Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Piacenza

NOTIZIE

 

 Incontro in Prefettura con i rappresentanti Confcommercio e Confesercenti.

Si è tenuto nel pomeriggio odierno un incontro presieduto dal Prefetto Daniela Lupo cui hanno partecipato il Sindaco - Presidente della provincia di Piacenza, i Vertici provinciali delle Forze di Polizia e i rappresentanti locali di Confcommercio e Confesercenti per ulteriormente rafforzare il dialogo ed il confronto in questo momento di grande disagio e preoccupazione che investe il tessuto economico anche piacentino e, segnatamente, le aziende del settore Ho.re.ca.

I rappresentanti delle associazioni di categoria hanno rappresentato la profonda preoccupazione, condivisa peraltro con le OO.SS., per la situazione economica in cui versa la maggior parte delle aziende, dopo mesi di aperture e chiusure, con un possibile impatto anche sull'occupazione e sulla tenuta sociale.

Per superare insieme le criticità emerse si terranno nei prossimi giorni mirati incontri nell'ambito della Conferenza permanente con le Associazioni di categoria e le OO.SS. sulle tematiche emerse coinvolgendo gli Enti pubblici maggiormente interessati (I.N.P.S., Agenzia delle Entrate, etc.) ma anche il mondo creditizio e bancario per individuare ulteriori azioni a sostegno del credito a imprese in crisi di liquidità a causa dell'emergenza per il virus COVID-19 e prevenire il rischio sempre più concreto di un possibile ricorso a canali creditizi opachi e illegali a garanzia del tessuto produttivo locale.

Il Prefetto in un momento così difficile per l'economia e per la società provata dagli effetti del lockdown e dalla ancora presente diffusione della pandemia assicura il massimo impegno delle Stato a favorire il rispetto delle regole, anche anti-COVID, base di qualsiasi convivenza civile e fondamento della vita democratica, del benessere sociale e della ripresa economica: massimo l'impegno delle Forze di Polizia sul territorio per assicurare l'osservanza.

Le attività legate al commercio al turismo sono chiamate a mesi di sfide che richiedono la collaborazione di tutti e la responsabile partecipazione al sistema sicurezza per arginare subdoli tentativi di penetrazione della criminalità organizzata nell'economia a fronte della contrazione di fatturato e di eventuali crediti deteriorati.

Essere uniti nell'affermare la legalità vuol dire anche contrastare le varie forme di illegalità che frenano lo sviluppo, l'abuso, la violazione delle regole della libera concorrenza.

Insieme si potranno cogliere e prevenire possibili subdoli tentativi di penetrazione della criminalità.

Piacenza, 14 gennaio 2021

 

Pubblicato il
:

 COVID-19, MISURE PER IL CONTENIMENTO DEL CONTAGIO

Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021 (decreto-legge)

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori disposizioni urgenti per il contenimento della diffusione del COVID-19.
 
Il testo proroga, al 30 aprile 2021, il termine entro il quale potranno essere adottate o reiterate le misure finalizzate alla prevenzione del contagio ai sensi dei decreti-legge n. 19 e 33 del 2020.
 
Il decreto conferma, fino al 15 febbraio 2021, il divieto già in vigore di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse, con l'eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
 
Inoltre, dal 16 gennaio 2021 e fino al 5 marzo 2021, sull'intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:
 
è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Tale spostamento può avvenire all'interno della stessa Regione, in area gialla, e all'interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti;

qualora la mobilità sia limitata all'ambito territoriale comunale, sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia;

è istituita una cosiddetta area "bianca", nella quale si collocano le Regioni con uno scenario di "tipo 1", un livello di rischio "basso" e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. In area "bianca" non si applicano le misure restrittive previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri (D.P.C.M.) per le aree gialle, arancioni e rosse ma le attività si svolgono secondo specifici protocolli. Nelle medesime aree possono comunque essere adottate, con D.P.C.M., specifiche misure restrittive in relazione a determinate attività particolarmente rilevanti dal punto di vista epidemiologico.

In considerazione della necessità di agevolare l'attuazione del piano vaccinale per la prevenzione del contagio da COVID-19, in coerenza con le vigenti disposizioni europee e nazionali in materia di protezione dei dati personali, è istituita, una piattaforma informativa nazionale idonea ad agevolare, sulla base dei fabbisogni rilevati, le attività di distribuzione sul territorio nazionale delle dosi vaccinali, dei dispositivi e degli altri materiali di supporto alla somministrazione, e il relativo tracciamento. Inoltre, su istanza della Regione o Provincia autonoma interessata, la piattaforma nazionale esegue, in sussidiarietà, le operazioni di prenotazione delle vaccinazioni, di registrazione delle somministrazioni dei vaccini e di certificazione delle stesse, nonché le operazioni di trasmissione dei dati al Ministero della salute. 

In considerazione del permanere dell'emergenza e dell'evoluzione del quadro epidemiologico, su tutto il territorio nazionale:
 
le elezioni suppletive per i seggi della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica dichiarati vacanti entro il 28 febbraio 2021 si svolgono entro il 20 maggio 2021;

le elezioni dei Comuni i cui organi sono stati sciolti ai sensi dell'articolo 143 del Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, già indette per le date del 22 e 23 novembre 2020, sono rinviate e si svolgono entro il 20 maggio 2021. Fino al rinnovo degli organi di cui al primo periodo è prorogata la durata della gestione della commissione straordinaria;

i permessi di soggiorno in scadenza entro il 30 aprile 2021 sono prorogati alla medesima data.

 
Pubblicato il
:

 Riunione del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica (C.P.O.S.P.) del 13 gennaio 2021

STRATEGIE DI PREVENZIONE E DI COESIONE INTERISTITUZIONALE

Si è tenuta oggi, 13 gennaio 2021, una riunione del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica (C.P.O.S.P.) presieduta dal Prefetto Daniela Lupo, alla quale hanno partecipato il Sindaco di Piacenza - Presidente della Provincia, il Questore, il Comandante provinciale dell'Arma dei Carabinieri e il Comandante provinciale della Guardia di Finanza.
Il Prefetto ha analizzato, insieme ai Vertici provinciali delle Forze di Polizia, l'andamento dei reati che si sono registrati sul territorio, che risultano complessivamente in diminuzione rispetto allo scorso anno, con particolare riguardo ai reati predatori. In controtendenza sono i dati relativi ai reati in famiglia (maltrattamenti etc.) e alle truffe informatiche, ancora in crescita.
Il Prefetto, preso atto della complessiva adeguatezza dei dispositivi previsti nel Piano coordinato di controllo del territorio, anche grazie all'ottima collaborazione inter-istituzionale, ha posto l'accento sull'importanza di continuare a lavorare insieme sulla partecipazione, sull'integrazione, sulla coesione e il rispetto dei diritti e dei doveri.
Al fine di rafforzare anche la sicurezza percepita, soprattutto nel capoluogo dove sono stati segnalati episodi connessi a gruppi giovanili, si è valutato necessario coinvolgere sempre di più gli adolescenti ed i giovani in generale in ogni iniziativa tesa all'inclusione e al rafforzamento dei valori sopra citati, fornendo supporto e sostegno alle iniziative deputate alle politiche attive.
Si è preso atto della manifestazione di "disobbedienza civile" a carattere nazionale denominata "#IOAPRO1501", di protesta contro le vigenti limitazioni alle attività economiche per l'emergenza sanitaria, per cui sono state annunciate sulla stampa locale alcune adesioni.
Il Prefetto ha richiamato l'attenzione sulla necessità di vigilare sulle manifestazioni che rischiano di degenerare, a causa di possibili infiltrazioni di soggetti estremisti, invitando il Sindaco a stemperare con la mediazione e l'ascolto le tensioni sociali, continuando a isolare quanti, strumentalmente, volessero cavalcare l'attuale momento.
Proprio a motivo delle difficoltà e le incertezze connesse ai "passaggi di colore", che hanno avuto significative ricadute su vari settori economici, grande deve essere il senso di responsabilità degli operatori e dei rappresentanti delle associazioni di categoria maggiormente interessate dalle misure sanitarie, sulla necessità di mantenere forte e coesa la comunità, per superare insieme, con l'aiuto di tutti i supporti e ristori messi in campo dallo Stato, le Regioni e gli Enti Locali, l'attuale pandemia.
Ognuno di noi continui a fare la propria parte nel pieno rispetto delle regole, prendendo atto che la curva epidemiologica è ancora in crescita.
Nell'ambito dei periodici incontri della Conferenza permanente, il Prefetto incontrerà nei prossimi giorni le Associazioni di Categoria e, nella giornata di domani, insieme al Sindaco e ai vertici delle Forze di Polizia, i rappresentanti di Confcommercio e Confesercenti per un ulteriore momento di dialogo e confronto.
Piacenza, 13 gennaio 2021
Pubblicato il
:

 Incontro del Prefetto con i rappresentanti religiosi della comunità piacentina

Nella mattinata odierna, in Prefettura, il Prefetto Daniela Lupo ha ricevuto Mons. Pierluigi Dallavalle, delegato vescovile per l'Ecumenismo e il dialogo interreligioso, il rabbino Yitzchak Dees, Ianwillem Van de Pol della Chiesa evangelica metodista, Padre Kliment Mishanj della Chiesa ortodossa macedone e Yassine Baradai, Segretario Nazionale UCOII e Presidente della Comunità Islamica di Piacenza con l'Imam Yaseen Thabit.

Nel corso dell'incontro, voluto dai rappresentanti religiosi per esprimere gli auguri per il nuovo anno, è stata ribadita la volontà di continuare a lavorare insieme per migliorare il dialogo inter-religioso e inter-istituzionale in un territorio dove le relazioni sono proficue e serene, rappresentando le tante iniziative comuni che nel tempo hanno sempre più rafforzato il dialogo tra le varie comunità.

I rappresentanti religiosi hanno sottolineato come, anche in questo momento di emergenza sanitaria, la preghiera, la vicinanza umana e il conforto spirituale siano stati in grado di alleviare, in tanti casi, le sofferenze dei singoli.

Il Prefetto, nel ringraziare per l'attenzione rivolta al Rappresentante del Governo sul territorio, ha valutato con piacere come la comunità piacentina abbia accolto le tante anime e culture con spirito di fratellanza e in un'ottica di integrazione e coesione sociale, confermando la piena disponibilità per le eventuali future iniziative e garantendo la partecipazione attiva della Prefettura.

Piacenza, 11 gennaio 2021
Pubblicato il
:

 Continua l'attività di controllo e monitoraggio anti covid sul territorio .

COMUNICATO STAMPA

CONTINUA L'ATTIVITA' DI CONTROLLO E MONITORAGGIO DEL TERRITORIO ANCHE IN CHIAVE DI RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI ANTI-COVID

 

Come convenuto nelle riunioni di Comitato provinciale per l'Ordine e Sicurezza pubblica (C.P.O.S.P.), presieduto dal Prefetto Daniela Lupo e in sinergia con i Vertici provinciali delle Forze di Polizia, proseguono le attività di prevenzione e controllo del territorio nonché quelle tese all'osservanza della vigente normativa anti-covid. Ai servizi concorrono anche le Specialità e il Reparto Prevenzione e Crimine della Polizia di Stato, i militari delle Compagnie di Intervento Operativo (C.I.O.) dei Carabinieri e le Polizie locali del territorio.

Come noto a seguito della nuova ordinanza del Ministro della Salute del 8 gennaio scorso l'Emilia Romagna da oggi e sino al prossimo 15 gennaio resterà in zona arancione.

Nella settimana dal 4 al 10 gennaio 2021, le Forze di Polizia statali e locali hanno effettuato, nell'ambito delle attività generali di prevenzione e controllo del territorio, 411 servizi con l'impiego di 818 uomini.

Dal 4 al 10 gennaio 2021 , nell'ambito dei controlli COVID, sono state controllate dalle Forze di Polizia statali e locali n. 930 persone e n. 116 attività o esercizi commerciali ed accertate n. 48 sanzioni a carico di cittadini e n. 3 a carico di esercizi commerciali per violazione della predetta normativa; di questi, n. 2 sono stati chiusi in via provvisoria ex art. 2, comma 1 D.L. 33/2020.

Nel solo fine settimana del 9 e 10 gennaio 2021 , giorni in cui si è passati da zona gialla a zona arancione, sono state controllate 309 persone e n. 18 attività o esercizi commerciali ed accertate n. 23 sanzioni a carico di cittadini e n. 1 a carico di esercizi commerciali per violazione della predetta normativa con conseguente chiusura in via provvisoria ex art. 2, comma 1 D.L. 33/2020.

Dall'8 marzo 2020 sino al 10 gennaio 2021 sono state controllate in questa provincia n. 107.295 persone e n. 6.193 esercizi pubblici e commerciali: nell'ambito di questa attività sono state sanzionate n. 3.266 persone, n. 61 gestori di esercizi commerciali (disponendo in n. 9 casi la chiusura provvisoria) e denunciate n. 10 persone per violazione della quarantena disposta dall'Azienda sanitaria ai sensi dell'art. 260 R.D. 1265/1934 (art. 2, comma 3 D.L. 33/2020).

L'andamento della curva pandemica rende indispensabile continuare a mantenere alta l'attenzione sulla corretta applicazione delle principali misure anti-covid (distanziamento, utilizzo mascherine e disinfezione/lavaggio mani) : continueranno pertanto i controlli già in essere fermo restando però che nessuna azione di monitoraggio può sostituire il buon senso e la collaborazione dei singoli cittadini. L'impegno e la responsabilità di ciascuno di noi sono essenziali al contenimento della pandemia e necessari all'auspicata ripresa, non solo economica.

 
Pubblicato il
:

 Avvisi pubblici, con scadenza 22/01/2020, per il conferimento di un incarico di Esperto Legale e un incarico di Revisore contabile Indipendente

Si pubblica, in allegato, avvisi pubblici per il conferimento di un incarico di Esperto Legale e un incarico di Revisore contabile Indipendente. data scadenza presentazione domande di candidatura 22/01/2020. 
Pubblicato il 11/01/2021
Ultima modifica il 12/01/2021 alle 16:58:31

 CONTINUA L'ATTIVITA' DI CONTROLLO E MONITORAGGIO DEL TERRITORIO ANCHE IN CHIAVE DI RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI ANTI-COVID

Come convenuto nelle riunioni di Comitato provinciale per l'Ordine e Sicurezza pubblica (C.P.O.S.P.), presieduto dal Prefetto Daniela Lupo e in sinergia con i Vertici provinciali delle Forze di Polizia, proseguono le attività di prevenzione e controllo del territorio nonché quelle tese all'osservanza della vigente normativa anti-covid. Ai servizi concorrono anche le Specialità e il Reparto Prevenzione e Crimine della Polizia di Stato, i militari delle Compagnie di Intervento Operativo (C.I.O.) dei Carabinieri e le Polizie locali del territorio.

Nella settimana dal 28 dicembre al 3 gennaio 2021 le Forze di Polizia statali e locali hanno effettuato, nell'ambito delle attività generali di prevenzione e controllo del territorio, 467 servizi con l'impiego di 924 uomini.

Dal 24 dicembre al 6 gennaio 2021 , nell'ambito dei controlli COVID, sono state controllate dalle Forze di Polizia statali e locali n. 1.498 persone e n. 201 attività o esercizi commerciali ed accertate n. 64 sanzioni a carico di cittadini e n. 11 a carico di esercizi commerciali per violazione della predetta normativa; di questi, n. 2 sono stati chiusi in via provvisoria ex art. 2, comma 1 D.L. 33/2020.

Dall'8 marzo 2020 sino al 6 gennaio 2021 sono state controllate in questa provincia n. 106.721 persone e n. 6.123 esercizi pubblici e commerciali: nell'ambito di questa attività sono state sanzionate n. 3.241 persone, n. 60 gestori di esercizi commerciali (disponendo in n. 8 casi la chiusura provvisoria) e denunciate n. 10 persone per violazione della quarantena disposta dall'Azienda sanitaria ai sensi dell'art. 260 R.D. 1265/1934 (art. 2, comma 3 D.L. 33/2020). Le violazioni contestate sono state pari al 3% dei controlli effettuati sulle persone e di circa l'1% di quelli effettuati a carico degli esercizi commerciali.

L'andamento della curva pandemica rende indispensabile continuare a mantenere alta l'attenzione sulla corretta applicazione delle principali misure anti-covid (distanziamento, utilizzo mascherine e disinfezione/lavaggio mani): l'impegno e la responsabilità di ciascuno di noi sono essenziali al contenimento della pandemia e necessari all'auspicata ripresa, non solo economica.

Piacenza 07/01/2021
Pubblicato il
:

 Collaborazione dell'Istituto Alberghiero ed Agrario 'Raineri Marcora" con la Prefettura

Il Prefetto, Daniela Lupo, e il personale della Prefettura ringraziano la Dirigente scolastica, prof.ssa Andena, i docenti prof. Cerri, prof.ssa Saccardi e prof. Lindi e i ragazzi dell'Istituto Alberghiero ed Agrario "Raineri Marcora" per aver reso possibile anche con l'addobbo floreale, in questo particolare momento, la magia del Natale in Prefettura.

 

Piacenza, 7 gennaio 2021

 




Pubblicato il
:

 Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 88 PREVENZIONE DEL CONTAGIO DA COVID-19 Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19

 
Pubblicato il
:

 PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE COORDINATA DELLE EMERGENZE DI VIABILITA', DETERMINATE DA INCIDENTI RILEVANTI OVVERO DA CRITICITA' ATMOSFERICHE SULLE TRATTE AUTOSTRADALI DELLA A1 E DELLA A21

 

PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE COORDINATA DELLE EMERGENZE DI VIABILITA', DETERMINATE DA INCIDENTI RILEVANTI OVVERO DA CRITICITA' ATMOSFERICHE SULLE TRATTE AUTOSTRADALI DELLA A1 E DELLA A21 RICADENTI NEL TERRITORIO DI COMPETENZA

Il piano ha la finalità di predisporre ed attivare azioni e procedure operative volte a ridurre al minimo le conseguenze sulla fluidità della circolazione e il disagio alle persone, nelle situazioni critiche conseguenti ad incidenti stradali rilevanti o ad eventi atmosferici (neve e pioggia ghiacciata).
La pianificazione prevede 5 livelli di rischio da bianco a nero cui conseguono le risposte operative delle Forze di Polizia e degli enti proprietari/concessionari delle strade con il coordinamento della Prefettura e il contributo di tutti gli Enti facenti parte del sistema di protezione civile.
Particolare attenzione è stata posta a garantire il presidio dei caselli autostradali di Piacenza Sud e Fiorenzuola sulla A1 nonché di Piacenza Ovest, Castel S. Giovanni, Caorso e Castelvetro sull'Autostrada A21 da parte delle Forze di Polizia statali e locali che, grazie ad un lavoro sinergico e di forte collaborazione, si alterneranno ai caselli, ove necessario, anche h24.
Sono state confermate anche le Aree di ammassamento dei mezzi pesanti stabilite nei comuni di Piacenza (Area Piacenza EXPO per 75/100 veicoli e depositi IKEA per 19 posti) entrambi raggiungibili dalla A1 uscita Piacenza sud, nei pressi dei caselli autostradali di Caorso e Castelvetro Piacentino nell'ambito del polo industriale di Monticelli d'Ongina che può contenere circa 70 automezzi ed, in via eccezionale, potrà essere richiesto di utilizzare il parcheggio dell'Hotel Ristorante Veranda, in località Barabasca, nel comune di Fiorenzuola per circa 30 automezzi pesanti.
Individuati altresì i percorsi alternativi sulla viabilità ordinaria e, segnatamente, sulle strade statali e provinciali interconnesse con la viabilità autostradale.

 
Pubblicato il
:

 CONFERMATO IL PIANO OPERATIVO PER IL COORDINAMENTO SCUOLA - TRASPORTI DI PIACENZA

 
La Conferenza provinciale permanente, presieduta dal Prefetto Daniela Lupo, ha confermato il documento per la riapertura in sicurezza delle scuole secondarie superiori della provincia dal 7 gennaio prossimo

Lo scorso 18 dicembre, la Conferenza permanente presieduta dal Prefetto ha approvato e sottoscritto il programma operativo per il raccordo fra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e gli orari dei servizi di trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano, allo scopo di garantire la ripresa in sicurezza delle attività scolastiche dal 7 gennaio 2021, come previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 dicembre 2020, che ha attribuito ai Prefetti ed alle Conferenze provinciali permanenti il compito di garantire a ripresa delle lezioni in presenza per il 75% degli studenti degli Istituti superiori di secondo grado, utilizzando i mezzi di trasporto pubblico locale con la capienza massima stabilita al 50%.

Il Tavolo, coordinato dal Prefetto, aveva visto lavorare insieme sinergicamente i rappresentanti della Regione Emilia Romagna (Assessorati ai Trasporti e all'Istruzione), il Presidente della Provincia, i Sindaci dei Comuni di Piacenza, Fiorenzuola, Castel San Giovanni, Borgonovo, Bobbio, Cortemaggiore, il Dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale, il Dirigente dell'Ufficio provinciale della Motorizzazione civile, i responsabili di Tempi Agenzia e dei gestori del trasporto pubblico su gomma e su ferro (Seta S.p.A, Trenitalia TPER, RFI, Trenord).

Il piano operativo elaborato richiede l'ulteriore incremento di 30 autobus, l'invarianza degli orari di ingresso e di uscita al netto di una flessibilità di massimi 20 minuti per i poli scolastici maggiormente frequentati, l'introduzione di una fermata aggiuntiva nell'Area del Cheope in Piacenza e la proficua collaborazione tra Istituti secondari di secondo grado, studenti ed Istituzioni per evitare assembramenti alle fermate dove maggiore è l'affluenza. Significativa sarà l'attività di comunicazione e sensibilizzazione rivolta agli studenti con la predisposizione di volantini e mappe, segnatamente, per gli studenti del polo scolastico del Cheope, l'utilizzo delle paline elettroniche, di social ed app oltre al monitoraggio da parte di SETA mediante i propri verificatori e i sistemi di videosorveglianza e telerilevamento.

Disposti nell'ambito del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica controlli delle Forze di Polizia statali e locali per evitare assembramenti alle fermate ovvero nelle zone di afflusso e deflusso degli studenti con particolare riguardo alle scuole superiori site nel territorio del comune di Piacenza.

Nella riunione del 30 dicembre scorso, la Conferenza permanente ha ritenuto di confermare l'impianto del piano operativo approvato, pur in considerazione dei contenuti dell'Ordinanza del Ministro della Salute del 24 dicembre scorso che ha ridotto al 50% la didattica in presenza a partire dal prossimo 7 gennaio.

 

Piacenza 31 dicembre 2020
Pubblicato il
:

 
Torna su