Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Pavia

Manifestazione interesse affidamento servizio accoglienza minori stranieri

Prot. n. 48692/2016
 
AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE A PROCEDURA NEGOZIATA EX ART. 63 COMMA 2 LETT. c) DEL D. Lgs. 50/2016, PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA IN FAVORE DI MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI PRESSO STRUTTURE RICETTIVE TEMPORANEE UBICATE NELLA PROVINCIA DI PAVIA.
PERIODO 2 GENNAIO - 31 MARZO 2017
1)FINALITÀ'DELL'AVVISO
 
La presenza sempre più massiccia di minori stranieri non accompagnati (di seguito MSNA) tra i migranti che giungono sul territorio nazionale (oltre 22 mila nel solo 2016 su un totale di circa 170mila) ha assunto una connotazione del tutto straordinaria che impone una risposta indifferibile alle esigenze di accoglienza che ne derivano.
Nell'ottica di ampliare la capienza del sistema di prima accoglienza per tale tipologia di beneficiari su tutto il territorio nazionale, l'art. 1-ter della legge nr. 160/2016 di conversione del D.L. 24 giugno 2016 nr 113 ha introdotto all'art 19 del D. Lgs. 142/2016 il comma 3-bis, in virtù del quale i Prefetti, in presenza di arrivi consistenti e ravvicinati di MSNA e qualora l'accoglienza non possa essere assicurata dai Comuni ai sensi del comma 3 del citato articolo 19, possono attivare per tale finalità e per il tempo strettamente necessario strutture ricettive temporanee.
Relativamente all'accoglienza dei MNSA, il Ministero dell'Interno, di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, con decreto 1 settembre 2016, ha stabilito, tra l'altro, i servizi da erogare presso i centri governativi di prima accoglienza dedicati ai predetti beneficiari.
In attuazione delle modifiche del quadro normativo nazionale di riferimento, innanzi richiamate, il Ministero dell'Interno con circolare n. 14139, in data 15 settembre 2016, ha richiesto ai Prefetti di assumere le necessarie iniziative affinché sia assicurata, analogamente a quanto già avviene per i migranti adulti, una adeguata risposta all'esigenza di accoglienza di MSNA che saranno assegnati anche a questo territorio.
 
Questa Prefettura, nelle more dell'avvio e della conclusione di una successiva procedura di gara, ha necessità di avviare una procedura urgente che consenta in tempi brevi l'individuazione di operatori e strutture idonei ad assicurare la primissima accoglienza per i MSNA.
 
Pertanto, con questo avviso, la Prefettura di Pavia richiede agli operatori economici, in possesso dei requisiti sotto indicati, di manifestare l'interesse a stipulare una convenzione per lo svolgimento del citato servizio di accoglienza in favore di MSNA, presso idonee strutture ricettive temporanee situate nel territorio provinciale.
 
Si evidenzia che i n questa fase non è posta in essere alcuna procedura concorsuale; non possono essere previste graduatorie, attribuzioni di punteggi o altre classificazioni di merito. Il presente avviso è da intendersi come mero avviso esplorativo che non comporta né diritti di prelazione o preferenza, né impegni o vincoli di qualsiasi natura sia per gli operatori interessati che per l'Amministrazione procedente che comunque si riserva la potestà di annullare, sospendere, modificare, in tutto o in parte il procedimento. Si avvierà, in seguito, una procedura negoziata senza bando, ex art.63, c.2 lett. c) del D. Lgs. 50/2016, tra coloro i quali, in possesso dei requisiti richiesti, avranno manifestato interesse all'affidamento del servizio in oggetto nei termini stabiliti, in ogni caso, in attesa della conclusione di una successiva procedura di gara aperta.
 
2)OGGETTO E DURATA DEL SERVIZIO
I servizi oggetto della procedura negoziata di cui al presente interpello consistono nella messa a disposizione di nr. 100 posti complessivi, presso strutture ricettive temporanee, site nel territorio della Provincia di Pavia, per l'accoglienza di MSNA di età non inferiore ad anni 14 e nella erogazione dei relativi servizi amministrativi e alla persona, secondo le specifiche contenute nel decreto 1 settembre 2016 del Ministro dell'Interno di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze, "Istituzione di centri governativi di prima accoglienza dedicati ai minori stranieri non accompagnati", pubblicato in GU Serie Generale n.210 del 8-9-2016.
 
Ciascuna struttura individuata non potrà accogliere più di 30 MSNA (ai sensi dell'art. 3 comma 3 del d.m. 1 settembre 2016) in non più di un Comune della Provincia.
Sono comunque esclusi dalle assegnazioni i seguenti Comuni, ove già sono ospitati cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale in numero ritenuto adeguato in rapporto alla popolazione:
Borgo Priolo - Candia Lomellina - Castelletto di Branduzzo - Garlasco - Godiasco Salice Terme - Gropello Cairoli - Monticelli Pavese - Mortara - Pieve Porto Morone - Robbio - San Martino Siccomario - Stradella - Valle Lomellina - Voghera - Zavattarello.
 
In particolare devono essere assicurati:
   - gestione amministrativa concernente la registrazione degli ospiti, al momento dell'ingresso e dell'uscita definitiva dal centro, nonché la registrazione delle uscite giornaliere del minore straniero non accompagnato dal centro. Fatti salvi gli adempimenti previsti dalle leggi nazionali e regionali, l'ingresso nel centro del minore straniero non accompagnato è immediatamente registrato e comunicato all'Amministrazione dell'Interno (dati anagrafici, nazionalità, data di entrata, data della dimissione, tempi di permanenza) mediante la produzione di un report giornaliero destinato alla Prefettura -U.T.G. di Pavia;
   -mensa, che tenga conto anche dei diversi regimi alimentari e di eventuali prescrizioni mediche, e la fornitura dei beni necessari per la cura della persona e la permanenza nel centro (biancheria, vestiario, prodotti per l'igiene etc);
   -mediazione linguistica e culturale, che consenta anche l'esercizio del diritto all'ascolto;
   -orientamento all'apprendimento della lingua italiana;
 -organizzazione del tempo libero, adeguato alle esigenze della minore eta', comprese quelle ricreative, con la previsione di spazi dedicati;
   -supporto alle autorità competenti al fine del completamento delle procedure volte alla identificazione e all'accertamento dell'età del minore straniero non accompagnato;
   -supporto alle autorità competenti nelle procedure di affidamento e di nomina dei tutori;
   -informazione sui servizi di cui il MSNA può avvalersi e sulle regole di convivenza fissate nel regolamento;
   -informazione, orientamento e idoneo supporto legale al minore straniero non accompagnato in materia di tutela   dei   minori, immigrazione ed asilo, anche al fine dell'eventuale individuazione dei familiari;
   -interventi di prima assistenza sanitaria, per l'accertamento delle condizioni di salute fisica e psichica e un colloquio con uno psicologo dell'età evolutiva, ove necessario, in presenza di un mediatore culturale, anche al fine di valutare il rischio che il minore sia vittima di tratta nonché delle esigenze particolari di cui all'art. 17 del decreto legislativo;
   - tenuta di una scheda individuale, nella quale sono riportate le informazioni sulle prestazioni erogate.
Presso ciascuna struttura deve essere assicurato:
- controllo e verifica dell'adeguatezza, della piena funzionalità ed efficienza dell'immobile in uso e dei relativi impianti;
- servizio di pulizia e igiene ambientale mediante:
  1. a) Pulizia giornaliera e periodica dei locali e degli arredi;
  2. b) Disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e deblattizzazione delle superfici;
  3. c) Raccolta e smaltimento rifiuti, secondo le modalità, anche differenziate di raccolta, previste dal comune di ubicazione della struttura;
  4. d) Pulizia e cura delle aree esterne.
 
Ciascuna struttura ricettiva temporanea deve essere dotata di apposito regolamento ai sensi dell'art.5 del citato decreto interministeriale 1 settembre 2016.
In conformità alle prescrizioni contenute nell'art 19, comma 3-bis, del D. Lgs. 142/2015 e delle indicazioni fornite dal Ministero dell'Interno con circolare nr.12362/2016, l'accoglienza dei MSNA presso le strutture ricettive temporanee è limitata al tempo strettamente necessario al loro trasferimento in progetti della rete SPRAR e/o in centri di accoglienza messi a disposizione dai Comuni, di cui, rispettivamente, ai commi 2 e 3 del citato articolo 19.
Dell'accoglienza del minore   non   accompagnato   nelle strutture ricettive temporanee è data notizia, a cura del gestore della struttura, al Comune in cui si trova la struttura stessa, per il coordinamento con i servizi del territorio.
Si precisa che sono a carico dell'operatore economico la retribuzione del personale utilizzato per l'esecuzione dei servizi oggetto di gara e tutti gli oneri assicurativi, previdenziali e della sicurezza sul lavoro, in ottemperanza delle norme vigenti in materia; nessun corrispettivo sarà erogato per l'uso e la gestione delle strutture e per la manutenzione straordinaria ed ordinaria, nonché per le utenze, che sono interamente a carico dell' operatore economico.
3)DURATA E LUOGO DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO
 
L'affidamento del servizio avrà decorrenza, presumibilmente dal 2 gennaio al 31 marzo 2017, fatto salvo, nelle more dell'espletamento di apposita procedura di gara sopra soglia, il ricorso all'opzione della proroga di cui all'art 106, comma 11, del D. Lgs. n. 50/2016.
È inoltre fatta salva la facoltà di questa Prefettura di risoluzione anticipata dell'affidamento all'esito della procedura di gara di prossima pubblicazione
Il servizio dovrà espletarsi presso idonee strutture site nella provincia di Pavia.
 
 
4) VALORE PRESUNTO DEL CONTRATTO
 
II valore presunto di ciascuna convenzione, che potrà stipularsi a seguito della procedura negoziata ai sensi dell'art. 63 comma 2 lett. c) del citato D.lgs.50/2016, è calcolato secondo il prezzo derivante dal ribasso della base d'asta, pro-capite pro-die , di € 45,00, moltiplicato per il numero dei posti offerti e per i giorni di durata dell'affidamento. Non potrà in nessun caso essere offerto in sede di gara un prezzo superiore ad € 45,00.
 
 
  5) REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
 
Sono ammessi a partecipare i soggetti indicati nell'art. 45 del D. Lgs. 50/2016 nonché le associazioni, le fondazioni, gli enti ecclesiastici, gli enti pubblici e del privato-sociale. Tali soggetti devono avere, tra i propri fini istituzionali, quelli di operare in un settore d'intervento pertinente con i servizi in argomento e di aver maturato, nel periodo ottobre 2011- settembre 2016, comprovata esperienza nell'ambito di progetti di accoglienza di minori o di MSNA anche in via non continuativa.
L'eventuale esperienza del soggetto proponente maturata nell'ambito dell'accoglienza dei richiedenti protezione internazionale (SPRAR o CAS) verrà valutata ai fini dell'assegnazione del punteggio dell'offerta tecnica.
 
Inoltre i soggetti interessati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti minimi :
 
Requisiti di carattere generale
  1. insussistenza delle cause ostative alla partecipazione alle procedure di affidamento e alla stipula dei relativi contratti, indicate dall'art. 80 del D. Lgs. 50/2016;
  2. insussistenza delle cause di esclusione di cui all'art. 1 bis, comma 14, della Legge 383/2001 e s.m.i.;
  3. essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge 68/1999 e non essere incorso nei due anni precedenti alla presente procedura, nei provvedimenti previsti dall'art. 44 del D. Lgs. 286 del 25.7.1998 in relazione all'art 43 dello stesso Testo Unico per gravi comportamenti ed atti discriminatori;
  4. non incorrere nei divieti di cui agli artt.48, comma 7 del D. Lgs. 50/2016;
  5. insussistenza delle cause di esclusione di cui all'art. 9, comma 2 lettera c) del D. Lgs. n. 231/2001 e s.m.i.;
 
Requisiti di idoneità professionale e tecnico organizzativi
  1. iscrizione, per l'attività oggetto di gara, al registro delle imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura della Provincia in cui l'operatore economico ha sede. Nel caso di organismo non tenuto all'obbligo di iscrizione in C.C.I.A.A., dichiarazione del legale rappresentante resa in forma di autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000, con la quale si dichiara l'insussistenza del suddetto obbligo di iscrizione alla C.C.I.A.A. e l'eventuale iscrizione in Albi o Registri, in base alla propria natura giuridica;
  2. essere in possesso di idonee strutture ove svolgere il servizio di accoglienza dotate dei requisiti di conformità urbanistica ed igienico-sanitaria in regola con le norme in materia di prevenzione incendi secondo la normativa vigente. La Prefettura si riserva la facoltà di effettuare ogni necessaria verifica sulla idoneità delle strutture dichiarate disponibili, sin dalla presentazione della manifestazione di interesse;
 
Requisiti di capacità economico finanziaria
  1. 8 . solidità economica e finanziaria ai fini dell'assunzione del contratto, che dovrà essere dimostrata, nel caso di invito alla procedura negoziata suindicata, mediante un'idonea
dichiarazione bancaria, da parte di un istituto di credito o intermediario autorizzato ai sensi della Legge 1 settembre 1993 n. 385.
Si precisa, inoltre, che la presentazione della manifestazione di interesse non costituisce prova del possesso dei requisiti richiesti per l'affidamento del servizio, che andranno accertati in occasione del successivo procedimento di gara.
 
6)MODALITÀ' DI PRESENTAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE   E DICHIARAZIONI IN MERITO AL POSSESSO DEI REQUISITI
La manifestazione di interesse, redatta secondo il modello allegato al presente avviso -ALLEGATO 1 - dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante o procuratore speciale (in tal caso deve essere allegata la relativa procura) ed essere corredata da copia fotostatica del documento di identità del soggetto dichiarante.
La manifestazione di interesse e ogni altro documento allegato dovrà pervenire alla Prefettura di Pavia entro e non oltre le ore 12,00 del 15 DICEMBRE 2016, a mezzo P.E.C. in allegato al messaggio di posta elettronica certificata riportante nell'oggetto la dicitura "MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA IN VIA D'URGENZA EX ART.63 COMMA 2 LETT. c) PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI PRESSO STRUTTURE RICETTIVE TEMPORANEE UBICATE NELLA PROVINCIA DI PAVIA" esclusivamente al seguente indirizzo: protocollo.prefpv(at)pec.interno.it .
Le manifestazioni di interesse che perverranno dopo le ore 12.00 del 15 DICEMBRE 2016 potranno essere tenute in considerazione da questa Prefettura per eventuali ulteriori urgenti necessità che dovessero manifestarsi nelle more dell'avvio e della conclusione della procedura di gara aperta predetta.
7)PROCEDURA DI GARA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE
La procedura negoziata sarà avviata con lettera di invito, che disciplinerà il procedimento di gara, ai soggetti selezionati tra quelli che avranno manifestato il proprio interesse a partecipare alla procedura negoziata in via d'urgenza nei termini sopra indicati.
L'aggiudicazione avverrà con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. La Prefettura si riserva la facoltà di aggiudicare anche in caso di presentazione di una sola offerta valida.
Alla successiva stipula di convenzione con i soggetti aggiudicatari, secondo lo schema ALLEGATO 2 , si darà corso nel rispetto della graduatoria, ferma restando la clausola di salvaguardia di cui all'art. 32 commi 6 e 12 del D. Lgs. n.50/2016 e previa verifica dei requisiti richiesti e dell'idoneità delle strutture. La graduatoria non è vincolante per l'Amministrazione, che può non procedere all'aggiudicazione a causa di motivate ragioni di interesse pubblico.
Nei casi e con i limiti di cui all'art 32, comma 8 del D. Lgs. 50/2016, la Prefettura si riserva, altresì, di procedere all'esecuzione d'urgenza del servizio.
Si evidenzia che la Prefettura corrisponderà compensi agli operatori contraenti solo se effettivamente verranno inviati MSNA presso le strutture di accoglienza messe a disposizione dai medesimi operatori ed esclusivamente in base al numero realmente ospitato. Qualora gli operatori economici (o parte di essi) non dovessero ospitare MSNA nel periodo di validità delle convenzioni, l'Amministrazione non corrisponderà alcun importo, a qualsiasi titolo.
 
8) ALTRE INFORMAZIONI
Tutte le successive comunicazioni con i soggetti partecipanti alla presente fase esplorativa avverranno esclusivamente tramite posta certificata all'indirizzo comunicato con la manifestazione di interesse;  
9) TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 13 del D. Lgs. n. 196/2003, i dati personali raccolti con la manifestazione di interesse e con la documentazione allegata saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale sono stati resi.
10) PUBBLICITÀ'
 
II presente avviso sarà diffuso mediante pubblicazione sul sito istituzionale della Prefettura di Pavia: www.prefettura.it/ pavia
 
 
 
 
 
Pavia, 5 dicembre 2016                                                   p. Il Prefetto
                                                                       IL VICE PREFETTO VICARIO
                                                                                 f.to (Pomponio)

Ultima modifica il 03/05/2017 alle 15:00

 
Torna su