Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pavia

Manifestazione di interesse per affidamento servizio accoglienza stranieri

Prot. n. 35524/2016
 
AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE A PROCEDURA NEGOZIATA EX ART. 63 COMMA 2 LETT. c) DEL D. Lgs. 50/2016, PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA IN FAVORE DI CITTADINI STRANIERI RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE E GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI PRESSO STRUTTURE UBICATE NELLA PROVINCIA DI PAVIA
 
1)FINALITÀ'DELL'AVVISO
Questa Prefettura, nelle more dell'avvio e della conclusione di una nuova procedura di gara aperta volta a consentire sia la prosecuzione dell' accoglienza in favore di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale già ospitati presso le strutture temporanee, sia il reperimento di nuove strutture che possano rispondere ai prevedibili nuovi arrivi, ha necessità di avviare una procedura urgente che consenta il reperimento di ulteriori posti di accoglienza per fronteggiare gli arrivi che potrebbero verificarsi nella fase di espletamento della citata gara di prossima pubblicazione.
 
Pertanto, con questo avviso questa Prefettura richiede agli operatori economici in possesso dei requisiti sotto indicati, di segnalare l'interesse ad essere invitati alla presentazione di una offerta per l'affidamento, per il periodo presunto  1 ottobre 2016 - 31 dicembre 2016, mediante convenzione, del servizio di accoglienza in favore di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, presso strutture situate nel territorio della Provincia di Pavia. 
 
Si evidenzia che i n questa fase non è posta in essere alcuna procedura concorsuale; non possono essere previste graduatorie, attribuzioni di punteggi o altre classificazioni di merito. Il presente avviso è da intendersi come mero avviso esplorativo che non comporta né diritti di prelazione o preferenza, né impegni o vincoli di qualsiasi natura sia per gli operatori interessati che per l'Amministrazione procedente che comunque si riserva la potestà di annullare, sospendere, modificare, in tutto o in parte il procedimento. Si avvierà, in seguito, una procedura negoziata senza bando, ex art.63, c.2 lett. c) del D. Lgs. 50/2016, tra coloro i quali, in possesso dei requisiti richiesti, avranno manifestato interesse all'affidamento del servizio in oggetto nei termini stabiliti, in ogni caso, in attesa della conclusione di una successiva procedura di gara aperta.
Nella selezione degli operatori da invitare questa Prefettura terrà conto del Comune di ubicazione delle strutture e della connessa necessità di assicurare un'equilibrata distribuzione degli stessi nel territorio provinciale al fine di scongiurare rischi per l'ordine pubblico e la sicurezza.
 
2)OGGETTO DEL SERVIZIO
Oggetto dell'affidamento, a carico di ciascun operatore economico con cui si stipulerà convenzione, è costituito dalla messa a disposizione, nella provincia di Pavia, di posti per l'accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, nonché dall'erogazione dei servizi di cui si forniscono le seguenti specificità.
Servizio di ingresso e gestione amministrativa
  1. a) Trasporto dei cittadini stranieri dalla struttura di accoglienza presso le strutture sanitarie e presso gli Uffici di P.S. su richiesta della Prefettura di Pavia;
  2. b) registrazione degli ospiti (dati anagrafici, nazionalità, data di entrata, data della dimissione, tempi di permanenza) comprensivo della produzione di un report giornaliero destinato alla Prefettura -U.T.G. di Pavia ed alla Questura di Pavia a mezzo e-mail;
  3. c) controllo e verifica della piena adeguatezza degli immobili in uso e piena funzionalità dell'efficienza degli impianti della struttura secondo le previsioni di legge.
  4. d) monitoraggio obbligatorio per ciascun ospite relativo a tutti gli step procedurali connessi alla pratica di riconoscimento della protezione internazionale. Al riguardo, si precisa che ogni notizia ritenuta utile e rilevante ai fini della pratica di riconoscimento dovrà essere tempestivamente comunicata alla Prefettura. Inoltre, con cadenza periodica stabilita dal competente ufficio amministrativo, il gestore dovrà redigere per ogni ospite un report sintetico, su modello predisposto dalla Prefettura, relativo all'intera procedura di rilascio dei titoli di soggiorno sul territorio italiano.
Servizi di assistenza generica alla persona
  1. a) orientamento generale sulle regole comportamentali all'interno della struttura nonché sulla relativa organizzazione;
    1. b) servizi di lavanderia;
    2. c) altri servizi di assistenza generica alla persona.
Servizi di pulizia e igiene ambientale
Per servizio di pulizia e di igiene ambientale, al fine di garantire lo svolgimento delle attività previste, si intendono quelle attività atte ad assicurare il confort igienico ambientale della struttura di accoglienza e cioè:
  1. a) pulizia giornaliera e periodica dei locali e degli arredi;
  2. b) disinfenzione, disinfestazione, derattizzazione e deblattizzazione delle superfici;
  3. c) raccolta e smaltimento dei rifiuti.
Erogazione dei pasti
Il servizio dovrà essere svolto per sette giorni a settimana, con una somministrazione di prima colazione, pranzo e cena ovvero con la fornitura di generi alimentari ("pacchi spesa") per la preparazione dei tre pasti, in base al numero delle presenze effettive nella struttura.
Nella scelta degli alimenti sarà posta la massima cura nel proporre menù non in contrasto con i principi e le abitudini alimentari degli ospiti. In particolare, dovranno essere rispettati tutti i vincoli costituiti da regole alimentari dettate dalle diverse scelte religiose. In caso di particolari prescrizioni mediche, di allergie dichiarate o accertate dovranno essere fornite diete adeguate.
I generi alimentari dovranno essere di prima qualità e garantiti a tutti gli effetti di legge per
quanto riguarda la genuinità, lo stato di conservazione e l'igiene. I pasti dovranno essere serviti con adeguato materiale atto al loro consumo (stoviglie, tovaglie, posate, ecc,).
Fornitura di beni
La struttura di accoglienza dovrà fornire tutti i generi di prima necessità come di seguito elencato:
  1. a) effetti letterecci adeguati al posto occupato, composti da materasso, cuscino, lenzuola, federe e coperte che saranno periodicamente cambiati per l'avvio ai servizi di lavanderia e quant'altro utile al confort della persona;
  2. b) vestiario adeguato alla stagione, intendendo la fornitura del minimo necessario al momento dell'accoglienza presso la struttura e, all'occorrenza, il rinnovo degli stessi beni da effettuare periodicamente al fine di garantire l'igiene e il decoro della persona;
    1. c) prodotti per l'igiene personale e rinnovo degli stessi consumabili con l'uso (quali sapone, shampoo, dentifrici, carta igienica, ecc) ;
    2. d) erogazione del "pocket money" nella misura di € 2,50 pro capite/pro die fino ad un massimo di € 7,50 per nucleo familiare. Il pocket money verrà erogato dalla struttura ospitante, in relazione alle effettive presenze registrate per ciascun ospite, dietro firma da parte del destinatario a riprova dell'avvenuto rilascio;
    3. e) erogazione di una tessera/ricarica telefonica di € 15,00 all'ingresso.
Servizi per l'integrazione
Per tutti i soggetti assistiti è previsto un servizio di mediazione linguistica e culturale che deve garantire la copertura delle seguenti prestazioni:
  1. a) servizio di assistenza linguistica e culturale;
  2. b) servizio di informazione sulla normativa concernente l'immigrazione, i diritti e doveri e condizioni dello straniero;
  3. c) sostegno socio psicologico;
  4. d) assistenza sanitaria da effettuare presso presidi sanitari territoriali o medici di base, comprese le vaccinazioni obbligatorie, giusta previsione degli artt. 34 e 35 del decreto legislativo n.286/1998;
  5. e) orientamento al territorio, primo orientamento ed assistenza alla formalizzazione della richiesta di protezione internazionale, informazione ed assistenza nei rapporti con la Questura competente per l'inserimento nel sistema di protezione per richiedenti protezione internazionale, asilo e rifugiati;
  6. f) assicurare la possibilità agli ospiti di telefonare per circa un minuto al giorno secondo adeguate turnazioni, mettendo a loro disposizione telefoni cellulari o postazioni telefoniche fisse e/o pubbliche.
L'affidatario dovrà trasmettere alla Prefettura di Pavia ogni giorno, a mezzo e-mail, un elenco nominativo degli immigrati effettivamente ospitati e, ogni mese, una relazione riepilogativa sui servizi erogati nel mese precedente, corredata da un report riepilogativo, suddiviso per struttura, recante il numero di ospiti presenti all'inizio del mese, il numero di ospiti presenti alla fine del mese, il numero di allontanamenti e il numero di nuovi arrivi verificatisi nel mese.
Dovrà altresì essere prodotto alla Prefettura, con cadenza mensile, l'elenco dei pocket money erogati corredato dalla sottoscrizione degli ospiti per ricevuta.
 
Si precisa che sono a carico dell'operatore economico la retribuzione del personale utilizzato per l'esecuzione dei servizi oggetto di gara e tutti gli oneri assicurativi, previdenziali e della sicurezza sul lavoro, in ottemperanza delle norme vigenti in materia; nessun corrispettivo sarà erogato per l'uso e la gestione delle strutture e per la manutenzione straordinaria ed ordinaria nonché per le utenze che sono interamente a carico dell' operatore economico.
In ordine ai servizi da espletarsi si richiama anche il Capitolato generale di appalto approvato con d.m. 21 novembre 2008.
3)DURATA E LUOGO DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO
L'affidamento del servizio mediante convenzione potrà decorrere dal 1° ottobre 2016 e avrà scadenza il 31 dicembre 2016, fatta salva la facoltà di questa Prefettura di risoluzione anticipata all'esito della procedura di gara di prossima pubblicazione
Il servizio dovrà espletarsi presso idonee strutture site nella provincia di Pavia.
Per esigenze di ordine pubblico e per assicurare un'equa distribuzione di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale su tutto il territorio provinciale, il numero complessivo di posti offerti non potrà superare, indipendentemente dal numero delle strutture di accoglienza individuate, le  100 unità per ciascun comune, con le seguenti eccezioni:
 
  1. a) sono esclusi dall'assegnazione i comuni di BORGO PRIOLO - CANDIA LOMELLINA - CASTELLETTO DI BRANDUZZO - GARLASCO - GODIASCO - GROPELLO CAIROLI-MORTARA - SAN MARTINO SICCOMARIO - STRADELLA - VALLE LOMELLINA - VOGHERA-  ZAVATTARELLO  che già accolgono un numero significativo di  cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale.
 
4) VALORE PRESUNTO DEL CONTRATTO
  II valore presunto di ciascuna convenzione, che potrà stipularsi a seguito della procedura negoziata ai sensi dell'art. 63 comma 2 lett. c) del citato D.lgs.50/2016, è calcolato secondo il prezzo derivante dal ribasso della base d'asta, pro-capite pro-die , di € 35,00, moltiplicato per il numero dei posti offerti e per i giorni di durata dell'affidamento. Non potrà in nessun caso essere offerto in sede di gara un prezzo superiore ad € 35,00.
 
  5) REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
Sono ammessi a partecipare i soggetti indicati nell'art. 45 del D. Lgs. 50/2016 nonché le Associazioni, le Fondazioni, gli enti ecclesiastici, gli enti pubblici e del privato-sociale che abbiano nei propri fini istituzionali quello di operare in un settore d'intervento pertinente con l'oggetto della gara.
Possono partecipare alla presente procedura anche le imprese del settore alberghiero, purché in grado di garantire i servizi descritti all'art. 2 . A tal fine, nelle more dell'aggiudicazione e sottoscrizione del contratto, dette imprese dovranno stipulare apposite Convenzioni con operatorio del privato sociale di comprovata esperienza, come sopra specificato, per l'accompagnamento giuridico, sanitario e sociale, fornendo all'Amministrazione tempestiva comunicazione degli estremi identificativi degli operatori all'uopo convenzionati.
 Inoltre i soggetti interessati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti minimi :
Requisiti di carattere generale
  1. insussistenza delle cause ostative alla partecipazione alle procedure di affidamento e alla stipula dei relativi contratti, indicate dall'art. 80 del D. Lgs. 50/2016;
  2. insussistenza delle cause di esclusione di cui all'art. 1 bis, comma 14, della Legge 383/2001 e s.m.i.;
  3. essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge 68/1999 e non essere incorso nei due anni precedenti alla presente procedura, nei provvedimenti previsti dall'art. 44 del D. Lgs. 286 del 25.7.1998 in relazione all'art 43 dello stesso Testo Unico per gravi comportamenti ed atti discriminatori;
  4. non incorrere nei divieti di cui agli artt.48, comma 7 del D. Lgs. 50/2016;
  5. insussistenza delle cause di esclusione di cui all'art. 9, comma 2 lettera c) del D. Lgs. n. 231/2001 e s.m.i.;
 
Requisiti di idoneità professionale e tecnico organizzativi
  1. iscrizione, per l'attività oggetto di gara, al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura della Provincia in cui l'operatore economico ha sede. Nel caso di organismo non tenuto all'obbligo di iscrizione in C.C.I.A.A., dichiarazione del legale rappresentante resa in forma di autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000, con la quale si dichiara l'insussistenza del suddetto obbligo di iscrizione alla C.C.I.A.A. e l'eventuale iscrizione in Albi o Registri, in base alla propria natura giuridica;
  2. essere in possesso di idonee strutture ove svolgere in servizio di accoglienza dotate dei requisiti di conformità urbanistica ed igienico-sanitaria ed essere in regola con le norme in materia di prevenzione incendi secondo la normativa vigente. La Prefettura si riserva la facoltà di effettuare ogni necessaria verifica sulla idoneità delle strutture dichiarate disponibili, sin dalla presentazione della manifestazione di interesse.
Requisiti di capacità economico finanziaria
  1. 8 . solidità economica e finanziaria ai fini dell'assunzione del contratto che dovrà essere dimostrata, nel caso di invito alla procedura negoziata suindicata, mediante un'idonea
dichiarazione bancaria, da parte di un istituto di credito o intermediario autorizzato ai sensi della Legge 1 settembre 1993 n. 385;
 
Si precisa, inoltre, che la presentazione della manifestazione di interesse non costituisce prova di possesso dei requisiti richiesti per l'affidamento del servizio che andranno accertati in occasione del successivo procedimento di gara.
 
6)MODALITÀ' DI  PRESENTAZIONE  DELLA  MANIFESTAZIONE  DI  INTERESSE   E DICHIARAZIONI IN MERITO AL POSSESSO DEI REQUISITI
La manifestazione di interesse, redatta secondo il modello allegato al presente avviso -ALLEGATO 1 - dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante o procuratore speciale (in tal caso deve essere allegata la relativa procura) ed essere corredata da copia fotostatica del documento di identità del soggetto dichiarante.
La manifestazione di interesse e ogni altro documento allegato dovrà pervenire alla Prefettura di Pavia entro e non oltre le ore 12,00 del 14 settembre 2016, a mezzo P.E.C. in allegato al messaggio di posta elettronica certificata riportante nell'oggetto la dicitura "MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA IN VIA D'URGENZA EX ART.63 COMMA 2 LETT. c) PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA DI CITTADINI STRANIERI RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE E GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI PRESSO STRUTTURE UBICATE NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI PAVIA" esclusivamente al seguente indirizzo: protocollo.prefpv(at)pec.interno.it .
Le manifestazioni di interesse che perverranno dopo le ore 12.00 del 14 settembre 2016 potranno essere tenute in considerazione da questa Prefettura per eventuali ulteriori urgenti necessità che dovessero manifestarsi nelle more dell'avvio e della conclusione della procedura di gara aperta predetta.
  7) PROCEDURA DI GARA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE
La procedura negoziata sarà avviata con lettera di invito, che disciplinerà il procedimento di gara, ai soggetti selezionati tra quelli che avranno manifestato il proprio interesse a partecipare alla procedura negoziata in via d'urgenza nei termini sopra indicati.
L'aggiudicazione avverrà con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. La Prefettura si riserva la facoltà di aggiudicare anche in caso di presentazione di una sola offerta valida.
Alla successiva stipula di convenzione con i soggetti aggiudicatari, secondo lo schema A LLEGATO 2 , si darà corso nel rispetto della graduatoria, ferma restando la clausola di salvaguardia di cui all'art. 32 commi 6 e 12 del D. Lgs. n.50/2016 e previa verifica dei requisiti richiesti e dell'idoneità delle strutture.
Si evidenzia che la Prefettura corrisponderà compensi agli operatori contraenti solo se effettivamente verranno inviati cittadini stranieri presso le strutture di accoglienza messe a disposizione dai medesimi operatori ed esclusivamente in base al numero realmente ospitato. Qualora gli operatori economici (o parte di essi) non dovessero ospitare migranti nel periodo di validità delle convenzioni, l'Amministrazione non corrisponderà alcun importo, a qualsiasi titolo
8) ALTRE INFORMAZIONI
Tutte le successive comunicazioni con i soggetti partecipanti alla presente fase esplorativa avverranno esclusivamente tramite posta certificata all'indirizzo comunicato con la manifestazione di interesse;  
9) TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 13 del D. Lgs. n. 196/2003, i dati personali raccolti con la manifestazione di interesse e con la documentazione allegata saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale sono stati resi.
10) PUBBLICITÀ'
 
II presente avviso sarà diffuso mediante pubblicazione sul sito istituzionale della Prefettura di Pavia: www.prefettura.it/ pavia
 
Pavia, 5 settembre 2016                                                   
Il Prefetto
(Cesari)
                      (firmata digitalmente)
 

Ultima modifica il 02/02/2017 alle 14:41

 
Torna su