Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pistoia

COVID-19

 

 IL SISTEMA ECONOMICO-PRODUTTIVO LOCALE: UN'AZIONE COORDINATA PER IL RILANCIO

Nel contesto emergenziale, dovuto alla situazione epidemiologica in atto, il Prefetto Gerlando Iorio, insediatosi il 14 aprile scorso alla guida della Prefettura, al fine di agevolare la ripresa del sistema economico e garantire la coesione sociale anche tramite la tutela dei livelli occupazionali, ha espresso l'esigenza di dare massimo impulso alle attività di confronto con gli attori istituzionali, i rappresentanti territoriali delle categorie produttive, delle parti sociali e del sistema finanziario e creditizio.

 

In ragione della specifica congiuntura economica, è stato pertanto convocato uno specifico Tavolo di lavoro, che si terrà in videoconferenza il prossimo giovedì 23 aprile, presieduto dal Prefetto ed a cui prenderanno parte il Presidente della Provincia, il Sindaco del Comune di Pistoia, il Presidente della Camera di Commercio, il Presidente dell'A.B.I. Toscana, le Associazioni di categoria, le Organizzazioni sindacali ed il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, nonché il Presidente della Fondazione Banca Alta Toscana.

 

Inoltre, ai fini del controllo sulle modalità di attuazione, da parte dei datori di lavoro, delle procedure organizzative e gestionali del Progetto Governo-parti sociali del 14 marzo 2020, il Prefetto Iorio ha costituito uno specifico Gruppo di lavoro, coordinato da questa Prefettura, e composto da Comando Provinciale della Guardia di Finanza, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Azienda USL Toscana Centro e Ispettorato Territoriale del Lavoro per la vigilanza sull'osservanza delle precauzioni dettate per la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro e la sussistenza di adeguati livelli di protezione dei lavoratori.

 

Si comunica, inoltre, che sono finora pervenute 1.215 istanze da parte di aziende ai sensi dei D.P.C.M. 22 marzo e 10 aprile 2020, di cui 450 sono attualmente in istruttoria. Sono stati, invece, adottati 10 provvedimenti di sospensione dell'attività perché prive dei requisiti normativi.

 

Per quanto concerne la costante attività, posta in essere dalle Forze di Polizia, di controllo del rispetto delle prescrizioni governative volte al contenimento del contagio, sono state sottoposte a controllo oltre 32.000 persone, di cui 1.542 sanzionate, nonché circa 15.000 esercizi commerciali, di cui 17 sanzionati amministrativamente.

                       

Pistoia, 16 aprile 2020

Pubblicato il
:

 D.P.C.M. 10 APRILE 2020: LA MODULISTICA PER LE IMPRESE

Il D.P.C.M. del 10 aprile 2020 ha previsto la sospensione di tutte le attività produttive con l'esclusione di quelle indicate nell'elenco contenuto nell'allegato 3. 

Le ulteriori attività funzionali ad assicurare la continuità di quelle di cui all'allegato 3, nonché delle filiere delle attività dell'industria dell'aerospazio, della difesa e delle altre attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale, autorizzate alla continuazione, e dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali, possono proseguire, previa tempestiva comunicazione al Prefetto competente :

  • della sede ove è ubicata l'attività produttiva;
  • delle imprese e delle amministrazioni beneficiarie dei prodotti e dei servizi attinenti alle attività consentite.
Sono consentite le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, previa comunicazione al Prefetto competente:

  • della sede ove è ubicata l'attività produttiva;
  • delle motivazioni che non consentono l'interruzione (grave pregiudizio all'impianto o pericolo di incidenti).
Sono consentite le attività dell'industria dell'aerospazio e della difesa, incluse le lavorazioni, gli impianti, i materiali, i servizi e le infrastrutture essenziali per la sicurezza nazionale e il soccorso pubblico, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale, previa comunicazione al Prefetto della provincia:

  • ove sono ubicate le attività produttive;
Per le attività produttive sospese, è ammesso,  previa comunicazione al Prefetto,  l'accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti nonché attività di pulizia e sanificazione. E' consentita,  previa comunicazione al Prefetto,  la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture. 

Le comunicazioni  rese ai sensi dell'art. 2, commi 3, 6, 7 e 12  secondo gli allegati modelli,  dovranno essere inviate, riportando nell'oggetto la dicitura "COMUNICAZIONE ATTIVITA' PRODUTTIVE - NUOVO D.P.C.M. 10 APRILE 2020",  al seguente indirizzo di posta elettronica certificata:


Tale modulistica è stata predisposta da questa Prefettura al solo fine di agevolare le attività produttive nell'adempimento della comunicazione prevista dal D.P.C.M. 10 aprile 2020.  

Si rappresenta, inoltre, che le istanze già trasmesse , a questa Prefettura, dalle aziende ai sensi del precedente D.P.C.M. del 22 marzo 2020, NON dovranno essere rinnovate .

Una volta effettuata la comunicazione, l'impresa potrà continuare a svolgere la relativa attività, senza dover attendere alcuna autorizzazione da parte della Prefettura. Qualora dai controlli effettuati emergano motivi ostativi all'esercizio dell'attività, la Prefettura procederà alla sospensione della stessa con provvedimento formale.

Si coglie l'occasione per comunicare che, al fine di venire incontro alle esigenze delle imprese, è possibile visualizzare i codici ATECO di ciascuna impresa accedendo gratuitamente al sito www.registroimprese.it

  

            Pistoia, 15 aprile 2020 
Pubblicato il 16/04/2020
Ultima modifica il 16/04/2020 alle 09:53:13

 COMUNICATO STAMPA - 'D.P.C.M. 10 APRILE 2020": LA MODULISTICA PER LE IMPRESE

Il D.P.C.M. del 10 aprile 2020 ha previsto la sospensione di tutte le attività produttive con l'esclusione di quelle indicate nell'elenco contenuto nell'allegato 3.

       Le ulteriori attività funzionali ad assicurare la continuità di quelle di cui all'allegato 3, nonché delle filiere delle attività dell'industria dell'aerospazio, della difesa e delle altre attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale, autorizzate alla continuazione, e dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali , possono proseguire, previa tempestiva comunicazione al Prefetto competente :

  • della sede ove è ubicata l'attività produttiva;
  • delle imprese e delle amministrazioni beneficiarie dei prodotti e dei servizi attinenti alle attività consentite.
  • Sono consentite le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, previa comunicazione al Prefetto competente:
  • della sede ove è ubicata l'attività produttiva;
  • delle motivazioni che non consentono l'interruzione (grave pregiudizio all'impianto o pericolo di incidenti).
  • Sono consentite le attività dell'industria dell'aerospazio e della difesa , incluse le lavorazioni, gli impianti, i materiali, i servizi e le infrastrutture essenziali per la sicurezza nazionale e il soccorso pubblico, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l'economia nazionale, previa comunicazione al Prefetto della provincia:
  • ove sono ubicate le attività produttive;  
       Per le attività produttive sospese, è ammesso,  previa comunicazione al Prefetto,  l'accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti nonché attività di pulizia e sanificazione. E' consentita,  previa comunicazione al Prefetto,  la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture. 
Le comunicazioni  rese ai sensi dell'art. 2, commi 3, 6, 7 e 12  secondo gli allegati modelli,  dovranno essere inviate, riportando nell'oggetto la dicitura "COMUNICAZIONE ATTIVITA' PRODUTTIVE - NUOVO D.P.C.M. 10 APRILE 2020",  al seguente indirizzo di posta elettronica certificata:


            Tale modulistica è stata predisposta da questa Prefettura al solo fine di agevolare le attività produttive nell'adempimento della comunicazione prevista dal D.P.C.M. 10 aprile 2020.  

           Si rappresenta, inoltre, che le istanze già trasmesse , a questa Prefettura, dalle aziende ai sensi del precedente D.P.C.M. del 22 marzo 2020, NON dovranno essere rinnovate .

           Una volta effettuata la comunicazione, l'impresa potrà continuare a svolgere la relativa attività, senza dover attendere alcuna autorizzazione da parte della Prefettura. Qualora dai controlli effettuati emergano motivi ostativi all'esercizio dell'attività, la Prefettura procederà alla sospensione della stessa con provvedimento formale.

           Si coglie l'occasione per comunicare che, al fine di venire incontro alle esigenze delle imprese, è possibile visualizzare i codici ATECO di ciascuna impresa accedendo gratuitamente al sito www.registroimprese.it

              Pistoia, 15 aprile 2020

Pubblicato il
:

 Nuove modalità per il ritiro delle patenti dal N.O.T.

Al fine di dare esecuzione ai provvedimenti recanti le misure straordinarie per il contenimento e la gestione dell'attuale emergenza epidemiologica, per il ritiro delle patenti di guido oggetto di sanzione da parte del Nucleo Operativo Tossicodipendenze, è necessario contattare l'Ufficio, a mezzo posta elettronica ordinaria all'indirizzo laura.girolami(at)interno.it , onde concordare il giorno e l'orario per la restituzione del documento citato.

 

Pistoia, 1 aprile 2020

Pubblicato il
:

 
Torna su