Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pavia

NOTIZIE

 

 LA PREFETTURA DI PAVIA INCONTRA I SINDACI DEI COMUNI INTERESSATI ALLA GESTIONE ASSOCIATA OBBLIGATORIA DELLE FUNZIONI

LA PREFETTURA DI PAVIA INCONTRA I SINDACI DEI COMUNI INTERESSATI ALLA GESTIONE ASSOCIATA OBBLIGATORIA DELLE FUNZIONI
 
 

Nei giorni 26, 29 e 30 ottobre 2015 si sono svolti in Prefettura quattro incontri con i Sindaci dei Comuni che, in base ai dati acquisiti da questo Ufficio nel corso dell’ultimo monitoraggio effettuato nello scorso mese di settembre, risultavano non aver completato il percorso associativo per tutte le 9 funzioni fondamentali individuate dall’art. 14 del decreto legge 31 maggio 2010 n. 78, convertito in Legge 30 luglio 2010 n. 122 e modificato dal comma 1 dall’articolo 19 del D.L. 6 luglio 2012 n. 95.

Tale norma prevede infatti che i comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, ovvero fino a 3.000 abitanti se appartengono o sono appartenuti a comunità montane, esercitano obbligatoriamente in forma associata, mediante unione di comuni o convenzione, le seguenti funzioni fondamentali, ad esclusione della lettera lbis):

organizzazione generale dell’amministrazione, gestione finanziaria e contabile e controllo;
organizzazione dei servizi pubblici di interesse generale di ambito comunale, ivi compresi i servizi di trasporto pubblico comunale;
catasto, ad eccezione delle funzioni mantenute dallo Stato dalla normativa vigente;
la partecipazione urbanistica ed edilizia di ambito comunale nonché la partecipazione alla pianificazione territoriale di livello sovra comunale;
attività, in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi;
l’organizzazione e la gestione dei servizi di raccolta, avvio, smaltimento e recupero dei rifiuti urbani e la riscossione dei relativi tributi;
progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini, secondo quanto previsto dall’art. 118, comma 4, Cost.;
edilizia scolastica (per la parte non attribuita alla competenza delle province), organizzazione e gestione dei servizi scolastici;
polizia municipale e polizia amministrativa locale;

lbis)i servizi in materia statistica.

 

In attuazione dell’art. 14 del decreto legge 31 maggio 2010 n. 78, è stata emanata la Legge Regione Lombardia 28 dicembre 2011, n. 22, la quale, all’art. 8, comma 1, dispone che l'insieme dei comuni tenuti ad esercitare le funzioni fondamentali in forma associata mediante la forma associativa dell'unione di comuni o della convenzione deve raggiungere il limite demografico minimo pari a 5.000 abitanti o a 3.000 abitanti, in caso di comuni appartenenti o appartenuti a comunità montane, o pari al quadruplo del numero degli abitanti del comune demograficamente più piccolo tra quelli associati.

 

Il termine ultimo entro il quale il suddetto obbligo normativo dovrà essere  attuato è fissato al 31 dicembre 2015.

 

Nel corso degli incontri, i Sindaci partecipanti hanno rappresentato le problematiche e le difficoltà emerse nelle loro realtà locali che si frappongono al completamento del percorso associativo.

 

In particolare, sono emerse sia criticità di ordine politico, quali la difficoltà di reperire altri enti con i quali condividere il medesimo progetto di gestione associata, nonché problematiche pratico-organizzative, quali la gestione del personale e delle risorse strumentali e finanziarie.

 

All’esito degli incontri è stata diramata a tutti i Comuni una relazione di sintesi che si allega.

                                              
Pubblicato il 27/11/2015 ultima modifica il 18/02/2016 alle 13:21:47

 
Torna su