Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pisa

NOTIZIE

 

 La Prefettura di Pisa e l'Istat per la formazione dei referenti degli Uffici Comunali di censimento

LA PREFETTURA DI PISA E L'ISTAT PER LA FORMAZIONE DEI REFERENTI DEGLI UFFICI COMUNALI DI CENSIMENTO Stamane in Prefettura si è svolto il corso diretto alla formazione dei responsabili degli uffici comunali per la compilazione del Censimento delle Istituzioni Pubbliche, organizzato dalla Prefettura in collaborazione con l'Ufficio Regionale dell'Istat. I dati, raccolti entro ottobre 2018, forniranno un quadro statisticamente dettagliato delle caratteristiche strutturali e organizzative degli enti pubblici presenti nella nostra provincia.

Il 26 giugno e il 17 luglio p.v. saranno, invece, tenuti i corsi di formazione per i responsabili e i coordinatori degli uffici comunali per l'aggiornamento del Censimento permanente della popolazione.

Dal 2018, per la prima volta, l'Istat rileverà, con cadenza annuale e non più decennale, le principali caratteristiche della popolazione dimorante sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale.  

Il nuovo Censimento permanente della popolazione è effettuato utilizzando rilevazioni statistiche a campione e dati provenienti da fonti amministrative, in modo da garantire un contenimento dei costi e un minore disturbo alle famiglie.

Le informazioni raccolte saranno utili per gli enti pubblici e privati nazionali e territoriali al fine di pianificare attività e progetti, erogare servizi ai cittadini italiani e agli stranieri che vivono in Italia e monitorare politiche sul territorio.

Pubblicato il :

 Il Prefetto Angela Pagliuca visita la Casa Circondariale 'Don Bosco"

IL Prefetto Pagliuca visita la Casa Circondariale Il Prefetto Angela Pagliuca si è recata in visita all'istituto penitenziario Don Bosco di Pisa accolta dal Direttore, dottor Francesco Ruello, e dal Comandante del Reparto della Polizia Penitenziaria Commissario Capo, Vincenzo Pennetti.

Il Prefetto ha incontrato alcune detenute nell'area dedicata alla formazione professionale volta a consentire loro un eventuale futuro reinserimento lavorativo, ha visitato l'area dedicata al servizio di assistenza integrata (SAI) presente all'interno della struttura e si è intrattenuta con il Direttore e il Comandante incontrando il personale della polizia penitenziaria.

L'incontro è stato significativo per iniziative volte a migliorare le condizioni di vita all'interno della struttura.

Il Prefetto ha ringraziato il personale tutto per l'eccellente professionalità e la sensibilità che dimostrano nello svolgimento dei loro delicatissimi compiti nonostante le difficoltà che incontrano nella delicata gestione del recupero e dell'integrazione di persone connotate anche da culture e mentalità diverse. Nel suo intervento, il Prefetto ha sottolineato l'importanza del Corpo di Polizia Penitenziaria la cui attività si è resa insostituibile anche nei momenti di criticità che hanno segnato la storia della nostra Repubblica.

La visita ha rappresentato un segno di vicinanza tangibile delle Istituzioni alle problematiche del mondo carcerario e di tutti i soggetti che vi operano ogni giorno con senso del dovere e responsabilità.
Pubblicato il :

 Festa della Repubblica a Pisa

 
Pisa, 2 giugno 2018. Palazzo Medici, sede della Prefettura di Pisa Pisa, 2 giugno 2018 - Il 72° Anniversario della Festa della Repubblica è stato celebrato con più eventi aperti alla partecipazione della cittadinanza per sottolineare l'importanza dei valori sanciti nella Carta Costituzionale e nella nostra storia repubblicana. 
Le celebrazioni si sono aperte il 1° giugno con il concerto svoltosi nell'Auditorium del CNR, aperto al pubblico, a cura del Coro dell'Università di Pisa e del Liceo Musicale "Carducci". 

Nella mattinata i Vigili del Fuoco hanno spiegato sulla facciata del Palazzo del Governo la bandiera italiana e nella suggestiva Piazza dei Cavalieri si è svolta la cerimonia ufficiale in concomitanza con quella nazionale. 

Dopo lo schieramento dei labari e dei medaglieri delle associazioni combattentistiche d'Arma e dei gonfaloni, alla presenza delle massime autorità civili e militari, sono stati resi gli onori alla bandiera italiana, intonato l'Inno Italiano eseguito dalla banda della Croce Rossa Italiana. 

Il Prefetto Pagliuca, dopo aver passato in rassegna gli schieramenti, ha letto il messaggio inviato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sottolineando anche con un proprio intervento il significato profondo delle odierne celebrazioni. 

Ricca la rappresentanza militare e delle Forze di Polizia. Erano presenti gli uomini e le donne dell'Esercito Italiano, della Marina Militare, dell'Aeronautica Militare, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, della Croce Rossa Italiana. Tutto si è svolto in collaborazione con il cerimoniale della 46° Brigata Area. 

Schierati sulla piazza anche mezzi delle Forze Armate, della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco. 

Numerosi i Sindaci intervenuti, i rappresentanti delle associazioni di volontariato e la cittadinanza. Presenti alla cerimonia anche i politici nazionali e locali. 

Sono state consegnate le Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana ai cittadini meritevoli, indicati nell'allegato elenco. 

E' stata consegnata la Medaglia d'Argento al Merito Civile per il contributo offerto nella lotta di Liberazione da un giovane toscano, Giancarlo Taddei, la cui storia è stata ricostruita dai ragazzi del Liceo Classico Galileo Galilei, frequentato dal ragazzo in gioventù, con la collaborazione dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età contemporanea di Lucca e con l'ANPI di Pisa. 

È, inoltre, stata consegnata la medaglia d'onore alla memoria di cittadini deportati ed internati nei lager nazisti al Sig. Ezio MOLINARI "quale internato nel lager di Amburgo". 

Il Prefetto, insieme con il Direttore dell'Ufficio Scolastico Provinciale, ha consegnato i premi agli studenti delle Scuole Medie Superiori che hanno partecipato al progetto "Cultura Costituzionale". 

Il Prefetto ha evidenziato fortemente come la Festa del 2 Giugno non deve essere un passaggio burocratico ma partecipazione convinta alla nostra Carta Costituzionale cioè ai valori di libertà, democrazia e solidarietà richiamati dalla lettera che il Presidente della Repubblica ha indirizzato ai Prefetti.   

Nel richiamare l'attenzione sulla presenza di giovani studenti in Piazza dei Cavalieri, il Prefetto ha evidenziato come i ragazzi costituiscano il futuro del nostro Paese, sottolineando loro stessi l'importanza del dialogo, della tolleranza e della giustizia per costruire un mondo di pace.   

La cerimonia si è conclusa sulle note dell'Inno dell'Europa.

 

Si allega l'elenco degli insigniti OMRI e dei premiati con la medaglia al Merito Civile e con la Medaglia d'Onore.

 
  Prefetto Angela Pagliuca, Festa della Repubblica 2 giugno 2018
 
 
Pubblicato il 02/06/2018
Ultima modifica il 02/06/2018 alle 12:32:28

 
Torna su