Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Reggio Calabria

NOTIZIE

 

 Accesso ispettivo antimafia presso il Comune di Scilla

 
Su delega del Ministro dell'Interno, il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, ha disposto un accesso ispettivo antimafia presso il Comune di Scilla nell'ambito delle attività di tutela e prevenzione dalle infiltrazioni della ' ndrangheta nelle istituzioni locali previste dall'art. 143 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267.

La Commissione d'indagine, che si è insediata in data odierna, è composta dal dr. Emilio Buda, Dirigente del Servizio Contabilità e Gestione Finanziaria della Prefettura di Reggio Calabria, dal Cap. Giuliano Carulli, Comandante della Compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni e dal Cap. Ugo Fusco, Comandante della Compagnia Guardia di Finanza di Villa San Giovanni.

L'accesso ispettivo dovrà essere perfezionato entro tre mesi prorogabili di ulteriori tre qualora necessario.

 

 

Pubblicato il :

 Il prossimo 1 luglio, al Palazzo del Governo, la sottoscrizione del Protocollo di Intesa - Accordo Quadro finalizzato alla realizzazione del progetto "Liberi di scegliere"

 
Si svolgerà il prossimo 1 luglio, alle ore 10.30, presso questo Palazzo del Governo, la cerimonia di sottoscrizione dell' Accordo Quadro finalizzato alla realizzazione del progetto "Liberi di scegliere"  .

L'Atto pattizio sarà firmato dal Ministro dell'Interno, Sen. Marco Minniti, e dal Ministro della Giustizia, On.le Andrea Orlando, dal Presidente della Regione Calabria, dai Presidenti delle Corti d'Appello di Catanzaro e di Reggio Calabria, dai Presidenti dei Tribunali per i Minorenni di Catanzaro e di Reggio Calabria, dai Procuratori della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Catanzaro e di Reggio Calabria.

Detto Accordo quadro è finalizzato a porre in essere la realizzazione di percorsi personalizzati di rieducazione, sostegno e reinserimento sociale in favore di minori e giovani adulti provenienti e/o inseriti in contesti di criminalità organizzata.

In particolare, il documento mira a garantire adeguate tutele finalizzate ad una regolare crescita psico-fisica; un programma sperimentale di prevenzione della marginalità sociale attraverso opportunità formative, lavorative e ricreative, valorizzandone le potenzialità; azioni volte al reinserimento dei minori ed interventi di giustizia riparativa che coinvolgano, ove possibile, anche il nucleo familiare di appartenenza.

Le Agenzie di stampa e le emittenti televisive, che vorranno seguire l'evento, dovranno produrre apposita richiesta entro il prossimo 29 giugno alle ore 14.00 al seguente indirizzo: segreteriaprefetto.reggiocalabria(at)interno.it indicando i nominativi e allegando per i giornalisti copia della tessera d'iscrizione all'albo e per gli operatori copia di un documento di riconoscimento.

I pass potranno essere ritirati presso l'Ufficio di Gabinetto di questa Prefettura (stanza n. 8) il giorno 30 giugno dalle ore 12.00 alle ore 14.00.
Pubblicato il :

 Il Ministro dell'Interno al Santuario della Madonna di Polsi a San Luca avrà luogo un incontro sul tema 'Madonna di Polsi "

 
Il prossimo 3 luglio, alle ore 11.00 al Santuario della Madonna di Polsi a San Luca avrà luogo un incontro sul tema  "Madonna di Polsi , la simbologia del Santuario tra sacro e legalità"  al quale parteciperà il Sen. Marco Minniti, Ministro dell'Interno.

Le Agenzie di stampa e le emittenti televisive, che vorranno seguire l'evento, potranno  ritirare i  pass presso l'Ufficio di Gabinetto di questa Prefettura (stanza n. 8) il giorno 30 giugno dalle ore 12.00 alle ore 14.00.

Si allega la brochure dell'evento.

Pubblicato il 29/06/2017 ultima modifica il 29/06/2017 alle 15:11:14

 Incendio Boschivo tra Santa Trada e Scilla

 
Coordinata dalla Prefettura, si è svolta, tra  il pomeriggio di ieri 28 giugno e la prima mattinata di oggi, un'intensa attività antincendio boschivo finalizzata a domare le fiamme sviluppatesi per circa trecentocinquanta ettari dalla località Santa Trada in direzione Nord verso Scilla.

Numerose le squadre dei Vigili del Fuoco e dell'Azienda Calabria Verde immediatamente  intervenute unitamente alle Forze dell'Ordine.

Il persistere dell'incendio, di vastissime proporzioni, ha richiesto anche l'intervento, nella giornata di ieri, di due velivoli "Canadair".

Presente sul posto anche personale dell'ANAS che, dal tardo pomeriggio di ieri sino alle due di questa notte ha provveduto, in via precauzionale, all'interdizione al traffico veicolare della  Statale 18.

Questa Prefettura ha mantenuto costanti contatti, per gli interventi di rispettiva competenza, con il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Sindaco di Scilla, il Comandante della locale Stazione Carabinieri  e il Dirigente dell'U.O.A. Protezione Civile Regionale, sino a quando non si è avuta certezza che l'incendio, seppur prossimo ad alcune abitazioni e all'Ostello della Gioventù, tuttavia non li ha interessati grazie alla pronta ed efficace attività di spegnimento.

Pubblicato il :

 Incendi in alcuni Comuni della provincia: istituita l'Unità di crisi in Prefettura

 
Il Prefetto Michele di Bari ha istituito nel pomeriggio di oggi, presso la Sala della Protezione Civile del Palazzo del Governo, l'Unità di Crisi al fine di assicurare il coordinamento delle attività antincendio attesi i numerosi fronti di fuoco che hanno interessato i Comuni di Cinquefrondi, Santo Stefano d'Aspromonte, Anoia, Sinopoli, Cittanova, Seminara, S. Procopio, Melicucco, Maropati, Oppido Mamertina, Taurianova, S. Elia di Palmi e, in misura minore, la località Porticello di Villa San Giovanni.

Particolarmente critica la situazione nel Comune di Anoia dove le fiamme si sono estese nei pressi dell'abitato. Solo grazie al tempestivo intervento di un velivolo Canadair e di 4 Squadre dei Vigili del Fuoco sono stati scongiurati danni ai residenti e alle abitazioni. E' stata disposta la chiusura al transito della strada di collegamento Anoia Superiore-Cinquefrondi per la caduta di alberi ad alto fusto e disposto, altresì, in merito alla rimozione degli stessi.

Un altro focolaio si è sviluppato sulla strada provinciale tra Melicuccà e Seminara dove, anche in questo caso, alcuni alberi si sono abbattuti sulla sede stradale, prontamente rimossi.

Un incendio di piccole proporzioni è in atto anche a Taurianova nei pressi di un esercizio commerciale dove stanno intervenendo Squadre di Vigili del Fuoco.

Per fronteggiare la situazione sono in azione sedici squadre dei Vigili del Fuoco che hanno rafforzato i turni per assicurare i servizi di intervento.

Prosegue l'attività di monitoraggio del territorio e delle situazioni di rischio da parte delle componenti del sistema di protezione civile nonché l'operatività dei dispositivi di emergenza che hanno il loro punto di coordinamento nell'Unità di Crisi, d'intesa anche con il Dipartimento regionale di Protezione Civile.

Pubblicato il :

 BANDO FONDI U.N.R.R.A 2016

 
Con direttiva del Ministro dell'Interno 2016 sono stati determinati gli obiettivi generali per la gestione del Fondo Lire U.N.R.R.A. e sono stati individuati i criteri e le priorità per l'assegnazione dei contributi per l'anno 2017.

Il Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione ha diramato, con apposito avviso pubblico, indicazioni circa i requisiti richiesti e le modalità previste per accedere ai finanziamenti da destinare a programmi socio assistenziali aventi come destinatari soggetti cittadini italiani e stranieri in possesso di regolare titolo di permanenza in Italia che si trovano in condizioni di marginalità sociale ed in stato di bisogno, diretti a fornire servizi di accoglienza abitativa, di assistenza ai senza fissa dimora, di distribuzione di alimenti

Possono rivolgere istanza di contributo enti pubblici ed organismi privati; la domanda dovrà essere presentata utilizzando, a pena di inammissibilità, il portale https://www.fondounrra.dlci.interno.it .

Per accedere al portale i soggetti richiedenti devono avere preliminarmente la disponibilità di una casella Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) e di firma digitale e, poi, procedere alla registrazione al portale stesso.

Il manuale di registrazione è disponibile sul sito web del Ministero dell'Interno, http:// www.interno.gov.it.- sezione " Contratti e bandi di gara". Nel medesimo sito il bando del Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione n° 4479 del 29 maggio u.s. fornisce  le  indicazioni sulle modalità  di  presentazione  delle domande di contributo che dovranno pervenire, a pena di irricevibilità entro e  non  oltre  le  ore  12,00 del 19.07.2017

Pubblicato il :

 Sbarco di 1065 migranti

 
E' previsto domani 29 giugno, alle ore 7.00, l'arrivo nel Porto di Reggio Calabria della nave "Vos Hestia"   con a bordo 1.065  migranti.

Le operazioni di primo soccorso e assistenza, coordinate dalla Prefettura, saranno prestate dal personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Comune Capoluogo, della Polizia Provinciale, della Capitaneria di Porto, dell'USMAF, del SUEM 118 e dell'Azienda Ospedaliera, della Croce Rossa Italiana,  del Coordinamento ecclesiale Migranti della Caritas e  da varie altre  Associazioni di volontariato.

Al momento dello sbarco i migranti verranno sottoposti alle prime cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni presenti.

Nell'occasione sarà allestita, a cura della Regione Calabria, la tenda per il trattamento igienico - sanitario dei migranti con patologie cutanee.

I migranti saranno trasferiti secondo  il Piano di riparto predisposto dal Ministero dell'Interno.

Pubblicato il :

 Precisazione sull'articolo "Oltre 30 comunali saranno spostati" del 25 giugno 2017

 
Con riferimento all'articolo di stampa pubblicato domenica 25 giugno 2017 sul quotidiano "la Gazzetta del Sud", dal titolo " Oltre 30 comunali saranno spostati? " si precisa che gli eventuali provvedimenti di rotazione del personale che potrebbero interessare il Comune di Reggio Calabria non sono stati oggetto di argomento in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Al riguardo, si rappresenta che nei mesi scorsi è stata diramata dalla Prefettura ai Sindaci della Città Metropolitana una circolare relativa alla corretta osservanza degli obblighi in materia di rotazione del personale, di cui alle linee guida dell'Autorità Nazionale Anticorruzione.
Pubblicato il :

 Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per l'esame degli atti indimidatori in danno alla Società Cooperativa "Valle del Marro - Libera Terra"

 
Nella mattinata odierna si è tenuta la riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata d'urgenza dal Prefetto Michele di Bari, per l'esame degli episodi di danneggiamento occorsi negli ultimi giorni in danno a terreni coltivati dalla Società Cooperativa "Valle del Marro - Libera Terra" che, a partire dal dicembre 2004, si occupa della gestione di terreni e di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata, attraverso il ricorso a tecniche di agricoltura di tipo biologica, nonché in danno di un terreno in Amministrazione giudiziaria di proprietà della Società M.A.S..

All'incontro hanno partecipato, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, titolare della locale Direzione Distrettuale Antimafia, il Procuratore della Repubblica di Palmi, il Questore, i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Presidente della predetta Cooperativa, nonché  il Sacerdote don  Pino De Masi, Referente dell'Associazione Libera .

Nel corso della riunione, è stata disposta l'intensificazione della vigilanza sui siti interessati dagli eventi, attraverso la presenza di Forze di Polizia per assicurare un efficace controllo.

In particolare, è stata ribadita, da parte del Consesso, la vicinanza delle Istituzioni alla Cooperativa "Valle del Marro - Libera Terra" che con la propria attività, nel delicato settore della gestione e dell'utilizzo sociale di beni confiscati alla 'ndrangheta, costituisce una testimonianza di coraggio e coerenza soprattutto per i giovani di questo territorio.

Il Prefetto, nell'occasione, ha esortato i giovani lavoratori a proseguire sui percorsi di legalità intrapresi rispetto a tali deprecabili atti criminali. Lo Stato  non arretra, mettendo in campo le sue migliori energie.

Pubblicato il :

 100 borse di studio a studenti titolari di protezione internazionale

 
E' quanto previsto in un Protocollo d'Intesa tra Ministero dell'Interno e Conferenza dei Rettori delle Università Italiane
Questa Prefettura rende noto che il Ministero dell'Interno e la Conferenza dei Rettori delle Università italiane hanno messo a disposizione, per la secondo annualità, 100 borse di studio in favore di studenti titolari di protezione internazionale, con status di rifugiati o di protezione sussidiaria.
Si tratta di iniziative di integrazione volte ad intercettare i bisogni di una categoria vulnerabile di giovani costretta a causa di conflitti internazionali ad interrompere il percorso di studi avviato nel Paese d'origine e in condizioni di fragilità sociale.
Il bando per l'annualità 2017-2018 è riservato a studenti titolari di protezione internazionale che si iscrivono per la prima volta nel sistema universitario italiano ed a quelli che, già vincitori del precedente bando e regolarmente iscritti presso Università italiane, intendono proseguire il percorso di studi intrapreso.
Le domande di concorso potranno essere presentate accedendo alla pagina web http://borsespi.laziodisu.it entro le ore 24,00 del 16 luglio c.a..
Il testo del bando è consultabile anche sul sito del Ministero dell'Interno.
Pubblicato il :

 Il Garante per l'infanzia e l'adolescenza consegna un encomio al prefetto di Bari

Il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari ha partecipato, nella giornata di venerdì 23 giugno, alla presentazione della relazione annuale del dott. Antonio Marziale, Garante per l'Infanzia e l'adolescenza della Regione Calabria, tenutasi nell'aula " Calipari" del Consiglio regionale.

Nel corso dell' evento, che ha visto ampia partecipazione di Autorità e cittadini, il Garante per l'Infanzia e l'adolescenza della Regione Calabria ha consegnato un Encomio  al Prefetto Michele di Bari quale riconoscimento della sua " capacità di interpretare l'alta funzione di massimo rappresentante del Governo sul territorio con spiccata sensibilità ed elevata predisposizione umana,conferendo ai bisogni dei bambini e degli adolescenti priorità assoluta,  unendo ai doverosi adempimenti burocratici un personale e tangibile impegno pragmatico a supporto delle legittime rivendicazioni dell'Ufficio del Garante.

Il Prefetto, nel ringraziare, ha evidenziato che bisogna fare tutto il possibile per tutelare e promuovere i diritti dei minori, perché possano vivere e crescere sani,  imparare a far sentire la propria voce e  raggiungere il massimo delle loro potenzialità.

Il Garante consegna l'encomio al Prefetto di Bari

 

Pubblicato il :

 Vertenza per i dipendenti società Gerico srl

 
Nella mattinata odierna si è tenuto, presso il Palazzo del Governo, il  tentativo di conciliazione per il personale dipendente della società Gerico s.r.l. impiegato nell'appalto del servizio di mensa presso l'Ospedale di Locri.

La riunione è stata convocata dal Prefetto Michele di Bari, su richiesta dei rappresentanti dell'Organizzazione Sindacale di categoria FISASCAT CISL che ha proclamato lo stato di agitazione per protestare contro la mancata erogazione, nei confronti dei lavoratori, degli emolumenti di tre mensilità relative all'anno 2017.

All'incontro erano presenti i Rappresentanti Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, il delegato della ditta Gerico s.r.l. ed i delegati della citata Organizzazione Sindacale. 

Il tentativo si è concluso positivamente, con la disponibilità della predetta Ditta a venire incontro alle legittime aspettative dei lavoratori, pagando due mensilità spettanti.

Pubblicato il :

 Misure da adottare nelle pubbliche manifestazioni a tutela della pubblica e privata incolumità

 
I recenti fatti di Torino hanno evidenziato la necessità di porre attenzione, nella gestione delle pubbliche manifestazioni, non solo agli aspetti di ordine pubblico, ma anche a quelli di safety , per l'individuazione di dispositivi e misure di sicurezza strutturali ai fini della tutela dell'incolumità delle persone.

Al riguardo, alla luce della apposita direttiva del Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, dello scorso 7 giugno, si è tenuta presso il Palazzo del Governo, apposita Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia, durante la quale il Prefetto Michele di Bari ha affrontato la problematica, disponendo la sensibilizzazione e l'attivazione di tutti i Sindaci, Commissari prefettizi e Commissioni Straordinarie della provincia affinchè, attenendosi scrupolosamente alle prescrizione impartite, assicurino imprescindibili condizioni di sicurezza nella gestione delle pubbliche manifestazioni.

Dette prescrizioni impongono che siano effettuati preventivi e mirati sopralluoghi nelle località di svolgimento delle iniziative programmate, per una scrupolosa verifica della sussistenza dei previsti dispositivi di safety e l'individuazione delle c.d. Vulnerabilità , ai fini di un'attenta pianificazione dell'evento da parte delle Amministrazioni locali, Società o Enti Pubblici o Privati competenti.

E' affidata, invece, alle Forze di Polizia l'attività di pianificazione e di successiva predisposizione delle misure di sicurezza, strutturali e non, finalizzare a garantire l'incolumità dei partecipanti all'evento stesso.

Nell'ottica di garantire la sicurezza delle manifestazioni, nonché degli spettatori presenti si dovrà, pertanto, attuare un sistema di prevenzione integrata tra i profili di safety e di security .

Pubblicato il :

 Si è riunito in Prefettura l'Osservatorio Provinciale sulla Sicurezza Stradale

 
Convocato dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari si è riunito nella mattinata odierna, presso questo Palazzo del Governo, l' Osservatorio Provinciale sulla Sicurezza Stradale composto da Rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri, della Polizia Stradale, della Città Metropolitana di Reggio Calabria, del Compartimento Anas di Catanzaro, nonché da Rappresentanti delle Associazioni a tutela delle vittime della strada.

L'Organismo , costituito in data 15 dicembre 2014 presso questa Prefettura nell'ambito della Conferenza Provinciale Permanente in aderenza alle direttive ministeriali, ha come obiettivo principale il monitoraggio dei sinistri stradali, anche al fine di perseguire gli obiettivi di sicurezza fissati dall'Unione Europea e dal Piano Nazionale della sicurezza stradale al fine di svolgere un'efficace attività di prevenzione e contrasto dei comportamenti di guida più pericolosi.

Nell'odierno incontro si è proceduto, innanzitutto, all'analisi complessiva dei dati relativi ai sinistri stradali registrati lungo le arterie autostradali e del centro extraurbano in ambito provinciale e delle cause che li hanno cagionati, in modo che gli  Enti proprietari delle strade - anche con l'ausilio della georeferenziazione degli incidenti - possano effettuare iniziative mirate all'innalzamento della sicurezza stradale.

Uno dei dati più rilevanti emersi è che, oltre all'eccesso di velocità, altra principale causa che determina gli incidenti stradali più gravi (mortali e feriti con prognosi) è la violazione di norme comportamentali che determinano la distrazione del guidatore, come  l'uso inadeguato  del cellulare.

E' stata, inoltre, affrontata la tematica relativa alla manutenzione della S.S. n.106  e delle criticità esistenti in alcuni tratti di detta arteria,  sulla quale sono stati eseguiti da parte dell'ANAS importanti interventi sulla viabilità e altri sono in programma .

Si è rilevato che le iniziative già pianificate in sede di Osservatorio, ed attuate dai soggetti competenti, hanno avuto un impatto positivo in termini di prevenzione e, a tale riguardo, si è convenuto di intensificare l'attività di informazione e sensibilizzazione dell'utenza, in particolare nei confronti dei  più giovani per diffondere una " cultura della sicurezza ", elemento fondamentale per contrastare il fenomeno degli incidenti stradali.

Pubblicato il :

 È attraccata nel Porto di Reggio Calabria la nave Vos Prudence con a bordo 1045 migranti

 
È attraccata, nella mattinata di oggi, nel Porto di Reggio Calabria, la nave  Vos Prudence   con a bordo 1045 migranti, di cui 867 uomini e 158donne e 20 minori, appartenenti a varie etnie in prevalenza centroafricane.

Le attività di primo soccorso ed assistenza, coordinate dalla Prefettura di Reggio Calabria, sono state prestate dalle Forze di Polizia dal personale del Comune Capoluogo, dai volontari della Protezione Civile regionale e comunale, dai Vigili del Fuoco, dalla Città Metropolitana, dalla Capitaneria di Porto, dall'Azienda Ospedaliera e dall'USMAF, dal SUEM 118, dalle Associazioni di volontariato, dal Coordinamento ecclesiale e dalla Croce Rossa italiana.

L'impegno straordinario profuso, anche in questa occasione, peraltro in considerazione dell'elevato numero di persone sbarcate, ha rappresentato ancora una volta testimonianza della grande solidarietà e disponibilità della popolazione reggina e in particolare del coinvolgimento sempre più crescente dei volontari delle Associazioni umanitarie e di protezione civile che da anni, ad ogni arrivo di navi di migranti, prestano generoso soccorso e assistenza. 

L'approccio del personale coinvolto costituisce uno spaccato di umanità commovente per la passione e la dedizione verso il prossimo rivolto nei confronti di chi, dopo aver rischiato la propria vita in mare, al di là dei meccanismi burocratici, ha bisogno di un gesto amorevole dedicato. 

Le operazioni si stanno svolgendo ,  in modo efficiente, secondo il collaudato sistema di sinergie. 

Oltre al servizio dei volontari, si stanno effettuando , con puntualità, dalle Forze di Polizia le procedure di identificazione e di fotosegnalamento, nell'ottica di coniugare le esigenze di accoglienza con quelle di sicurezza. 

Viene garantita l'assistenza sanitaria a tutti i migranti , sottoposti alle cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni di volontariato. 

I migranti con patologie cutanee o con pediculosi sono stati prontamente sottoposti alle prime cure presso un'unità mobile di "decontaminazione" fornita anche in occasione di questo sbarco dalla Regione Calabria su richiesta di questa Prefettura.

In base al  Piano di riparto  predisposto dal Ministero dell'Interno si stanno organizzando le relative partenze.

Pubblicato il :

 Sciopero USB Comparto Trasporti ... Trasporto Pubblico Locale giorno 26 giugno 2017

 
La Prefettura di Reggio Calabria, informa che l'Organizzazione Sindacale USB, Unione Sindacale di Base Comparto Trasporti - Trasporto Pubblico Locale , ha proclamato lo sciopero nazionale di quattro ore del settore Trasporto Pubblico Locale per il prossimo 26 giugno .

Fatte salve le limitazioni previste da specifico accordo di salvaguardia dei servizi essenziali, lo sciopero sarà svolto, dal personale dipendente delle aziende di trasporto, per 4 ore, dalle ore 11.30 alle 15.30.

Si informa, altresì, che, come previsto dalla normativa vigente, è stato revocato lo sciopero nel Comune di Palmi, interessato ai ballottaggi delle previste elezioni amministrative per il prossimo 25 giugno.

Pubblicato il :

 In arrivo nel Porto di Reggio Calabria la nave 'Vos Prudence" con a bordo 1.044 migranti

 
E' previsto circa alle 7.00 di domani 19 giugno l'arrivo nel Porto di Reggio Calabria della nave "Vos Prudence" con a bordo 1.044 migranti.

Le operazioni di primo soccorso e assistenza, coordinate dalla Prefettura, saranno prestate dal personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Comune Capoluogo, della Polizia Provinciale, della Capitaneria di Porto, dell'USMAF, del SUEM 118 e dell'Azienda Ospedaliera, della Croce Rossa Italiana, del Coordinamento ecclesiale Migranti della Caritas e da varie altre Associazioni di volontariato.

Al momento dello sbarco i migranti verranno sottoposti alle prime cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni presenti.

Nell'occasione sarà allestita, a cura della Regione Calabria, la tenda per il trattamento igienico - sanitario dei migranti con patologie cutanee.

I migranti saranno trasferiti secondo il Piano di riparto predisposto dal Ministero dell'Interno.

Pubblicato il :

 Il Prefetto Michele di Bari esprime apprezzamento per l'iniziativa 'Olimpiadi dell'accoglienza"

 
Nell'ambito delle iniziative di integrazione dei migranti presenti nel Capoluogo, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, il Centro Sportivo italiano, il prossimo 20 giugno, presenterà le "Olimpiadi dell'accoglienza" con l'accensione del braciere olimpico.

Il Prefetto Michele di Bari esprime apprezzamento per questa iniziativa che rappresenta un momento di aggregazione che va oltre l'attività di primo soccorso ed assistenza agli immigrati.

Le "Olimpiadi dell'accoglienza" sono espressione della "rete" di solidarietà costituitasi a sostegno dei migranti stranieri, per garantire loro un'adeguata dignità, non solo nell'immediatezza dello sbarco, ma anche nei successivi periodi di permanenza su questo territorio .  

L'evento costituisce, inoltre, un'opportunità di scambio interculturale e di   inclusione sociale e promuove lo sport e i valori insiti in esso, come strumento di educazione e di impegno, nell'ottica del miglioramento della qualità della vita dei migranti e della società che li ospita.

Pubblicato il :

 Prosegue l'attività di mediazione della Prefettura di Reggio Calabria in relazione alle problematiche che riguardano la Casa di Cura Villa Aurora

 
Nella mattinata odierna si è svolta presso il Palazzo del Governo, una riunione convocata dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, finalizzata all'esame delle complesse questioni della Casa di Cura Villa Aurora che continua regolarmente ad assicurare le prestazioni sanitarie anche dopo il provvedimento di sequestro delle quote societarie disposto dall'Autorità Giudiziaria.

All'incontro, cui ha preso parte anche l'On.le Dalila Nesci, hanno partecipato oltre agli Amministratori Giudiziari, la titolare della quota del 5% del capitale sociale; i delegati della Regione Calabria, del Comune Capoluogo; dell'Azienda Sanitaria Provinciale nonchè le Organizzazioni Sindacali di categoria.

Al tavolo di confronto sono state affrontate le problematiche relative alla grave situazione in cui versa attualmente l'Azienda.

Gli Amministratori Giudiziari hanno fornito un quadro della complessa situazione della società ed hanno anticipato che la continuità aziendale potrà essere garantita solo al fine di consentire una operazione di soluzione della crisi da effettuare contestualmente all'individuazione di un soggetto, operante nel settore, per il trasferimento degli asset aziendali, sempre nel rispetto del principio della competitività. Il tutto al principale scopo di garantire il piano di occupazione esistente.

Al riguardo, gli amministratori giudiziari hanno chiesto la collaborazione della Regione Calabria e dell'Azienda Sanitaria Provinciale onde individuare il percorso condiviso per il superamento complessivo dell'attuale stato di crisi.

Nel contempo la titolare del 5% del capitale societario si è impegnata a rendere disponibile la propria quota per consentire l'ingresso di nuovi operatori economici.

L' Amministrazione Giudiziaria ha comunicato che l'azienda ha ricevuto il contributo di solidarietà e si è impegnata, pertanto, alla liquidazione del dovuto ai lavoratori entro il prossimo 30 giugno.

Pubblicato il :

 Ex Polveriera di Ciccarello- Coordinamento della Prefettura per la bonifica dell'area

 
Proseguono le attività per la bonifica dell'area dell'ex Polveriera, finalizzate alla salvaguardia dell'igiene e della salute pubblica e privata nonché dell'incolumità della popolazione.

Attualmente è in corso la rimozione e lo smaltimento dei manufatti in cemento amianto individuati a "ispezione visiva".

E' stata completata, invece, la rimozione delle 28 carcasse di autoveicoli precedentemente individuate e opportunamente raggruppate ai fini dell'ottimizzazione delle operazioni di carico per il successivo smaltimento presso discariche autorizzate dell'eternit e del materiale di risulta derivante da lavorazioni edili.

Sono stati, inoltre, eseguiti la caratterizzazione e lo smaltimento dei rifiuti, comprendenti sfabbricidi e materiali ingombranti e supplettili vari.

All'ingresso dell'area interessata dai lavori, è tuttora garantito il presidio della Polizia municipale .

La situazione continua ad essere all'attenzione di questa Prefettura per il regolare prosieguo delle attività.

Pubblicato il :

 Comune di Villa San Giovanni: sospensione dalla carica di Sindaco dott. Giovanni Siclari

 
Si fa seguito al comunicato stampa del 14 giugno decorso, concernente la sospensione dalla carica del neo eletto Sindaco di Villa San Giovanni.

In proposito, si ritiene, per completezza di informazione, di far presente che, ai fini dell'adozione del citato provvedimento, questa Prefettura ha richiesto un aggiornato certificato sulla posizione giuridica dell'eletto Sindaco alla cancelleria del Tribunale di Reggio Calabria, pervenuto in data 12 giugno, nonché il verbale di proclamazione degli eletti alla carica di Sindaco e di Consigliere comunale del predetto Ente, avvenuta, come noto, nella serata del 12 giugno decorso.

In data 13 giugno è stato tempestivamente adottato il provvedimento di sospensione dalla carica del neo eletto sindaco di Villa San Giovanni.

Pubblicato il :

 Convenzione di cooperazione per il contrasto al caporalato e al lavoro sommerso e irregolare in agricoltura. Incontro di verifica degli enti sottoscrittori

 
Si sono riuniti lo scorso 13 giugno, presso il Palazzo del Governo, gli enti sottoscrittori della "Convenzione di cooperazione per il contrasto al caporalato e al lavoro sommerso e irregolare in agricoltura" per una valutazione dei risultati conseguiti in tale delicato e complesso settore.

L'atto pattizio, infatti, quale declinazione provinciale del Protocollo interministeriale contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura del 27 maggio 2016, era stato fortemente voluto dal Prefetto Michele di Bari ed è stato stipulato, come già noto, il 12 dicembre del decorso, facendo registrare la convinta partecipazione di numerosi organismi ed enti istituzionali nonché di rappresentanti del mondo associativo.

Tra questi, oltre la Prefettura, la Regione Calabria, l'ex Provincia di Reggio Calabria, la Direzione Territoriale del Lavoro, l'I.N.A.I.L., l'Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, il Comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato, le Organizzazioni Sindacali FAI CISL, FLAI CGIL, UILA UIL, le Associazioni datoriali CONFAGRICOLTURA, COLDIRETTI, C.I.A., COPAGRI, la Croce Rossa Italiana, Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le Mafie, nonché le Caritas Diocesane di Reggio Calabria - Bova, di Oppido Mamertina - Palmi, di Locri - Gerace e la Confraternita Misericordia.

Lo scorso martedì, dunque, nel corso dell'incontro di approfondimento voluto dal Prefetto di Reggio Calabria si è giunti ad una prima valutazione dei risultati conseguiti.

L'Assessore Regionale all'Agricoltura, dott. Mauro D'Acri, presente nella circostanza, ha informato i presenti di aver avviato con le Organizzazioni Sindacali di categoria una intesa volta a promuovere e sensibilizzare lavoratori e imprese in ordine alle alla normativa di settore per come recentemente innovata dalla Legge n. 199/2016, mentre l'Assessorato Regionale ai Lavori Pubblici ha avviato, pur ancora in preinformazione, le procedure di gara per nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica per oltre 21 milioni di euro, che vedranno protagonisti i Comuni della regione.

Il Rappresentante dell'Ispettorato Provinciale del Lavoro ha dato notizia dell'attento lavoro svolto presso i Tavoli Tecnici, nel corso dei quali sono state definite le nuove esigenze informative collegate alla legge di riforma e programmati servizi mobili territoriali di diffusione tra i lavoratori degli istituti di tutela in uno con l'iniziativa posta in essere dalla Direzione I.N.A.I.L. di procedere alla riedizione di un opuscolo illustrativo delle norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, come preannunciato nell'occasione dal Direttore.

Presidi mobili territoriali saranno attivati dalle Caritas delle Diocesi di Reggio Calabria e Oppido-Palmi cui si aggiungeranno i 6 Centri di Ascolto della Diocesi di Locri già attivi in quel territorio.

La CIA-Calabria Sud ha in procinto di aprire uno sportello in favore degli immigrati presenti in provincia con servizi anche di consulenza legale.

Alla riunione è intervenuto anche il Presidente neo eletto dell'EBAT, ente bilaterale datoriale-sindacale, che ha assicurato  la massima collaborazione al fine di promuovere la legalità e la sicurezza nei rapporti di lavoro nel settore agricolo ed agevolare l'incontro fra domanda e offerta di lavoro in agricoltura.

Per quanto riguarda i profili di sicurezza pubblica e di contrasto dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata massima sarà l'attenzione della Prefettura di Reggio Calabria e delle Forze di Polizia che proseguiranno nella pianificazione di mirate attività di prevenzione e vigilanza.

Pubblicato il :

 Comune di Villa San Giovanni: sospensione dalla carica di Sindaco

 
Il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, con provvedimento del 13 giugno 2017, ha dichiarato la sussistenza della causa di sospensione prevista dall'art. 11, commi 1, lett. a ) e 5 del D. Lgs. 31 dicembre 2012 n. 235 nei confronti del neo Sindaco di Villa San Giovanni eletto nel turno elettorale ordinario del'11 giugno scorso.
Il nuovo provvedimento è stato inviato al Comune di Villa San Giovanni per la notifica al medesimo e agli altri componenti del Consiglio Comunale.

Pubblicato il :

 Tentativo di conciliazione per il personale dipendente della società S.G.S.

 
Nella mattinata odierna si è tenuto, presso il Palazzo del Governo, il  tentativo di conciliazione per il personale dipendente della società S.G.S. impiegato nell'appalto del servizio di pulizia presso l'Università Mediterranea.

La riunione è stata convocata dal Prefetto Michele di Bari, su richiesta dei rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali di categoria - CGIL FILCAMS, CGIL FILCAMS, FISASCAT CISL E UILTRASPORTI - che hanno proclamato lo stato di agitazione per protestare contro la mancata erogazione, nei confronti dei lavoratori, degli emolumenti dei mesi di aprile e maggio 2017.

All'incontro erano presenti i Rappresentanti dell'Università Mediterranea, il delegato della ditta SGS ed i delegati delle rispettive Organizzazioni Sindacali. 

Il tentativo si è concluso positivamente, con la disponibilità dell'Università a venire incontro alle legittime aspettative dei lavoratori, nell'eventualità di ulteriori ritardi nella corresponsione delle spettanze stipendiali da parte della predetta ditta.

Pubblicato il :

 Proseguono gli incontri Proseguono gli incontri, presso il Palazzo del Governo, finalizzati a monitorare la situazione in cui versano gli istituti penitenziari presenti sul territorio

 
Proseguono gli incontri, presso il Palazzo del Governo, finalizzati a monitorare la situazione in cui versano gli istituti penitenziari presenti sul territorio di questa provincia.

Al riguardo, nella mattinata odierna, convocato dal Prefetto Michele di Bari, si è tenuto un tavolo tecnico con la partecipazione delle Organizzazioni sindacali in rappresentanza del personale impiegato presso la casa circondariale "G. Panzera", plessi di S. Pietro e di Arghillà, e della Direttrice della medesima struttura.

Nel corso dell'incontro sono state affrontate le problematiche inerenti il numero e la tipologia di detenuti presenti in ciascuno dei citati plessi in rapporto alla dotazione organica delle stessi.

Pubblicato il :

 Continua il coordinamento della Prefettura per la risoluzione delle problematiche di carattere igienico-sanitario nel quartiere Ciambra del comune di Gioia Tauro.

Prosegue l'attività di bonifica ambientale del quartiere Ciambra di Gioia Tauro coordinata dalla Prefettura di Reggio Calabria nel corso degli appositi incontri di Protezione Civile svoltisi presso il Palazzo del Governo, al fine di ripristinare le condizioni igienico sanitarie e di vivibilità per i residenti di quella comunità.

Nella giornata di ieri sono state ultimate, da parte della Protezione Civile Regionale, in sinergia con il Comune di Gioia Tauro e l'ATERP, le operazioni di bonifica relativamente alla prima palazzina e nel corso dell'odierna mattinata le medesime operazioni hanno interessato anche la seconda palazzina i cui locali del seminterrato sono stati liberati dal liquame con l'utilizzo dell'autospurgo e, successivamente, disinfettati.   

Contemporaneamente si sta provvedendo al collegamento degli scarichi fognari e nei prossimi giorni saranno posizionati i pali dell'energia elettrica.

Il Prefetto Michele di Bari continua a seguire con attenzione  le problematiche che affliggono quel Comune e rivolge un sentito apprezzamento ai cittadini residenti che stanno collaborando personalmente alle operazioni di raccolta dei rifiuti e degli ingombranti.
 
Pubblicato il :

 'Focus 'ndrangheta ... Piano nazionale e transnazionale". Risultati operativi mese di aprile 2017

 
Proseguono a pieno regime le attività di vigilanza e prevenzione generale previste nell'ambito di " Focus 'ndrangheta ", il Piano d'azione nazionale e transnazionale, voluto dal Ministro dell'Interno per " promuovere un'azione di contrasto, a tutto campo, corale e organica " nei confronti delle organizzazioni della 'ndrangheta.

Nel mese di aprile particolare attenzione è stata riservata alla vigilanza ed al controllo dei territori considerati a più alta densità criminale con l'obiettivo di riaffermare e consolidare la presenza dello Stato specie in aree dove la prevaricazione e la violenza delle dette organizzazioni punta a radicarsi, fagocitando le risorse necessarie allo sviluppo ed alla crescita della società civile.

Il Piano d'azione è stato sviluppato secondo le indicazioni fornite dal Prefetto Michele di Bari in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica ed implementato nel Tavolo tecnico interforze istituito presso la locale Questura al fine di garantire la sicurezza dei cittadini, quale bene essenziale, e rafforzare la cultura della legalità, contrastando tutti quei comportamenti di illegalità diffusa che minano le basi di una serena convivenza civile.

Anche nel mese di aprile, infatti, come ormai consuetudine, sono state sviluppate mirate pianificazioni operative, a carattere sia preventivo che repressivo, che hanno interessato non solo i consolidati settori a rischio, appalti, attività economiche e imprenditoriali, edilizia, servizi, tutela ambientale, per citarne alcuni, ma anche altri fenomeni di specifica valenza quali il "contrasto al lavoro nero ed irregolare" , le " attività di rottamazione e raccolta di ferro e rame ", nonché il settore delle " occupazioni abusive di alloggi popolari, allacci abusivi alle reti idriche ed elettriche ".

Nello scorso mese di aprile sono stati 17.048 le persone controllate, 74 i soggetti deferiti all'A.G. in stato di libertà, 28 gli arresti in flagranza, 27 i sequestri penali, 66 i sequestri amministrativi, 35 le sanzioni amministrative elevate, 13.174 i veicoli controllati, 2.910 le violazioni al Codice della Strada, 2.365 i controlli domiciliari effettuati, 543 le perquisizioni sul posto.

Le attività di vigilanza e controllo sono state sviluppate all'insegna della massima sinergia e collaborazione tra tutte le Istituzioni coinvolte e proseguiranno con ulteriore e costante attenzione e professionalità.

Pubblicato il :

 Elezioni comunali di domenica 11 giugno 2017: come si vota

 
ELEZIONI COMUNALI DI DOMENICA 11 GIUGNO 2017

In vista dello svolgimento del turno di elezioni comunali di domenica 11 giugno 2017, le cui operazioni voto, si rammenta, si svolgeranno dalle ore 7,00 alle ore 23,00, si ritiene utile fornire alcune indicazioni sulle modalità di espressione del voto sia nei Comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti sia in quelli aventi popolazione superiore a tale soglia. 

COME SI VOTA

ELEZIONI NEI COMUNI CON POPOLAZIONE SINO A 15.000 ABITANTI (SCHEDA AZZURRA)

La scheda reca, all'interno di appositi rettangoli, i nomi e cognomi dei candidati alla carica di sindaco, a fianco dei quali sono riportati i contrassegni della lista con cui il candidato è collegato.

L'elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto:

  • tracciando un segno di voto solo sul nominativo di un candidato alla carica di sindaco; in questo caso il voto è valido sia per il candidato alla carica di sindaco, sia per la lista ad esso collegata;
  • tracciando un segno di voto sia sul contrassegno di lista, sia sul nominativo del candidato alla carica di sindaco collegato alla lista votata; anche in questo caso il voto è valido sia per il candidato alla carica di sindaco, sia per la lista ad esso collegata; 
  • tracciando un segno di voto solo sul contrassegno di lista; il voto è ugualmente valido sia per la lista votata, sia per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato; 
  • manifestando il voto di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale; l'elettore infatti può scrivere il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) nelle righe stampate sotto il contrassegno della lista di appartenenza dei candidati votati, anche senza segnare il contrassegno della lista stessa; in tal caso il voto è valido sia per i candidati consiglieri votati, sia per la lista cui appartengono i candidati votati, sia per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato.
E' importante evidenziare che:

  • le preferenze devono essere manifestate, esclusivamente, per candidati compresi nella lista votata;
  • nei Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti ogni elettore può manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere comunale;
  • nei Comuni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti ogni elettore può manifestare non più di due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale; nel caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, a pena di annullamento della seconda preferenza. 
Nei Comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti si procede al turno di ballottaggio per l'elezione del sindaco solo in caso di parità di voti fra i due candidati alla carica di sindaco che hanno ottenuto il maggior numero di voti. 

ELEZIONI NEI COMUNI CON POPOLAZIONE SUPERIORE A 15.000 ABITANTI (SCHEDA AZZURRA)

La scheda reca i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti entro un apposito rettangolo, sotto il quale sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato.

L'elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto:

  • per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, e sul contrassegno della lista o di una delle liste collegate al candidato sindaco; in questo caso il voto espresso è valido sia per il candidato alla carica di sindaco sia per la lista collegata prescelta;
  • per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, e per una lista non collegata, tracciando un altro segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso è attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista prescelta non collegata (c.d. "voto disgiunto");
  • per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, non segnando alcun contrassegno di lista; il voto così espresso è attribuito solo al candidato alla carica di sindaco; 
  • per una delle liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso è valido sia per la lista votata sia per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato; 
  • solo per candidati alla carica di consigliere comunale, scrivendone il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) nelle righe stampate a fianco del contrassegno della lista di appartenenza dei candidati votati, anche senza segnare il contrassegno della lista stessa; in tal caso il voto è valido sia per i candidati consiglieri votati, sia per la lista cui essi appartengono, sia infine per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato, salvo che l'elettore non si sia avvalso della facoltà di esprimere un voto disgiunto.
 
E' importante evidenziare che:
  • le preferenze devono essere manifestate, esclusivamente, per candidati compresi nella lista votata;
  • ogni elettore può manifestare non più di due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale; nel caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, a pena di annullamento della seconda preferenza.
Nei Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, qualora nessun candidato abbia conseguito la maggioranza assoluta dei voti validi, per l'elezione del sindaco si procede al turno di ballottaggio tra i due candidati più votati.

 

Pubblicato il :

 Apprezzamento del Prefetto di Reggio Calabria per l'arresto del latitante Vincenzo Macrì

 
Il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, ha rivolto un messaggio di vivo apprezzamento e sincero compiacimento al Procuratore Distrettuale, al Questore e alle donne e agli uomini impegnati nell'attività operativa e di indagine, per lo straordinario risultato conseguito, con l'arresto di Vincenzo Macrì, esponente di spicco della nota cosca "Commisso" operante in Siderno.

Il Macrì, figlio del noto Antonio, leader carismatico, soprannominato per la sua caratura criminale " boss dei due mondi", ucciso nel 1975 nell'ambito della prima guerra di 'ndrangheta, era considerato tra i latitanti più pericolosi.

L'attività di indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria e condotta dal Servizio Centrale della Polizia di Stato e dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria in collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Interna, dalla rete dell'Interpol e la Polizia brasiliana ha permesso di assicurare alla giustizia detto latitante, arrestato a San Paolo del Brasile.

Con l'arresto del Macrì - ha commentato il Prefetto - è stato inferto un ulteriore, duro colpo alla 'ndrangheta, a dimostrazione che la tenace e puntuale attività investigativa e di intelligence condotta con determinazione e penetrante capacità di intervento dalle Forze di Polizia, sotto la sapiente regia della Magistratura, consente allo Stato di ottenere brillanti risultati nella lotta alla criminalità organizzata. 
Pubblicato il :

 In arrivo 346 migranti a bordo della nave Phonenix

 
E' previsto  per le ore 12.00 di domani 12 giugno l'arrivo nel Porto di Reggio Calabria della nave "Phoenix" " con a bordo 346  migranti di prevalente provenienza centrafricana e una salma.

Le operazioni di primo soccorso e assistenza, coordinate dalla Prefettura, saranno prestate dal personale della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Comune Capoluogo, della Polizia Provinciale, della Capitaneria di Porto, dell'USMAF, del SUEM 118 e dell'Azienda Ospedaliera, della Croce Rossa Italiana,  del Coordinamento ecclesiale Migranti della Caritas e  da varie altre  Associazioni di volontariato.

Al momento dello sbarco i migranti verranno sottoposti alle prime cure sanitarie da parte del personale medico presente sul posto e assistiti dalle Associazioni presenti.

Nell'occasione sarà allestita, a cura della Regione Calabria, la tenda per il trattamento igienico - sanitario dei migranti con patologie cutanee.

I migranti saranno trasferiti secondo  il Piano di riparto predisposto dal Ministero dell'Interno.

Pubblicato il :

 Incontro con i Direttori degli Istituti Penitenziari di questa Provincia

 
Nella mattinata odierna, si è tenuto, presso il Palazzo del Governo, un incontro, voluto dal Prefetto Michele di Bari, con i Direttori degli Istituti penitenziari presenti sul territorio di questa provincia al fine di monitorare la situazione in cui versano le predette strutture.

Alla riunione erano presenti la Direttrice degli Istituti penitenziari "G. Panzera", plessi di S. Pietro e di Arghillà, la Direttrice della casa circondariale di Locri, il Direttore della casa circondariale di Palmi "F. Sansone" e un delegato dal Direttore della casa circondariale di Laureana di Borrello.

Nel corso dell'incontro sono state affrontate le problematiche inerenti il numero e la tipologia di detenuti presenti in ciascuno dei citati istituti penitenziari in rapporto alla dotazione organica degli stessi, nonché alle risorse e agli strumenti necessari ad assicurare la regolare tenuta delle strutture interessate e il normale svolgimento dei servizi d'istituto.

Pubblicato il :

 Stipulato in Prefettura il Protocollo di Legalità per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nei lavori completamento della S.S. N.106 - Variante Palizzi 2° Lotto

Prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata e dei fenomeni corruttivi. Lavori completamento della S.S. N. 106 Jonica - Lavori costruzione della Variante all'Abitato di Palizzi 2° Lotto : stipulato in Prefettura il Protocollo di Legalità

E' stato stipulato nella mattinata odierna presso il Palazzo del Governo il Protocollo di Legalità per la prevenzione di eventuali tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata in relazione all'affidamento dei lavori di completamento della S.S. n. 106 Jonica - Lavori di costruzione della variante all'abitato di Palizzi - 2° lotto dal Km 49+485 al Km 51+750.

Conclusa l'istruttoria di rito, il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, ha invitato il Dott. Giancarlo Perrotta, Dirigente ANAS S.P.A e l' Ing. Giuseppe Iagulli per la Società aggiudicataria De Sanctis Costruzioni S.P.A. Nell'Atto pattizio, all'art. 10, è prevista altresì, la costituzione di un Tavolo di monitoraggio dei flussi di manodopera e, a tal fine, interverranno per la sottoscrizione le OO.SS. di categoria CGIL, CISL e UIL e il Rappresentante dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro.

Il documento ripropone le linee-guida in materia di sicurezza e contrasto alla criminalità organizzata dettate dal CIPE con deliberazione 3 agosto 2011, n. 58, secondo lo schema approvato dal Comitato di Coordinamento per l'Alta Sorveglianza delle Infrastrutture e degli Insediamenti Prioritari art. 203 D. Lvo. 50/2017, approvato nella seduta del 13 aprile 2015 e come integrate dall'ANAC in funzione anticorruzione.

Il Protocollo, tra le misure preventive di maggiore incidenza, stabilisce che il soggetto aggiudicatore garantisca un flusso informativo di dati che riguarderà indistintamente tutte le imprese coinvolte nel citato appalto, a partire da uomini e mezzi che interverranno presso il cantiere dell'intervento.

Sono previste, altresì, verifiche antimafia anche al di sotto della soglia minima indicata nel D. Lgs. 159/2011, nonché misure volte alla prevenzione delle interferenze illecite a scopo corruttivo, attuato attraverso una banca dati web.
 
Pubblicato il :

 Attività di bonifica del quartiere Ciambra coordinata dalla Prefettura

 
Prosegue l'attività di bonifica ambientale del quartiere Ciambra di Gioia Tauro fortemente voluta dal Prefetto Michele di Bari, al fine di ripristinare le condizioni igienico sanitarie e di vivibilità per i residenti di quella comunità.

Si tratta della prima delle tre fasi del percorso individuato durante gli appositi incontri di Protezione Civile svoltisi presso il Palazzo del Governo e finalizzati ad eliminare la situazione di incuria e di degrado del predetto sito.

Come da impegni assunti e nel rispetto del cronoprogramma delle opere, illustrato durante la riunione tenutasi presso il Comune di Gioia Tauro alla presenza del Prefetto e della Commissione Straordinaria appena insediatasi, la Protezione Civile Regionale, in sinergia con il citato Ente e con l'ATERP, sta procedendo all'attività di rimozione dei rifiuti presenti nell'area, nonché all'aspirazione dei liquami fognari presenti negli scantinati degli alloggi popolari.

L'attività di risanamento del quartiere continuerà con l'opera di collettamento dei predetti fabbricati alla rete fognaria comunale e con il ripristino dell'impianto di illuminazione pubblica.

Pubblicato il :

 Ex Polveriera di Ciccarello - Attività di coordinamento della Prefettura per la bonifica dell'area

 
Dopo diversi anni di degrado igienico-sanitario ed ambientale, prosegue l'opera di bonifica dell'area dell'ex Polveriera in località Ciccarello di questo Capoluogo, avviata il 29 maggio decorso su impulso del Prefetto Michele di Bari, in attuazione del percorso individuato durante i molteplici incontri tenuti presso il Palazzo del Governo sia in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica che di riunioni di protezione civile.

Convocata dal Prefetto si è svolta, lo scorso 7 giugno, un'ulteriore riunione volta ad approfondire le problematiche legate alla presenza di una baraccopoli nel predetto sito.

Nel corso dell'incontro - al quale hanno partecipato gli Assessori comunali alla Polizia Municipale e ai Lavori Pubblici e il Comandante dell' Esercito Italiano - 11° Reparto Infrastrutture - Ufficio Demanio e Servitù Militari- Sezione Infrastrutture non attive - i Rappresentanti del Comune di Reggio Calabria hanno preso l'impegno di adottare provvedimenti di competenza per il ripristino di adeguate condizioni di igiene e salute pubblica, sulla base di un piano che sarà all'uopo predisposto.

Con riferimento ai lavori di bonifica avviati, la ditta incaricata dall'Esercito ha proceduto a delimitare l'area d'intervento ed ha immediatamente attivato il sistema di monitoraggio dell'aria, con particolare riferimento alla zona adiacente alle abitazioni, per la verifica dei parametri relativi alla presenza di amianto, di sostanze organiche volatili e di polveri nocive.

Dagli esiti dei primi esami eseguiti non è emersa l'esistenza di amianto nell'aria, le polveri totali sono risultate nei limiti, mentre altri parametri sono in corso di elaborazione.

E' stata, inoltre, effettuata l'attività di campionamento delle varie tipologie di rifiuti presenti ai fini della caratterizzazione degli stessi ed è stato elaborato un piano di lavoro per la rimozione di manufatti in cemento amianto rilevati sulla superficie interessata.

E' altresì in corso il selezionamento dei cumuli di rifiuti eterogenei per l'omogeneizzazione di frazioni compatibili degli stessi per le attività di recupero e smaltimento finali.

Pubblicato il :

 Ricevuto stamane dal Prefetto Michele di Bari il Console Generale del Regno del Marocco a Palermo

 
Il Prefetto Michele di Bari ha ricevuto nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, il Console Generale del Regno del Marocco a Palermo Abderrahman Fyad.

Durante l'incontro, dai toni molto cordiali, il Prefetto ha richiamato il percorso di piena integrazione sociale che la comunità marocchina sta seguendo in questa provincia.

A tale riguardo, il Console ha manifestato ampia disponibilità a rappresentare la figura di riferimento tra i propri connazionali e le Istituzioni presenti sul territorio.

Nell'occasione è stata affrontata, inoltre, la tematica del sistema di accoglienza dei migranti e il Prefetto ha elogiato la professionalità dei mediatori marocchini durante le operazioni di sbarco presso il porto di questo Capoluogo.

 

Pubblicato il :

 Sciopero USB Vigili del Fuoco giorno 15 giugno 2017

 
La Prefettura di Reggio Calabria, informa che l'Organizzazione Sindacale USB VVF , Unione Sindacale di Base Vigili del Fuoco , ha proclamato lo sciopero nazionale della categoria dei Vigili del Fuoco per il prossimo 15 giugno.

Fatte salve le limitazioni previste da specifico accordo di salvaguardia dei servizi essenziali, lo sciopero sarà svolto dal personale turnista per 4 ore, dalle ore 9.00 alle 13.00, e per il personale giornaliero o amministrativo per tutta la giornata.

Pubblicato il :

 Elezioni amministrative 11 giugno 2017 - istruzioni al voto

 
ELEZIONI COMUNALI DI DOMENICA 11 GIUGNO 2017

Quando si vota

Domenica 11 giugno 2017, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, si svolgeranno le operazioni di voto per l'elezione diretta del Sindaco e per il rinnovo del Consiglio comunale di Antonimina, Bagnara Calabra, Bivongi, Bovalino, Calanna, Campo Calabro, Caraffa del Bianco, Caulonia, Ciminà, Ferruzzano, Grotteria, Laganadi, Motta San Giovanni, Palmi, Placanica, Portigliola, Sant'Eufemia d'Aspromonte, Staiti, Terranova Sappo Minulio, Varapodio e Villa San Giovanni.

L'eventuale turno di ballottaggio, per la elezione dei Sindaci non proclamati eletti a seguito del primo turno di votazione, è previsto per domenica 25 giugno 2017.

Le operazioni di scrutinio

Le operazioni di scrutinio avranno inizio a partire dalle ore 23.00 di domenica 11 giugno, subito dopo la conclusione delle operazioni di voto e l'accertamento del numero dei votanti.

Come si vota

Sul sito istituzionale del Ministero dell'Interno www.interno.gov.it è possibile consultare le modalità di voto per le elezioni comunali.

Si rammenta che nei Comuni con almeno 5.000 abitanti è possibile esprimere fino a due voti di preferenza per candidati a consigliere della stessa lista, purché i candidati siano di genere diverso tra di loro, a pena di annullamento in sede di scrutinio della seconda preferenza.

Corpo elettorale

Le elezioni amministrative nei 21 Comuni della Provincia interesseranno complessivamente 85.602 elettori, di cui 41.613 di sesso maschile e 43.989 di sesso femminile; le sezioni elettorali istituite saranno 111.

Tessera elettorale

Si ricorda che gli elettori, per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione nelle cui liste risultano iscritti, dovranno esibire, oltre ad un documento di riconoscimento valido, la tessera elettorale personale a carattere permanente.

Al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate o dei duplicati, gli uffici comunali, saranno aperti anche venerdì 9 e sabato 10 giugno, dalle ore 9 alle ore 18, e domenica 11 giugno per tutta la durata delle operazioni di voto (dalle ore 7 alle ore 23).

Gli elettori sono invitati a verificare sin d'ora di essere in possesso della tessera elettorale e che sulla stessa non siano esauriti gli spazi destinati all'apposizione del bollo della sezione per la certificazione del voto; ciò al fine di richiedere, ove necessario, il rilascio del duplicato al più presto, evitando di concentrare tali richieste nel giorno della votazione.

Divieto di introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini

Si rammenta che, per assicurare la libertà e segretezza della espressione del voto nelle consultazioni elettorali, il decreto-legge 1° aprile 2008, n. 49, convertito, senza modificazioni, dalla legge 30 maggio 2008, n. 96, all'art. 1, comma 1, ha fatto divieto di introdurre all'interno delle cabine elettorali "telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini".

Pertanto, l'elettore all'atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale dovrà consegnare al Presidente del seggio le anzidette apparecchiature delle quali sia in possesso; tali apparecchiature saranno restituite all'elettore, unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, dopo l'espressione del voto.

Per gli eventuali contravventori al divieto è prevista la sanzione dell'arresto da tre a sei mesi e dell'ammenda da 300 a 1.000 euro (art. 1, comma 4, D.L. citato).

All'interno del seggio sarà affisso un apposito avviso del seguente tenore:

"Non si possono introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.

Chiunque contravviene a questo divieto è punito con l'arresto da tre a sei mesi e con l'ammenda da 300 a 1.000 euro, ai sensi dell'articolo 1, comma 4, del decreto-legge 1° aprile 2008, n. 49, convertito dalla legge 30 maggio 2008, n. 96".

Il rispetto di tale divieto è stato richiamato all'attenzione dei presidenti di seggio, per il tramite dei Sindaci e Commissari Straordinari, con circolare prefettizia n. 37/2017 del 1° giugno 2017.

Affluenza alle urne e risultati elezioni

I dati sull'affluenza degli elettori alle urne delle ore 12, 19 e 23 e sui risultati degli scrutini saranno consultabili in tempo reale sul portale Eligendo del Ministero dell'Interno e sul sito internet della Prefettura.

Sala Stampa

La Sala stampa della Prefettura  sarà  aperta nella mattina dalle ore 11,30 alle ore 12,30; nel pomeriggio dalle ore 18,30 alle ore 19,30; nella tarda serata dalle ore 23,00 a cessate esigenze.

Pubblicato il :

 Prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata e dei fenomeni corruttivi. Lavori completamento della S.S. N. 106 Jonica

E' stato stipulato nella mattinata odierna presso il Palazzo del Governo il Protocollo di Legalità per la prevenzione di eventuali tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata in relazione all'affidamento dei lavori di completamento della S.S. n. 106 Jonica - Lavori di costruzione della variante all'abitato di Palizzi - 2° lotto dal Km 49+485 al Km 51+750.

Conclusa l'istruttoria di rito, il Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, ha invitato il Dott. Giancarlo Perrotta, Dirigente ANAS S.P.A e l' Ing. Giuseppe Iagulli per la Società aggiudicataria De Sanctis Costruzioni S.P.A. Nell'Atto pattizio, all'art. 10, è prevista altresì, la costituzione di un Tavolo di monitoraggio dei flussi di manodopera e, a tal fine, interverranno per la sottoscrizione le OO.SS. di categoria CGIL, CISL e UIL e il Rappresentante dell'Ispettorato  Territoriale del Lavoro.

Il documento ripropone le linee-guida in materia di sicurezza e contrasto alla criminalità organizzata dettate dal CIPE con deliberazione 3 agosto 2011, n. 58, secondo lo schema approvato dal Comitato di Coordinamento per l'Alta Sorveglianza delle Infrastrutture e degli Insediamenti Prioritari art. 203 D. Lvo. 50/2017, approvato nella seduta del 13 aprile 2015 e come integrate dall'ANAC in funzione anticorruzione.

Il Protocollo, tra le misure preventive di maggiore incidenza, stabilisce che il soggetto aggiudicatore garantisca un flusso informativo di dati che riguarderà indistintamente tutte le imprese coinvolte nel citato appalto, a partire da uomini e mezzi che interverranno presso il cantiere dell'intervento.

Sono previste, altresì, verifiche antimafia anche al di sotto della soglia minima indicata nel D. Lgs. 159/2011, nonché misure volte alla prevenzione delle interferenze illecite a scopo corruttivo, attuato attraverso una banca dati web.

 


Pubblicato il :

 Sottoscrizione di un Protocollo di legalità per il completamento dei lavori SS 106

 
Il prossimo 8 giugno, alle ore 12.00, presso questa Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo, sarà stipulato  il  Protocollo di Legalità ai fini della  prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata in relazione all'affidamento dei lavori di completamento della S.S. n. 106 Jonica - Lavori di costruzione della variante all'abitato di Palizzi - 2° lotto dal Km 49+485 al Km 51+750.

Il Protocollo, che si inquadra fra le strategie di attuazione degli strumenti utili per la verifica ed il controllo antimafia, sarà sottoscritto dal Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, dal Dott. Giancarlo Perrotta, Dirigente ANAS S.P.A e dall' Ing. Giuseppe Iagulli per la Società aggiudicataria De Sanctis Costruzioni S.P.A.

Nell'Atto pattizio, all'art. 10, è prevista altresì, la costituzione di un Tavolo di monitoraggio dei flussi di manodopera e, a tal fine, interverranno per la sottoscrizione le OO.SS. di categoria CGIL, CISL e UIL e il Rappresentante dell'Ispettorato  Territoriale del Lavoro.

Il Protocollo,  tra le misure preventive di maggiore incidenza, prevede che il soggetto aggiudicatore garantisca un flusso informativo di dati che riguarderà indistintamente tutte le imprese coinvolte nel citato appalto, a partire da uomini e mezzi che interverranno presso il cantiere dell'intervento.

Sono previste, altresì, verifiche antimafia anche al di sotto della soglia minima indicata nel D. Lgs. 159/2011, nonché misure volte alla prevenzione delle interferenze illecite a scopo corruttivo.
Pubblicato il :

 Avvisi pubblici esplorativi per l'accoglienza di cittadini stranieri adulti e per minori non accompagnati

 
Con preghiera di favorire la massima diffusione si comunica che sull' Home Page del sito della Prefettura di Reggio Calabria, nella sezione IN EVIDENZA e in quella Bandi di gara e contratti, al link Avvisi, Bandi e Inviti, sono stati pubblicati i sottoelencati avvisi pubblici:

- AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA EX ART. 63, COMMA 2 LETT. A) DEL D. LGS. N. 50/2016, PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA AI CITTADINI STRANIERI RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE E GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI PRESSO STRUTTURE UBICATE NELLA CITTA' METROPOLITANA DI REGGIO CALABRIA E PROVINCIA. PERIODO 01/07/2017 - 31/10/2017 PROROGABILE FINO AL 31/12/2017.

- AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO VOLTO ALL'INDIVIDUAZIONE DI OPERATORI ECONOMICI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA AI SENSI DELL'ART. 63, COMMA 2 LETT. C) DEL D. Lgs. N. 50/2016 PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA A FAVORE DI MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI PRESSO STRUTTURE RICETTIVE TEMPORANEE UBICATE NEL TERRITORIO DELLA CITTA' METROPOLITANTA DI REGGIO CALABRIA E PROVINCIA. PERIODO 1° LUGLIO - 31 OTTOBRE 2017 EVENTUALMENTE PROROGABILE FINO AL 31 DICEMBRE 2017.

Le procedure scadranno rispettivamente il 10 giugno e il 12 giugno prossimi.

Pubblicato il :

 Nominata Commissione ispettiva presso il Comune di Palizzi nell'ambito delle anagrafi comunali

 
Nell'ambito dei poteri di vigilanza prefettizia sulle anagrafi comunali previsti dalle vigenti norme, il Prefetto Michele di Bari ha nominato, presso il Comune di Palizzi, una Commissione ispettiva composta da tre funzionari di questa Prefettura con l'incarico di svolgere controlli finalizzati ad accertare la regolare tenuta degli archivi di stato civile, anagrafe ed elettorale nonché a verificare, in particolare, la tenuta dei registri dello stato civile in riferimento ai provvedimenti riguardanti l'acquisto della cittadinanza italiana da parte di numerosi cittadini brasiliani ed argentini.

Com'è noto si tratta di servizi statali delegati agli Enti locali, sui quali viene esercitata la vigilanza statale.

Gli accertamenti si sono resi necessari a seguito di verifiche degli atti e dei registri dello Stato Civile - anno 2015 e 2016 - eseguite in data 19 ottobre 2016 e 29 dicembre 2016 nel corso dei quali sono state accertate talune irregolarità.
Pubblicato il :

 Arresto del latitante Giuseppe Giorgi - L'apprezzamento del Prefetto Michele di Bari

 
L'arresto del latitante Giuseppe Giorgi ha provocato unanime, diffuso e corale apprezzamento per l'intelligente e professionale lavoro che la Procura di Reggio calabri e l'Arma dei Carabinieri hanno svolto attraverso mirate attività d'indagine.

Al culmine di una serrata ricerca, non priva di difficoltà, che si è protratta per l'intera notte nell'abitazione dello stesso a San Luca, lo Stato ha ancora una volta mostrato la sua determinata capacità di assicurare alla giustizia un malavitoso condannato a decine di anni di reclusione, mettendo così fine a una pericolosa latitanza.

E bene hanno fatto gli uomini e le donne in divisa a festeggiare ed abbracciarsi per questa ulteriore sfida vinta. In coloro tanti reggini si sono immedesimati per esprimere la convinta solidarietà nei confronti di rappresentanti dello Stato che inorgogliscono un territorio ed una comunità che merita nella quotidianità il giusto, rapido riscatto dalle innumerevoli angherie, illegalità degli uomini della ' ndrangheta .

E nel nome di un aberrante codice comportamentale, proprio dell'efferata organizzazione criminale, il condannato per traffico internazionale di stupefacenti Giuseppe Giorgi è stato salutato ed al quale addirittura hanno baciato la mano nel percorso che lo conduceva in carcere.

Un gesto servile e abbietto che ha palesato il volto di coloro che spudoratamente intendono calpestare le leggi e il valore della democrazia.

Non l'avranno vinta perché i reggini si rivedono e si compenetrano con gli abbracci e l'esultanza degli uomini e delle donne in divisa per una vittoria a lungo meditata e nottetempo conseguita.

Complimenti

                           Michele di Bari

Pubblicato il :

 Cerimonia del 2 giugno 2017 - 71°Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana Concerto alla Città

 
Si sono svolte nella giornata del 2 giugno, con inizio alle ore 10.00, presso il Monumento ai Caduti, le manifestazioni per la celebrazione del 71° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana.

Nello splendida cornice dello Stretto, dopo l'Alzabandiera e la deposizione della corona d'alloro, il Prefetto Michele di Bari ha dato lettura del messaggio del Presidente della Repubblica.

Le cerimonie sono proseguite nel tardo pomeriggio, alle ore 19,30, nella Piazza Vittorio Emanuele alla presenza delle Autorità politiche, civili, militari e religiose.

Dopo l'esecuzione dell'Inno di Mameli e i saluti del Prefetto Michele di Bari, sono stati consegnati, da parte del Prefetto e delle Autorità intervenute, gli attestati onorifici:

- la MEDAGLIA D'ORO AL VALORE CIVILE alla memoria del Signor VINCENZO VALERIOTI con la seguente motivazione: " Durante un disastroso evento alluvionale, con generoso slancio, esemplare altruismo e cosciente sprezzo del pericolo, si prodigava mettendo in salvo due persone, ma inghiottito da una voragine apertasi improvvisamente, perdeva tragicamente la vita. Fulgido esempio di elette virtù civiche ed umana solidarietà spinte fino all'estremo sacrificio ";

- la MEDAGLIA DELLA LIBERAZIONE al Signor GIUSEPPE SCARAMOZZINO, deportato in Germania il 10 settembre del 1943 e internato nel campo di Concentramento di Muhlberg.

Il riconoscimento onorifico è stato istituito in occasione del 70° anniversario della Liberazione per decisione del Ministro della Difesa che ha inteso, così, rivolgere una particolare attenzione a tutti coloro che hanno partecipato alla Resistenza e alla Lotta di Liberazione realizzando una Medaglia commemorativa.

- la  MEDAGLIA D'ORO "VITTIMA DEL TERRORISMO " al Primo Maresciallo Luogotenente dell'Esercito Italiano STEFANO FAVA, rimasto ferito in un attentato di matrice terroristica avvenuto in Afghanistan il 16 novembre 2007. La Medaglia viene conferita ai cittadini italiani appartenenti o non appartenenti alle Forze dell'Ordine, alla Magistratura e ad altri organi dello Stato, colpiti dalla eversione armata per le loro idee e per il loro impegno morale;

- Le MEDAGLIE D'ONORE ALLA MEMORIA dei Signori: RUGGERO CONDO', internato dall' 1° aprile del 1944 al 20 febbraio 1945 nel Campo di Mathausen, Gusen, DOMENICO ROCCO GUERRISI, internato dal 20 settembre 1943 al 5 dicembre 1944 a Dachau, Buchenwald e di GIUSEPPE ZEMA, internato dal 1° aprile 1944 al 1° aprile 1945 nel campo di Sandbostel. Le Medaglie d'Onore alla Memoria sono concesse ai concittadini deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra.

Sono state, quindi, consegnate dodici Onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, distinzioni onorifiche concesse dal Presidente della Repubblica a cittadini che si sono distinti per benemerenze acquistate verso la Nazione nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell'economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte ai fini sociali, filantropici ed umanitari, e per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.

L'Onorificenza di Ufficiale della Repubblica è stata concessa alla dr.ssa Cosima Di Stani, Vice Prefetto Vicario della Prefettura di Reggio Calabria, al Primo Maresciallo Luogotenente della Marina Militare Mario Donato , al dr. Diego Trotta, Dirigente del Commissariato di Gioia Tauro. L'onorificenza di Cavaliere della Repubblica è stata concessa al Signor Angelo Angileri , Ispettore Capo a riposo della Polizia di Stato, alle funzionarie della Prefettura di Reggio Calabria dr.ssa Alessandra Barbaro, dr.ssa Carmela Marazzita e rag. Concetta Bellantone , alla funzionaria della Ragioneria Provinciale dello Stato, dr.ssa Anna Maria Marchettini , al Luogotenente dell'Arma dei Carabinieri Francesco Simone, al Ten. Dott. Francesco MANDICA , Comandante della Sezione Operativa Navale di Alghero, al Dott. Salvatore BORRELLI Medico ecografista, l'Onorificenza di Cavaliere al Sig. Cristofaro Giuseppe LABATE.

Il Concerto alla Città , organizzato dalla Prefettura, dal Comune Capoluogo, dalla Città Metropolitana, dall'Università degli Studi Mediterranea e dal Conservatorio di Musica "Francesco Cilea", ha chiuso le celebrazioni con brani tratti da opere liriche e di musica moderna e contemporanea eseguiti dal Coro Polifonico dell'Università Mediterranea, diretto dal Maestro Carmen Cantarella, accompagnato dall'Orchestra del Conservatorio di Musica "Francesco Cilea", diretto dal Maestro Daniele Balleello. Calorosa l'atmosfera, ampia ed entusiastica è stata la partecipazione della cittadinanza.
Pubblicato il 02/06/2017 ultima modifica il 07/06/2017 alle 10:55:19

 San Luca: il riscatto inizia dai più giovani

AIC CAMP 2017 arriva a San Luca: il progetto dell'Associazione Italiana Calciatori fa tappa allo Stadio del Comune aspromontano e 180 ragazzi del luogo - numero che è andato ben oltre le previsioni - di età compresa fra i 7 e i 13 anni sono impegnati mattina e pomeriggio dal 29 maggio al 2 giugno in un ricco programma di attività sportive ed educative.

Qualificati preparatori hanno associato agli allenamenti come filo conduttore il fair play , le regole, il rispetto delle persone, i diritti e i doveri.

Oltre ai momenti tecnici sono stati predisposti laboratori sul tema della legalità e, insieme all'Amministrazione Comunale, i ragazzi sono stati altresì impegnati in altri progetti utilizzando materiali da riciclo per abbellire il paese: cassette colorate e fiori saranno collocate per le vie cittadine in questi giorni. 

L'iniziativa segue l'inaugurazione del Campo di calcio del 21 aprile scorso, alla presenza della Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega per le Pari Opportunità, On.le Maria Elena Boschi, del Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura, On.le Giovanni Legnini e delle altre Autorità civili, militari e religiose, nonché quella dello scorso 8 maggio, presso la medesima struttura sportiva, quando la Scuola Calcio Segato Viola di Reggio Calabria, in collaborazione con la Società Real di San Luca, ha tenuto uno stage tecnico valutativo diretto ai giovani, per conto della Società Juventus F.C.

Per il Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari il messaggio è chiaro : " il riscatto comincia dai più giovani e le Istituzioni, in sinergia con la società civile, hanno la piena consapevolezza che anche lo sport possa essere un valido strumento per il recupero sociale in aree ad alto tasso di disagio. Il campo sportivo di San Luca rappresenta, in tale direzione, un investimento concreto sui giovani per la riaffermazione della legalità ".
 
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su