Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Perugia

Comunicati Stampa

 

 Missioni di pace all’estero

Incontro con gli studenti in Prefettura a Perugia.
 
Nell’ambito delle celebrazioni per il 4 novembre, giorno dell’unità nazionale e giornata delle Forze Armate, quest’anno particolarmente significative per la ricorrenza del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, lunedì 3 novembre, con inizio alle ore 10,00, presso questa Prefettura, si terrà un seminario sul tema “La funzione delle Forze Armate nelle missioni di pace all’estero”.
Pubblicato il 31/10/2014
Ultima modifica il 31/10/2014 alle 14:55:07

 Commemorazione del Centenario della Prima Guerra Mondiale

Presentazione del calendario delle iniziative e degli eventi - 5 novembre 2014, ore 10,30
 
In concomitanza con il centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, che ricorre nel 2014, anche nella Provincia di Perugia è stato organizzato, sotto il coordinamento di un apposito Gruppo di Lavoro istituito in Prefettura nell’ambito della Conferenza Provinciale Permanente, un fitto calendario di eventi ed iniziative di commemorazione.
Pubblicato il 31/10/2014
Ultima modifica il 03/11/2014 alle 12:24:46

 43002, un numero contro droga e bullismo

Presentazione in Prefettura nel corso di una Conferenza stampa
 
Questa mattina, il Prefetto di Perugia, Antonella De Miro, unitamente ai vertici delle Forze di Polizia Territoriali ed al Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, Domenico Petruzzo, ha presentato, nel corso di un incontro con la stampa, l’iniziativa, già annunciata nei giorni scorsi, “un sms per dire no a droga e bullismo”. Da oggi, infatti, inviando un sms al numero 43002, si potranno segnalare, anche in forma anonima, episodi di spaccio di sostanze stupefacenti o di bullismo, verificatisi in ambito scolastico.
Pubblicato il 27/10/2014
Ultima modifica il 29/10/2014 alle 14:33:15

 Attivazione numero contro droga e bullismo

COMUNICATO STAMPA

  43002, un numero contro droga e bullismo 
dal 27 ottobre attivo il servizio di segnalazione via sms

Al via il progetto voluto dal Ministero dell’Interno. Basterà un breve messaggio di testo telefonico, preceduto dall’indicazione della provincia, per segnalare, anche in forma anonima, eventuali episodi di bullismo e spaccio in ambito scolastico. I dettagli in una conferenza-stampa in Prefettura.

Sarà attivo da lunedì 27 ottobre il numero 43002 al quale chiunque potrà segnalare, in forma anonima o identificata, eventuali episodi di bullismo o di spaccio di stupefacenti presso le scuole. Il progetto “Un SMS per dire no a droga e bullismo” fa parte della nuova strategia nazionale di azioni per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di illegalità che possono turbare il regolare andamento delle attività scolastiche e un sano sviluppo psico-fisico dei minori; scopo dell’iniziativa, in particolare, è quello di valorizzare il contributo attivo dei cittadini attraverso più moderni ed efficaci canali di ascolto e comunicazione, facilmente utilizzabili da tutti.

A tal fine, il giorno 27 ottobre, alle ore 10.00, presso l’Ufficio del Governo,  il Prefetto, Antonella De Miro, ed i vertici delle Forze di Polizia Territoriali incontreranno i giornalisti per illustrare in dettaglio l’iniziativa di cui trattasi.

In considerazione della valenza sociale di quest’ultima ed allo scopo di favorire tra i giovani la conoscenza del nuovo servizio 43002 contro droga e bullismo, si auspica un’ampia partecipazione degli operatori dell’informazione.

Perugia, 23 ottobre 2014

L’ADDETTO STAMPA
     (Baldoni)

 

Pubblicato il 24/10/2014
Ultima modifica il 24/10/2014 alle 13:00:12

 Marcia della Pace ed Eurochocolate 2014, in Prefettura un tavolo sulle pianificazioni di sicurezza.

Riunione allargata del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per analizzare le necessità operative connesse alla concomitanza delle due manifestazioni nella giornata di domenica 19 ottobre.
 
I diversi profili di vigilanza e prevenzione connessi al prossimo svolgimento della Marcia della Pace Perugia-Assisi e della popolare manifestazione fieristica Eurochocolate sono stati al centro di uno specifico approfondimento in Prefettura in occasione dell’odierna seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, allargata alla partecipazione dei soggetti promotori e di tutte le componenti chiamate a concorrere ai relativi servizi.

Particolare attenzione è stata posta alle misure organizzative necessarie a consentire, nella giornata domenicale del 19 ottobre, l’ordinato svolgimento delle due concomitanti manifestazioni, analizzando a tal fine gli aspetti relativi alla mobilità delle persone, alla viabilità, al soccorso e pronto intervento, alla comunicazione all’utenza. Sono state, a tal fine, individuate le linee d’indirizzo cui improntare le pianificazioni tecnico-operative da adottare nei prossimi giorni, finalizzate ad un più razionale ed efficace impiego delle risorse disponibili in un quadro di impegni reso più gravoso dalla sovrapposizione delle due date.

Eventuali, specifici aspetti di potenziale criticità, da valutare anche in base alla necessaria acquisizione di ulteriori elementi informativi da parte degli organizzatori e delle forze di polizia, potranno formare oggetto di ulteriore approfondimento in occasione delle riunioni e dei tavoli tecnici in programma la prossima settimana.

 

Perugia, 1° ottobre 2014
 
 
L'ADDETTO STAMPA
       (Baldoni)
Pubblicato il 02/10/2014
Ultima modifica il 02/10/2014 alle 14:53:54

 Impegno comune contro droga e bullismo a scuola in arrivo anche un numero gratuito per segnalazioni via SMS.

Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per concordare l’attuazione di nuove strategie a tutela della serenità e della sicurezza degli studenti e delle attività scolastiche. Dal Prefetto l’auspicio di un ulteriore rafforzamento di un metodo a rete fra tutti i soggetti impegnati nella lotta ad ogni forma di violenza o illegalità nelle scuole.
 
Un forte impegno comune contro i fenomeni del bullismo e dello spaccio di stupefacenti fra la popolazione studentesca, nella ribadita volontà di sviluppare sempre nuove sinergie per la prevenzione dei reati contro i minori e per la piena garanzia di un diritto allo studio da esercitare in condizioni di serenità e sicurezza: è quanto emerso dall’odierna seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, riunitosi in Prefettura.

All’incontro, presieduto dal Prefetto Antonella De Miro, hanno preso parte – oltre ai vertici provinciali delle forze di polizia – il Procuratore della Repubblica di Perugia Antonella Duchini, l’Assessore ai Servizi Sociali ed alla Famiglia del Comune di Perugia Edi Cicchi, il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Domenico Petruzzo, il Direttore del Distretto del Perugino dell’Azienda Usl Umbria 1, Giuseppina Bioli, nonché i rappresentanti delle articolazioni della Regione Umbria, dell’Ufficio Scolastico Regionale e dell’Ausl interessate alla tematica in argomento.

Nel presentare i contenuti della recente direttiva del Ministro dell’Interno per il rafforzamento delle attività di prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e degli atti di bullismo negli istituti scolastici, il Prefetto ha sottolineato l’importanza di favorire, in un’ottica di rete, la massima interazione fra tutti i soggetti, pubblici e privati, impegnati a combattere i predetti fenomeni.

In tale prospettiva, allo scopo di favorire anche il contributo dei cittadini attraverso nuove e più moderne modalità di ascolto e comunicazione, particolare importanza assumerà la prossima attivazione di un’utenza telefonica dedicata, attestata presso la sala operativa di ciascuna Questura: si tratterà di un numero verde gratuito che consentirà di ricevere via SMS e gestire in forma protetta le segnalazioni (anche prive di identificativo di chiamata) relative a situazioni o episodi di spaccio e bullismo sul territorio. Le relative modalità di gestione delle segnalazioni e di conseguente intervento delle forze di polizia sono state delineate dal Sig. Questore secondo un modulo operativo che prevede l’intervento tempestivo, all’arrivo delle segnalazioni, da parte della stessa Questura, ovvero lo smistamento all’Arma dei Carabinieri nel quadro di un’alternanza secondo i criteri del controllo coordinato del territorio.

Il Questore, come anche i vertici provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, ha manifestato la propria disponibilità a proseguire nelle attività formative (anche specialistiche) e di prevenzione con l’utilizzo, ove necessario e su specifica richiesta della dirigenza scolastica, di unità cinofile.

Per quanto riguarda le ulteriori azioni da implementare in ambito locale in coerenza con le strategie indicate nella direttiva nazionale, il Prefetto ha evidenziato la necessità di interconnettere e valorizzare al massimo le positive esperienze già intraprese sul territorio dalla Regione, dagli Enti Locali, dalle Istituzioni scolastiche e sanitarie, secondo un modello di collaborazione positivamente sperimentato in varie occasioni, non ultimo il protocollo d’intesa in materia di tossicodipendenze sottoscritto in Prefettura nei mesi scorsi e alla cui operatività il Prefetto ha assicurato voler dare massima attenzione.

Il Procuratore della Repubblica, Duchini, nel sottolineare a sua volta l’importanza di un lavoro di rete orientato al raggiungimento di obiettivi condivisi nell’interesse pubblico, ha inteso trasferire al tavolo proprie conoscenze maturate nell’esperienza giudiziaria di questi anni. Tali esperienze evidenziano la crescente diffusione del consumo di stupefacenti anche fra i minori e la conseguente necessità di mantenere elevato il livello di vigilanza e prevenzione pur anche attraverso momenti formativi ed educativi esperienziali dei giovani.

Da parte sua il Direttore dell’USR, Petruzzo e le rappresentanze del mondo scolastico, nell’esprimere favore verso l’iniziativa del numero verde anti-bullismo e anti-spaccio, hanno confermato la più ampia disponibilità delle istituzioni scolastiche a collaborare alle strategie di prevenzione e contrasto, anche facendo tesoro delle conoscenze e delle esperienze già maturate negli anni scorsi in seno agli Osservatori regionali permanenti per la legalità; Giuseppina Bioli dell’Ausl Umbria 1 e Angela Bravi della Regione Umbria, nel delineare le azioni di prevenzione primaria e secondaria già in corso, si sono soffermate sullo stato di realizzazione di alcuni degli impegni e dei progetti già concordati con il protocollo d’intesa interistituzionale in materia di tossicodipendenze richiamato nell’intervento del Prefetto e che vede massimamente interessato il Comune di Perugia in azioni di coinvolgimento del territorio, come sottolineato dall’Assessore Cicchi. Quest’ultima, in particolare, ha posto l’accento sulle iniziative avviate già a livello di scuola di prima infanzia, volte a costruire strette sinergie tra scuola, famiglie e istituzioni anche con l’apporto delle espressioni aggregative del mondo locale e dell’educativa territoriale.

Il Prefetto, nel far riserva di convocare apposita conferenza stampa anche con la presenza del mondo dell’associazionismo non appena sarà attivato il numero verde per le segnalazioni via SMS, ha assicurato il massimo impegno nel proseguire il coordinamento del tavolo prefettizio per la messa in rete delle esperienze e conoscenze dei singoli comparti, operativi nello specifico fenomeno.

 

Perugia, 1° ottobre 2014
 
 
 
L'ADDETTO STAMPA
        (Baldoni)
Pubblicato il 02/10/2014
Ultima modifica il 02/10/2014 alle 14:58:25

 
Torna su