Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Potenza

Comunicati stampa

 

 In Prefettura a Potenza riunione del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione- All’ordine del giorno i temi dell’integrazione anche alla luce del nuovo Piano nazionale approvato il 26 settembre 2017

      Si è svolta ieri nella Prefettura di Potenza, presieduta dal Viceprefetto Vicario, una riunione del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione alla quale hanno partecipato il Vicario della Questura, l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Potenza, il Presidente del “Coordinamento delle Politiche dell’Immigrazione” della Regione Basilicata, alcuni Sindaci della provincia, rappresentanti dell’Ufficio scolastico regionale, della Camera di Commercio e delle organizzazioni datoriali e sindacali.

      Nel corso della riunione sono state illustrate le linee generali del Piano nazionale d’integrazione che prevede la costruzione di un sistema di inclusione dei migranti caratterizzato da misure concrete volte a facilitare l’inserimento nel contesto sociale.

      In particolare il percorso delineato dal Piano prevede l’impegno delle Istituzioni pubbliche e dei soggetti privati in una pluralità di ambiti, a partire da due assi prioritari: il dialogo interreligioso e interculturale, la formazione linguistica e l’accesso al sistema di istruzione.

     Nel corso della riunione inoltre si è concordato di fornire un sostegno tecnico-operativo ai Comuni dove insistono le strutture di accoglienza e dove la stanzialità dei richiedenti asilo richiede urgenti percorsi di integrazione attraverso l’inserimento dei migranti in attività di volontariato, a beneficio delle comunità locali.

      In particolare alle amministrazioni locali ospitanti sarà fornito uno schema di progetto finalizzato all’alfabetizzazione, alla formazione professionale e all’inserimento dei migranti in lavori di pubblica utilità, partendo dalla specificità delle esigenze delle comunità locali, dai bisogni formativi e dalle competenze degli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza.

      Al fine di avviare tale attività si terranno incontri operativi con i Comuni.

              

Pubblicato il :

 
Torna su