Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Potenza

Comunicati stampa

 

 Istituito in Prefettura il Tavolo tecnico nell'ambito del Protocollo d'Intesa Territoriale Minori Stranieri non accompagnati

      Si è riunito nella giornata del 6 febbraio 2018, nella Prefettura di Potenza, il Tavolo tecnico Minori Stranieri non accompagnati previsto dal Protocollo di Intesa Territoriale sottoscritto in data 16 novembre 2017 e finalizzato ad interventi di miglioramento della capacità del territorio di accogliere i minori stranieri non accompagnati.

      Nel corso dell'incontro, al quale hanno partecipato rappresentanti del Tribunale per i Minorenni, dell'ASP di Potenza, dei Comuni sede dei progetti Fami, dell'Ufficio Scolastico Regionale, e dell'UNHCR, e il Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza, sono state analizzate, alla luce dei recenti indirizzi normativi, alcuni aspetti legati all'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, e in particolare, le procedure relative all'accertamento della minore età, all'iscrizione scolastica dei minori, e alla nomina e formazione dei tutori.

      Sono stati, inoltre, esaminati gli inteventi volti a snellire le procedure amministrative per un passaggio dalla prima alla seconda accoglienza in condizioni di continuità.

      I componenti del Tavolo si sono impegnati, in un'ottica di coordinamento orizzontale, a superare le criticità e a garantire i percorsi di integrazione nel superiore interesse dei minori.

Pubblicato il :

 Potenza: finanziato il progetto PASIM (Potenziamento Attività e Servizi Integrati Migranti) a valere sul Fondo Asilo Migrazione e Integrazione.

        Il Ministero dell’Interno, con decreto del 22 gennaio 2018, ha approvato una proposta progettuale presentata dalla Prefettura di Potenza, a valere sulla Circolare a sportello 2017, rivolta agli Uffici Territoriali del Governo, finanziata con il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014/2020 e finalizzata a migliorare i servizi rivolti agli immigrati impegnati nei lavori stagionali in agricoltura, presenti nell’area del Vulture- Alto Bradano.

        L’iniziativa, individuata nell’ambito dell’attività di contrasto al caporalato ed allo sfruttamento lavorativo in agricoltura previsto dal Protocollo Sperimentale Interministeriale “Cura-Legalità-Uscita dal Ghetto”, prevede l’attivazione di una strategia condivisa tra le amministrazioni pubbliche coinvolte, al fine di migliorare il livello di gestione ed erogazione dei servizi amministrativi rivolti ai cittadini dei Paesi terzi.

        Il progetto, coordinato dalla Prefettura di Potenza, soggetto capofila, in partenariato con la Regione Basilicata e l’Università degli Studi della Basilicata, prevede oltre a un’attività formativa sulla mediazione linguistica e culturale, sulla prevenzione/ cura sanitaria, nonchè sulla sicurezza del lavoro, anche la costituzione di spazi informativi presso il CAMS (Centro di accoglienza migranti stagionali) di Palazzo S.Gervasio e l’ istallazione di una unità mobile rivolta all’assistenza dei lavoratori stagionali.

Pubblicato il :

 Sottoscritto in Prefettura l'Atto d'Intesa fra la S.p.A. TECNIMONT e le Segreterie Regionali delle OO.SS. CGIL, CISL e UIL per la de-mobilitazione dei lavoratori lucani nel cantiere Tempa Rossa

Si è svolto nel pomeriggio odierno un incontro presieduto dal Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, alla presenza dell'Assessore Regionale alle Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca, Roberto Cifarelli, per la stipula di un Atto di Intesa fra la S.p.A. TECNIMONT e le Segreterie Regionali delle Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL.

L'accordo impegna le Parti a gestire la fase di de-mobilitazione di circa 2.500 lavoratori, di cui 850 lucani, a seguito del completamento dei lavori di realizzazione del Centro Oli Tempa Rossa che la Total sta costruendo nel territorio del Comune di Corleto Perticara (PZ).

Previsti corsi di riqualificazione e formazione coerenti con le caratteristiche del mercato del lavoro locale dello specifico settore Oil & Gas e rivolti al personale già impiegato nel Progetto Tempa Rossa per le attività di realizzazione dell'impianto, in possesso di particolari requisiti.

I percorsi di riqualificazione riguarderanno figure professionali quali tecnico-strumentista, operatore dell'installazione e della manutenzione di impianti elettrici, operatori dell'assemblaggio di macchinari metallici.

E' stata concordata, infine, una forma aggiuntiva di supporto al personale che rimarrà inoccupato, consistente nell'implementazione di una efficace campagna informativa atta ad illustrare le misure di sostegno al reddito e sarà organizzato a tal fine un servizio di sportello presso il cantiere di Tempa Rossa.

L'Assessore Regionale ha sottolineato "l'impegno profuso da tutti gli attori nel fornire al territorio lucano una opportunità di riqualificazione e valorizzazione dei propri lavoratori".

Il Presidente della Società ha posto l'attenzione "sulle condizioni di sicurezza che hanno caratterizzato il cantiere di Tempa Rossa, anche per l'attenta collaborazione dei lavoratori e dei Sindacati".

Un vivo compiacimento è stato espresso dai segretari regionali delle sigle sindacali presenti per le positive relazioni intercorse durante la realizzazione del Progetto con la Società Tecnimont che conclude il suo percorso lavorativo con l'odierno atto che hanno auspicato possa diventare strumento utile anche in altre analoghe situazioni.

Il Prefetto Cagliostro, a margine della stipula dell'intesa, ha posto l'attenzione su quella che a pieno titolo può essere considerata "una best-practice realizzata in questo territorio e volta a garantire un percorso di formazione per la riutilizzazione in Basilicata degli 846 lavoratori lucani in nuovi ambiti professionali".
 
Pubblicato il :

 
Torna su