Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Prato

Comunicati stampa

 

 PREFETTURA DI PRATO - PIANO DI INTESA PER LA LEGALITA' NEL SISTEMA PRODUTTIVO PRATESE

In data odierna è stato adottato il Piano di Intesa per la legalità nel sistema produttivo pratese, che ha come obiettivo la prevenzione e la repressione delle varie forme di esercizio illegale delle attività economiche nel territorio della provincia di Prato. 

Detto Piano, sottoscritto dal Sindaco di Prato e dai Sindaci della provincia, è in fase di sottoscrizione anche da parte degli Uffici pubblici componenti della Conferenza Permanente della Pubblica Amministrazione - Sezione dello sviluppo economico e delle attività produttive, e costituisce il risultato di un lavoro di coordinamento lungo ed impegnativo, iniziato nell'agosto 2017 e conclusosi in questi giorni, in seguito all'acquisizione sia a livello periferico, che centrale dei pareri e delle autorizzazioni necessarie.

 Questo progetto è nato grazie all'azione di stimolo da parte delle Istituzioni locali e delle parti sociali e precisamente: Sindaci, Confindustria Toscana Nord, Camera di Commercio, Confartigianato, Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa, FILTEM-CIGL, FEMCA-CISL, UILTEC-UIL, che hanno rappresentato le difficoltà e le criticità del sistema della imprenditoria straniera, fortemente concorrenziale a causa di una conduzione non sempre conforme alla normativa di settore.

Il documento introduce una serie di novità nell'ambito dei controlli alle aziende, che operano a Prato e provincia.

 In particolare viene svolto un lavoro di " intelligence " - sulla base dei dati in possesso delle varie Amministrazioni Pubbliche, che vengono assemblati e inseriti in una piattaforma informatica, al fine di consentire la lettura e la valutazione delle informazioni relative alle aziende, che non risultano in regola con le norme di settore.

 L'intendimento è di ottenere un controllo più circoscritto, efficace e mirato al contrasto della concorrenza sleale. 

Più precisamente si è inteso tutelare i lavoratori penalizzati nei loro diritti e gli imprenditori, che svolgono la propria attività economica nel rispetto delle regole, subendo la concorrenza sleale da parte di quelle aziende, operanti secondo modalità non conformi alle norme e con costi di produzione molto più bassi.

Pubblicato il :

 PREFETTURA PRATO ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

Il 25 aprile 2018, è stato celebrato a Prato il "73 Anniversario della Liberazione Nazionale"
 
 
 
FOTO
 
  FOTO
 
FOTO
 
 
FOTO
FOTO
 
Pubblicato il :

 ORDINANZA

In data odierna il Prefetto di Prato, dott.ssa Rosalba Scialla, sentito il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza, ha adottato, ai sensi dell'art. 2 del R.D. 18 giugno 1931, n.773, recante "l'approvazione del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza" e dell'art. 13 della Legge 1 aprile 1981, n. 121, recante "Nuovo ordinamento dell'Amministrazione della Pubblica Sicurezza", un'ordinanza con cui dispone, l'allontanamento da particolari aree della città di Prato, di soggetti che, con comportamenti illegali, impediscono la normale fruibilità delle stesse da parte della cittadinanza. Dette aree sono:

- i giardini pubblici antistanti la Stazione ferroviaria di Prato Centrale;

- la diramazione viaria dalla Stazione ferroviaria di Porta al Serraglio a Piazza del Duomo;

- i sentieri ciclo-pedonali "Fausto Coppi" e "Gino Bartali", compresa la passerella sul fiume Bisenzio e i giardini limitrofi alla scuola dell'infanzia "Il Campino";

- il Parco della Liberazione e della Pace;

 In applicazione di detto provvedimento, le Forze dell'Ordine, in occasione di mirati controlli del territorio, procederanno all'allontanamento dalle suddette aree di persone, già denunciate per pregresse attività illegali, quali lo spaccio di sostanze stupefacenti, la violenza a danni di terzi o il danneggiamento di beni ad uso pubblico e di chiunque sia identificato in compagnia di uno dei soggetti destinatari delle denunce di cui trattasi.

 In caso di nuovo rintraccio da parte delle Forze dell'Ordine di soggetti inottemperanti all'ordine di allontanamento in precedenza impartito, questi ultimi verranno deferiti all'Autorità Giudiziaria per inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità.

 Il provvedimento in parola andrà in vigore dal 26 aprile 2018 e avrà durata semestrale.  

Pubblicato il :

 MOSTRA CENTENARIA DELLA GRANDE GUERRA

Per gentile concessione dell'Istituto Geografico Militare, che ha fornito il materiale espositivo, si svolgerà presso questa Prefettura, nella sala al piano terra, una mostra storico-documentale in occasione del centenario della Grande Guerra 1915 -1918, nei giorni del 24 aprile(dalle h. 17,00 - 19,30), 25 (dalle h. 9,00 - alle h. 19,30) e 26 aprile p.v. (dalle h. 9,00 -13,00), in concomitanza con la manifestazione del 25 aprile.

          Le associazioni combattentistiche collaboreranno con la Prefettura per lo svolgimento della mostra, assicurando il servizio di accoglienza dei visitatori.

Pubblicato il :

 
Torna su