Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pescara

NOTIZIE

 

 Avvio dei controlli sulla rendicontazione della quota del 5 per mille dell'IRPEF

Avvio dei controlli sulla rendicontazione della quota del 5 per mille dell'IRPEF.

D.P.C.M. 23.04.2010 modificato dal D.P.C.M. 07.07.2016 - Circolare F.L. n.17/2018 del Ministero Interno - Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali.

Si rende noto che in data odierna, alle ore 12, presso la Prefettura - U.T.G. di Pescara - Servizio Contabilità e Gestione Finanziaria, in seduta pubblica, si è svolto il sorteggio per individuare i Comuni da sottoporre ai controlli sulla regolarità della rendicontazione del contributo percepito nell'anno 2016 a titolo del 5 per mille dell'IRPEF.

Sono risultati estratti i seguenti Comuni:

  • - Lettomanoppello
  • - Loreto Aprutino
  • - Turrivalignani
  • - Scafa
  • - Caramanico Terme
  • - Picciano
 

Pescara, 18 marzo 2019

Pubblicato il :

 Avvio dei controlli sulla rendicontazione della quota del 5 per mille dell'IRPEF.

Avvio dei controlli sulla rendicontazione della quota del 5 per mille dell'IRPEF.

D.P.C.M. 23.04.2010 modificato dal D.P.C.M. 07.07.2016 - Circolare F.L. n.17/2018 del Ministero Interno - Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali.

Si rende noto che lunedì 18 marzo, alle ore 12, presso la Prefettura - U.T.G. di Pescara - Servizio Contabilità e Gestione Finanziaria stanza n. 13 sita al II piano, si procederà in seduta pubblica all'estrazione a sorte, mediante procedura informatica, di un campione del 15% dei comuni della provincia che nell'anno 2016 hanno ottenuto il contributo del 5 per mille dell'IRPEF.

Tale campione sarà sottoposto al controllo sulla rendicontazione.

La presente comunicazione ha effetto di pubblicità legale ai sensi dell'art. 32 della legge 18.06.2009, n. 69.

 

Dal Palazzo del Governo, 14 marzo 2019

Pubblicato il :

 'PRIME INDICAZIONI PER I GESTORI DEGLI IMPIANTI DI STOCCAGGIO E TRATTAMENTO DI RIFIUTI IN MERITO AI PIANI DI EMERGENZA"

L'Art.26-bis del Decreto Legge 4 Ottobre 2018, n.113, inserito dalla legge di conversione del 1° dicembre 2018, n.132, ha previsto l'obbligo, in capo ai gestori degli impianti di stoccaggio e trattamento di rifiuti, di predisporre un Piano di Emergenza Interna (PEI), nonché in capo ai Prefetti di predisporre, per i medesimi impianti, un Piano di Emergenza Esterna (PEE), d'intesa con le Regioni e gli Enti locali, sulla base delle informazioni fornite dagli stessi gestori. Il termine accordato ai Prefetti è di dodici mesi dal ricevimento delle informazioni necessarie.

Il medesimo articolo rinvia ad un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, d'intesa con il Ministero dell'Interno, per la definizione di linee guida per la predisposizione del PEE e per la relativa informazione alla popolazione.

             Nelle more dell'adozione del citato decreto, il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile del Ministero dell'Interno e la Direzione Generale per i Rifiuti e l'Inquinamento del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, hanno fornito le prime indicazioni sulle informazioni che i gestori dei citati impianti devono trasmettere ai Prefetti e sui contenuti minimi del PEI, con la circolare congiunta del 13 febbraio 2019 che di seguito si allega.
Pubblicato il 01/03/2019
Ultima modifica il 01/03/2019 alle 13:20:43

 
Torna su