Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pavia

NOTIZIE

 

 AVVISO - Manifestazione di interesse per servizio di accoglienza migranti luglio/dicembre 2017

Prot. n. 24685 /2017

 

   PREMESSO che:

-   l’amministrazione deve assicurare il servizio di accoglienza, nell'ambito della provincia di Pavia, per i cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale nonché l’erogazione dei servizi connessi quali servizio di ingresso e gestione amministrativa, servizi di assistenza generica alla persona, servizi di pulizia e igiene ambientale, erogazione dei pasti, fornitura di beni e i servizi per l’integrazione culturale e linguistica secondo le Linee Guida dello SPRAR;    

  • - con nota ministeriale AOO Servizi Civili – 121/77 Protocollo 0011042 del 6 dicembre 2016, il Ministero dell’Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione ha autorizzato questa Prefettura ad indire una nuova procedura di evidenza pubblica ai sensi del D. Lgs. 50/2016 al fine di reperire strutture da destinare all’ospitalità dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, individuate secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa tra gli operatori economici e del “privato-sociale” in grado di erogare i servizi di accoglienza e le connesse attività di integrazione;
 -   che in attuazione alla suddetta circolare, con bando del 27/12/2016 CIG:69228157A8, è stata tempestivamente avviata da questa Prefettura una procedura di gara volta alla conclusione di un Accordo Quadro con più soggetti operanti nella provincia di Pavia ai sensi degli artt. 59 e 60 del D. Lgs. n. 50 del 2016, da selezionare secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 95 del citato Decreto Legislativo;

 - che il numero dei posti, offerto dai partecipanti ammessi alla procedura in argomento, risultati aggiudicatari come da decreto prefettizio prot. n. 24455 del 29 giugno 2017, pari a 1549 è inferiore a quello richiesto di 2750;

 -    che i rapporti convenzionali in corso per le strutture già attivate, anche considerando l’estensione del quinto d’obbligo ai sensi dell’art. 106 D. Lgs. 50/2016, sono assolutamente insufficienti a far fronte all’eccezionale afflusso di migranti registrato e risultano altresì in supero rispetto ai limiti di posti aggiudicabili per Comune come indicato dalla clausola di salvaguardia del territorio di cui all’art. 5 del citato bando di gara;    

 - che si ritiene necessario reperire immediatamente posti di accoglienza sia per le nuove esigenze che per provvedere alla graduale riduzione, mediante trasferimento degli ospitati nei CAS ubicati nei comuni per i quali, allo stato di fatto, non è rispettata la clausola di salvaguardia del territorio (art. 5 bando di gara 27 dicembre 2016)

VISTE le note del Ministero dell’Interno Dipartimento Libertà Civile Immigrazione n. 7418 del 20 giugno 2014, n. 5488 del 27 giugno 2014 e n. 2255 del 30/10/2015, relative alle modalità di individuazione di strutture idonee per l’accoglienza dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale e alle tipologie dei servizi da assicurare nelle strutture aperte in via temporanea;

 ATTESO quindi che, nelle more dell’indizione di una nuova gara pubblica europea ai sensi del D. Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii, la quale richiede tempi di preparazione e realizzazione non compatibili con l’esigenza contingente, poiché necessita tra l’altro, lo studio e l’elaborazione di un nuovo apposito capitolato tecnico, si rende necessario l’individuazione di ulteriori strutture temporanee da utilizzare ai sensi dell’art. 11 del de l D. Lgs. 142/2015;

 RILEVATE le preminenti esigenze di ordine e sicurezza pubblica connesse ad eventuali situazioni territoriali che potrebbero emergere in relazione alla carenza di posti di accoglienza;

 RAVVISATA l’esigenza di procedere all’affidamento diretto del servizio di accoglienza agli operatori di mercato che risultano in possesso dei requisiti prescritti e che si rendano disponibili a sottoscrivere apposita convenzione;

 VISTO il decreto legislativo n. 142/2015 in attuazione della direttiva 2013/33/UE, recante norme relative all’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, nonché la direttiva 2013/32/ue, concernente procedure comuni ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di protezione internazionale e , in particolare, l’art. 11 comma 2, del citato provvedimento normativo che tra l’altro prevede, nei casi di estrema urgenza , il ricorso alle procedure di affidamento diretto ai sensi del decreto legge 30 ottobre 1995, n. 451, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 dicembre 1995, n. 563 e relative norme di attuazione;

 VISTO il D. Lgs. 50/2016;

  DETERMINA

  Di avviare una procedura per la manifestazione di interesse alla stipula di apposite convenzioni,   con operatori del privato sociale e del settore alberghiero, per l’affidamento dei servizi di accoglienza a favore di 1200 cittadini stranieri richiedenti protezioni internazionali, nel territorio della Provincia di Pavia, fino al 31 dicembre 2017;

 Di approvare l'avviso esplorativo per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per l'affidamento dei servizi di accoglienza migranti.

 Di approvare lo schema della convenzione relativa al servizio di cui in oggetto e le clausole essenziali in esso contenute.

Di selezionare gli operatori economici a cui affidare il servizio in base all’ordine cronologico del ricevimento della manifestazione di interesse, previa la verifica dei requisiti soggettivi e oggettivi auto dichiarati.

 Di prorogare fino al 31dicembre 2017 gli affidamenti in essere, alle medesime condizioni degli accordi sottoscritti.  

  Pavia, 30 giugno 2017

 

                                                            

                                                                                                IL PREFETTO

                                                                                                  f.to (Cesari)
Pubblicato il 04/07/2017 ultima modifica il 04/07/2017 alle 13:53:14

 
Torna su