Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pisa

Conferenza permanente

La Conferenza provinciale permanente è un organismo istituito dall’art. 11 del decreto legislativo n. 300/1999 (come modificato dal decreto legislativo n. 29/2004), con la funzione di coadiuvare il Prefetto nel coordinamento delle attività degli Uffici periferici dello Stato e nella leale collaborazione con i rappresentanti delle Autonomie locali.
Attraverso tale organismo si è inteso rafforzare la funzione, che fa capo al Prefetto, di “coordinamento orizzontale” delle funzioni statali esercitate a livello periferico, al fine di garantire la rispondenza dell’azione amministrativa all’interesse generale, il miglioramento della qualità dei servizi resi al cittadino e di favorire e rendere più agevole il rapporto con il sistema delle autonomie.
La Conferenza Permanente è presieduta dal Prefetto ed è composta, a livello provinciale, dai responsabili delle strutture periferiche dello Stato operanti nella provincia, dal presidente della provincia, dal sindaco del comune capoluogo e dai sindaci dei comuni eventualmente interessati alle questioni trattate, o loro delegati, nonché da tutti quei soggetti istituzionali la cui partecipazione è ritenuta utile, in relazione alle determinazioni da assumere.
La Conferenza Permanente si articola in quattro sezioni corrispondenti ad altrettante aree organiche di materie:
  • Amministrazioni d’ordine;
  • Sviluppo economico ed attività produttive;
  • Territorio, ambiente ed infrastrutture;
  • Servizi alla persona e alla comunità.
La Conferenza Permanente, nella trattazione delle problematiche relative alle diverse aree, mira a coinvolgere il maggior numero possibile di soggetti che agiscono sul territorio, operando nella direzione di una mediazione dei conflitti sociali a livello locale.
Alle singole sezioni della Conferenza Permanente partecipano i responsabili delle strutture e degli uffici periferici operanti nella provincia, i responsabili delle competenti aree funzionali della Prefettura, nonché i responsabili delle strutture e degli uffici interprovinciali, per gli aspetti di interesse della provincia.
La Conferenza Permanente coadiuva il Prefetto anche nell’esercizio del potere sostitutivo del Prefetto di cui all’art. 11 del D. Lgs. n. 300/99 poiché in quella sede può essere inoltrata la richiesta, ai responsabili delle strutture amministrative periferiche dello Stato, dell’adozione di provvedimenti volti a evitare un grave pregiudizio alla qualità dei servizi resi alla cittadinanza, anche ai fini del rispetto della leale collaborazione con le autonomie territoriali.

Ultima modifica il 07/08/2012 alle 11:22

 
Torna su