Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Prato

Comunicati stampa

 

 Il Prefetto di Prato Maria Laura Simonetti ha consegnato i doni ai bambini ricoverati in ospedale

Per la 24^ volta, la città di Prato, ha manifestato la sua generosità e vicinanza ai bambini ricoverati in ospedale, attraverso l’iniziativa del noto CENTRO DIRITTI DEL MALATO.
Quest’anno, nella giornata del 23 u.s., all’interno dell’area di Ostetricia del Nuovo ospedale, il Prefetto di Prato dott.ssa Maria Laura Simonetti, insieme alle proprie figlie, ed accompagnata dal Presidente del Centro diritti del malato Fabio Baldi e dal Direttore dell’ospedale Alessandro Sergi ha distribuito, ai piccoli degenti, oltre ai doni e regali offerti dalle Associazioni Confesercenti e Unione Commercianti della cittadinanza, anche zaini personalizzati della protezione civile.
consegna doni ospedale
consegna doni ospedale
consegna doni ospedale
Pubblicato il :

 rinnovato il protocollo Pratomigranti

Il 16 dicembre u.s., presso la Sala Conferenze della Prefettura, si è tenuta una riunione del Consiglio Territoriale per l’immigrazione, nel corso della quale si è proceduto all’approvazione del Protocollo d’Intesa grazie al quale proseguirà, fino al 31 dicembre 2015, la collaborazione per l’implementazione e la gestione del portale web “ www.pratomigranti.it ”.
Il sito Pratomigranti fu attivato il 23 luglio del 2008 grazie alla stipula di un primo protocollo, fortemente voluto, oltre che dalla Prefettura, da Comune, Provincia e Camera di Commercio di Prato, allo scopo di offrire ai numerosi cittadini stranieri presenti sul territorio un’opportunità in più di interagire con la pubblica amministrazione in modo immediato e semplice.
Attraverso la diffusione delle informazioni pubblicate sul sito internet, tradotte anche in cinese, arabo, inglese, francese, albanese e urdu,   si intende inoltre agevolare il processo di integrazione e favorire il rispetto delle regole da parte di quegli stranieri regolarmente presenti nel Paese.
Il successo e l’utilità dell’iniziativa è testimoniata anche dal numero di accessi registrati. Infatti, se nell’agosto 2008 “Pratomigranti” registrava circa 8500 contatti mensili, dopo meno di un anno (marzo 2009) il numero di accessi raddoppiava.   Il trend di crescita è proseguito anche in seguito e dai 233.068 contatti registrati nel 2009 si è passati a 464.861 nel 2010, 496.937 nel 2011, 746.007 nel 2012 e 966.349 dal 1° gennaio al 16 dicembre 2013.
Il sito, divenuto un importante punto di riferimento per gli stranieri presenti in provincia, fu citato dal periodico “L’Espresso” quale uno quattro migliori portali pubblici italiani e, a meno di un anno dalla sua attivazione, fu selezionato dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione come una delle “ 845 storie di buona pubblica amministrazione ”, divenendo un prezioso punto di riferimento ed un utilissimo strumento per gli immigrati regolarmente presenti in provincia.
Il Protocollo d’intesa, sarà sottoscritto, oltre che dal Prefetto Maria Laura Simonetti, dal Presidente della Provincia Lamberto Gestri e dall’Assessore alle Politiche d’Integrazione del Comune di Prato Giorgio Silli, dai comuni di Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Vaiano e Vernio, dalla Questura, dal Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza, dall’Ufficio Scolastico Provinciale, dall’Agenzia delle Entrate, dall’Azienda sanitaria USL 4, dall’I.N.P.S., dall’I.N.A.I.L., dall’Unione Industriale, da Confesercenti, dall’Unione Commercianti, da Confartigianato, da C.N.A. Artigianato Pratese, dalla Confederazione Italiana Agricoltori, dalla Federazione Interprovinciale Coltivatori Diretti, dalla C.G.I.L., dalla C.I.S.L., dalla U.I.L., dal Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana, dalla Caritas, dall’Arciconfraternita della Misericordia, dall’Associazione di Pubblica Assistenza “L’Avvenire”, dall’Associazione di Pubblica Assistenza Croce d’Oro, dall’A.N.O.L.F. e dall’Associazione Don Milani.
Pubblicato il :

 Il Prefetto di Prato ha conferito quattro onorificenze !Al Merito della Repubblica Italiana" ed un diploma di autorizzazione a fregiarsi di onorificenza pontificia

Il 14 dicembre u.s., presso le Sale di Rappresentanza della Prefettura di Prato, si è tenuta una cerimonia nel corso della quale il Prefetto di Prato Maria Laura Simonetti ha conferito quattro onorificenze dell’ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” ed un diploma di autorizzazione a fregiarsi di onorificenza pontificia.
Sono intervenuti alla cerimonia il Presidente della Provincia Lamberto Gestri, il Vice Sindaco di Prato Goffredo Borchi, l’On. Matteo Biffoni, il Procuratore della Repubblica Piero Tony, il Presidente del Tribunale Ettore Nicotra, il Questore Filippo Cerulo, i comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato e dei Vigili del Fuoco, e molte altre autorità.
Dopo un breve saluto del Prefetto, del Presidente della Provincia e del Vice Sindaco, sono stati consegnati i diplomi agli insigniti.
Di seguito si fornisce una breve biografia delle persone alle quali sono state conferite le onorificenze.
ONORIFICENZA DI “COMMENDATORE
Sig. Michele CONTELLA
Ha lavorato dal 1962 alla pensione presso aziende di spedizioni internazionali e di import-export che ha anche diretto con particolari doti di serietà e capacità professionali.
Nonostante l’intensa attività lavorativa non ha mancato di impegnarsi attivamente nel sociale e nello sport dilettantistico dove si è distinto come solerte organizzatore di numerose competizioni ciclistiche, calcistiche e di pallavolo.
Nel 1995 è stato insignito del titolo di Cavaliere.
ONORIFICENZE DI CAVALIERE
Sig. Angelo MARSILI
Il Maresciallo Magg. Aiutante in pensione Angelo MARSILI ha svolto servizio nella Guardia di Finanza dal 1957 al 1995, impegnato in molteplici settori operativi e in diverse sedi di servizio dove ha sempre assolto i compiti affidatogli con serietà, impegno ed ammirevole abnegazione.
Nel 1973 è stato insignito della croce d’argento al merito di servizio e nel 1983 della croce d’oro al merito di servizio.
Nel 1987 è stato nominato ‘Perito-Esperto Tributario’.                                                           
Sig. Gianluca BRESCHI
Il Maresciallo Gianluca Breschi ha ricoperto numerosi e importanti incarichi nell’Arma dei Carabinieri, distinguendosi in attività investigative ed operazioni di particolare efficacia nella lotta all’illegalità e al crimine organizzato.
Dal 2006 al 2010 ha svolto le funzioni di Comandante della Stazione Carabinieri di Vaiano e dal 2010 è Comandante della Stazione Carabinieri di Vernio, incarico che svolge tuttora con indubbio impegno ed abnegazione.
 
 
Sig. Andrea ALLEGRI
Ha lavorato per quarant’anni in aziende tessili e di spedizioni internazionali distinguendosi per le capacità professionali e le indubbie doti umane e morali.
Contestualmente ha svolto e svolge tuttora, con particolare merito, altre importanti attività anche in ambiti istituzionali quali:
- Perito del Giudice Penale e Consulente Tecnico del Pubblico Ministero per i Tribunali e le Procure di Prato, Firenze e Pistoia;
- Istruttore di tiro per la Polizia Municipale e per la Polizia Provinciale di Prato;
- Istruttore istituzionale di tiro presso la locale sezione del Tiro a Segno Nazionale.
DIPLOMA DI AUTORIZZAZIONE A FREGIARSI DI ONORIFICENZA PONTIFICIA
Sig. Massimo CARDINI
Persona molto nota in Provincia; è attualmente Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione di Carmignano.
 
Pubblicato il :

 1 DICEMBRE 2013 - INCENDIO CAPANNONE IN VIA TOSCANA A PRATO

Com’è noto, nella mattinata del 1 dicembre, in un ditta tessile a conduzione cinese, ubicata a Prato, in Via Toscana n.63/5, si sviluppava un incendio di grandi dimensioni che si propagava in tutta la struttura e provocava il decesso di sette cittadini cinesi ed il ricovero presso il locale Nosocomio, di quattro persone, di cui due dimessi dopo breve e due attualmente degenti presso il reparto rianimazione.
A seguito della segnalazione dell’incendio, presso questa Prefettura confluivano Dirigenti e personale prefettizio per il necessario coordinamento delle forze operative di soccorso e sicurezza e per il tempestivo raccordo con le Istituzioni Centrali.
Continui contatti sono peraltro stati mantenuti con il locale ospedale per l’aggiornamento delle condizioni cliniche dei degenti e con il Console Generale cinese che è stato tenuto costantemente informato.
Nel primo pomeriggio, Il Prefetto ed il Questore, si sono altresì recati sul luogo dell'incendio e (mentre ancora i Vigili del Fuoco stavano ultimando lo spegnimento delle fiamme) e, nella serata, lo stesso Prefetto accompagnava il Console Cinese di Firenze, prima sui luogo del disastro, e, di seguito, presso il locale Ospedale, dove sono ancora ricoverati, in prognosi riservata, due operai della fabbrica distrutta.
Il Questore ed i Responsabili delle Forze dell’Ordine, fin dai primi momenti, sono intervenuti prodigandosi attivamente per dirigere e coordinare le attività correlate ai propri compiti istituzionali. In totale sono intervenuti, nel complesso delle operazioni, 24 operatori della Polizia di Stato, 4 dei Carabinieri, 2 della Guardia di Finanza e 12 della Polizia Municipale. I Vigili del Fuoco hanno impegnato 45 unità.
Nella mattinata odierna, presso la Prefettura si è tenuta una riunione finalizzata a puntualizzare fatti ed eventi relativi al disastro in argomento. Sono stati altresì condivisi, fra i partecipanti, i dati relativi ai controlli effettuati presso le imprese.
Considerando i controlli su immobili in uso ad imprese, nell’ultimo biennio 2012/2013, sono stati effettuati dal Gruppo Interforze (Composto da Polizia, CCE, G.diF., Vigili Urbani, VVF., Dir.Prov.le del Lavoro, I.N.P.S., I.N.A.I.L., A.S.L., Agenzia delle Entrate, ASM di Prato) e, singolarmente, dal locale Comando Carabinieri, dai Vigili del Fuoco, dalla A.S.L. e dall’Ufficio Provinciale del Lavoro in totale 1.571 controlli, mentre a decorrere dal 2009 il solo Gruppo Interforze ha effettuato:
- oltre 1.400 controlli su immobili in uso a imprese per un totale di oltre 600 immobili posti sotto sequestro;
- controllato circa 1.200 imprese;
- redatto oltre mille verbali di sequestro macchinari con oltre 26.000 macchine sequestrate;
- elevato oltre 1.600 sanzioni amministrative per violazioni varie all’interno di laboratori.
Le operazioni dei Vigili del Fuoco sono in corso di chiusura e termineranno con la messa a disposizione della Magistratura dei locali sottoposti a sequestro.
Pubblicato il :

 PREFETTURA DI PRATO - IL MINISTRO DELEGATO PER I ROMENI ALL'ESTERO DR. CRISTIAN DAVID INCONTRA IL PREFETTO E IL SINDACO DI PRATO

In data odierna il Prefetto di Prato Maria Laura Simonetti ha ricevuto la visita di cortesia di Cristian David – Ministro delegato per i Romeni all’estero, venuto a Prato per   partecipare ad uno spettacolo organizzato dal “Coordinamento Nazionale Cittadini Romeni in Italia” in occasione della Festa Nazionale della Romania.  
Presenti all’incontro anche il Sindaco di Prato Roberto Cenni e l’Assessore all’Integrazione del Comune di Prato Giorgio Silli.
Il Prefetto Simonetti ed il Sindaco Cenni, dopo avere partecipato al Ministro il grave momento in atto in Prato, a seguito dell’incendio in corso presso un capannone che ha causato vittime, si sono intrattenuti in un cordiale colloquio che ha toccato i vari profili di interesse relativi alla presenza della comunità romena in provincia, all’economia e al mondo del lavoro nel distretto.
 
Il Ministro David nel salutare le Autorità pratesi ha avuto parole di apprezzamento per il lavoro svolto a Prato per favorire l’integrazione degli immigrati e dei romeni, che si trovano in una posizione di vantaggio rispetto agli altri stranieri, grazie ad una lingua   che come l’italiano deriva dal latino ed alla comune discendenza dalla grande civiltà romana.       Ha inoltre ricordato di conoscere bene le Prefetture perché in passato è stato anche Ministro dell’Interno ed in tale veste ha più volte incontrato i colleghi italiani.
La visita è stata una piacevole occasione per la disamina delle varie forme di collaborazioni istituzionali tra le Autorità pratesi e quelle Romene, finalizzate ad incrementare l’integrazione della comunità romena nel contesto sociale pratese.
Infatti, quella romena è la terza comunità straniera presente in provincia, dopo la cinese e l’albanese. I cittadini romeni presenti al 31/12/2012 erano circa 3.500 e costituivano il 10% circa del totale degli stranieri residenti in provincia. Nel 2012 erano presenti a Prato 330 imprese gestite da cittadini romeni, che operavano prevalentemente nel settore delle costruzioni. Significativo l’interscambio tra Prato e la Romania: nel 2012 49 milioni di euro di importazioni e 94 milioni di euro di importazioni.
Il Prefetto Simonetti ha ringraziato il Ministro   per avere scelto Prato per ricordare con uno spettacolo la ricorrenza della Festa Nazionale della Romania, rimarcando come le difficoltà di integrazione possano essere facilmente superate grazie alla comune origine dalla stessa civiltà.
Il Sindaco Cenni, nel suo messaggio di saluto, ha ricordato che i primi contatti tra i pratesi ed i romeni risalgono al 1500 e che il livello di integrazione dei romeni è elevato.
Al termine dell’incontro il Prefetto ed il Sindaco hanno donato al Ministro un libro su Prato ed una riproduzione della sede della Prefettura.
 
 
  MINISTRO ROMENO
Pubblicato il :

 
Torna su