Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

NOTIZIE

 

 Disposto un accesso ispettivo antimafia presso il Comune di San Giorgio Morgeto

 
Il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, su delega del Signor Ministro dell'Interno, richiesta ai sensi dell'ex art. 143, comma 2, D. Lgs. 267/2000, ha disposto un accesso ispettivo antimafia presso il Comune di San Giorgio Morgeto al fine di compiere accertamenti ed approfondimenti per verificare l'eventuale sussistenza di forme di infiltrazione o di condizionamento di tipo mafioso.

L'attività ispettiva della Commissione d'indagine, insediatasi in data odierna, sarà supportata nell'espletamento dell'incarico da personale delle Forze di Polizia e dovrà essere perfezionata entro tre mesi dall'insediamento, periodo prorogabile di ulteriori tre qualora necessario.

Pubblicato il :

 Sgomberati un'intera palazzina a Sinopoli e un altro immobile a Rosarno confiscati alla criminalità organizzata e illecitamente occupati

 
Nella mattinata di ieri personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza hanno iniziato e concluso le operazioni di sgombero di un'intera palazzina confiscata a una nota famiglia di ' ndrangheta, attiva nel territorio di Sinopoli.

L'attività, che ha interessato 6 appartamenti distribuiti in 4 piani, si è svolta senza turbative per l'ordine pubblico, e i beni, già destinati dall'Agenzia Nazionale per l'amministrazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata al Comune Sinopoli per finalità alloggiative, sono stati contestualmente consegnati all'Ente dalla medesima Agenzia, presente sul posto.

Sempre nella giornata di ieri sono stati sgomberati altri due immobili a Rosarno, illecitamente occupati benchè già confiscati alla criminalità organizzata.

Anche qui nessuna turbativa si è registrata e i beni sono stati consegnati all'Ente dall'Agenzia Nazionale, presente sul posto.

Il " Piano straordinario sgomberi ", voluto dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, si conferma una efficace strategia di contrasto alla 'ndrangheta, a completamento dello strumento della confisca dei beni, talvolta "svuotata" di contenuto poiché gli stessi immobili continuano ad essere occupati illegittimamente dagli esponenti criminali che si aggrappano a tecnicismi giuridici esasperati per non liberarli.  

Sono 7 i beni sgomberati e restituiti alla collettività nel primo mese e mezzo dell'anno 2019, fra questi anche una attività commerciale, 27 dallo scorso anno. Si tratta di immobili composti anche da più unità abitative (come quello di ieri), ubicati nella Città di Reggio Calabria e nel territorio metropolitano.

Il Piano straordinario sgomberi procederà anche domani e altre pianificazioni sono in programma nelle prossime Riunioni Tecniche di Coordinamento presiedute dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, cui seguiranno i Tavoli tecnici disposti dal Questore di Reggio Calabria, Raffaele Grassi.

Pubblicato il :

 Problematiche Occupazionali del Porto Di Gioia Tauro

 
Nella mattinata odierna, in prosecuzione della riunione dello scorso 12 febbraio, si è svolto in Prefettura un ulteriore incontro, convocato dal Prefetto Michele di Bari, in relazione alle note problematiche occupazionali del Porto di Gioia Tauro e del futuro del medesimo scalo portuale.

Durante l'incontro, la Società MCT ha comunicato che nei prossimi giorni avvierà le procedure finalizzate alla mobilità del personale interessato.

Il Prefetto, avendo già inoltrato la richiesta di convocazione di un tavolo governativo al Ministero delle Infrastrutture, ha chiesto  alla Società MCT di differire l'avvio delle procedure di mobilità all'esito delle determinazioni che saranno assunte in sede ministeriale.

Il Prefetto ha invitato i Sindacati a mantenere un clima disteso, in attesa del tavolo ministeriale.
Pubblicato il :

 Tentativo di conciliazione per il personale dipendente della società Locride Ambiente

 
Si è tenuto nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, il  tentativo di conciliazione per il personale dipendente della società Locride Ambiente impiegato nell'appalto del servizio di igiene ambientale presso il Comune di Bagnara Calabra.

La riunione è stata convocata dal Prefetto Michele di Bari, su richiesta dei rappresentanti dell'Organizzazione Sindacale di categoria - SLAI COBAS - che hanno proclamato lo stato di agitazione in ordine alla mancata erogazione, nei confronti dei lavoratori, degli emolumenti stipendiali riferiti allo scorso mese di dicembre 2018.

All'incontro erano presenti i Rappresentanti del Comune di Bagnara Calabra, il delegato della ditta Locride Ambiente ed i delegati della predetta Organizzazione Sindacale.

L'Azienda si è impegnata al pagamento dello stipendio di dicembre 2018 entro e non oltre il prossimo 15 febbraio.

Il tentativo di conciliazione si è, pertanto, concluso positivamente con la revoca dello sciopero già indetto per la giornata del prossimo 9 febbraio nonché la revoca dello stato di agitazione proclamato in precedenza.

Pubblicato il :

 Avverse condizioni meteorologiche ... Attivazione CCS.

 
In considerazione dei messaggi di allertamento,  relativi all'ondata di maltempo prevista su questo territorio provinciale, il Prefetto, dr. Michele di Bari, ha disposto l'attivazione presso questo Palazzo del Governo, sin dalle ore 00,00 di oggi 5 febbraio,  del Centro Coordinamento Soccorsi (CCS)  al fine di coordinare tutti gli interventi necessari a risolvere le criticità conseguenti alle incipienti, avverse condizioni metereologiche.

Già  con circolari  prefettizie dello scorso 4 febbraio, indirizzate ai Comuni della Cala 4 (fascia jonica) e della Cala 8 (fascia tirrenica) era stata richiamata l'attenzione dei Sindaci e Commissari Straordinari e Prefettizi  dei Comuni della provincia, sul quadro di previsioni meteorologiche relative ai preannunciati eventi pluviometrici di rilevante intensità (allerta arancione per la Cala 4 e rossa per la Cala 8).

In particolare,  è stato loro richiesto di   assumere, nell'immediatezza, tutte le iniziative necessarie alla salvaguardia della pubblica e privata incolumità  predisponendo tutte le misure previste dalle proprie pianificazioni di emergenza  e dalla Direttiva " Sistema di Allertamento regionale per il rischio meteo idrogeologico ed idraulico in Calabria " (approvata ed adottata con deliberazione della Giunta Regionale n. 535 del 15 novembre 2017) atte  ad evitare  pericoli per la popolazione.

E' stato, tra l'altro, richiesto il monitoraggio  da parte degli Enti Locali della rete viaria presente nei rispettivi territori, attraverso l'attivazione di "presidi territoriali" -  con compiti di vigilanza e intervento tecnico, particolarmente al verificarsi delle fasi emergenziali -  nonché un  attento monitoraggio dei corsi d'acqua  e verifica delle opere idrauliche di pertinenza.

Nel pomeriggio dello stesso 4 febbraio, il Prefetto ha anche presieduto una riunione di Protezione civile  al fine di verificare la situazione in atto e assumere le iniziative e le misure necessarie a salvaguardia della pubblica e privata incolumità.

All'incontro hanno partecipato i   Sindaci dei Comuni sede di COM, i Rappresentanti della Protezione civile regionale, della Protezione Civile e del Settore viabilità e Polizia della Città metropolitana, dell'Ufficio scolastico provinciale, delle Forze di Polizia, della Direzione marittima, della Polizia stradale, della Polfer, dei Vigili del Fuoco, del Suem 118, di RFI, di Enel e di Anas.

Nel corso della riunione il Prefetto, a seguito di quanto emerso, ha disposto, d'intesa con l'Ufficio scolastico provinciale e con i Sindaci presenti, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado  di tutto il territorio metropolitano e la chiusura degli uffici pubblici compresi nella Cala 8.

Ha, inoltre, richiamato l'attenzione sull'opportunità che i Sindaci provvedano nell'immediatezza alla costituzione dei C.O.C. e all'adozione di tutti i provvedimenti necessari a garantire la tutela della popolazione nonché sulla necessità di  assicurare una tempestiva informazione alla cittadinanza in ordine ai rischi paventati.

E'  stata ulteriormente sollecitata  la costante osservazione di fiumi, torrenti e fiumare, onde scongiurare che eventuali esondazioni possano cagionare situazioni di pericolo per la popolazione presente nell'area, nonché una preventiva manutenzione della rete viaria  al fine di  evitare fenomeni di allagamento delle sedi stradali con conseguente rischio per gli utenti.

Di seguito all'incontro,  il Prefetto ha inviato una circolare alla Città metropolitana e ai Comuni compresi nella Cala 8 per la chiusura delle scuole e degli Uffici pubblici e analoga circolare è stata diramata ai Comuni compresi nella Cala 4 limitatamente alla chiusura delle scuole.

Al CCS, tuttora in corso e operativo H24 sino a cessata emergenza, sono stati chiamati a partecipare  Referenti della Questura, della Direzione Marittima, del Comando Provinciale dei  Carabinieri,   del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, del Gruppo Carabinieri Forestale, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, della Polizia Stradale e Provinciale, nonché dell'ANAS Viabilità, della Provincia - Settori Viabilità e Protezione Civile, del Comune Capoluogo,  nonché dell'ENEL e di RFI.

Dalle prime ore della giornata  odierna, sono stati effettuati interventi miranti a garantire, nell'immediatezza, la salvaguardia della pubblica e privata incolumità  nonché la transitabilità delle arterie stradali di ogni ordine e grado.

In particolare, in questo Capoluogo, si è verificata una frana nel quartiere Eremo Condera, rimossa dal Comune nella mattinata odierna,  ed uno smottamento della strada in località Gallina per il quale si sta provvedendo.

Ad Archi i Vigili del Fuoco sono intervenuti in soccorso di una famiglia isolata. Così anche in località Mattarossa di Gallico Superiore.

A Mosorrofa, in contrada Placa,  si è verificato uno smottamento che ha interessato la rete del metano e la rete elettrica per il quale è stato disposto l'intervento dei Vigili del Fuoco, di SNAM e di ENEL.

A Bagnara Calabra, si è registrata una colata di fango sulla Statale 18 Tirrena Inferiore Km 505+900  in prossimità del torrente Praialongo, prontamente rimossa da personale ANAS e Vigili del Fuoco.

Nel comune di Benestare, due pali dell'illuminazione pubblica sono caduti sulla S.P. 74 mentre un albero si è riversato sulla sede stradale in località Boscobelloro. In entrambi i casi le strade sono state sgomberate ed è stata ripristinata la viabilità.

A Fiumara si sono registrati due smottamenti di cui uno in Via Crispi e l'altro sulla strada Fiumara-Melia per i quali è stato disposto apposito sopralluogo da parte dei Vigili del Fuoco e della Città Metropolitana.

Criticità si sono verificate relativamente  al traffico aeroportuale: la Torre di controllo dell'Aeroporto dello Stretto ha segnalato, nel corso della notte, che un fulmine ha colpito un aeromobile in volo cagionando danni alla fusoliera.

Il CCS, attivo anche durante le ore notturne,  continuerà ad operare fino a cessate esigenze ed è in costante contatto con la Sala operativa della Protezione Civile  Regionale  e con Viabilità Italia.

Pubblicato il :

 Avverse condizioni meteorologiche- Aggiornamento

 
Con messaggio diramato nella mattinata odierna, la Sala Operativa della Protezione Civile regionale ha comunicato che dalle ore 12,00 e sino alle ore 24,00 del 5 febbraio il livello di allertamento per tutto il territorio metropolitano è stato declassato a "Giallo" - Fase di attenzione-  con scenario d'evento "precipitazioni da isolate a sparse a carattere di rovescio o temporale, specie sui settori ionici e meridionali; locali grandinate; venti forti settentrionali con raffiche fino a burrasca forte; mareggiate lungo le coste esposte ai venti".

Per il prossimo 6 febbraio è invece previsto il livello "Verde" - Base-  con scenario d'evento "precipitazioni isolate anche a carattere di rovescio o breve temporale sui settori meridionali e centro-settentrionali jonici; locali grandinate; venti forti settentrionali con raffiche fino a burrasca".

Nondimeno, continuerà ad essere operante, sino a cessate esigenze, il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS)  attivato dal Prefetto, dr. Michele di Bari, al fine di coordinare tutti gli interventi necessari a risolvere le criticità conseguenti alle avverse condizioni metereologiche.

Oltre quanto già rappresentato con il precedente comunicato,  si sono registrati i seguenti danni:

Nella frazione Pettogallico di questo Capoluogo, al Km 6+200 della Via dei Monti si è verificato lo smottamento della sede stradale con asportazione del piano viabile per cui si è resa necessaria la chiusura al transito di detta arteria.

Inoltre, anche la strada Trunca - Santa Venere è stata interessata da una serie di smottamenti per i quali è in corso un sopralluogo congiunto (Vigili del fuoco, Protezione civile regionale e comunale) al fine di verificare lo stato dei luoghi e valutare le misure da adottare a tutela della pubblica e privata incolumità.

Pubblicato il :

 Ponte Allaro ... 4 febbraio 2019

 
Nella giornata odierna, convocata dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, si è tenuta, presso questo Palazzo del Governo,  una riunione al fine di monitorare lo stato di avanzamento dei lavori  del ponte sul  torrente Allaro.

All'incontro hanno partecipato il Sindaco di Caulonia, i Presidenti dell'Assemblea  e del Comitato dei Sindaci della Locride, i Rappresentanti  della  Città Metropolitana, della Questura, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Stradale e dell'ANAS.

Nel corso della riunione il rappresentante di ANAS ha comunicato che i lavori per la costruzione del "guado" stanno rispettando il cronoprogramma. In particolare, è già avvenuta la fornitura dei tubi ARMCO e sono iniziati i lavori di posa in opera, e, pertanto, si prevede che il completamento avvenga entro il 15 marzo p.v., nel pieno rispetto dei tempi contrattuali.

In relazione agli interventi previsti sul "ponte Monarchico", inoltre,  essendo arrivata la strumentazione necessaria, da oggi sono iniziati  i lavori per la realizzazione dei pali.

La Prefettura continua un attento monitoraggio della situazione.   

Pubblicato il :

 
Torna su