Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Potenza

Comunicati stampa

 

 Incontro con i gestori dei centri di accoglienza temporanea (CAS) della provincia di Potenza.

     Si è svolto nella prefettura di Potenza, un incontro, presieduto dal Viceprefetto Vicario, con i responsabili dei centri di accoglienza temporanea (CAS) della provincia di Potenza che ospitano i richiedenti asilo.

      Nel corso dell’incontro è stato presentato il progetto Rete Ritorno Volontario Italia -RE.V.ITA- promosso dal Ministero dell’Interno, con la partecipazione dei referenti dello stesso progetto e dell’OIM per informare i gestori dei centri di accoglienza sulle misure previste per l’accesso al ritorno volontario assistito per i cittadini dei Paesi Terzi.

      L’iniziativa si inserisce nel quadro della collaborazione con gli enti gestori delle strutture di accoglienza finalizzata anche alla formazione del personale in ordine alle opportunità offerte ai richiedenti asilo di fare rientro nei paesi di origine usufruendo di percorsi “assistiti” e con i contributi economici previsti dal progetto.

      E’stato, inoltre, presentato il progetto “Persone non Schiave” dell’Associazione CE.St.Ri.M., per l’identificazione ed il supporto delle vittime di tratta e sfruttamento all’interno dei percorsi rivolti ai richiedenti asilo.

      Anche su tale questione si è concordato un percorso di formazione del personale dei CAS al fine di disporre all’interno delle strutture di accoglienza di figure professionali in grado di individuare le vittime di tratta.

Pubblicato il :

 Cinquantadue Sindaci della provincia sottoscrivono con il Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, i “Patti per la sicurezza”.

 
 
 


 

Stamane, nella sede del Palazzo del Governo, cinquantadue Sindaci hanno sottoscritto con il Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, i “Patti per la sicurezza”, presenti i vertici provinciali delle Forze dell’Ordine ed il Presidente dell’ANCI Basilicata.

Ciò in attuazione di quanto contenuto nelle “disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”.

I “Patti”, stipulati tra il Prefetto ed i Sindaci, come previsto dalla vigente normativa, sono lo strumento di attuazione sul territorio dei progetti di sicurezza urbana nelle seguenti materie:

  • 1) Prevenzione della criminalità diffusa e predatoria;
  • 2) Promozione e tutela della legalità;
  • 3) Prevenzione del libero utilizzo degli spazi pubblici (occupazioni abusive);
  • 4) Promozione del decoro urbano;
  • 5) Inclusione e protezione sociale.
La procedura, che ha visto oggi, con la sottoscrizione dei 52 “Patti per la sicurezza”, l’atto fondamentale per poter accedere al finanziamento – che ammonta a livello nazionale per il triennio 2017/2019 complessivamente a 37 milioni di euro - dei sistemi di videosorveglianza, prevede la redazione dei progetti, da parte dei 52 Comuni sottoscrittori, l’esame tecnico a cura dell’Ufficio Telecomunicazioni della Polizia di Stato e l’approvazione degli stessi in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Una volta passati i progetti al vaglio del Comitato, i Comuni potranno formalizzare la richiesta di finanziamento che verrà inviata, a cura della Prefettura, al Ministero dell’Interno entro il 31 agosto prossimo per la formulazione della graduatoria secondo criteri già stabiliti e l’assegnazione delle relative risorse

Grande soddisfazione è stata espressa dal Prefetto Cagliostro per l’adesione così alta ai Patti, “le cui finalità si collocano nel percorso già tracciato con altre analoghe iniziative, tese a rendere i territori comunali più sicuri”.

Nelle prossime settimane il Prefetto Cagliostro sottoscriverà i “Patti” con altri 22 Comuni della provincia.

 
 
 
 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Celebrato il 2 giugno a Potenza il 72° Anniversario della Fondazione della Repubblica

 
E' STATO CELEBRATO IL 2 GIUGNO, A POTENZA, IL 72° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA REPUBBLICA, PRESENTI, CON IL PREFETTO DI POTENZA GIOVANNA CAGLIOSTRO, PARLAMENTARI, IL PRESIDENTE DELLA REGIONE BASILICATA, IL SINDACO DI POTENZA ED IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA, NUMEROSE AUTORITA' CIVILI E MILITARI, RAPPRESENTANZE DEI COMUNI E DI ASSOCIAZIONI, STUDENTI DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO BUSCIOLANO DI POTENZA, RAPPRESENTANTI DELLA CONSULTA PROVINCIALE STUDENTESCA E NUMEROSI CITTADINI.

Il programma delle manifestazioni, molto partecipate, ha avuto il seguente svolgimento:

Presso il Parco Montereale, il Prefetto di Potenza, Giovanna Cagliostro, accompagnata da Autorità civili e militari, ha deposto una corona al monumento ai Caduti.

In Piazza Mario Pagano, dopo la cerimonia dell'alzabandiera, è stata data lettura del Messaggio del Presidente della Repubblica, nel quale in particolare, è stato posto l'accento sull'importanza del dialogo costante con i Sindaci e le collettività locali, in relazione alle problematiche che caratterizzano i territori quali le nuove povertà, l'attenzione alle fasce deboli, il lavoro ai giovani e gli anziani.

Ci sono stati poi, nell'ordine, interventi del Presidente della Provincia Nicola Valluzzi, del Sindaco Dario De Luca e del Presidente della Regione Marcello Pittella.

Sono  intervenuti, altresì, rappresentanti della Consulta provinciale studentesca che hanno letto brani di Aldo Moro e Giorgio La Pira e gli alunni dell'Istituto Comprensivo Busciolano di Potenza i quali hanno cantato l'inno nazionale.

A seguire sono state consegnate le seguenti Onorificenze O.M.R.I. a tre Cavalieri e a un di Commendatore della Repubblica:

  • Cav. Michele Abbattista, Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo Gaudiano di Lavello;
  • Cav. Vito Macchia, appuntato scelto dei Carabinieri Forestale in servizio presso   la Stazione carabinieri Forestale di Tito
  • Cav. Domenico Urgo, Commissario Ruolo Speciale della Polizia di Stato in quiescenza; 
  • Commendatore Severino Romano, Direttore della Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari e Ambientali dell'Università degli Studi della Basilicata.
E' stata consegnata al nipote Giuseppe Donnadio la Medaglia d'Onore alla memoria del Sig. Egidio Vilella, nato a Gallicchio (Pz) il 26 luglio 1922, cittadino italiano deportato in lager nazista.
Pubblicato il :

 RIUNIONE DEL CONSIGLIO TERRITORIALE PER L'IMMIGRAZIONE ... APPROVATI DUE PROGETTI DI 'LAVORO UTILE".

    Si è svolta presso la Prefettura di Potenza, convocata dal Prefetto, una riunione del Consiglio Territoriale per l'Immigrazione alla quale hanno partecipato il Sindaco del Comune di Acerenza, l'Assessore ai Servizi Sociale del Comune di Potenza, il Dirigente dell'Ufficio Immigrazione della Questura, funzionari della Regione Basilicata, della Provincia di Potenza, dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro, dell'Ufficio Scolastico Regionale e rappresentati delle organizzazioni datoriali e sindacali.

      Nel corso della riunione presieduta dal Viceprefetto Vicario sono stati esaminati e approvati due progetti di volontariato predisposti dai Comuni di Acerenza e Trivigno e rivolti ai migranti accolti nelle strutture di prima accoglienza (CAS).

      I progetti presentati dai due Comuni che hanno una durata annuale, prevedono l'impiego dei richiedenti asilo in attività finalizzate alla pulizia delle strade comunali, alla manutenzione degli spazi pubblici, all'attività di cura del verde pubblico, alla pulizia negli impianti sportivi.

      E' stata, inoltre, data notizia della circolare del Ministero dell'Interno concernente la riapertura dei termini per la richiesta di proposte progettuali a sportello a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020.

      E' stata, infine, condivisa un'iniziativa, promossa da questa Prefettura, in collaborazione con la UISP - Regione Basilicata, finalizzata a favorire l'attività sportiva dei migranti accolti nella provincia di Potenza che prevede un torneo di calcio che si svolgerà entro il mese di giugno.

   

Pubblicato il :

 Consegnati i primi attestati ai richiedenti asilo partecipanti al progetto 'Il lavoro utile" attivato dal Comune di Potenza

 
 
 
Consegnati nei giorni scorsi gli attestati per le attività svolte ai primi 60 richiedenti asilo partecipanti al progetto "Il lavoro utile" attivato dal Comune di Potenza, in collaborazione con la Regione Basilicata e l' Acta - Società che gestisce nel Capoluogo i servizi di cura e tutela dell'Ambiente promosso e approvato nell'ambito del Consiglio Territoriale per l'Immigrazione della Prefettura di Potenza.

Alla cerimonia di consegna che si è svolta nel Municipio alla presenza del Sindaco, del Viceprefetto Vicario, del Rappresentante della Regione e dell'ACTA hanno partecipato i richiedenti asilo che hanno completato il primo step del progetto.

Nello specifico, le attività del Progetto hanno riguardato la tutela, la valorizzazione e la salvaguardia del territorio, della natura e dell'ambiente della Città di Potenza.

I richiedenti asilo, partecipanti al Progetto, hanno avuto la possibilità di esprimere e testimoniare i valori dell'impegno e della partecipazione attiva alla vita sociale della comunità che li accoglie, con una ricaduta fortemente positiva sul piano dell'integrazione.

Nel progetto di durata annuale saranno impiegati in totale 240 migranti ripartiti in gruppi di 60 per ogni trimestre.
Pubblicato il :

 
Torna su