Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Ragusa

NOTIZIE

 

 SITUAZIONE DELL’ORDINE E DELLA SICUREZZA PUBBLICA NEL COMUNE DI VITTORIA

Nella mattina del 29 dicembre si è svolta, presso questo Palazzo del Governo, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica al fine di approfondire le varie problematiche connesse alla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica del Comune di Vittoria, a seguito della richiesta avanzata sia dal Sindaco che dai Capigruppo consiliari del citato Comune.

All’incontro, presieduto dal Prefetto Vardè, hanno partecipato, oltre ai Responsabili delle Forze di Polizia territoriali, il Sindaco del Comune di Vittoria, il Presidente ed i Capigruppo del Consiglio Comunale di quel Centro.

Nella circostanza il Sindaco del Comune di Vittoria ha manifestato le preoccupazioni della collettività locale derivanti dai recenti fenomeni criminosi che hanno interessato l’anzidetta realtà cittadina ed, in particolare, dal grave omicidio di un esponente della criminalità calabrese, consumato in pieno centro urbano, esprimendo il disagio della popolazione residente per una diffusa sensazione di insicurezza.

Riguardo l’omicidio si è convenuto sulla necessità di attendere gli sviluppi delle indagini in corso, senza alimentare eccessivi allarmismi.

Nel corso dell’approfondita analisi sui fenomeni delinquenziali consumati a Vittoria, si è preso atto, dal raffronto dei dati statistici sulla criminalità forniti dai rappresentanti degli Organi di Polizia, di un generale miglioramento nell’anno 2014 della situazione dell’ordine pubblico seppur nella complessità del territorio comunale in riferimento, con una effettiva riduzione dei reati denunciati ed, in particolare, dei reati contro il patrimonio, che in precedenza avevano fatto registrare una recrudescenza.

In considerazione dei risultati conseguiti, da attribuire alla costante ed intensa attività di controllo del territorio, sono stati confermati i dispositivi prefigurati dal “patto per la Sicurezza della Città di Vittoria”, recentemente sottoscritto dalla Prefettura di Ragusa e dall’Amministrazione locale, con cui sono previste significative presenze delle Forze di Polizia territoriali e della Polizia Municipale nei contesti urbani ritenuti maggiormente sensibili per le esigenze di tutela e della sicurezza pubblica da svolgersi periodicamente in modo interforze, ai fini del contrasto alla criminalità urbana, con adeguati interventi finalizzati a realizzare maggiori controlli anche di natura amministrativa sulle attività economiche di particolare rilevanza, a partire dalla struttura mercatale di Contrada Fanello e presso gli esercizi pubblici operanti nel centro urbano, nella considerazione che gli stessi, generano flussi finanziari potenziali obiettivi della criminalità comune ed organizzata.

Al fine di favorire una sempre maggiore vivibilità nel Comune di Vittoria e di migliorare la percezione della sicurezza, gli intervenuti hanno convenuto di rilanciare gli interventi e le iniziative a carattere locale diretti a contenere ed a rimuovere le criticità di ordine sociale, nonché a prevenire processi di marginalità tra la popolazione giovanile e tra quella straniera, fortemente radicata in quella realtà per ragioni occupazionali nel settore agricolo locale, per favorirne l’integrazione.

Le citate componenti istituzionali a vario titolo coinvolte in materia di sicurezza integrata hanno evidenziato l’esigenza di un impegno sinergico per individuare e porre in essere azioni idonee a migliorare l’attività di vigilanza e controllo del territorio ed i livelli di sicurezza, rassicurazione sociale e vivibilità urbana, soprattutto mediante iniziative volte ad elevare l’attività di prevenzione e di presidio del territorio.

Al termine della riunione, il Prefetto Vardè ha disposto il potenziamento dei servizi preventivi di vigilanza e controllo nell’anzidetta località ad opera delle Forze dell’Ordine a competenza generale, con azioni in forma coordinata mirate a contrastare con fermezza ogni forma di illegalità diffusa, in modo da assicurare, anche con il coinvolgimento della Polizia Locale, una maggiore visibilità delle stesse ed elevare la sensazione di sicurezza dei residenti e dei frequentatori del predetto Centro.
Pubblicato il :

 Calendario divieto circolazione mezzi pesanti anno 2015

E' on-line il calendario riguardante il divieto di circolazione dei mezzi pesanti per l'anno 2015 (documento pdf scaricabile in basso)
Pubblicato il 23/12/2014
Ultima modifica il 23/12/2014 alle 14:53:16

 CONSEGNATE IN PREFETTURA LE ONORIFICENZE DELL’ORDINE "AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA"

       Si è svolta stamani, nei Saloni di Rappresentanza del Palazzo del Governo, la cerimonia di consegna dei diplomi delle onorificenze dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana" conferite dal Presidente della Repubblica il 2 giugno scorso a otto cittadini di questa provincia che si sono distinti per il loro impegno professionale e sociale e che, con la loro condotta di vita, si sono resi particolarmente benemeriti nei confronti della Repubblica.

       Il Prefetto Annunziato Vardè, insieme ad alcuni Sindaci ed amministratori dei Comuni di residenza degli insigniti ed ai Vertici delle Forze di Polizia territoriali, alla presenza dei familiari degli stessi insigniti, ha consegnato le distinzioni onorifiche  di Ufficiale e di Cavaliere riportate  nell’unito elenco corredato di brevi cenni biografici. 

      Nella circostanza, il Prefetto ha ricordato il significativo valore che rivestono tali benemerenze, quali riconoscimento  dell’operato di persone con elevate qualità non solo professionali ma anche morali, che si sono fatte apprezzare per l’attività nelle istituzioni, per il rispetto delle regole e per l’impegno nel sociale, sottolineando come le Onorificenze costituiscano l'emblema  dell'impegno lavorativo,  della solidarietà  e del contributo che può essere dato all’etica ed allo sviluppo sociale ed economico della nostra Società.

      Il Prefetto, inoltre, nell'esprimere nei confronti degli insigniti vivo apprezzamento per il meritato riconoscimento, ha evidenziato come la loro operosità  sia motivo di orgoglio per la provincia di Ragusa e di esempio - .attuale e futuro - per dedizione, correttezza, trasparenza e solidarietà;  e ciò soprattutto  nel difficile momento storico che stiamo vivendo, caratterizzato da situazioni di fragilità sociale in tutti gli ambiti della società civile.

Pubblicato il :

 CONCLUSA LA PRIMA SESSIONE DI ESAMI PER IL CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE DI SERVIZIO

       Si è svolta stamani, nel piazzale antistante il Foro boario di Ragusa e nelle strade circostanti, la prova pratica relativa alla prima sessione di esami per il conseguimento della patente di servizio per il personale di polizia locale, riservata ai candidati risultati idonei alla prova teorica tenutasi lo scorso 25 novembre in Prefettura.

        Al termine delle due prove, alle quali ha partecipato personale appartenente alla Polizia Provinciale e alla Polizia Locale di Scicli, la Commissione provinciale permanente per il rilascio della patente di servizio, nominata con decreto del Prefetto Annunziato Vardè e presieduta dal Viceprefetto Aggiunto Ferdinando Trombadore, ha riconosciuto idonei 32 candidati su 40.

         La patente di servizio, prevista dall’articolo 139 del Codice della strada e valida per la guida di veicoli adibiti all’espletamento di compiti istituzionali, viene rilasciata dal Prefetto agli appartenenti ai corpi e servizi di polizia provinciale e di polizia municipale già in possesso di patente di guida e abilitati allo svolgimento di compiti di polizia stradale, al termine di un esame disciplinato dal decreto ministeriale 11 agosto 2004, n. 246.

         Si tratta della prima sessione di questo esame che si svolge in provincia di Ragusa, in quanto sinora il rilascio delle patenti di servizio era effettuato, in conformità alle citate norme regolamentari, solo sulla scorta del possesso di requisiti collegati all’anzianità di servizio e ai servizi svolti.

          L’avvio della nuova procedura consentirà, oltre che una verifica della idoneità alla guida di veicoli adibiti all’espletamento di compiti istituzionali, anche la possibilità, per gli agenti di polizia locale con minore anzianità di servizio, di conseguire il relativo titolo abilitante, permettendo di estendere e più agevolmente programmare i servizi su strada nei quali le polizie locali sono quotidianamente impegnate.
Pubblicato il :

 TELEFONO AZZURRO - 116000 – LINEA DIRETTA PER I MINORI SCOMPARSI

      Nell’ambito delle attività di intervento integrato per la gestione dei casi di scomparsa di minori, anche in funzione della collaborazione tra le componenti istituzionali interessate ed il privato sociale per il contrasto ai fenomeni di violenza in danno di bambini ed adolescenti, si informa che è attivo il numero telefonico“116000”, gestito da “Telefono Azzurro ONLUS”, da poter utilizzare per le segnalazioni, provenienti dal territorio nazionale, relative a situazioni di scomparsa di minori, ritrovamenti, avvistamenti ed aggiornamenti su casi di minorenni scomparsi, in supporto alle attività di indagini delle Autorità competenti e secondo procedure condivise con le Forze dell’Ordine.

      Al riguardo si segnala che il numero “116000” è un servizio gratuito e raggiungibile da telefonia fissa e mobile, operante 24 ore su 24 senza oneri per la chiamata, che intende contribuire ad agevolare le possibilità di interventi tempestivi per il ritrovamento dei minori scomparsi e costituisce un utile presidio a tutela dell’infanzia.

      Il servizio gestito da “Telefono Azzurro ONLUS” può essere di supporto alle attività di indagini delle Autorità Giudiziarie attraverso accordi e procedure operative definite e condivise con le Forze di Polizia e si propone di perseguire l’obiettivo di creare una rete di interventi sinergici tra le diverse Autorità nazionali ed i corrispettivi servizi dei Paesi europei aderenti alla Federazione Europea di Missing Children Europe, così da agevolare  le possibilità di intervento ed il ritrovamento dei minori scomparsi.

      Chiunque possa fornire informazioni in ordine alla scomparsa di minori è invitato a chiamare il numero unico europeo “116000”.
Pubblicato il :

 Rinnovato il Patto per la sicurezza di Ragusa e sottoscritti il Patto per la sicurezza di Vittoria unitamente al Protocollo di legalità per il Mercato ortofrutticolo ed il Patto per S. Croce Camerina

      Nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, il Prefetto Annunziato Vardè ha sottoscritto il rinnovo del “Patto per la sicurezza di Ragusa”, i “Patti per la sicurezza” dei Comuni di Vittoria e di Santa Croce Camerina, nonché il Protocollo di Legalità per il Mercato Ortofrutticolo di Vittoria, rispettivamente, con i Sindaci dei menzionati Comuni.

      L’evento si è svolto alla presenza del Presidente della locale Camera di Commercio, Industria, Agricoltura ed Artigianato, dei vertici delle Forze di Polizia territoriali, dei Segretari Generali provinciali delle Organizzazioni sindacali C.G.I.L., C.I.S.L. e U.I.L., nonché di numerosi esponenti delle Amministrazioni statali e regionali operanti in questo ambito provinciale.

       I Patti per la sicurezza dei Comuni in parola costituiscono un concreto strumento di collaborazione tra lo Stato e gli Enti locali territoriali avente lo scopo di porre in essere azioni sinergiche e progetti specifici in materia di sicurezza integrata ai fini del contrasto alla criminalità urbana, nell’ambito delle intese raggiunte il 20 marzo 2007 dal Ministero dell’Interno e l’Associazione Nazionale dei Comuni di Italia.

       La loro efficacia si evidenzia in quanto, aderendo alle specifiche peculiarità del territorio, permettono di ottimizzare gli interventi di contrasto alla criminalità urbana e migliorare la vivibilità e la coesione sociale della comunità.

       In questa provincia il primo patto per la sicurezza è stato sottoscritto tra la Prefettura e il Comune di Ragusa il 21 aprile 2011 e nell’ambito delle attività di collaborazione da esso previste è stata realizzata una significativa implementazione della videosorveglianza con la interconnessione del sistema che consente la visualizzazione delle immagini sia dalla Polizia municipale che dalle tre Forze di Polizia.

       I  “Patti per la sicurezza” di Santa Croce Camerina e Vittoria e il rinnovo di quello di Ragusa contengono importanti previsioni sugli obiettivi e sulle forme di collaborazione tra Ente locale e Prefettura, che così si sintetizzano:

-Finanziamento di progetti specifici per migliorare il controllo del territorio e il contrasto alla illegalità diffusa con interventi per la sicurezza e a carattere sociale, con particolare attenzione ai fenomeni di marginalità e alla tutela delle persone e segnatamente delle donne;

-Previsione , in caso di particolari esigenze difficilmente fronteggiabili con le forze locali, di richiesta di intervento della Forza di Intervento rapido costituita a livello centrale;

-Potenziamento della relazione e comunicazione  tra le forze di polizia e la polizia locale anche mediante l’attivazione del vigile di quartiere;

-Attivazione di moduli operativi di intervento congiunto nell’ambito di verifiche agli esercizi pubblici, dei servizi straordinari di controllo della viabilità ,del contrasto all’abusivismo commerciale e in materia ambientale;

 -Iniziative di contrasto all’abusivismo commerciale ;

  -Rafforzamento delle iniziative di contrasto dei fenomeni del “ lavoro nero “e del “lavoro clandestino”;

-Interventi a tutela delle fasce deboli con particolare riguardo alla prevenzione di devianze giovanili, assistenza ai minori vittime di reato, attivazione di percorsi di recupero e reinserimento sociale dei soggetti responsabili di reati;

- Iniziative per  l’integrazione sociale e culturale degli immigrati;

-Specifici percorsi di formazione per il personale delle polizie municipali.

     Per l’attuazione dei Patti è altresì prevista l’istituzione presso questa Prefettura di un “Gruppo di lavoro sicurezza” coordinato dal Rappresentante del Prefetto e composto dai rappresentanti del Sindaco dei comuni interessati e delle Forze di polizia.

     Il gruppo di lavoro svolge attività propedeutiche di analisi e di definizione delle intese necessarie  per la realizzazione di azioni delle Forze dell’ordine  con l’ausilio della Polizia Locale,  in particolare in ambiti che necessitano condivisione di conoscenze ed elaborazione di progetti e la individuazione di zone di interesse ai fini della implementazione di sistemi di video sorveglianza, in stretta collaborazione con il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.  Nelle competenze dell’ente locale il coordinamento è affidato al rappresentante del Comune.

     Per  il conseguimento degli obiettivi del Patto il Comune di Ragusa ha destinato in bilancio la somma di E. 50.000,00, il Comune di Vittoria la somma di E. 15.000,00 e il Comune di Santa Croce Camerina la somma di E. 10.00,00.

     I patti  hanno la durata di due anni e sono rinnovabili.

     Per quanto riguarda il Protocollo di legalità per il Mercato ortofrutticolo di Vittoria, il Comune ne ha proposto la sottoscrizione  in relazione all’esigenza di implementare l’attività di controllo della struttura mercatale , con un costante scambio di informazioni preventive con la Prefettura finalizzato ad accertare l’assenza di tentativi di infiltrazione mafiosa in seno ai soggetti giuridici che operano all’interno del mercato .

     Ciò nella considerazione che quest’ultimo, costituendo una delle principali infrastrutture per la commercializzazione dei prodotti agricoli, provenienti da un bacino di circa 15.000 imprese agricole, genera ingenti flussi finanziari e costituisce pertanto un potenziale obiettivo delle mire della criminalità organizzata.

      Il Protocollo prevede significativi impegni in questo senso da parte del Comune, ma anche delle associazioni di categoria dei grossisti, dei produttori agricoli, dei concessionari del mercato  e delle organizzazioni sindacali. con particolare riguardo alle problematiche della tracciabilità dei mezzi di trasporto e delle merci, della regolarità dei contratti,  anche sotto il profilo contributivo e previdenziale.

      Per conseguire gli obiettivi del protocollo sarà istituito un tavolo di monitoraggio composto dai rappresentanti degli enti firmatari.
Pubblicato il :

 Sottoscrizione rinnovo del “Patto per Ragusa Sicura”, del “Patto per Vittoria Sicura” unitamente al “Protocollo di legalità per il Mercato Ortofrutticolo” Vittoria e del “Patto per S. Croce Camerina

       Nella giornata di martedì 9 dicembre p.v., alle ore 11,00, presso questo Palazzo del Governo, nell’ambito del percorso di legalità finalizzato ad elevare il livello di sicurezza in ambito provinciale ed a prevenire e contrastare fenomeni criminosi,  verranno sottoscritti il rinnovo del “Patto per Ragusa Sicura”, il “Patto per Vittoria Sicura” unitamente al “Protocollo di legalità per il Mercato Ortofrutticolo” di Vittoria, il “Patto per S. Croce Camerina Sicura”. 

        Gli anzidetti strumenti pattizi - oggetto di accurato approfondimento con i Responsabili delle Forze di Polizia -  trovano radice nelle comuni esigenze di garantire una maggiore sicurezza ed una capillare presenza delle Forze dell’Ordine nei territori comunali interessati - Ragusa, Vittoria e S. Croce Camerina - con l’ulteriore obiettivo di perseguire una maggiore collaborazione tra gli Enti sottoscrittori nelle attività di prevenzione e contrasto delle attività delittuose.
Pubblicato il :

 Vertice in Prefettura sulla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nel Comune di S. Croce Camerina.

         Nella giornata di ieri, il Prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, ha presieduto presso questo Palazzo del Governo, una riunione a cui hanno partecipato, oltre ai vertici provinciali delle Forze di Polizia territoriali, il Sindaco del Comune di Santa Croce Camerina, Franca Iurato, al fine di esaminare la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica che si è venuta a determinare in quel Centro anche a seguito del noto tragico evento.

         All’incontro hanno partecipato, altresì, i Dirigenti degli istituti scolastici del Comune di Santa Croce Camerina.

        Nel corso dei lavori sono state approfondite varie problematiche connesse alla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nell’ambito di quel territorio comunale, con riguardo anche alle ripercussioni del citato evento delittuoso sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini.

         Nell’occasione sono stati definiti i dettagli del Patto per la sicurezza di S. Croce Camerina, da tempo predisposto e che sarà sottoscritto la prossima settimana.

         In tale contesto, il Sindaco Iurato, pur evidenziando che il Comune di Santa Croce Camerina sostanzialmente non registra un aggravamento delle problematiche  della sicurezza pubblica anche per la costante presenza delle Forze di Polizia territoriali e della Polizia Locale, ha sottolineato l’opportunità di un impegno unitario e della intensa collaborazione in atto tra tutte le componenti istituzionali coinvolte, per ricondurre la comunità locale, scossa dall’efferato crimine - sia pure isolato - alla consueta serenità e per migliorare la percezione della sicurezza, con particolare riferimento alla popolazione studentesca del luogo ed ai relativi nuclei familiari, confidando nella professionalità e competenza degli Organi di Polizia già impegnati nell’attività di controllo del territori comunale ed, in particolare, in prossimità dei plessi scolastici.

      Sul punto sono intervenuti i Dirigenti scolastici che hanno sinteticamente illustrato le diverse iniziative in atto nei rispettivi ambiti per affrontate il difficile momento, auspicando la prosecuzione del proficuo supporto psicologico fornito da una qualificata equipe di sanitari della locale Azienda Sanitaria.

      A tal riguardo il Prefetto Vardè ha contattato il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale che ha assicurato la prosecuzione dell’attività di sostegno psicologico da parte dell’apposita equipe dell’Azienda, che sarà rivolta anche ai genitori degli alunni.

      Per quanto riguarda le misure finalizzate ad una maggiore sicurezza delle scuole, è stata approfonditamente esaminata la possibilità di avviare un sistema per inviare messaggi ai genitori quando gli alunni risultano assenti a scuola la cui attuazione si è deciso di definire mediante un apposito stanziamento  a carico del bilancio comunale ovvero attraverso le risorse finanziarie disponibili nell’ambito del Patto per la Sicurezza per S. Croce Camerina che, peraltro, potranno essere utilizzati anche per implementare il sistema di videosorveglianza già attuato con fondi destinati dal Ministero dell’Interno nell’ambito del PON Sicurezza.
Infine, allo scopo di favorire una maggiore serena vivibilità negli ambienti scolastici e di ottimizzare la percezione della sicurezza da parte della collettività locale, il Prefetto Vardè - su concorde avviso dei presenti - ha disposto una implementazione dei servizi di controllo e vigilanza a cura delle Forze di Polizia territoriali sul territorio comunale di Santa Croce Camerina, in aggiunta a quelli ordinari, svolti con modalità interforze, convenendo con i presenti sull’esigenza di rilanciare le iniziative mirate a contenere le criticità sociali e valutando l’attivazione di ulteriori iniziative dirette a rendere più armonioso lo svolgimento delle attività didattiche, in modo da consentire a tutte le componenti coinvolte di operare con la massima serenità.

     A tal fine, il Prefetto Vardè ha evidenziato la necessità di utilizzare massicciamente gli strumenti già messi a disposizione per la sicurezza nelle scuole, quali il numero verde gratuito 43002 per inviare un sms al fine di denunciare spacciatori ed episodi di bullismo all’interno e nelle immediate vicinanze delle scuole ed il numero unico europeo 116000, gestito da “Telefono Azzurro”, esclusivamente dedicato per segnalare violenze o altre problematiche che coinvolgano bambini o adolescenti italiani o stranieri.
Pubblicato il :

 
Torna su