Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

NOTIZIE

 

 Lavori di costruzione del nuovo Palazzo di Giustizia di Locri

 
Particolare attenzione il Prefetto di Reggio Calabria Claudio Sammartino ha posto sui lavori di costruzione del nuovo Palazzo di Giustizia di Locri in considerazione del significativo rilievo che assume l’importante struttura giudiziaria i cui lavori sono attualmente sospesi dopo che è stata proposta, dal Responsabile Unico del Procedimento, la risoluzione del contratto con la ditta già aggiudicataria dell’appalto.

In particolare, il Prefetto ha chiesto al Provveditorato Interregionale alle OO.PP., nella qualità di stazione appaltante, di svolgere ogni proficua attività finalizzata alla ripresa dei lavori per il completamento dell’opera.

Il Prefetto ha, altresì, richiesto alla Regione e allo stesso Sindaco di Locri di confermare, agli uffici competenti, la disponibilità dei relativi finanziamenti nonché notizie sullo stato delle procedure di competenza.
Pubblicato il :

 Messaggio di apprezzamento per l'operazione che ha assicurato alla giustizia 52 persone affiliati alla cosca di ‘ndrangheta del gruppo “PAVIGLIANITI”

 
Con una brillante operazione di polizia giudiziaria, significativamente coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, l’Arma dei Carabinieri  ha assicurato alla giustizia 52 persone indagate, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso nell’articolazione  territoriale della cosca di ‘ndrangheta del gruppo  “PAVIGLIANITI” operante nei Comuni di San Lorenzo (RC) e Bagaladi (RC) e territori limitrofi.

Contestualmente all’esecuzione del provvedimento restrittivo, è stato eseguito il decreto di sequestro preventivo di 5 imprese riconducibili alla suddetta cosca per un valore complessivo di circa 10 milioni di Euro.

Il Prefetto ha rivolto un messaggio di sincero compiacimento e vivo apprezzamento agli esponenti della Magistratura, al Comandante Provinciale dei Carabinieri, alle donne e agli uomini del’Arma che hanno operato con determinazione e professionalità nella disarticolazione di una rilevante  cosca ‘ndranghetista della fascia ionica della provincia reggina.

Il risultato giudiziario conseguito contribuisce a rafforzare la fiducia dei cittadini calabresi nelle Istituzioni dello Stato impegnate, in un costante  rapporto sinergico, a prevenire, contrastare e reprimere le forme di dominio della ‘ndrangheta nel tessuto sociale, civile ed economico della provincia.
Pubblicato il :

 Conferenza Provinciale Permanente in materia di sicurezza stradale

 
Il Prefetto, Claudio Sammartino, ha convocato per il prossimo 15 dicembre con inizio alle ore 12.00  la Conferenza Provinciale  Permanente per esaminare le iniziative da intraprendere in materia di sicurezza stradale, con particolare riguardo alla S.S. n. 682 (Jonio – Tirreno).

Alla riunione parteciperanno il Presidente della Provincia, il Sindaco del Capoluogo, il Questore, il Comandante provinciale dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante della Polizia Stradale, Il Comandante dei Vigili del Fuoco, i Sindaci e i Commissari straordinari dei Comuni interessati ed il Capo Compartimento di Anas Viabilità.
Pubblicato il :

 43002 numero verde gratuito attivabile, in forma anonima, con un SMS

 
Convocata dal Prefetto Claudio Sammartino, si è tenuta nella mattinata odierna la preannunciata riunione di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per definire una comune strategia che contempli l’uso degli SMS ulteriore strumento per prevenire e contrastare i fenomeni di bullismo, dello spaccio e del consumo delle sostanze stupefacenti dei quali siano vittime i minori e per sollecitare il responsabile impegno degli attori all’adozione di politiche di prevenzione nei confronti del mondo giovanile, con il coinvolgimento delle famiglie, della scuola e dell’associazionismo.

All’incontro sono intervenuti il Presidente della Provincia, il Sindaco del Capoluogo, i Procuratori della Repubblica presso i Tribunali di Reggio Calabria, Palmi e Locri, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni ed il Presidente del Tribunale per i Minorenni, i Vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, il Dirigente della Polizia Postale,  il Direttore Generale f.f. dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, il Direttore Provinciale dell’Ufficio Scolastico Provinciale oltre ai Dirigenti alcuni Istituti scolastici della provincia, individuati dal medesimo.

L’iniziativa, finalizzata ad una rinnovata azione di prevenzione e contrasto allo spaccio di stupefacenti ed al fenomeno del bullismo nell’ambito scolastico, intende promuovere la diffusione dell’iniziativa del Ministero dell’Interno del numero verde gratuito (43002) attivabile, in forma anonima, con un SMS che consente di denunciare tempestivamente reati e comportamenti devianti che continuano a interessare questo territorio, contraddistinto da zone di disagio sociale e degrado ambientale, in un contesto di significativa gravità per la pervasiva presenza diffusa della ‘ndrangheta, che ha nello spaccio delle sostanze stupefacenti una delle principali fonti di finanziamento.

Il rilievo particolare che assumono la prevenzione e il contrasto al fenomeno del “bullismo”è determinato, anch’esso, dalla letale influenza della mentalità ‘ndranghetista che privilegia forme di dominio violento e di sopraffazione come forme di relazione e di “leaderismo” fin dalla giovane età.

L’attivazione del numero verde costituisce un ulteriore “ponte” lanciato nei confronti dei ragazzi per favorire il dialogo con gli adulti e le Istituzioni e la conseguente segnalazione, anche in forma anonima, di episodi di spaccio,  di consumo di droga o di sopraffazione in danno dei più deboli.

E’ un ulteriore strumento diretto al coinvolgimento dei ragazzi per esortarli alla collaborazione e alla solidarietà con i più deboli, testimoni di ferite profonde derivanti dalla droga, dalla sopraffazione e sempre più spesso dal non corretto utilizzo dei siti web.

Occorre intervenire sui ragazzi  perché in tal modo si pone argine e si contrasta la degenerazione criminale ‘ndranghetista. Occorre spiegare ai giovani, ha detto il Prefetto, che ognuno di loro si deve fare carico di responsabilità nei confronti dei propri amici e compagni di scuola che si trovino in situazioni di bisogno e di difficoltà e non sappiano reagire. E’ un invito ai giovani a collaborare in un’ottica di solidarietà e consapevole sostegno a quanti, loro coetanei, si trovino a subire violenza o siano vittime della droga.

Il “bullismo” e la prevaricazione costituiscono, infatti, il “brodo di coltura” in cui possono essere coltivate adesioni alla criminalità organizzata e alimentate devianze più gravi.

E’, pertanto, possibile segnalare sull’utenza 43002 via SMS episodi di bullismo o legati alla droga che avvengono dentro o nei pressi delle scuole; le segnalazioni verranno trattate con modalità protette.

Le Istituzioni presenti, magistratura , forze di Polizia, hanno assicurato la massima disponibilità per iniziative nelle scuole e a relazionarsi con il corpo docente e con i ragazzi.

Nel corso dell’incontro è stata programmata una mirata campagna di informazione e sensibilizzazione nelle scuole della provincia pensata per aumentare la consapevolezza dei pericoli e dei danni legati ai due fenomeni, proponendo modelli di comportamento positivi e percorsi di crescita che aiutino i ragazzi a diventare liberi da questi condizionamenti, anche attraverso la diffusione del numero verde 43002 via sms.

L’iniziativa mira, altresì, alla prevenzione ed al contrasto del cosiddetto cyberbullismo, fenomeno sempre più diffuso tra i giovani ed estremamente insidioso e per il quale, purtroppo è dato rilevare una forte resistenza alla denuncia da parte delle vittime.
Pubblicato il 11/12/2014
Ultima modifica il 12/12/2014 alle 09:13:12

 Messaggio di apprezzamento alla Magistratura ed alle FF.OO. per l'operazione "il Padrino"

 
Con una brillante operazione di polizia giudiziaria, sapientemente coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, la Questura ha assicurato alla giustizia 25 persone responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso nell’articolazione della cosca di ‘ndrangheta del gruppo “Tegano” di Reggio Calabria.

Il Prefetto di Reggio Calabria ha rivolto un messaggio di vivo apprezzamento e sincero compiacimento agli esponenti della Magistratura, al Questore, al Dirigente della Squadra Mobile, alle donne e agli uomini della Polizia di Stato che hanno operato con determinazione e professionalità nella disarticolazione di una pericolosa e radicata cosca ‘ndranghetista che ha esercitato la propria criminale influenza in un importante quartiere del Capoluogo.

Il significativo risultato giudiziario conseguito contribuisce, conclude il Prefetto, a confermare la fiducia dei cittadini calabresi nelle Istituzioni dello Stato impegnate, in un rapporto di fruttuosa e costante collaborazione e coesione, a prevenire, contrastare e reprimere le forme di dominio della ‘ndrangheta nel tessuto sociale, civile ed economico della provincia.
Pubblicato il :

 Convocata riunione che avrà come oggetto l'attività di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei fenomeni di bullismo negli Istituto scolastici

 
Convocata dal Prefetto si terrà il prossimo 11 dicembre, alle ore 11,00, presso il Salone degli Stemmi di questo Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che avrà come oggetto l’attività di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e dei fenomeni di bullismo negli Istituto scolastici, alla luce della Direttiva del Ministro dell’Interno del 15 settembre 2014.
All’incontro saranno presenti il Presidente della Provincia di Reggio Calabria, il Sindaco del Capoluogo, i Procuratori della Repubblica presso i Tribunali di Reggio Calabria, Palmi e Locri, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni ed il Presidente del Tribunale per i Minorenni, i Responsabili provinciali delle Forze dell’ordine, il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale ed il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, il Direttore Generale f.f. dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, oltre a Dirigenti di Istituti scolastici.
L’iniziativa è finalizzata ad una rinnovata azione di prevenzione e contrasto allo spaccio di stupefacenti ed al fenomeno del bullismo nell’ambito scolastico e intende promuovere la diffusione del numero verde gratuito (43002) attivabile con una SMS che consente di denunciare tempestivamente reati e comportamenti devianti coinvolgendo tutte le componenti interessate a partire dalle famiglie e dal mondo della scuola. E’ possibile segnalare sull’utenza 43002 via SMS episodi di bullismo o legati alla droga che avvengono dentro o nei pressi delle scuole.
Al riguardo assume rilievo primario il ruolo di insegnanti ed educatori.
Il numero viene attivato presso le Questure e la segnalazione, tramite un sistema di smistamento, viene diramata ai Commissariati e Comandi territoriali dei Carabinieri, per consentire alle Forze dell'ordine interventi tempestivi, con il coordinamento delle Prefetture.
Nell'ambito del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica si mettono a punto i modelli d'intervento più adatti alle differenti realtà, accompagnati spesso da altri tipi di iniziative che puntano sull'informazione e la sensibilizzazione sulle conseguenze dei due fenomeni.
L’iniziativa mira, altresì, alla prevenzione ed al contrasto del cosiddetto cyberbullismo, fenomeno sempre più diffuso tra i giovanissimi anche se poco conosciuto e per il quale, purtroppo è dato rilevare una forte resistenza alla denuncia da parte delle vittime. 
Pubblicato il :

 Vertenza centro di riabilitazione di Villa Betania - ricevute rappresentanze sindacali in concomitanza con la manifestazione di protesta indetta dai lavoratori

 
Stamattina i Rappresentanti delle Organizzazioni  Sindacali provinciali e aziendali di CGIL, CISL e UIL sono stati ricevuti presso quest’Ufficio in concomitanza con la manifestazione di protesta indetta dai lavoratori del Centro di Riabilitazione di Villa Betania di questo Capoluogo a causa della mancata corresponsione delle mensilità pregresse e di quelle in corso.
E’ da precisare che la vicenda si inquadra all’interno di una articolata procedura di conciliazione siglata lo scorso 31 ottobre in questa Prefettura dal Presidente e dal Direttore del Centro e dalle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori, conclusosi positivamente con la disponibilità  dei Responsabili della Struttura  alla corresponsione delle due mensilità di stipendio dell’anno corrente entro il mese di novembre.
Poiché le Organizzazioni sindacali hanno lamentato il mancato rispetto dell’accordo, questa Prefettura ha invitato i Responsabili della struttura sanitaria a mantenere, pertanto, gli impegni assunti  nel citato verbale di conciliazione.
Pubblicato il :

 Conferenza Provinciale Permanente: esame delle iniziative da intraprendere in materia di sicurezza stradale

 
Il Prefetto, Claudio Sammartino, ha convocato per il prossimo 15 dicembre con inizio alle ore 12.00  la Conferenza Provinciale  Permanente per esaminare le iniziative da intraprendere in materia di sicurezza stradale, con particolare riguardo alla S.S. n. 682 (Jonio – Tirreno).
Alla riunione parteciperanno il Presidente della Provincia, il Sindaco del Capoluogo, il Questore, il Comandante provinciale dei Carabinieri, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante della Polizia Stradale, Il Comandante dei Vigili del Fuoco, i Sindaci e i Commissari straordinari dei Comuni interessati ed il Capo Compartimento di Anas Viabilità.
Pubblicato il :

 Comitato Operativo per la Viabilità: pianificazione delle attività necessarie a garantire la sicurezza della circolazione stradale sulla base del "Piano Neve 2014"

 
Il Prefetto, Claudio Sammartino, in occasione dell’imminente stagione invernale, ha convocato per il prossimo 12 dicembre con inizio alle ore 11.00  il Comitato Operativo per la Viabilità (COV) per pianificare, sulla base del “Piano neve 2014”, le attività necessarie a garantire la sicurezza della circolazione stradale  in vista delle prossime festività natalizie e una gestione coordinata di eventuali emergenze connesse a possibili fenomeni nevosi.
Alla riunione parteciperanno Rappresentati della Regione Calabria, della Provincia, del Capoluogo, della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato, della Polizia Ferroviaria, della Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco, dell’Anas Compartimento Autostrada e Compartimento Viabilità, dell’Azienda Ospedaliera, dell’Azienda Sanitaria Provinciale e del SUEM 118.
Pubblicato il :

 
Torna su