Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Piacenza

NOTIZIE

 

 PROTOCOLLO LOCALE DI PARTENARIATO PREFETTURA DI PIACENZA - ENEL

Si comunica che all' interno della sezione dedicata ai Protocolli d'intesa, alla voce Protocolli Antimafia è possibile consultare il Protocollo locale di partenariato  tra la Prefettura  di Piacenza­­­­ ed ENEL contro le infiltrazioni della criminalità organizzata e per la tutela della legalità 
Pubblicato il :

 Decreto flussi lavoratori non comunitari stagionali 2013: diponibile l'applicativo per compilare le domande

Si comunica che nella Sezione " SPECIALE IMMIGRAZIONE"  è stata creata la sottosezione " Ministero dell'Interno - Link" dove è possibile reperire tutte le notizie relative all'argomento in questione.
 
Al riguardo, si precisa che l'inoltro delle domande sarà possibile dalle ore ore 08,00  del giorno successivo alla pubblicazione del Decreto del 15 febbraio 2013 sulla Gazzetta Ufficiale e sino alle ore 24,00 del 31 dicembre. La procedura prevede una quota massima di ingressi per 30.000 persone.
Pubblicato il :

 FLUSSI STAGIONALI - 2013

SI COMUNICA CHE NELLA SEZIONE " SPECIALE IMMIGRAZIONE" ALLA SOTTOSEZIONE " FLUSSI STAGIONALI 2013" E' POSSIBILE VISUALIZZARE LA CIRCOLARE CONGIUNTA EMANATA DAL MINISTERO DELL'INTERNO E DAL MINISTERO DEL LAVORO AVENTE AD OGGETTO :" DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 15 FEBBRAIO 2013, CONCERNENTE LA PROGRAMMAZIONE TRANSITORIA DEI FLUSSI D'INGRESSO DEI LAVORATORI NON COMUNITARI STAGIONALI NEL TERRITORIO DELLO STATO PER L'ANNO 2013
Pubblicato il :

 Convocazione Emersione 2012

Si comunica che nella sezione " Speciale Immigrazione" alla sottocartella " Emersione 2012" sono disponibili i nominativi - identificati mediante " id pratica" convocati per i giorni 20 e 27 marzo 2013

 

Pubblicato il :

 NUOVO CODICE ANTIMAFIA

Il 13 febbraio scorso, è entrato in vigore anche il libro II del D. Lgs. 159/2011 (c.d. Codice antimafia) che prevede controlli più ampi e penetranti in materia antimafia, da un lato ampliando la platea degli operatori economici e dei soggetti che ricoprono cariche negli organi tecnici o di amministrazione delle imprese sottoposti alle verifiche antimafia, unitamente ai familiari conviventi dei medesimi, dall’altro prevedendo nuove fattispecie di violazioni sia penali che amministrative sintomatichedi possibile infiltrazione e pertanto da sottoporre ad attenta verifica al fine di desumerne la sussistenza di tentativi di infiltrazione mafiosa.
Con il nuovo Codice, peraltro, non è più prevista la possibilità di produrre in luogo della comunicazione antimafia rilasciata dal Prefetto ed attestante l’assenza di una della cause di divieto, sospensione o decadenza di cui all’art.67 D. Lgs. 159/2011 la visura rilasciata dalla Camera di Commercio completa di dicitura antimafia, pertanto in ogni caso andranno richieste le comunicazioni alla Prefettura del luogo in cui ha sede l’ente o l’amministrazione pubblica richiedente le comunicazioni antimafia.
Conseguentemente i certificati dovranno essere richiesti esclusivamente da parte delle singole amministrazioni ed enti procedenti alla Prefettura che, pertanto, non rilascerà più comunicazioni o informazioni antimafia a istanza di privati.
Per quanto concerne la validità delle certificazioni, la normativa prevede che la comunicazione ha la validità di sei mesi dal rilascio, mentre le informazioni di un anno, salvo che non ricorrano le variazioni degli organi societari per le quali, peraltro, incombe sui legali rappresentanti delle imprese l’obbligo di dare comunicazioni alla Prefettura, pena l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria.
L’esecuzione dei controlli previsti dal nuovo Codice comporta uno sforzo organizzativo non indifferente che impone l’adozione di alcune misure intese a razionalizzare le procedure in atto al fine di rendere più snello ed efficiente il procedimento di rilascio delle comunicazioni ed informazioni antimafia che costituiscono l’unica documentazione antimafia ammessa dal codice.
Considerata la particolare rilevanza e delicatezza della materia, il Prefetto ha inviato a tutti gli Enti e Stazioni Appaltanti una dettagliata circolare esplicativa.
Piacenza, 08.03.2013 
                                                Il Capo di Gabinetto
                                                      (Della Rosa)
 
Pubblicato il :

 
Torna su