorio della Locride

 
Continuano incessanti le attività di prevenzione e controllo in attuazione della Direttiva del Ministro dell'Interno del 23 aprile 2014 denominata Focus 'ndrangheta, implementate in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica sulla base delle indicazioni del Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari.

Negli ultimi giorni, in concomitanza con il primo maggio, sono stati intensificati i servizi, attraverso l'impiego di molteplici unità delle Forze dell'Ordine che hanno operato sia sul versante ionico che su quello tirrenico, svolgendo una mirata attività di contrasto all'illegalità.

Oltre ai controlli sui territori ad alta sensibilità criminale e nei confronti di soggetti a rischio, le pianificazioni hanno perseguito finalità preventiva, da un lato, al fine di impedire la commissione di reati di natura predatoria, dall'altro, al fine di assicurare il rispetto delle norme di circolazione stradale in occasione del maggiore afflusso di utenti diretti verso le località balneari.

I suddetti servizi, effettuati dal dispositivo impiegato dai Carabinieri del Gruppo di Locri si sono tradotti in cospicue verifiche di persone e mezzi e in numerose sanzioni amministrative elevate per infrazioni del Codice della Strada.

Nel corso delle suddette operazioni, in particolare, è stato tratto in arresto Antonio CATALDO, esponente dell'omonima 'ndrina , sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di P.S., per violazione degli obblighi inerenti la misura stessa.

Si tratta, dunque, di un considerevole impegno, aggiuntivo rispetto alla complessa attività istituzionale ordinaria, teso ad arginare e contrastare la 'ndrangheta in quella che appare essere la chiave di volta del suo potere illecito, ovvero il controllo criminale del territorio.

Un bilancio di operatività, dunque, rilevante, segno di uno Stato sempre più presente sul territorio, proiettato in un'azione di contrasto alla criminalità organizzata intensa e costante a servizio dell'ineludibile bene primario rappresentato dalla sicurezza dei cittadini.

A completamento delle attività, il Prefetto rivolge un messaggio di sincero compiacimento e vivo apprezzamento agli uomini e alle donne delle Forze dell'Ordine intervenute per l'efficace azione di contrasto all'illegalità.
Pubblicato il :

 
Torna su