Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ravenna

Comunicati Stampa

 

 Campagna di sicurezza per gli anziani nella provincia di Ravenna

Comunicato stampa

 

Campagna sicurezza per gli anziani nella provincia di Ravenna

 

Prefettura, Confartigianato ANAP, Forze dell'Ordine e Comuni, nei mercati della nostra provincia per offrire vademecum e consigli pratici per difendersi dalle truffe

Le truffe ai danni degli anziani sono le più odiose. Colpiscono una categoria di persone già deboli, ne feriscono l'orgoglio, ne riducono la sicurezza e l'indipendenza. ANAP, l'Associazione Nazionale Artigiani e Pensionati di Confartigianato, ha recentemente firmato un Protocollo d'intesa con il Ministero dell'Interno per prevenire le truffe nei confronti degli anziani.

Immediatamente, a livello locale, la Prefettura di Ravenna ha costituito un Comitato di Coordinamento partecipato dalle Forze dell'Ordine, ANAP Confartigianato e ABI (Associazione Bancaria Italiana). Tale Comitato, presieduto dal Vice Prefetto Vicario Francesca Montesi, ha individuato alcune azioni pratiche da mettere in campo sul territorio, soprattutto in tema di deterrenza e di informazione.

E per farlo con efficacia, si andrà direttamente tra la gente. Da settembre, quindi, un gazebo dell'ANAP Confartigianato farà tappa presso i principali mercati di tutti i comuni della nostra provincia. Al gazebo saranno presenti rappresentanti delle Forze dell'Ordine (Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Polizia Municipale) e delle Amministrazioni Comunali che distribuiranno ai cittadini un pratico vademecum anti-truffa e dispenseranno, soprattutto agli anziani, consigli e raccomandazioni pratiche. Un modo nuovo per avvicinare le Istituzioni alle persone più deboli, in modo che queste sappiano che possono comunque affidarsi con fiducia a chi li può difendere.

Dalle ore 9.30 alle 11.30 il Gazebo di Confartigianato ANAP sarà presso :

sabato 2 settembre: mercato di Riolo Terme
mercoledì 6 settembre: mercato di Ravenna
sabato 9 settembre: mercato di Faenza
mercoledì 13 settembre: mercato di Lugo
giovedì 14 settembre: mercato di Cervia
martedì 19 settembre: mercato di S. Agata sul Santerno
giovedì 21 settembre: mercato di Solarolo
sabato 23 settembre: mercato di Bagnacavallo
martedì 26 settembre: mercato di Casola Valsenio
mercoledì 27 settembre: mercato di Brisighella
venerdì 29 settembre: mercato di Castelbolognese
lunedì 2 ottobre: mercato di Alfonsine
venerdì 6 ottobre: mercato di Massa Lombarda
lunedì 9 ottobre: mercato di Bagnara di Romagna
venerdì 13 ottobre: mercato di Fusignano
sabato 14 ottobre: mercato di Conselice
martedì 17 ottobre: mercato di Russi
venerdì 20 ottobre: mercato di Cotignola
Pubblicato il 24/08/2017 ultima modifica il 25/08/2017 alle 08:55:17

 Apertura al pubblico degli uffici della Prefettura

Comunicato stampa

Si comunica che a partire dal 1° agosto la Prefettura riceve il pubblico solo su appuntamento che potrà essere preso:

Online all'indirizzo www.prefettura.it/ravenna cliccando sulla sezione "Chiedi appuntamento in Prefettura"

Fino al 31 dicembre 2017, l'utenza dei sotto indicati uffici potrà anche prendere appuntamento telefonando, dalle ore 11.00 alle 13.00, di martedì e giovedì ai seguenti numeri:

 

AREA SANZIONATORIA

Depenalizzazione
Violazioni al C.d.S.
Ricorso al Prefetto Tel. 0544 294434

Ufficio Patenti Tel. 0544 294430 - 294427

Ruoli e cartelle esattoriali
Gare ciclistiche e podistiche Tel. 0544 294439

 

AREA IMMIGRAZIONE

Sportello Unico per l'Immigrazione

Ricongiungimento familiare - art. 27
Lavoro stagionale - Convenzioni Tel. 0544 294429

Legalizzazioni Tel. 0544 294429 - 294438
Cittadinanza Tel. 0544 294432

Pubblicato il 17/08/2017 ultima modifica il 17/08/2017 alle 17:10:45

 Osservatorio incidenti stradali - COMUNICATO STAMPA

E' di alcuni giorni fa la notizia diffusa da tutti i mass media nazionali, che, nel 2016, nonostante gli incidenti stradali siano in crescita nel nostro Paese dello 0,7%, vi è stato un calo delle persone decedute sulle strade del 4,2%, con un aumento però dei feriti dello 0,9% .

 

Sul nostro territorio, in linea col trend nazionale, nel 2016, rispetto agli anni precedenti, si è registrato un leggero aumento dei sinistri stradali ed infatti si è passati da 2412 incidenti accertati nel 2015 a 2777 nel 2016  con un aumento del 15,13% .

Si è, invece, ridotto il numero dei feriti che da 2400 nel 2015 sono passati a 2226 nel 2016 con un calo dello 0,7% .

Ed un calo del 7,89% si è ugualmente avuto nel numero delle persone decedute che da 38 nel 2015 sono passate a 35 nel 2016 .

 

Diversamente dall'anno precedente nel primo semestre del 2017 l'Osservatorio per la sicurezza stradale, che ha curato la statistica dei sinistri, ha registrato, una flessione degli incidenti rispetto al corrispondente periodo del 2016 che sono passati da 1265 a 1165, con un calo del 7,91% .

I feriti sono ugualmente diminuiti e da 988 nel 2016 sono passati a 831 nel 2017 con un calo del 15,89% .

Purtroppo si è invece registrato un  aumento delle persone decedute che sono state 15 nel 2016 e 22 nel 2017 con un incremento del 46,67% .

 

Il fenomeno dell'aumento dell'incidentalità in ambito nazionale è stato oggetto di attenzione del Ministro dell'Interno, che ha, di recente, emanato specifica direttiva volta a sensibilizzare le Prefetture per rivisitare le strategie e i modelli operativi che disciplinano l'attività di prevenzione e di contrasto delle Forze di Polizia e delle Polizie Locali.

 

Tale direttiva si pone l'obiettivo di dare risposte concrete agli indirizzi operativi forniti dall'Unione Europea.

 

Il Ministro ha richiamato l'attenzione delle Forze dell'Ordine per implementare le azioni a contrasto di quei comportamenti che sono la causa principale dei sinistri e cioè la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti, gli eccessi di velocità, il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e del casco protettivo, e tutti quei comportamenti che costituiscono motivo di distrazione per il conducente e, in primo luogo, l'uso del cellulare e dello smartphone durante la guida.

 

Atteso che in ambito provinciale le maggiori cause dei sinistri rispecchiano quelle individuate in ambito nazionale, questa prefettura aveva in parte già individuato ed applicato le strategie definite dalla direttiva nel corso di precedenti riunioni del Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica, anche sulla base dell'analisi approfondita fatta dall'Osservatorio Provinciale sulla sicurezza stradale che, trimestralmente, raccoglie  i dati forniti da tutti gli organi competenti in materia per sviluppare azioni comuni volte alla prevenzione dei sinistri.

 

Allo stesso tempo attraverso l'Osservatorio è stato, da tempo, avviato un progetto di educazione stradale con l'Ufficio Scolastico Provinciale, che prevede una costante formazione degli studenti nel corso dell'anno che verrà, secondo un programma condiviso con le Forze di Polizia e detto Ufficio. Lo scopo di tale progetto è quello di realizzare un progetto condiviso di educazione stradale che consenta, di formare in modo continuo gli studenti con una didattica completamente rimessa alla valutazione degli insegnanti e più fruibile ai ragazzi.

 

Questa Prefettura ha inoltre sensibilizzato l'ANAS al fine di armonizzare  i limiti di velocità previsti sulla SS.16.

 

In quest'ottica, infine, e allo scopo della messa in sicurezza delle nostre strade, su richiesta dell'Amministrazione Comunale e Provinciale, dopo approfondita istruttoria, sono stati inseriti due ulteriori arterie nell'elenco di cui all'art. 4 c.2 D.L. 20-6-2002 n. 121 con provvedimenti prefettizi del 13 luglio 2017 lungo la SS.67 al km. 201+500 loc. Coccolia direzione Forlì e la Strada Provinciale 101 al km 1+970 loc. Mirabilandia direzione Dismano, al fine di installare dispositivi di controllo fissi della velocità per contenere condotte in contrasto con le norme che ne regolano i limiti.
Pubblicato il 03/08/2017 ultima modifica il 10/08/2017 alle 09:54:45

 
Torna su