Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pavia

Comunicati Stampa

 

 Pulizia e manutenzione del torrente Staffora

18 marzo 2016

COMUNICATO STAMPA

 

 

 

PULIZIA E MANUTENZIONE DEL TORRENTE STAFFORA

 

 

 

In data 18 marzo, il Prefetto di Pavia, dott.ssa Erminia Rosa Cesari, ha presieduto una riunione con la Provincia, il Corpo Forestale dello Stato, l’Aipo, la Comunità Montana dell’Oltrepò e i Sindaci dei Comuni di Rivanazzano, Retorbido e il Commissario Prefettizio di Voghera per esaminare la problematica della pulizia e manutenzione del Torrente Staffora.

Nel corso dell’incontro sono stati esaminati gli esiti dei sopralluoghi effettuati dal Corpo Forestale dello Stato lungo le sponde del torrente per la predisposizione di un piano di pulizia e taglio della vegetazione. A tal fine la Comunità montana dell’Oltrepò provvederà a dare incarico per la progettazione dell’intervento al fine di quantificare le risorse economiche necessarie. La Provincia provvederà, invece, a predisporre, un piano degli interventi più urgenti da effettuare per la pulizia in prossimità dei ponti. Infine, riguardo agli accumuli di materiale ghiaioso, il Prefetto chiederà alla Regione l’inserimento urgente di tale intervento nei programmi di difesa del suolo.

 

 

L’Addetto Stampa
Pubblicato il 21/03/2016
Ultima modifica il 21/03/2016 alle 10:17:28

 Il Prefetto di Pavia nomina un sub-commissario a Voghera

COMUNICATO STAMPA DEL 18 MARZO 2016

 

Il Prefetto di Pavia nomina un Sub - Commissario a Voghera.

 

Di seguito alla nomina del Dott. Sergio Pomponio quale Commissario per la provvisoria amministrazione del Comune di Voghera fino alla conclusione della ripetizione del turno di ballottaggio, decisa dal T.A.R. Lombardia con la sentenza n. 343 del 18 febbraio scorso, il Prefetto di Pavia, con decreto n. 11793 del 16 c.m., ha ritenuto di individuare, tra i Dirigenti in servizio presso la Prefettura, anche un sub – Commissario che collabori con il Commissario stesso nell’espletamento dell’incarico affidatogli.

Il sub – Commissario, al quale sono state attribuite le funzioni vicarie e che svolgerà la sua attività e funzione secondo le direttive che gli saranno impartite dal Commissario, è la Dott.ssa Sara Morrone, Viceprefetto Aggiunto.

Ella ha già ricoperto l’incarico di Commissario del Comune di Vellezzo Bellini (luglio 2014 – maggio 2015).

In Prefettura è il Dirigente, tra l’altro, della Protezione Civile e delle Aree del Contenzioso Amministrativo e dei Diritti Civili ed Immigrazione.

 

 

 
L'ADDETTO STAMPA

 
Pubblicato il 21/03/2016
Ultima modifica il 21/03/2016 alle 11:08:47

 Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni

COMUNICATO STAMPA

 

COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNUTA’, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI

 

Si comunica che con provvedimento del Dipartimento per le politiche del personale dell’Amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie, datato 11 marzo 2016, è stata modificata la composizione del Comitato Unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni” costituito con L. 4 novembre 2010 n. 183.

Il Comitato unico di garanzia (Cug) contribuisce all’ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico nell'obiettivo di migliorare l’efficienza delle prestazioni garantendo, nel contempo, un ambiente di lavoro caratterizzato da rispetto dei principi di pari opportunità e dal contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e di violenza morale o psichica per i lavoratori.

Il Comitato è costituito in forma paritetica da 16 componenti effettivi e 15 supplenti scelti fra il personale dell’Amministrazione civile dell’Interno e da 16 componenti effettivi e 15 supplenti nominati dalle organizzazioni sindacali.

Esercita compiti propositivi, consultivi e di verifica nell’ambito delle competenze che la legge, i contratti collettivi e le altre disposizioni stabiliscono.

 

                                                                                 L’addetto stampa

                                                                                        (Massa)
Pubblicato il 21/03/2016
Ultima modifica il 21/03/2016 alle 18:11:16

 Gambarana: il Prefetto di Pavia nomina il Commissario

 
COMUNICATO STAMPA DEL 14 MARZO 2016

Gambarana: il Prefetto di Pavia nomina il Commissario

Il Consiglio Comunale di Gambarana, eletto nella consultazione del 25 maggio 2014, risultava composto da soli otto consiglieri più il Sindaco, a fronte dei dieci assegnati all'Ente, in quanto alle suddette elezioni si era presentata una sola lista formata da otto candidati, i quali sono di conseguenza risultati tutti eletti.

Ciò premesso, in data 9 marzo u.s. si sono dimessi cinque consiglieri comunali, comportando la riduzione dell'organo assembleare a tre soli consiglieri più il Sindaco, con conseguente impossibilità di surroga in quanto non vi sono ulteriori candidati all carica di consigliere che possano subentrare ai dimissionari

Pertanto, il Prefetto Cesari, preso atto che si sono verificate le condizioni di cui all'art. 141, comma 1, lett. b), n. 4 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267, ha sospeso gli organi ordinari del Comune (Sindaco, Giunta e Consiglio) e ha nominato un Commissario per la provvisoria gestione dell'Ente nella persona della Dott.ssa Rosa Massa, Viceprefetto in servizio presso questa Prefettura.

Nello stesso tempo, ha avviato la procedura dello scioglimento del Consiglio comunale, informandone il Ministro dell'Interno, competente a formulare la proposta al Presidente della Repubblica.

Il Commissario prefettizio, che assumerà la qualifica di "straordinario" con il decreto presidenziale di scioglimento dell'organo assembleare, rimarrà in carica fino al primo turno elettorale utile.

In merito, si precisa che, essendo ormai decorso il termine ultimo del 24 febbraio, previsto dalla vigente normativa per l'inclusione nel c.d. "turno ordinario di primavera" dei Comuni, per i quali si verifichino le condizioni che rendono necessario il rinnovo dei consigli comunali per motivi diversi dalla scadenza naturale (art. 2 Legge n. 182/1991, come sostituito dall'art. 8, comma 1, lett. a) della Legge n. 120/1999), le elezioni comunali di Gambarana potranno svolgersi solo nell'anno 2017.
 
L'ADDETTO STAMPA
 

Pubblicato il 15/03/2016
Ultima modifica il 15/03/2016 alle 10:13:33

 COMMISSARIAMENTO COMUNE DI VOGHERA

COMUNICATO STAMPA DELL’8 MARZO 2016

 

IL MINISTERO DELL’INTERNO SUFFRAGA L’OPERATO DELLA PREFETTURA: LA SENTENZA DEL TAR LOMBARDIA CHE HA DICHIARATO LA CESSAZIONE DEL SINDACO DI VOGHERA COMPORTA LA TEMPESTIVA NOMINA DEL COMMISSARIO PREFETTIZIO

 

                       

Si fa riferimento alle vicende relative al ricorso elettorale proposto da Pier Ezio Ghezzi avverso i risultati delle elezioni comunali di Voghera svoltesi il 31 maggio 2015, nonché alla sentenza di accoglimento dello stesso pronunciata il 18 febbraio scorso dal Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia, a seguito della quale questa Prefettura ha disposto la sospensione del Sindaco, del consiglio e della giunta di Voghera e nominato un commissario per la provvisoria gestione dell’ente, individuato nella persona del viceprefetto vicario Sergio Pomponio.

A tal proposito, si riporta di seguito quanto rappresentato in merito dalla Direzione Centrale dei Servizi Elettorali del Ministero dell’Interno, interessata al riguardo da questa Prefettura.

La citata Direzione Centrale ha innanzitutto rilevato che, “poiché il T.A.R. Lombardia ha annullato parzialmente le elezioni disponendo “l’automatica cessazione dalle funzioni del Sindaco attualmente in carica”, l’effetto di annullamento delle operazioni elettorali del turno di ballottaggio e della conseguente proclamazione del sindaco non può non coinvolgere anche il consiglio comunale, i cui componenti sono risultati eletti, a seguito dell’assegnazione dei seggi consiliari a tutte le liste e coalizioni, previa attribuzione del premio di maggioranza del 60 per cento dei seggi stessi alla coalizione vincente, in ragione degli esiti dello svolgimento del ballottaggio tra i candidati sindaci Barbieri e Torriani.”

“Ne consegue”, ha proseguito il Ministero dell’Interno, “che, a seguito della formale comunicazione della cennata sentenza con la quale il T.A.R. ha dichiarato, altresì, che spetta all’Autorità prefettizia provvedere in ordine al governo dell’ente, ai sensi dell’art. 85, primo comma, del D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570, è stato tempestivamente nominato un commissario prefettizio per la provvisoria amministrazione del Comune fino al rinnovo delle operazioni elettorali di ballottaggio, fatta salva l’eventuale sospensiva dell’anzidetta decisione giurisdizionale da parte del Consiglio di Stato nel frattempo adito dal Sindaco”.

Il Ministero dell’Interno ha altresì precisato che potrà farsi luogo alla convocazione dei comizi elettorali per la prosecuzione delle operazioni di voto solo nel momento in cui la sentenza abbia acquistato il carattere della definitività; una volta intervenuta tale definitività, ai sensi dell’art. 79, secondo comma, dello stesso D.P.R. n. 570/1960, il turno di ballottaggio dovrà svolgersi entro due mesi, nella data che verrà stabilita dal Prefetto di Pavia, di concerto con il Presidente della Corte d’Appello di Milano.

Infine, in merito ai predetti termini di riconvocazione dei comizi elettorali, il citato Ministero ha evidenziato che alle relative operazioni di voto dovrà darsi corso in tempi ravvicinati, compatibilmente con gli adempimenti previsti dal procedimento, atteso che il turno di ballottaggio costituisce non una ripetizione, bensì la giuridica prosecuzione del procedimento elettorale per il rinnovo degli organi di governo del Comune, tant’è che il corpo elettorale interessato al ballottaggio dovrà essere il medesimo del primo turno.      

 

 

 
L’ADDETTO STAMPA

 
Pubblicato il 09/03/2016
Ultima modifica il 09/03/2016 alle 12:07:25

 Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione 2016-2018

COMUNICATO STAMPA DEL 9 MARZO 2016

 

Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione 2016-2018 ed il Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità 2016-2018 del Ministero dell'Interno

 

Con decreto del Ministro dell’Interno datato 28 gennaio 2016 è stato adottato il Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione 2016-2018 dell’Amministrazione. Del documento forma parte integrante il Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità 2016-2018. Entrambi i documenti sono pubblicati e reperibili sul sito istituzionale della Amministrazione dell’Interno, nella sezione “Amministrazione Trasparente”, sottosezione “Altri contenuti - corruzione” (http://www.interno.gov.it/it/amministrazione-trasparente/altri-contenuti/corruzione).

 

                                                                         L’addetto stampa

                                                                               (Massa)
Pubblicato il :

 
Torna su