Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ravenna

Comunicati Stampa

 

 Comunicato stampa del 13 ottobre 2017

Questo pomeriggio, nella splendida cornice del Salone degli Stemmi del Palazzo del Governo di Ravenna, si è tenuto il Convegno "Istituzioni e Ciclismo" che questa Prefettura, su iniziativa del Comitato Regionale Emiliana-Romagna della Federazione Ciclistica Italiana, in collaborazione con la GS PROGETTI SCORTA, ha organizzato per celebrare il ventennale della circolare del 13 ottobre 1997, con la quale il Ministero dell'Interno ha dettato le prime linee guida dei servizi di scorta delle competizioni sportive su strada.
Dopo i saluti del Prefetto di Ravenna, Francesco Russo, del Sindaco di Ravenna, Michele de Pascale, del Consigliere Regionale, Manuela Rontini, del Presidente Regionale della Federazione Ciclistica Italiana, Giorgio Dattaro, del Presidente Regionale CONI Sig. Umberto Suprani, sono intervenuti il Prefetto Roberto Sgalla, il Dott. Giandomenico Protospataro per il Ministero dell'Interno e alcuni rappresentanti del mondo ciclismo quali, il Dott. Renato Di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica Italiana e il Presidente GS PROGETTI SCORTA, Silvano Antonelli.

Hanno partecipato al Convegno numerose autorità provinciali nonché Mauro Vegni, Direttore del Giro d'Italia e Davide Cassani e Marino Amadori, Commissari Tecnici della Nazionale di Ciclismo.

Il Direttore di Tutto Bici e Tutto Bici Web, Dott. Pier Augusto Stagi ha svolto le funzioni di moderatore.

Dopo aver ripercorso la storia che portò alla circolare di cui si è celebrato il ventennale, è stata trattata la delicata materia della sicurezza stradale nelle competizioni sportive, evidenziando come nel 1997 con detta circolare si cercò di contemperare le esigenze di sicurezza con quelle di promozione dell'attività sportiva, tracciando quegli indirizzi unitari che sarebbero stati pietra miliare per tutti gli operatori del settore.

Nell'incontro è stato altresì evidenziato come al fondamentale ruolo della specialità della Polizia Stradale, nella gestione delle manifestazioni ciclistiche, concorrano, in un sistema di sicurezza integrata, gli ausiliari dei servizi di scorta, il cui contributo è divenuto imprescindibile e garanzia di sicurezza della incolumità dei partecipanti e degli spettatori.

 

Ravenna, 13 ottobre 2017

Pubblicato il :

 Comunicato stampa del 2 ottobre 2017

In mattinata odierna ( 2 ottobre 2017 n.d.r ) si è tenuto presso questa Prefettura un incontro di informazione e confronto con i Sindaci del territorio, sul complesso tema della sicurezza idraulica del territorio.

Erano presenti i Rappresentanti dei Servizi di Area della Romagna, del Reno e del Po di Volano, nonché dei Consorzi di Bonifica e il Responsabile dell'Agenzia Regionale in materia di Protezione Civile.

La giornata di lavoro è stata organizzata per costruire insieme agli Amministratori locali un percorso volto a sensibilizzare il territorio per l'acquisizione di una maggiore cultura di protezione civile con il diretto coinvolgimento della collettività, incentivare gli enti componenti a recepire le novità, di recente introdotte, all'interno delle pianificazioni comunali di Protezione Civile in ordine al sistema di allerta.

Nell'incontro sono emerse utili indicazioni da parte degli organi tecnici circa le diversità  morfologiche del territorio e le diverse situazioni di vulnerabilità connesse al reticolo idraulico, principale e secondario (fiumi, canali di bonifica, ecc.).

In particolare sono emerse indicazioni utili agli Amministratori locali circa le priorità di intervento connesse agli eventi metereologici che, a seguito degli assodati cambiamenti climatici dell'ultimo decennio, hanno caratterizzato anche il nostro territorio.

In particolare è stata sottolineata la richiesta di attenzione sulla integrità delle strutture arginali, con particolare riferimento alle situazioni pensili dei fiumi in pianura, a un monitoraggio specifico alle situazioni puntuali, quali ponti - stradali e ferroviari, sottopassi, chiuse e chiaviche.

E' emerso, peraltro, che le situazioni di maggiore fragilità, attesa la violenza degli eventi atmosferici, sono, oltre alle aree prospicenti a corsi d'acqua e a edifici strategici (ospedali, scuole, uffici pubblici, ecc.), anche quei manufatti privati, quali seminterrati e cantine, più esposti ad allegamenti.

Ne è emerso, pertanto, un'esigenza condivisa di avviare un lavoro congiunto con tutti gli Enti competenti per aggiornare i piani di Protezione Civile, con lo scopo di far accrescere la " cultura della sicurezza" , improntando un percorso di formazione e informazione della collettività in caso di effettive situazioni di emergenza.

Pubblicato il 03/10/2017 ultima modifica il 03/10/2017 alle 08:56:40

 
Torna su